Sicilia en Primeur, l’annuale anteprima di vini siciliani a Siracusa

Sicilia en Primeur, l’evento annuale di Assovini Sicilia rivolto alla stampa e ai professionisti di settore approda a Siracusa per la sua sedicesima edizione. Un appuntamento che ogni anno vuole far conoscere le aziende di Assovini Sicilia e le maggiori attrazioni artistiche, archeologiche e paesaggistiche dell’isola.

Rossi, bianchi, rosati, passiti, liquorosi, spumanti e novelli, molte sono le varietà del vino ricavate dalla fermentazione del mosto d’uva, a loro ed al lavoro svolto dai produttori è stato dedicato l’evento annuale “Sicilia en Primeur”, giunto alla sedicesima edizione, cominciato il 6 maggio e conclusosi il 10 all’Ex Convento del Ritiro nell’isola di Ortigia, a Siracusa. Organizzato da Assovini Sicilia e curato da Ais Sicilia, Associazione Italiana Sommelier, delegazione della città aretusea, l’evento rivolto alla stampa ed ai professionisti del settore ha concluso gli appuntamenti più importanti dell’anno per le aziende del vino siciliane, dopo Prowein e Vinitaly. A rendere unici i cinque giorni, sono state le degustazioni; i seminari tecnici guidati dai Master of Wine, consulenti appartenenti all’associazione esclusiva di esperti di vino esistente al mondo; visite in cantina e tour culturali per la Sicilia, durante i quali oltre 100 giornalisti provenienti da tutto il mondo, suddivisi in 8 gruppi, hanno avuto modo di confrontarsi con le migliori realtà produttive e visitare alcuni dei principali beni Unesco dell’isola.

“È così-dice Allessio Planeta, presidente di Assovini Sicilia- che la valorizzazione del vino passa anche attraverso la valorizzazione del territorio e, contemporaneamente, il vino diventa una delle chiavi di lettura più importanti della nostra regione”. L’ultimo giorno, riservato al walk around tasting, un’occasione per mostrare i mille volti del vino siciliano con una degustazione di vini delle cinquanta aziende partecipanti. “La Sicilia – ha dichiarato Edy Bandiera, l’assessore regionale Agricoltura e Pesca – si conferma il territorio più vitato del Paese e la Regione italiana alla quale l’Ue assegna le maggiori risorse comunitarie per il comparto: oltre 55 milioni di euro, a testimonianza della capacità di spesa e di piena attuazione degli obiettivi prefissati dal Programma europeo. E’ con questi numeri che la Sicilia ha appena chiuso i battenti del Vinitaly 2019, registrando piena soddisfazione da parte di aziende, produttori e visitatori, oltre che una grande affluenza qualificata”.

COSMOFOOD 2016: LA CUCINA FA SPETTACOLO. E MOLTO DI PIÙ

[AdSense-A]

Inaugurato alla Fiera di Vicenza l’evento rivolto ad appassionati e professionisti. Fino a martedì 450 espositori, corsi, degustazioni e un’arena eventi con chef stellati

 

cosmofoodAperta oggi a Vicenza la quarta edizione di Cosmofood, il grande evento dedicato  all’enogastronomia e alle attrezzature per la ristorazione, in programma alla Fiera di Vicenza fino a martedì 15 novembre.

Il taglio del nastro è stato affidato a Lorenzo Cogo, chef stellato vicentino, che ha inaugurato la manifestazione insieme al direttore Mauro Grandi, Filippo Zanetti, assessore del Comune di Vicenza e ai cuochi della Federazione Italiana Cuochi. Affollatissimo lo show cooking in cui ha svelato i segreti di un piatto che ripercorre il suo percorso formativo, un gnocco di riso, crema di radice di soncino, ostrica affumicata, castagna, scalogno marinato all’aceto e pimpinella.

Corridoi affollati sin dal mattino (+20% di biglietti venduti nelle prime ore della giornata) per scoprire 4000 prodotti artigianali dall’Italia e dal mondo proposti da più di 450 espositori. “A Cosmofood – spiega l’ideatore Mauro Grandi – si possono conoscere, degustare e acquistare prodotti altrimenti introvabili. Quest’anno è particolarmente cresciuto il settore professionale, dove ristoratori, baristi e tutti gli altri operatori possono trovare prodotti e servizi per tenere aggiornato il loro business. Anche la spettacolarizzazione della cucina, che quest’anno abbiamo messo in risalto con la nostra Arena Eventi, fa parte di un nuovo modo di intendere il rapporto con la clientela”.

Mattatore della giornata di domani sarà Giuliano Baldessari, chef del ristorante stellato Aqua Crua e giudice del reality culinario Top Chef. Proporrà la sua visione di cucina, sempre giocata sul filo del gioco e dell’illusione. Alle 14,30 lo farà in un corso a numero chiuso in cui sarà possibile manipolare gli ingredienti sotto la sua direzione (biglietto € 60, acquistabile in fiera) e alle 17 in uno show cooking aperto al pubblico. Lunedì sarà presente invece la foodblogger Chiara Maci, mentre martedì la chiusura sarà affidata al pasticcere più celebre della tv, Ernst Knam e alle sue lezioni sul cioccolato.

Biglietto di ingresso: 7 €uro. Altre informazioni e il programma completo degli eventi su www.cosmofood.it

 

ENOTOUR: A MONTEBELLUNA (TV) I TESORI DELL’ASOLO MONTELLO IN DEGUSTAZIONE

[AdSense-A]

Il 19 e 20 novembre in Piazza Marconi due giorni con i vini Asolo Montello e la gastronomia dei luoghi. Domenica: forum su sviluppo dei vigneti e sostenibilità.

asoloUn fine settimana con i vini dell’Asolo Montello e i prodotti del territorio. Sabato 19 e domenica 20 novembre 2016l’appuntamento è con Enotour in Piazza Marconi a Montebelluna (Treviso), manifestazione organizzata dal Consorzio Vini Asolo Montello, il Comune di Montebelluna e la Pro Loco di Montebelluna. In degustazione ci saranno i vini di 14 cantine associate al Consorzio e 10 specialità gastronomiche del territorio, come la patata del Montello e il fagiolo borlotto nano di Levada. Ma anche carni, salumi, formaggi che si potranno assaggiare in degustazione dai singoli produttori o come finger food. L’evento è aperto al pubblico.
“Un’edizione – spiega Armando Serena, Presidente del Consorzio Vini Asolo Montello – che non solo invita a degustare i vini abbinandoli a specialità enogastronomiche del territorio, ma vuole essere un momento di formazione per aiutare i consumatori nella scelta consapevole della loro spesa”. Con questo obiettivo la domenica mattina, alle 10:30, in Biblioteca a Montebelluna si terrà l’incontro “Situazione attuale e prospettive del comparto vitivinicolo del territorio Asolo Montello”. “Vogliamo mitigare – continua Serena – l’ingiustificata apprensione sull’utilizzo dei fitofarmaci e lo sviluppo dei vigneti. Sarà il Sindaco di Montebelluna Marzio Favero ad aprire la tavola rotonda, nella quale interverranno il sindaco di Cornuda Claudio Sartor sul regolamento dei fitofarmaci per i 19 comuni dell’area Asolo Montello; a seguire Franco Dalla Rosa, enologo consulente; Danilo Gasparini, docente di Storia dell’Agricoltura e alimentazione all’Università di Padova; Umberto Marchiori, ricercatore e Presidente di Uvasapiens. Commenta l’assessore alle attività produttive di Montebelluna, Dino Bottin: “Con piacere ritorna in città dopo due anni di assenza questa manifestazione che ha l’intento di promuovere le cantine del territorio e allo stesso tempo avvicinare appassionati e non al mondo enologico. L’edizione di quest’anno punta al valore della proposta, con eventi concentrati in Piazza Marconi ed un momento formativo di interesse trasversale. Innovativa anche la partnership con due istituti superiori del territorio: l’Istituto agrario Domenico Sartor e l’istituto alberghiero Maffioi che rispettivamente metteranno a disposizione le materie prime e le competenze enogastronomiche per i momenti conviviali previsti nella due giorni”.
Domenica sono in programma tre seminari degustativi guidati dall’Associazione Italiana Sommelier Veneto alla scoperta dei segreti dei vini Asolo Montello. Alle 15 si comincia con “Asolo DOCG, il Prosecco Segreto”, si prosegue alle 16:30 con “Le DOC autoctone, vitigni segreti”, alle 18 “I rossi Asolo Montello, bordolesi in segreto”. Mauro Gava del Consorzio Montasio illustrerà i formaggi di fattoria in abbinamento con i vini. Le degustazioni guidate sono a pagamento (10 € per ogni seminario). Prenotazioni: prolocomontebelluna@libero.it o 349 5747645.
Enotour è aperto sabato 19 novembre dalle 17 alle 20:30, domenica 20 novembre dalle 10:30 alle 20:30. Per degustare e assaggiare è possibile acquistare un carnet di 10 euro (comprende 24 degustazioni, bicchiere e sacca souvenir – 5 € per ulteriori 5 degustazioni).
Info: www.asolomontello.it

Torna la rassegna gastronomica “Cùscusu” un evento per la riscoperta dell’autenticità della cucina trapanese

Dal 16 al 19 giugno 2016 degustazioni, visite guidate, incontri e laboratori

Senza-titolo-21

Roma, 23 Maggio – TRAPANI. Si svolgerà dal 16 al 19 giugno “Cùscusu”, la manifestazione gastronomica dedicata all’autenticità e alla qualità della cucina trapanese. L’iniziativa, giunta alla sua terza edizione, è un viaggio sensoriale attraverso sapori, incontri e degustazioni alla ricerca dell’identità culinaria del territorio. Una iniziativa corale, realizzata dall’associazione culturale Trapaniwelcome, che coinvolge operatori turistici, enti, produttori, associazioni attive nei territori di Trapani, Erice, Paceco e Favignana. Il Cùscusu, simbolo di una cucina appassionata, colorata, saporita, di qualità, barocca e amorevole come quella trapanese, è protagonista di un evento unico dove si possono degustare piatti, ma anche dolci, che conservano ancora elementi importanti della tradizione locale, tramandati di generazione in generazione. Un patrimonio da salvaguardare e proteggere da incursioni commerciali. Fra gli eventi in programma, incontri, laboratori di cucina e wine tasting che si svolgeranno in alcune delle più belle location della città. Ogni sera si terranno cooking show e degustazioni di cùscusu, rigorosamente alla trapanese, e di altri piatti tipici presso la Casina delle Palme, nel centro storico di Trapani (ingresso libero; degustazioni, wine tasting e laboratori a pagamento). Non mancheranno itinerari e visite guidate nei luoghi più significativi di Trapani e provincia e momenti di svago e intrattenimento. Durante l’evento si terrà inoltre l’iniziativa La Via del Sale in Bicicletta” organizzata dalla FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta): una passeggiata da Trapani al Museo del Sale di Nubia lungo la ciclabile che costeggia la Riserva Naturale delle Saline di Trapani e Paceco. Un evento “su misura” per turisti e visitatori, che darà la possibilità, di creare la propria esperienza, scegliendo fra le tante proposte nell’arco di un’intera settimana. Tante le strutture ricettive aderenti, fra alberghi, case vacanza, b&b, residence, ecc. che accoglieranno i turisti con offerte speciali, come i 3×2 (un pernottamento gratuito su tre). La manifestazione proseguirà anche sui social media. “Cùscusu” infatti darà la possibilità di seguire e condividere aggiornamenti, curiosità e il work in progress sul sito web www.cuscusu.it, twitter (@Cuscusu) instagram (CuscusuTrapani) e facebook (https://www.facebook.com/pages/Cùscusu/578424852249580) . Per informazioni e per seguire il programma aggiornato degli eventi e le diverse iniziative è possibile visitare il sito www.cuscusu.it .

Senza-titolo-22

Non chiamatelo Cous Cous… a Trapani è Cùscusu

Il Cùscusu è l’essenza della cultura culinaria trapanese. Racchiude l’idea di convivialità, tradizione familiare, storia e valorizzazione delle specialità locali. D’antica appartenenza alla nostra identità territoriale, il nome Cùscusu chiede rispetto, rivendica la propria differenza, custodisce una traccia delle proprie origini. L’evento intende far conoscere l’anima di questa pietanza che si muove fra cultura materiale e piacere della tavola. Una tradizione, quella trapanese, lunga secoli che rischia di perdersi fra la confusione con tradizioni diverse. L’evento si arricchisce della preziosa collaborazione dei ristoratori, chef, pasticceri, produttori e operatori turistici aderenti all’iniziativa. Oltre al fattivo contributo di enti, associazioni e comuni del territorio. Tutti i partecipanti, condividono l’idea portante della manifestazione, ovvero quella di preservare e valorizzare il grande patrimonio enogastronomico, ma anche paesaggistico e culturale dell’intera area del trapanese. Cùscusu è un viaggio sensoriale alla ricerca dell’identità culinaria del territorio, con incontri, wine tasting, laboratori, cooking show e itinerari. Un ricco calendario di iniziative che si svolgono nell’arco di una settimana, per dare la possibilità ai visitatori di creare una personalissima esperienza dell’evento. Tra le tante proposte anche escursioni guidate in alcuni dei luoghi più belli della Sicilia occidentale (Riserva naturale orientata delle Saline di Trapani e Paceco, cantine storiche Florio di Marsala, borgo medievale di Erice, ecc..).

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com