Pierluigi Pirandello ed il famoso nonno scrittore

[AdSense-A]

 

Intervista a Pierluigi Pirandello nipote del grande scrittore Luigi Pirandello

Di Francesca Rossetti

Senza-titolo-18

Pierluigi Pirandello, figlio del pittore Fausto Pirandello, è nipote del grande scrittore Luigi Pirandello, le cui opere più importanti, “Il fu Mattia Pascal” e “Ciaula scopre la luna” hanno fatto la storia della letteratura italiana. L’ho incontrato per conoscere meglio la storia della sua famiglia.

Pierluigi, di che cosa si occupa Lei e cosa ci racconta di Suo padre e di Suo nonno?

“Io sono uno scrupoloso avvocato romano, mentre mio nonno Luigi e mio padre Fausto dipingevano ed io sono stato il modello in molte delle loro opere”.

Che tipo di nonno era Luigi, quali erano le sue più grandi passioni e quali episodi in particolare ricorda della Sua vita con lui?

“Il nonno nelle riunioni familiari era taciturno e quando è mancato io avevo soltanto 8 anni e pertanto ho pochi ricordi di lui”

La vita del nonno fu segnata indelebilmente dalla frana nella miniera di zolfo e dalla malattia della nonna: di che cosa soffriva Antonietta e in che modo questo influenzò le opere di Luigi?

“ Mia nonna Antonietta Portulano impazzì per l’allagamento della miniera e molti personaggi descritti da mio nonno Luigi sono afflitti dalla pazzia”

Quale rapporto c’era fra Suo padre Fausto ed il nonno?

“Mio padre si è dedicato alla pittura ed amava quella d’avanguardia, lui e il nonno bisticciavano spesso perché seguivano forme di pittura diverse”.

Da entrambi i Suoi illustri parenti Lei ha ereditato l’amore per il mecenatismo…

“Sì, infatti ho donato alcune opere di mio padre Fausto a qualche museo”

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]