Australia, due uomini muoiono per aver assunto cannabis sintetica

I due malcapitati, cittadini di Mackay, non  sapevano si trattasse di droga, la Cannabis sintetica viene spesso commercializzata come una sostanza innocua spacciata per incenso a base di erbe e pot-pourri, ma è illegale

 

mackayRoma, 14 gennaio – Due persone sono morte dopo aver assunto cannabis sintetica. E’ accaduto in Queensland – Australia  negli ultimi due giorni. Si tratta di un giovane di 33 anni morto ieri nel tardo pomeriggio dopo aver assunto la sostanza stupefacente e di un altro uomo di 41 anni: i due, deceduti presso l’Ospedale Mackay Base,  non si conoscevano tra loro. A quanto risulta la Cannabis sintetica viene spesso commercializzata come una sostanza innocua spacciata per incenso a base di erbe e pot-pourri, ma è illegale. Le leggi introdotte in Queensland nel 2013 vietano tutte le droghe sintetiche che hanno lo stesso effetto indesiderato di una droga pericolosa. Sono molti gli uomini che hanno acquistato il prodotto denominato “Full Moon”,  mascherato come fosse una tisana, da un sexy shop di Mackay, ma prodotti simili possono essere acquistati anche in negozi di prossimità e sui siti web internazionali. Per questo motivo l’Ospedale Mackay Base ha visto un aumento di persone che arrivano al ricovero in preda agli effetti di droghe sintetiche.  “E ‘molto preoccupante e bisogna veicolare con chiarezza il messaggio dei pericoli a cui va incontro tutta la comunità, per evitare morti come quelle dei due poveri malcapitati degli ultimi due giorni”, ha detto il dottor David Farlo.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]