Lorenzo Maria Bottari pittore del mondo

[AdSense-A]

 

Intervista a Lorenzo Maria Bottari

Di Francesca Rossetti

Senza-titolo-4

Presso la Galleria La Pigna di Roma si è tenuta la mostra del pittore Lorenzo Maria Bottari, originario di Palermo ma con alle spalle numerose esperienze in tutto il mondo, come lui stesso ci racconta.

Chi è Lorenzo Maria Bottari e come nasce la Sua passione per la pittura?

A 9 anni ho preso la medaglia d’oro per il disegno a scuola, mentre a 12 barattavo i miei quadri con colori e tele mentre a 16 volevo andare a trovare Picasso. Sono l’ultimo di 10 figli e mio padre mancò ad appena 60 anni, lasciando mamma a crescerci da sola e quando mi misi in testa l’idea di Picasso cercai di fuggire nottetempo da casa con un minimo bagaglio ma i miei fratelli se ne accorsero e la cosa non fu possibile. Quando avevo 18 anni la mia famiglia si trasferì a Milano mentre da Palermo io raggiunsi Firenze in autostop, dato che è la città dell’arte per eccellenza e dove avrei seguito i migliori maestri del campo. Per due giorni dormii sulle panchine vendendo quadri, ammiravo le gallerie e poi mi appoggiai ad una pensione che non costava molto.  Ho esposto con De Scolari, Borgianni e Bredda fino a quando si accorse di me il critico d’arte Enzo Montemaggi che mi ospitò e che ho rivisto dopo 40 anni. Da allora ho realizzato più di 500 mostre in tutto il mondo, ho conosciuto Renato Guttuso e mi sono trasferito a Milano dove inizialmente ho lavorato nel campo della pubblicità. Dal 1973 al 1976 ho vissuto a Londra a casa di un’amica di Montemaggi e per arrotondare lavoravo come lavapiatti e studiavo l’inglese, intanto le mie opere erano esposte nei ristoranti in cui andavano personalità celebri fra cui Tom Jones e Dionne Warwick. L’anno scorso ho realizzato una mostra presso la clinica psichiatrica di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) perché a Milano ho conosciuto la poetessa Alda Merini che poi mi presentò il poeta Salvatore Quasimodo. In realtà lei non era pazza ma fu fatta ricoverare dal marito panettiere che era sparito per ben 2 settimane senza dare notizie ed al suo ritorno lei ovviamente reagì molto male e lui ne approfittò per liberarsene. Fu ricoverata per ben 12 anni ma resta una delle punte di diamante della poesia italiana”.

Quali sono i Suoi soggetti preferiti?

Ho studiato altri artisti che mi hanno preceduto: nel 1975 ho conosciuto il pittore cubano Wifredo Lam amico di Picasso mentre ero ad Albissola (Sv) per studiare ceramica e lui mi portò da Platino, il più importante ceramista dell’epoca ed il pittore italoargentino Lucio Fontana, fondatore del movimento spazialista e famoso per i tagli.  Negli anni Sessanta tanti artisti dipingevano la ceramica, fra cui lo stesso Fontana e Aligi Sassu, ed io ho realizzato piatti e vasi al tornio. Nei primi anni ho prediletto soggetti di genere macchiaiolo – impressionista, poi sono passato all’uso della spatola per i nudi a colore blu ed ho coniato il termine “ipersurrealism point” per indicare la pittura divisionista ed i ritratti figurativi. Ritraggo spesso i monumenti siciliani più famosi che sono stati restaurati ed è spesso presente l’ippogrifo meccanico che Guttuso ha definito il mio leitmotiv e che ha presentato alla critica. In diversi miei quadri sono presenti anche monumenti di Roma e di Malta”.

con-Alda-Merini

Quali premi ha vinto e di che cosa parlano le Sue poesie, dato che oltre alla pittura Lei compone?

Ho ottenuto vari riconoscimenti a diversi concorsi, ma a parte i premi il vero Artista si riconosce dall’umiltà, dalla passione e dal saper essere un autentico artigiano dell’opera. Io sono autodidatta, non ho frequentato scuole specifiche ma ho cercato di sviluppare al massimo il mio talento ed ho seguito corsi di incisione e per realizzare arazzi e tappeti, inoltre disegno bozzetti per gioielli ed ho realizzato 12 quadri che raffigurano i segni zodiacali.  Nelle mie poesie riporto spesso aneddoti autobiografici e sulla mia famiglia e sono spesso invitato ai concorsi ed alle mostre organizzate in concomitanza, come ad esempio New York, Parigi, Berlino, Salisburgo. “

Per informazioni https://www.facebook.com/lmbottari?fref=ts

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]