Olio Officina Festival: il Garda Dop racconta l’olio estremo‏

Torna la tre giorni sull’olio diretta da Luigi Caricato. Il Consorzio del Garda presente con degustazioni e incontri. E un riconoscimento per la cultura dell’olio

H4A5843-3872x2581Milano, 21 gennaio – Degustazioni guidate, l’intervento a un convegno sull’olivicoltura estrema del nord, la consegna del premio Olio Officina – Cultura dell’olio. Sono questi gli impegni del Consorzio Olio Garda Dop alla quinta edizione di Olio Officina Festival. L’evento, ideato e curato dall’oleologo Luigi Caricato, è in programma dal 21 al 23 gennaio, al Palazzo delle Stelline di Milano.  La parola d’ordine di Olio Officina Festival 2016 è Avanguardia. Tema che fa da filo conduttore ad un ricco programma di eventi e incontri. Tra gli appuntamenti del Consorzio Olio Garda Dop nei giorni della manifestazione il primo è venerdì 22 alle 17 con la degustazione “Gli oli Dop Garda in purezza” a cura di Elia Belotti, assaggiatore professionista. Si assaggeranno gli oli delle tre macroaree di produzione: bresciano, orientale e trentino. Si continua, sempre venerdì 22, alle 19 con il Premio Olio Officina – Cultura dell’Olio che sarà consegnato alla Vice Presidente del Consorzio Laura Turri. Sabato 23 si parlerà dell’olivicoltura estrema del nord e alle 12 la parola andrà al Consorzio con il convegno: “Il perché della fortuna commerciale dell’olio del Garda”. Andrea Bertazzi, Presidente del Consorzio, racconterà le ragioni del riscontro positivo degli extra vergini a marchio Dop sul mercato, un successo che parte da molto lontano. Ultimo appuntamento sabato 23 alle 14 con la degustazione “Il naso e la testa delle donne per l’olio”. Tra gli interventi per l’associazione Donne dell’Olio, il Vicepresidente del Consorzio Laura Turri.
Info: www.olioofficina.com.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]