UNICEF/Siria: nella città sotto assedio di Deir Ez Zor oltre 40.000 bambini in pericolo

[AdSense-A]

Dichiarazione di Geert Cappelaere, Direttore Regionale UNICEF per Nord Africa e Medio Oriente

“I bambini che vivono nella città assediata di Deir Ez Zor hanno subito un intenso attacco la scorsa settimana. L’acuirsi delle violenze minaccia le vite di 93.000 civili, compresi oltre 40.000 bambini che non ricevono regolarmente assistenza umanitaria da oltre due anni.

Bombardamenti indiscriminati hanno ucciso dozzine di civili e costretto le altre persone a rimanere nelle proprie case. I prezzi del cibo sono aumentati a dismisura fino a raggiungere livelli tra le 5 e le 10 volte superiori rispetto alla capitale Damasco. La mancanza cronica di acqua sta costringendo le famiglie a raccoglierne altra non sicura dal fiume Eufrate, esponendo i bambini a rischi di malattie legate all’acqua. L’assedio rischia di peggiorare la già difficile condizione nutrizionale dei bambini.

L’UNICEF chiede alle parti in conflitto in Siria di liberare immediatamente tutte le città sotto assedio e consentire un accesso sicuro e senza condizionamenti ai bambini a Deir Ez Zor e in tutte le 15 aree sotto assedio nel paese.

Non c’è nulla che possa giustificare un assedio e le terribili sofferenze che subiscono i bambini. I bambini della Siria hanno già pagato il prezzo più alto per una guerra che non hanno voluto”.

UNICEF su uccisione di 25 bambini a Deir-ez-Zor, nella Siria orientale

[AdSense-A]

I tre attacchi hanno colpito aree molto affollate, tra cui una moschea durante il momento della preghiera.

Senza-titolo-17

Secondo i partner locali dell’UNICEF in Siria, sabato 25 bambini sono stati uccisi in alcuni attacchi aerei sulla città di al-Quriyah, nella campagna orientale di Deir-ez-Zor. I tre attacchi hanno colpito aree molto affollate, tra cui una moschea durante il momento della preghiera. Gli operatori sanitari hanno dovuto estrarre i corpi dei bambini da sotto le macerie. In un contesto di intensificazione delle violenze, gli attacchi contro i bambini in Siria stanno diventando un’abitudine in un totale disprezzo per la vita dei bambini. Secondo il diritto internazionale umanitario, l’uccisione e la mutilazione di bambini è una grave violazione nei confronti dei bambini. Nulla giustifica gli attacchi sui bambini – non importa dove essi si trovino- né sotto quale potere vivano. L’UNICEF deplora questi attacchi e invita tutte le parti in conflitto a tenere i bambini fuori dai pericoli.

img_20150905_201037-syria

Sostieni la campagna UNICEF “BAMBINI IN PERICOLO” con donazioni su www.unicef.it/bambininpericolo

 

È possibile donare anche tramite:

– bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia,

– telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000

–  bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com