Beppe Convertini da oggi in tutte le sale con “Io che amo solo te”

Una stagione ricca di impegni professionali quella di Beppe Convertini.

IMG_1001Roma, 25 ottobre- A CURA DI DANIELA LOMBARDI- Prima la fiction tv, adesso il cinema e a gennaio il teatro. Una stagione ricca di impegni professionali quella di Beppe Convertini. Dopo la fiction TV “Le tre rose di Eva 3” andata in onda la scorsa primavera e che lo ha visto nel ruolo di Franco, un boss che viveva con tre unici obiettivi: donne, soldi e vizi di ogni genere, in imminente uscita,il 22 ottobre, in tutte le sale cinematografiche, è il film “Io che amo solo te”. Beppe Convertini nel film sarà “l’Innominato”. Prodotto da Italian International Film della famiglia Lucisano con Rai Cinema per la regia di Marco Ponti e tratto dall’omonimo bestseller di Luca Bianchini, Io che amo solo te è un film sulle gioie segrete, sull’arte di attendere e sulle paure dell’ultimo minuto.  Tra ironia e commozione, è un avventuroso viaggio sull’amore, che arriva – o ritorna – quando meno te lo aspetti, ti rimette in gioco e ti porta dove decide lui. Come il maestrale, che accompagna i tre giorni di questa storia, sullo sfondo di una Puglia dove regnano ancora antichi valori e tanta bellezza. Il personaggio Antonino detto “l’Innominato” interpretato da Beppe Convertini vive un amore segreto che va ad intrecciarsi con la storia del film che vede tra i protagonisti Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti, Michele Placido, Maria Pia Calzone e Luciana Littizzetto. “Un’ esperienza umana e professionale straordinaria a contatto con un cast e un gruppo di lavoro eccezionali magistralmente diretti da Marco Ponti.. Per non dire della produzione Italian International Film della famiglia Lucisano:una macchina perfetta. Il mio personaggio Antonino vive due vite parallele per paura di affrontare la realtà del luogo. Un personaggio che si barcamena tra bugie e tradimenti abbandonandosi alla passione nell’ombra vivendo nella comodità di una vita matrimoniale di facciata. Ambientato nella mia terra natia racconta usi,tradizioni e costumi del matrimonio in salsa Pugliese. E’stato emozionante lavorare in alcuni dei luoghi più belli del mondo tornando a casa tutte le sere dalla mia famiglia.. Ho respirato a pieno l’aria di casa mia,l’aria di quella Puglia che riesce a farsi sentire attraverso tutti i 5 sensi.” Attualmente Beppe Convertini è sul set della fiction ‘Non dirlo al mio capo’ nel ruolo di Lorenzo diretta da Giulio Manfredonia prodotta da Lux Vide per Rai 1 con Vanessa Incontrada e a gennaio sarà in teatro in una commedia musicale dove vestirà i panni di un frate di campagna che si trova a vivere in una grande città e avrà il compito di dare una svolta alla storia.. Bravo Beppe la tua professionalità la tua professionalità ti sta premiando e lo stai dimostrando a 360 gradi.

La Basilicata presenta i dati sul turismo

Nel 2014 + 8,7% e grazie al cineturismo e a Matera 2019 si prevede un picco di presenze nel 2015
matera-2019Milano, 14 febbraio – Più 8,7 per cento di arrivi nel 2014 rispetto al 2013 e più 29 per cento rispetto al 2007: questi i dati presentati dalla Basilicata oggi alla Bit a dimostrazione di come la strategia di puntare sulla  destagionalizzazione, su Matera Capitale della Cultura 2019 e sul cineturismo sia stata vincente.
E proprio sulla Basilicata set cinematografico di alcune delle più importanti produzioni degli ultimi anni che si è focalizzato a Milano, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il Direttore Generale dell’Apt Basilicata Gianpiero Perri, il Direttore della Lucana Film Commission Paride Leporace, il Presidente di Rete Destinazione Sud Michelangelo Lurgi e il Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Basilicata Giovanni Matarazzo.
La Basilicata “cinematografica” è tornata sotto i riflettori dei media internazionali per il remake di Ben Hur in corso a Matera in questi giorni che ha trasformato gli antichi Rioni in un set e ieri è stata protagonista del Festival di San Remo per la presentazione di “Noi e la Giulia”, film diretto dall’attore e regista Edoardo Leo, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano e distribuito da Warner Bros Pictures.
“La vera promozione della Basilicata – ha sottolineato Paride Leporace– passa attraverso la collaborazione con importanti case di produzione come, ad esempio, Cattleya che a Castelmezzano ha girato il film “La grande seduzione” con Silvio Orlando o la telenovela messicana “Muchacha”, prodotta da Televisa, che ha scelto come set Maratea o il film “Noi e la Giulia” di Fulvio Lucisano girato a Matera l’estate scorsa e in uscita il prossimo 19 febbraio”. Dall’atto di nascita fino ad oggi la Lucana Film Commission ha partecipato ad ogni tipo di progetto dai blockbuster, alle serie tv, dai kolossal americani al cinema d’autore, fino ai cortometraggi di giovani talenti lucani.
Nel corso della conferenza stampa è stato presentato il “Calendiario”: il ricco programma di attività che si svolgeranno nel 2015 nella regione.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]