Idos, l’immigrazione nell’area romano-laziale nel quinto anno di crisi

OsservatorioPresentazione dell’Osservatorio Romano sulle Migrazioni. Decimo Rapporto

 Roma, 19 marzo – Il Decimo Rapporto dell’Osservatorio Romano sulle Migrazioni ha presentato oggi, presso la Sala Conferenze dall’Ospedale S. Giovanni Addolorata di Roma, lo stato dell’immigrazione nel quinto anno di crisi (2012) e, senza limitarsi alla Capitale, dedica diversi capitoli ai comuni della provincia di Roma e alle altre province laziali, dove la presenza straniera, che costituisce un rimedio anche allo spopolamento, da diversi anni va diffondendosi con tassi di crescita molto elevati. Sono quattro le principali direttive di insediamento degli immigrati nel Lazio: a nord verso Viterbo; a sud verso Latina; nella fascia litorale; nella zona montana. È, quindi, molteplice la varietà di questo insediamento, ma in generale si può dire che i livelli di integrazione sono più soddisfacenti nei contesti territoriali più piccoli rispetto al grande polo urbano di Roma, che invece rimane di primaria importanza per le sue possibilità occupazionali. Il Decimo Rapporto si caratterizza per il vasto coinvolgimento istituzionale e sociale: ideato dai redattori del Centro Studi e Ricerche Idos e sostenuto fin dall’inizio dalla Caritas diocesana e dalla Provincia di Roma, si avvale in questa edizione anche dell’intervento di Roma Capitale e della Regione Lazio, con i rispettivi Assessorati competenti per le politiche sociali, come anche dell’Organismo Nazionale di Coordinamento delle Politiche Migratorie del Cnel. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com