Arte contemporanea e interculturalità a Milano

Presentazione del Progetto M-WAM·Milano World Arts Map, il network degli Artisti internazionali che vivono e lavorano a Milano

Logo_M_WAMMilano, 6 marzo –  Lunedì 9 marzo alle 11.30 presso il PAC – Padiglione Arte Contemporanea di Milano si terrà la conferenza “Arte contemporanea e interculturalità a Milano” durante la quale verrà presentato il progetto M-WAM·Milano World Arts Map, il network degli Artisti internazionali che vivono e lavorano a Milano. M-WAM crea una connessione tra Arte Contemporanea e Interculturalità – intesa come visione del mondo contemporaneo e progetto di rinnovamento sociale – apre dialoghi inediti e favorisce la reciproca frequentazione delle culture artistiche milanesi e del mondo, soprattutto in occasione di Expo 2015.
Durante l’incontro saranno approfonditi gli obiettivi, le azioni in corso e quelle future di M-WAM e verranno presentati i risultati della ricerca inedita’International Artists in Milan’ svolta tra un campione di artisti internazionali che hanno scelto Milano per vivere e lavorare.
Verrà presentata la Mappa digitale www.m-wam.org, realizzata in collaborazione con TVN Media Group, che oltre gli Atelier degli Artisti internazionali che vivono a Milano indica anche i principali luoghi dell’interculturalità nelle Arti, come lo stesso PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea, la Fabbrica del Vapore e il Museo delle Culture di prossima apertura, sul quale verranno date alcune anticipazioni.
Inoltre verranno fornite alcune informazioni sull’esito del Contest MILANO CITTÀ MONDO, che ha ottenuto ben 166 applicazioni di artisti italiani e internazionali, alla presenza di due dei membri della prestigiosa Giuria internazionale: le prime immagini della inedita Gallery di una Milano rivisitata artisticamente nella sua dimensione internazionale e multiculturale.
Al termine un brindisi per festeggiare l’avvio ufficiale del Progetto M-WAM, in collaborazione con il Consorzio Tutela del Gavi e i suoi sommelier, per ribadire la vocazione internazionale di una delle eccellenze enologiche italiane.

Gli Artisti del Mondo si incontrano a Milano

Nasce la piattaforma digitale di M-WAM·Milano World Arts Map il network degli Artisti internazionali che vivono a Milano

Di Ram

8-gra-wam-setdesign-artisti-wam-start-2-social-fbMilano, 15 febbraio – Nasce per la prima volta a Milano, in occasione di Expo 2015, M-WAM·Milano World Arts Map, un’opportunità offerta alla città, un networking, che tramite la piattaforma www.m-wam.org da oggi online, coinvolge artisti internazionali che vivono e lavorano a Milano. Una rete creata fra i loro Atelier, connessi in una mappa interattiva destinata a crescere e a rendere partecipi un numero sempre maggiore di interlocutori e che condivide con Expo un valore fondamentale: l’interculturalità.
www.m-wam.org presenta schede testuali, immagini e video che descrivono artisti, atelier, spazi creativi e le loro attività, a cui si aggiunge il canale facebook che in pochi giorni è diventato il social network di questa nuova comunità.
La rete M-WAM sta crescendo rapidamente, coinvolgendo artisti di ogni continente. Ad oggi Liana Ghukasyan (Armenia), Kikoko (Togo), Giovanni Manzoni Piazzalunga (Bolivia), Florencia Martinez (Argentina), Shuhei Matsuyama (Giappone), Tomoko Nagao (Giappone), Mahmoud Saleh Mohammadi (Iran), Olga Shigal (Russia) sono presenti nella piattaforma con i loro Atelier; numerosi artisti che provengono da Cuba, Svizzera, USA, Grecia, Germania, El Salvador, Nigeria, Filippine hanno aderito al progetto e nuove presenze saranno aggiornate in progress.
M-WAM·Milano World Arts Map è un luogo digitale e reale di incontro multiculturale e multidisciplinare. Oltre a rappresentare un innovativo mezzo di socializzazione interculturale, punta a creare nuove connessioni con spazi espositivi, librerie, teatri, luoghi pubblici e privati al fine di incentivare e favorire l’espressione di differenti linguaggi artistici. In quest’ottica sono previsti incontri in spazi pubblici milanesi, come l’anticipazione all’ExpoGate – ospiti della Fondazione Triulza -, la presentazione del progetto al PAC (9 marzo) e la mostra alla Fabbrica del Vapore (25 marzo – 6 aprile).
Il progetto – ideato e realizzato dall’Associazione culturale CUBEART di Ana Pedroso e dal Laboratorio di comunicazione The Round Table diFrancesco Moneta – in virtù della sua peculiarità e della sua missione ha già ricevuto le adesioni del Consiglio d’Europa, della Commissione Europea (che sostiene il Contest creativo), del GAI – Giovani Artisti Italiani e di Federculture, ed è realizzato con la collaborazione delComune di Milano. La piattaforma digitale è realizzata tecnicamente da TVN Media Group con la creatività dell’artista Serena Viola.
M-WAM darà luogo a rassegne, mostre, progetti volti a rafforzare identità e connessioni interculturali come scambio e arricchimento reciproco.
Fra questi il concorso MILANO CITTA’ MONDO ad accesso gratuito, rivolto a giovani artisti italiani emergenti under 35 e agli artisti internazionali di tutte le età del network M-WAM e aperto a tutte le espressioni artistiche: pittura, scultura, installazione, fotografia, video, new media art, performance (http://www.m-wam.org/milanocittamondo/contest.html).
Il bando prevede l’assegnazione di premi conferiti da una prestigiosa Giuria coordinata dalla curatrice spagnola Laura Cornejo, e composta da cinque membri: i curatori Luca Beatrice e Claudia Zanfi (Italia), Guido Magnaguagno (Svizzera), Alya Sebti (Marocco), e l’artista Adrian Paci(Albania).
Le opere partecipanti saranno tutte inserite nella Gallery digitale del progetto M-WAM, e quelle selezionate saranno esposte nella mostra allaFabbrica del Vapore, dal 25 marzo al 6 aprile, a cura di Chiara Canali, dedicata alla città di Milano e rivolta ai cittadini di tutto il mondo in visita per Expo.
La rassegna verrà successivamente presentata in altri spazi, tra i quali il WECC – World Expo Commissioners Club, un luogo emblematico della Milano interculturale che ci apprestiamo a vivere.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]