Noto, Infiorata 2019 un omaggio ai Siciliani nel Mondo

Dopo l’edizione 2017 dedicata al Principato di Monaco e quella 2018 alla Cina, l’Infiorata del 2019 accoglierà un tema importante e che vuole ricostruire memorie individuali e di comunità, fatte di storie normali ed eccezionali, passato e avanguardia dell’essere “I Siciliani in America”

Un tappeto di fiori dai colori vivaci ed armoniosi che rivestono il suolo della città barocca per eccellenza, Noto, inebriando l’aria di arte e tradizione. È la famosa Infiorata, la manifestazione tra le più belle dell’Isola, nata trentasette anni fa dall’incontro di artisti infioratori Genzanesi e Netini, ed è proprio nella città di Genzano, che si sviluppa questa  tecnica pittorica. Giunti alla 40esima edizione il focus dell’evento sarà, per la prima volta nella storia, “I Siciliani nel Mondo”. Il sindaco Corrado Bonfanti svela il tema in programma dal 17 al 19 maggio, che avrà luogo in via Nicolaci, dove troviamo nella parte alta la Chiesa di Montevergini che si contrappone al palazzo del Principe Nicolaci “Villa dorata”, con i balconi definiti i più belli del mondo.

«È un vero atto di amore- dice il sindaco- e di pura riconoscenza: vogliamo dedicare la nostra prestigiosa Infiorata alle tante comunità di Siciliani nel Mondo, permettendo loro di abbracciare l’amata Sicilia e di raccontarci le loro esperienze di vita, la storia di tanti successi e di innegabili sofferenze». I bozzetti realizzati dai maestri infioratori netini, le mostre allestite, i workshop organizzati e gli spettacoli saranno ispirati, dunque, ai Siciliani che hanno affermato la propria esistenza vivendo tra il Canada e gli Stati Uniti d’America e che da immigrati sono diventati protagonisti di storie di successo. Gli assessori al Turismo e alla Cultura, Giusi Solerte e Frankie Terranova, hanno avviato una serie di contatti sia con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sia con alcune comunità di Siciliani in America: l’evento sarà presentato anche a New York a fine marzo.

Maggio petaloso al Castello di Petroia

Per coppie romantiche, un’offerta che comprende cascate di petali di rose rosse, cocktail profumati e cene a lume di candela nel resort deluxe a pochi chilometri da Gubbio (PG)

image006Roma, 14 Maggio – Amore puro, passionale, vivace: questo dicono i vellutati petali di una rosa rossa nel linguaggio dei fiori, un codice silenzioso e senza tempo per ogni innamorato. Ma la rosa va colta quand’è il momento, nel mese di maggio, quando più forte è il profumo e la magia che sprigiona. Il Castello di Petroia, favoloso resort contemporaneo che affonda le radici nell’anno Mille a pochi chilometri da Gubbio (PG), ha preparato un’offerta terribilmente romantica per coppie che vogliano regalarsi un’odorosa sorpresa d’amore, senza spine:valida per tutte le notti del mese di maggio 2016 prevede un ingresso idilliaco alla magione, con un tappeto di petali che accompagna sino alla propria suite. Sono 13 stanze diverse, dalla torre inespugnabile su due livelli, alla de-luxe con mini piscina idromassaggio per due, tutte decorate per l’occasione con fragranti boccioli rossi appena colti. Immersi nel silenzio delle assolate colline umbre, protetti da solide mura e da un parco di 130 ettari con piscina, è questa un’idea da sogno, da festeggiare con un brindisi a base di cocktail ovviamente alla rosa rossa, accanto a una coppa di fragole altrettanto rosse e di cui è stato sancito il potere afrodisiaco, tanto che la leggenda riporta la loro nascita dalle lacrime versate da Venere, dea dell’amore, sulla tomba del sensuale Adone. L’offerta ha un costo a partire da 399 euro per due notti per due persone con prima colazione inclusa. Ma è possibile aggiungere il pacchetto cena a lume di candela nell’intimità della sala Accomandugi, per sentirsi veri duchi padroni del castello: tra spesse mura in pietra, soffitti a cassettoni, arredamenti d’epoca, lo stile medievale riscaldato dalla cura dei dettagli contemporanei, non v’è luogo più adatto per un banchetto di coppia a base di cibi umbri, cucinati con raffinatezza dal talentuoso Chef Andrea Laurenzi.

A maggio rivive la Ferrara cavalleresca con il Palio più antico del mondo!

Gare ed atmosfere rinascimentali per tutto il mese, fino a domenica 29 maggio 2016, quando si disputano le corse al Palio di putte,  putti, asine e cavalli. 

di Kat

image001

Roma, 6 Maggio – Domenica 29 maggio 2016… un’esperienza unica … cavalieri al galoppo, sfarzi ed avvincenti gare rinascimentali per il Palio più antico del mondo, che torna nel cuore storico di Ferrara, la città che fu la capitale del Ducato Estense. In scena, per la prima volta nel 1259, il grande torneo ha raccontato negli anni la storia della città estense, diventando un appuntamento imprescindibile nella vita ferrarese. Il centro cittadino si trasforma in una grande festa cavalleresca e rievocativa che culmina l’ultima domenica, quest’anno il 29 maggio, in Piazza Ariostea dove vanno in scena la corsa delle putte, dei putti, delle asine e la prestigiosa corsa dei cavalli. Ma le 8 contrade protagoniste si sfidano per tutto il mese di maggio, dimostrando destrezza ed abilità nelle diverse prove, che diventano un grande spettacolo per i visitatori ed un omaggio alla Ferrara del Rinascimento, che oggi conserva ancora, in modo impeccabile, piazze e palazzi storici. Testimonianze del Palio di Ferrara si possono trovare, infatti, negli splendidi affreschi del Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia e nei racconti di Ludovico Ariosto ne “L’Orlando Furioso”, di cui quest’anno ricorrono i 500 anni dalla sua prima edizione, avvenuta proprio a Ferrara il 22 aprile 1516. Grazie alle proposte del Consorzio Visit Ferrara, che mette insieme circa 90 operatori turistici di tutta la Provincia ferrarese, sul sito www.visitferrara.eu, si possono prenotare pacchetti e soggiorni esclusivi, per vivere al meglio il Palio più antico del mondo e i suoi numerosi eventi. Si può scegliere tra le proposte dell’Agenzia di ViaggiGulliver’s Island, il pacchetto di 1 notte con colazione, pranzo o cena tipica, oltre la disponibilità della bicicletta in occasione della suggestiva Benedizione dei Palii e l’offerta dei Ceri del 6 maggio (da 91 euro a persona), quando le diverse contrade si iscrivono alle corse. Stessa offerta per il Corteo storico del 21 maggio (da 81 euro). Per assistere ai giochi giovanili delle bandiere il 7 maggio ed gare degli antichi Giochi delle bandiere estensi, il weekend del 14 e 15 maggio, 2 notti con pranzo o cena tipica, visita guidata alla città e carta turistica MyFe Card, sono invece a partire da 187 euro a persona. Da 199 euro, lo stesso pacchetto per il fine settimana clou del Palio,dal 27 al 29 maggio, quando in piazza Ariostea si disputeranno le avvincenti corse, che terranno tutti con il fiato sospeso. L’Agriturismo Lepre Bianca mette a disposizione per tutti i weekend di maggio 2 notti per 2 persone con colazione e cena con prodotti biologici da 270 euro. Chi, degli 8 borghi e rioni cittadini, conquisterà quest’anno l’ambito Palio di San Giorgio, il palio dei cavalli, di Ferrara? Vi innamorerete della Ferrara storica, magica e rievocativa che porta in scena, per tutto il mese di maggio, i fasti di quella che fu una delle più importanti e significative Signorie del Rinascimento e che annovera, tra le sue antiche Duchesse perfino Lucrezia Borgia, che a Ferrara riposa nel Monastero del Corpus Domini.

Arriva nei cinema del Lazio “LEONARDO DA VINCI. IL GENIO A MILANO”

Sul grande schermo il 2, 3 e 4 maggio il film che racconta il soggiorno milanese, le opere e le leggende sull’artista più ammirato di tutti i tempi

Unknown[2]Roma, 29 Aprile – Pittore, scultore, scienziato, musico, esperto di anatomia e di fisica, botanico, architetto, inventore: superando lo spirito del suo tempo, Leonardo viene oggi identificato con l’immagine del Genio. Era un uomo poliedrico l’artista di Vinci e lo dimostrano l’immenso patrimonio di studi e opere che ci ha lasciato, oltre alla lettera in cui, nel 1482, si presenta a Ludovico il Moro, signore di Milano. Così, partendo dalla mostra a Palazzo Reale organizzata da Skira e Comune di Milano nei mesi di Expo, Rai Com, Skira e Codice Atlantico, con la partecipazione di Maremosso e in collaborazione con Pirelli e Confagricoltura, hanno deciso di lavorare congiuntamente per raccontare in un docufilm proprio gli anni trascorsi da Leonardo a Milano, toccando i diversi aspetti della sua vita e della sua arte, approfondendo le caratteristiche della città del tempo, le personalità degli artisti che gli sono stati vicini, senza trascurare naturalmente le molte leggende che lo riguardano.  Leonardo da Vinci. Il Genio a Milano esplora il soggiorno cittadino dell’artista, offrendo la chiave per trasformare in quadri cinematografici i numerosi scenari leonardeschi di Milano: il Castello Sforzesco, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, la Basilica di Santa Maria delle Grazie, i Navigli, la Vigna di Leonardo sino al celebre Cenacolo. Il film –in cui verranno mostrate e raccontate opere come La Belle Ferronnière, la Dama con l’ermellino, la Vergine delle Rocce, il Ritratto di musico, il San Giovanni Battista, l’Ultima Cena  arriverà nelle sale di tutto il mondo distribuito da Nexo Digital e sarà in programma in Italia il 2, 3 e 4 maggio all’interno del progetto della Grande Arte al Cinema che sta conquistando un pubblico sempre più vasto (l’elenco delle sale che lo proietteranno è disponibile su www.nexodigital.it e su www.leonardothemovie.com) Coinvolgendo Pietro Marani – curatore della mostra – alcuni tra i massimi esperti di Leonardo a livello mondiale e autori che ne hanno esplorato la personalità – Claudio Giorgione, Maria Teresa Fiorio, Richard Schofield, Vittorio Sgarbi, Daniela Pizzagalli – è nata infatti una storia capace di aprire nuove prospettive e svelare mondi straordinari. Com’è possibile raccontare la complessità del genio assoluto?  Da dove s’inizia? Qual è il mistero che rende Leonardo l’artista più amato, discusso e studiato di tutti i tempi? Per rispondere a queste domande e approfondire ulteriormente il tema e le opere in mostra provenienti dal Louvre di Parigi, dalla National Gallery of Art di Washington e dalla Pinacoteca Ambrosiana, gli autori Jacopo Ghilardotti e Gabriele Scotti hanno ritenuto opportuno arricchire il racconto documentaristico, sviluppato con il regista Nico Malaspina, con l’aggiunta di alcune scene di fiction, per le quali è stato coinvolto il regista Luca Lucini. La storia di Leonardo a Milano ha potuto così allargarsi ed includere molti protagonisti del suo soggiorno milanese: Ludovico il Moro, signore di Milano, l’amico e allievo Salaì, Beatrice d’Este, Donato Bramante, Vincenzo Bandello e altri ancora. I personaggi storici saranno interpretati da attori noti come Vincenzo Amato, Cristiana Capotondi, Alessandro Haber, Gabriella Pession, Paolo Briguglia, Edoardo Natoli, Giampiero Judica, Nicola Nocella, mentre la voce narrante sarà quella di Sandro Lombardi.

Il film “Leonardo da Vinci. Il Genio a Milano” è prodotto da Rai Com, Skira e Codice Atlantico con la partecipazione di Maremosso e in collaborazione con Pirelli e Confagricoltura. Sarà nei cinema italiani il 2, 3 e 4 maggio distribuito da Nexo Digital nell’ambito della stagione de “La Grande Arte al Cinema” in collaborazione con MYmovies.it (informazioni e sale su www.nexodigital.it e www.leonardothemovie.com).

 

I leggendari Yes a Maggio in Italia per 4 imperdibili concerti

Parte domani il Tour Europeo che si concluderà nel nostro Paese. Per la prima volta eseguiti dal vivo interamente gli storici album “Drama” e “Fragile”. L’occasione per riscoprire gemme indiscusse accanto ai più grandi successi

Yes_Live_lrRoma, 26 Aprile – Gli YES, la leggendaria band di rock progressive, saranno tra poco in Italia per 4 imperdibili concerti. Il Tour Europeo 2016, che partirà dalla Scozia, Glasgow, domani 27 aprile, si concluderà proprio nel nostro Paese. Queste le date: 28 maggio, Milano (Barclays Teatro Nazionale); 29 maggio, Padova (Gran Teatro Geox); 31 maggio, Firenze (Obihall); 1 giugno, Roma (Teatro Olimpico). In questo tour i fan avranno l’opportunità di vivere un’esperienza unica: la band suonerà dal vivo, per intero, due album tra i più rappresentativi della loro carriera, “Fragile” (del 1971) e, per la prima volta in assoluto, “Drama” (del 1980). Il pubblico avrà così l’occasione di ascoltare i brani più amati nella sequenza originale dell’album, tra cui “Roundabout”, “Long Distance Runaround”, “Heart of the Sunrise”, “Machine Messiah”, “Into the Lens” e “Tempus Fugit”. Non mancheranno altri brani fondamentali della loro carriera e i loro cavalli di battaglia, tra cui“Owner of a Lonely Heart” e “Starship Trooper”. “E’ la prima volta che suoneremo interamente Drama“ commenta Steve Howe, chitarrista della band. “Non abbiamo suonato la maggior parte della canzoni di Drama per 30 anni”. Aggiunge Alan White, batterista degli YES: “Drama è un album magnifico, e abbiamo deciso che fosse ora di riportare sul palco tutta la sua energia. Penso che i fan impazziranno quando ascolteranno gli album per intero, sicuramente noi non vediamo l’ora di suonarli. Rivivere quegli anni sarà molto emozionante. So che Chris sarebbe voluto essere con noi, adesso”. Gli YES hanno recentemente perso il loro bassista e co-fondatore Chris Squire, un grande lutto per tutto il mondo del rock. A imbracciare il basso in questo tour sarà Billy Sherwood, che ha avuto il coraggio di accogliere una sfida impossibile permettendo agli YES di onorare la memoria di Chris Squire alla maniera dei musicisti: mantenendo viva e portando ai fan l’eredità musicale di una band leggendaria. Di recente la band è stata in tour negli Usa insieme ad un’altra leggenda del rock, i celebri Toto, accolti da un grandissimo entusiasmo di pubblico. Da poco su Itunes il catalogo degli YES, ripubblicato dalla Warner a cui si aggiungono Drama e Fragile su vinile. Gli YES sono stati fondati da Jon Anderson e Chris Squire nel 1968. Caratterizzati da uno stile prog sinfonico unico nel rock, da composizioni molto lunghe e dall’uso di testi mistici e cosmici, la band ha conosciuto il grande successo nel 1971 con due tra i loro dischi più famosi, “The YES Album” e “Fragile”. Hanno registrato 21 album e vinto molti premi prestigiosi tra cui vari Grammy. Tra le icone più influenti del rock (apprezzati oggi quanto lo erano negli anni settanta) gli YES hanno mantenuto un pubblico fedelissimo, continuando costantemente ad attrarre nuove folle di appassionati di musica nel corso dei loro 47 anni di eccezionale carriera.

 

Maître Gims: cambio data e location per il concerto di Roma

Il concerto di Roma è anticipato all’8 Maggio presso il Foro Italico Area Ballroom ATP d’Italia 2016

unnamedMilano, 21 aprile 2016 – Live Nation Italiainforma il pubblico che il concerto romano di Maître Gims, inizialmente programmato il 9 maggio alla Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica a Roma, avrà luogo il giorno prima, l’8 maggio, in una venue diversa, presso il Foro Italico Area Ballroom ATP d’Italia 2016. Chi ha acquistato il biglietto per il concerto all’Auditorium dovrà richiederne il rimborso entro e non oltre il 15 maggio 2016. Per i biglietti acquistati con spedizione a casa è necessario fare richiesta online seguendo la procedura di rimborso descritta su www.ticketone.it.
I biglietti per la nuova data e location saranno presto disponibili su TicketOne.
 
 Per maggiori informazioni Live Nation Italia (02.53006501[email protected]www.livenation.it)

Al via il Maggio dei Libri

Dal 23 aprile al 31 Maggio 

Slider1Roma, 20 Aprile – È partito il conto alla rovescia! Fra pochi giorni inizia il Maggio dei Libri, la campagna nazionale giunta alla sesta edizione promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. La campagna si avvale inoltre del supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.  Anno dopo anno, il Maggio dei libri ha visto crescere la rete di sostenitori e collaboratori, a riprova di quanto sia diffusa e condivisa la consapevolezza della crucialità della lettura nella crescita e formazione, a tutte le età. Tra gli accordi di partnership e collaborazione per questa edizione: SIAE – Società Italiana degli Autori e degli Editori, Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Poligrafico dello Stato, Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Società Dante Alighieri, UniCoop Tirreno, Librerie Coop, Librerie Feltrinelli, Messaggerie, British Council, Circolo dei lettori e altri in corso di definizione. Con cinque anni di successi alle spalle, conseguiti fin dalla prima edizione nel 2011, il Maggio dei libri punta a valorizzare il contributo imprescindibile della lettura per la crescita personale di ogni singolo cittadino come anche per lo sviluppo culturale e civile di tutto il Paese. Accolto ogni anno con entusiasmo e partecipazione, il Maggio dei Libri è un appuntamento atteso, abituale e diffuso in tutta Italia, in programma dal 23 aprile, Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, al 31 maggio: il claim istituzionale che accompagna questa edizione è Se son libri fioriranno, insieme agli altri messaggi e visual Se leggo vivo più di 7 vite, Liberi di leggere e Il libro porta consiglio.

I FILONI TEMATICI

La primavera dei libri quest’anno porta con sé una bella novità: prospettive nuove per declinare il valore della lettura, attraverso alcuni filoni chiave che scandiscono la grande varietà di contenuti negli eventi in corso di organizzazione. Il primo è Shakespeare 400: ad aprile ricorrono i 400 anni dalla morte del Bardo e, in collaborazione con il British Council, si stanno organizzando diverse iniziative nelle scuole, in sedi istituzionali e in location inedite. Il secondo riguarda la biblioterapia, per migliorare la conoscenza di se stessi. Il terzo filone è costituito dalle Little Free Library, quelle casette in legno che custodiscono libri in libera consultazione e che spuntano come per magia nelle strade o nei parchi: quest’anno approdano anche al Maggio dei libri con il motto Prendi un libro, porta un libro! e, durante la campagna, ci sarà il primo censimento ufficiale di tutte quelle attive in Italia. Protagoniste di sempre, inoltre, sono le biblioteche (www.biblioraising.it) e le scuole, che sono all’opera per organizzare eventi coinvolgenti in nome della passione per la lettura.

ASPETTANDO IL MAGGIO DEI LIBRI

In una sorta di ideale e appassionante rincorsa verso l’inizio della campagna, alcune iniziative imperdibili entrano già nell’atmosfera del Maggio dei libri. Come Caro Alberto, mi ricordo di te (Roma, Casa Moravia, fino al 17 maggio), ciclo di appuntamenti per ricordare Moravia nei suoi spazi privati, attraverso le parole e le immagini degli amici: Flaminia Petrucci Siciliano e Lorenzo Pavolini hanno iniziato il 5 aprile, seguiranno Lorenzo Capellini e Nour Melehi (19 aprile),Antonio Debenedetti e Marco Cubeddu o Simonetta Sciandivasci (3 maggio) e a chiudere Mario Andreose e Sandra Petrignani (17 maggio). Altra grande anteprima è la festa al Circolo dei lettori a Torino, il 20 aprile: Sant Jordi. A Night in Barcelona, con gli underwater visuals, per respirare sotto il livello del mare; il rosso delle rose, nate, secondo leggenda, dal sangue del drago ucciso da Sant Jordi; il sound in perfetta modalità barceloneta con Sheesma, Ramon Moro,Sheesma e Mark Piñol. Ci si sposta in Sicilia il 22 aprile per #Storie sotto il Vulcano. Festeggia la giornata mondiale del libro in littorina (Catania e dintorni), che vede circa 150 scuole medie e superiori di 32 Comuni dell’area etnea coinvolte in un viaggio intorno al vulcano con studenti, docenti, lettori e 150 messaggeri che a bordo della littorina promuovono la lettura. Infine, il bookcrossing del progetto Libera Biblioteca PG Terzi Diffusa (Roma), che prevede la distribuzione (e il mantenimento) di cassette di libri in libero scambio, posizionate in ambulatori medici, sale d’attesa di studi professionali, negozi… A marzo ha superato quota 50 (tra I, II, V, VIII e XI Municipio di Roma) ottenendo anche il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Municipio Roma Il, della Direzione del Municipio Roma I, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma e dell’Istituzione Biblioteche di Roma.

LIBRI IN FESTA IL 23 APRILE

La fucina della creatività è in fermento, soprattutto per il 23 aprile, Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore, con tante iniziative per vivere a tutto tondo la passione per la lettura. A cominciare da Il Maggio dei libri a Explora! (Museo Explora, Roma): il Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con Explora – Il museo dei bambini di Roma, presenta una doppia iniziativa di lettura, per i bambini dai 3 ai 6 anni la mattina alle 11 con le filastrocche e i libri di Gianni Rodari e il pomeriggio per i più grandi dai 6 ai 10 anni con la raccolta Fiabe Italiane di Italo Calvino. E per festeggiare i libri e chi li scrive, il Centro propone – in collaborazione con SIAE – Società Italiana degli Autori e degli Editori, il ciclo di appuntamenti Il diritto di essere autore: incontri in contemporanea nelle scuole di alcune città per riflettere insieme agli scrittori sull’importanza di tutelare i prodotti della creatività. Ci sono poi diversi appuntamenti che, seguendo il primo filone tematico, sono dedicati al Bardo inglese: ad esempio, con Shakespeare Pop (Biblioteca Salaborsa, Bologna), si indagano le origini dell’immensa popolarità del drammaturgo e della sua influenza sulla cultura popolare contemporanea; Shakespeare after Shakespeare(Circolo dei lettori, Torino) propone invece sei spettacoli teatrali immaginando il destino di altrettanti eroi shakespeariani dopo che è calato il sipario; o ancoraLungo il percorso arabo-normanno di Palermo “I leggiadri versi del Bardo”(Cassaro Alto – Percorso Arabo –Normanno, Palermo), performance di cittadini e turisti che all’interno di alcuni negozi leggono a voce alta una poesia di Shakespeare estratta a sorte. Sempre il 23 aprile, la festa dei libri prosegue con Aspettando Andrea Vitali (Piazzalunga Cultura Suzzara, Suzzara – Mantova), maratona di lettura a voce alta dal suo libro La ruga del cretino; a Liberspazio (Piano di Sorrento – Napoli) protagonisti sono i bambini delle elementari, per giocare a fare gli editori, le bancarelle di libri usati e le letture animate, accompagnate da spettacoli e performance teatrali; con la XIV Settimana della lettura “Leggere per crescere”(San Giorgio delle Pertiche – Padova) la Biblioteca comunale organizza un corteo bibliofilo nel centro storico, un flash mob e letture per bambini e ragazzi. Quest’anno, inoltre, il Maggio dei libri incontra il Premio Scriviamoci: promosso dal Centro per il libro e la lettura in collaborazione con la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e con il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori e degli Editori, nella sua seconda edizione lancia una sfida di immaginazioneagli studenti delle scuole superiori di tutta Italia e di quelle italiane all’estero con la traccia 20 ANNI NEL 2020. Racconta come sei, racconta come sarai. “Inventa una situazione in cui, tra qualche anno, mettendo in ordine le tue cose, troverai un oggetto della tua adolescenza: un cellulare, un diario scolastico, una foto, il biglietto di un concerto. Prendi spunto da questo episodio per riflettere su come sei ora e su come potresti diventare”. I migliori racconti e aforismi saranno selezionati dalla Fondazione Bellonci e pubblicati sull’agenda Scriviamoci 2016/2017pubblicata da Giulio Perrone Editore e che sarà presentata il prossimo 14 maggio al Salone Internazionale del Libro di Torino, partner del Maggio dei libri. Sempre al Salone e in occasione della campagna, sono in programma il 12 maggio un incontro nazionale sul valore formativo della lettura con gli insegnanti e il 13 maggio il V incontro delle Città del libro. Attraverso declinazioni sempre nuove della passione per la lettura e con progetti creativi, l’edizione 2016 ribadisce la propria ispirazione originaria, alla base dei suoi successi anno dopo anno: portare i libri fuori dai loro contesti tradizionali per dimostrare che sono di casa in ogni luogo. In un’ottica di lettura condivisa, che favorisca l’interazione fra tipologie di pubblico diverse e coinvolga quanti più luoghi possibili della “quotidianità”, la campagna invita a organizzare eventi non solo in librerie, biblioteche, scuole e spazi istituzionali, ma anche nei locali pubblici, nei cinema, nei negozi, sugli autobus, nelle palestre, parchi, ristoranti e ovunque detti la fantasia. Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture carcerarie, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2016.

Il compito di coordinare le migliaia di iniziative attese spetta al sito ufficiale della campagna www.ilmaggiodeilibri.it, rinnovato con una nuova veste grafica. Le adesioni sono aperte e partecipare è semplice quanto fare click: su “Inserisci la tua iniziativa” dal sito del Maggio dei libri o direttamente sulla piattaforma che raccoglie tutte le iniziative legate al Maggio dei libri 2016, all’indirizzo http://risorse.cepell.it/ilmaggiodeilibri/.

Destiny Dixon, la Show Girl Americana in Italia a Maggio nel suo Primo Tour Italiano

Arriva in tour in Italia dagli Usa Destiny Dixon, modella e star dello showbiz americano e volto noto di realtà come Penthouse, Twistys, Brazzers e Naughty America Pronto. Il tour italiano della show girl partirà venerdì 6 maggio da Padova e toccherà diverse città come Padova, Venezia, Vicenza, Brescia e Bologna

0S9B1013-396x264Milano, 18 aprile 2016 – Sarà in Italia dal 6 al 22 maggio Destiny Dixon, bionda showgirl americana, e toccherà diverse città come Padova, Venezia, Vicenza, Brescia e Bologna. Stunt driver, amante delle auto veloci, nerd. Segni particolari aggiuntivi: curve mozzafiato da far resuscitare un moribondo. È Destiny Dixon da Cincinnati, Ohio, Usa. Un’americana di quelle che si notano subito, bionda, statuaria, prorompente, imponente. Destiny è stata una professionista dell’alta velocità per ben otto anni, disputando gare su gare con ottimi risultati. Poi, però, come capita ai talenti della natura, viene fuori la sua grande verve sensuale ed è allora che gli ammiratori ed i fans nel mondo cominciano a registrare numeri da capogiro. Inizia costruendosi il suo sito web dove colpisce e affonda milioni di internauti con le sue apparizioni in webcam da infarto, appare nelle più prestigiose riviste del settore come Penthouse, Twistys, Brazzers e Naughty America Pronto fino a diventare un vero e proprio colosso dell’industria erotica americana. New entry della Fantasy studio agency, che ha deciso di regalare all’Italia rutilante le bellezze dal vivo di Destiny. Precisamente dal 6 al 22 maggio, quando la bionda star americana toccherà diverse città come Padova, Venezia, Vicenza, Brescia e Bologna. Esordio assoluto per la biondona mozzafiato nel Belpaese, pronta ad ammaliare, a suon di “infuocate” occhiate il suo pubblico tricolore. Debutto reso possibile dalla vena imprenditoriale di “Mell e Gambin”, che annoverano nella loro agenzia un vero pezzo da ’90. La Dixon, che annovera una pagina Facebook (www.facebook.com/destinydixonfans) con oltre mezzo milioni di fans, ha posato per diversi importanti fotografi americani, che l’hanno ritratta accompagnata dalla sua grande passione: i motori. Alla faccia della famosa massima “donne e motori non legano”, più che mai falsa nel caso di Destiny. Richiesta dalle emittenti locali a stelle e strisce, è stata la voce di diverse trasmissioni radiofoniche “on the road”, destinate al pubblico sempre in viaggio. In più la Dixon si cimenta con successo anche come testimonial di casinò, sempre con puntuali risultati – in termini di visibilità – che hanno reso felici i suoi datori di lavoro. Quel che le mancava era il tocco “italiano”. Lacuna che però sarà colmata tra poco più di un mese.

Alpe di Siusi Balance

A maggio e giugno 2016, l’altipiano più grande d’Europa diventa una palestra per ritrovare il contatto con la natura e l’equilibrio del corpo e dell’anima. Con tante attività tra le Dolomiti.

image00131 Marzo – L’aria è pura, i fiori decorano le praterie d’alta quota, i boschi si rinvigoriscono e cresce la voglia di stare all’aria aperta, abbandonare subito computer ed uffici e ritrovare il contatto con la natura, quell’equilibrio tra mente e corpo che fa stare tanto bene. Palestra di attività sotto il cielo delle Dolomiti (Patrimonio Mondiale UNESCO) è l’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), universo per escursionisti e per amanti degli sport tra le vette per eccellenza, meta speciale del programma “Alto Adige Balance” con tante iniziative open air. I 20 tracciati del Running Park Alpe di Siusi invitano, infatti, ogni giorno a correre lungo 180 km toccando punti panoramici esclusivi, e tanti sono i percorsi per passeggiare, per praticare trekking o andare in mountain bike in totale libertà. Così dal 1° maggio al 26 giugno 2016, l’area vacanze Alpe di Siusi è all’insegna della ricerca dell’ equilibrio, con originali esperienze guidate Balance.

 LUNEDÌ

Gli amanti della corsa, tutti i lunedì di maggio e di giugno fino al 20, possono partecipare all’”Analisi ortopedica del piede e consigli dell’attrezzatura giusta” a Castelrotto, dove un coach darà consigli personalizzati sulle scarpe più adatte per correre, con la possibilità di fare test e di capire quali sono le calzature migliori per ognuno per praticare sport e sentirsi bene.

MERCOLEDÌ
Tutti i mercoledì dal 4 maggio al 22 giugno, si può prender parte ad un’emozionante“Corsa nel bosco”, con metodi di allenamento su terreni diversi. L’appuntamento è a Tires al Catinaccio. Da qui partirà la corsa tra gli odori e le essenze del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio a seguito di un esperto, che darà i consigli giusti sui corretti metodi di allenamento di ognuno e sull’importante rapporto tra dinamicità e qualità della vita.

 GIOVEDÌ

Super rilassante, ma anche ideale per iniziare la giornata con energia, è il programma de“I cinque tibetani®”, una sequenza di 5 esercizi per ristabilire l’armonia del corpo e dello spirito, coordinando movimenti, respirazione, percezione dei muscoli. L’incontro è la mattina presto di ogni giovedì di maggio fino al 23 giugno aCastelrotto, per poi raggiungere il Monte Calvario immersi nei suoni della natura. Il prezzo è di 7 euro a persona. L’equilibrio del corpo va di pari passo con quello del palato. Per questo giovedì 26 maggio e per ogni giovedì fino al 23 giugno, a Castelrotto va in scena uno speciale “Corso di cucina” basato sull’alimentazione sana per sportivi. I cibi sani contribuiscono infatti a mantenersi in forma, bruciando i grassi e sviluppando i muscoli. Dopo aver ascoltato i consigli dell’esperto, uno chef preparerà con gli ospiti il pasto ideale, che potrà essere degustato in giardino o in una stube

 VENERDÌ

Il momento più rigenerante per correre all’aria aperta è senza dubbio alle prime luci dell’alba, che tra le Dolomiti offre uno spettacolo inestimabile. Si parte il venerdì (dal 6 maggio al 24 giugno) da Siusi allo Sciliar per respirare aria salubre e scoprire passo dopo passo il mondo naturale che si risveglia. Dopo la corsa, si fa ginnastica e poi colazione su un bellissimo punto panoramico.

 SABATO

Mens sana in corpore sano”. Il celebre detto latino si sperimenta sulla propria pelle ogni sabato di maggio fino al 25 giugno a Fié allo Sciliar, con una corsa su terreni diversi che insegna ad avere percezione del proprio corpo e a trovare la giusta coordinazione nel movimento. A partire dal paese, i partecipanti correranno a seguito di un trainer intorno alla collina S. Pietro su un percorso variegato. Tranne il corso di cucina e “I cinque tibetani®”, tutti gli appuntamenti per quanti prenotano scegliendo un hotel, agriturismo o B&B dell’area vacanze Alpe di Siusi che aderiscono a “Alto Adige Balance” sono gratuiti. L’elenco ed ulteriori informazioni si possono trovare qui: http://www.seiseralm.it/balance

Roma, parte l’ottava edizione del Festival del Cinema Spagnolo

La serata di apertura del festival vedrà la presenza del Maestro Carlos Saura

Festival-Cinema-Spagnolo-2015Roma, 28 aprile- Il Festival del Cinema Spagnolo, giunto alla sua ottava edizione, torna con un doppio appuntamento: a Roma, presso il Cinema Farnese Persol di Campo dè Fiori, dal 7 al 12 maggio, e per il secondo anno consecutivo a Milano, al Cinema Palestrina, dal 14 al 17 maggio.  La Nueva Ola, sezione principale del festival, fondato e diretto da Iris Martín-Peralta e Federico Sartori, presenterà come di consueto le migliori pellicole iberiche dell’ultima stagione: tra questi, il film“10.000 km” di Carlos Marqués-Marcet, vincitore del Premio Goya 2015 come Miglior Regista Esordiente, la storia di un amore a distanza vissuto tra collegamenti skype con protagonista l’attrice Natalia Tena, già interprete della saga di “Harry Potter” e della serie “Il Trono di Spade”. La serata di apertura del festival a Roma vedrà la presenza del maestro del cinema iberico Carlos Saura autore di capolavori come “Cría cuervos”, Gran Prix al Festival di Cannes 1976 e candidato al Premio Oscar come Miglior film straniero con titoli come “Mamá compie 100 anni” nel 1980, “Carmen Story” nel 1984 e “Tango” nel 1999 – cui è dedicato l’Omaggio del festival in occasione dei suoi 50 anni di carriera. A Milano (14-17 maggio) in occasione della EXPO 2015 il festival presenterà “El somni del Celler de Can Roca”, film di Franc Aleu (ex Fura dels Baus), sul ristorante dei Top Chefs più rinomati e sperimentali del mondo. Il festival, organizzato da EXIT media, riceve il sostegno dalle maggiori istituzioni spagnole: Ambasciata di Spagna, ICAA, Ufficio del Turismo Spagnolo, Reale Accademia di Spagna a Roma e Istituto Cervantes. Il canale RAI Movie, dedicato esclusivamente al cinema, è nuovamente Media Partner ufficiale della manifestazione. Tutte le proiezioni del Festival del Cinema Spagnolo sono in versione originale con sottotitoli in italiano.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]