Grecia, dopo uccisione rapper scontri in piazza tra polizia e manifestanti

greciaAgenzia Ana riferisce disordini a seguito della morte di Pavlos Fyssas, ucciso da neonazista di ‘Alba Dorata’

 Roma, 19 settembre – La polizia ha dovuto usare gas lacrimogeni contro 5mila manifestanti scesi in piazza ad Atene a seguito dell’uccisione del rapper antifascista Pavlos Fyssas. E’ quanto riportato dall’agenzia Ana che spiega che i partecipanti al corteo di protesta, in gran parte legati al mondo dell’estrema sinistra, si erano riuniti a Keratsini, sobborgo popolare di Atene dov’è avvenuto l’omicidio, e da lì hanno cominciato a lanciare  pietre e pezzi di legno contro la polizia, che è intervenuta per disperdere i manifestanti. Fyssas è stato ucciso a coltellate nella notte fra martedì e mercoledì e i sospetti della polizia si concentrano su un uomo identificato come membro del partito neonazista Alba Dorata. La protesta si sta verificando anche in altri centri della Grecia, in particolare Patrasso e Salonicco ed è la risposta ai continui gravi atti di violenza messi in campo da più di un anno da ‘Alba Dorata’, ultimo in ordine di tempo l’omicidio del rapper Fyssas.

Turchia, è libero il fotografo Mattia Cacciatori: ringrazio il consolato

turchia fotografoLo ha riferito la giunta regionale del Veneto, poi la conferma è arrivata anche dalla Farnesina.

Roma, 7 luglio – Mattia Cacciatori, il fotografo italiano fermato a Istanbul sabato scorso, è stato liberato. Lo ha riferito la giunta regionale del Veneto. La  conferma, poco dopo, è arrivata anche dalla Farnesina. Il 24enne, fotografo freelance di San Giovanni Lupatoto in provincia di Verona, è stato arrestato a Istanbul, durante gli scontri a piazza Taksim, mentre fotografava la polizia che respingeva con lacrimogeni e idranti i manifestanti in marcia verso piazza Taksim, diretti a Gezi Park.  Continue Reading

Matrimoni gay ammessi anche in Inghilterra

Roma, 4 giugno –  Dopo la Francia, accade anche in Inghilterra: la Camera dei Lord ha approvato il testo della riforma del matrimonio voluta dal primo ministro conservatore David Cameron. gay-marriage

Con questo passo, il regno di Sua Maestà Elisabetta diventa il 15esimo Paese al mondo a rendere legali le unioni fra persone dello stesso sesso.

Stando alla legge, le confessioni che celebraranno questi matrimoni, lo faranno nel pieno valore legale. Tra le Chiese minoritarie, al momento sono escluse la cattolica e l’anglicana. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]