Emergenza debiti, a Cosenza uno sportello per aiutare imprenditori e famiglie in difficoltà

 

[AdSense-A]

Il servizio di consulenza è gratuito, usufruibile solo tramite appuntamento, contattando il numero verde 800 892393

Per venire incontro alle esigenze di cittadini e imprenditori l’associazione “CesConsumatori” ha deciso di offrire consulenze gratuite su come affrontare il problema dell’indebitamento, uno dei problemi più diffusi in città, e trovare la soluzione migliore senza ‘scivolare’ nelle trappole dalla ludopatia e dell’usura.

Ad oggi è attivo uno “Sportello Emergenza Debiti” a Rende, in Via Kennedy 126, un luogo dove esporre le proprie problematiche e trovare, insieme ai consulenti dell’associazione, la migliore soluzione ai propri problemi e da gennaio il servizio sarà attivo anche a Cosenza nella circoscrizione di Via Popilia.
Il servizio di consulenza è gratuito, usufruibile solo tramite appuntamento, contattando il numero verde 800 892393
“Sempre più privati e aziende si rivolgono alla nostra Associazione per avere consulenze in materia di indebitamento: fisco, banche, finanziarie ma anche piccoli debiti per bollette di luce o gas non pagate. I numeri sono impressionanti. Esistono però diverse soluzioni per ridurre i debiti e sospendere le azioni esecutive: dall’opposizione alle cartelle esattoriali, spesso prescritte o con difetto di notifica, all’usura nei mutui e prestiti, dal saldo e stralcio alla surroga, dalla rinegoziazione alla legge “salva suicidi”, spiega Rocco Guerriero, Presidente Nazionale CesConsumatori. “Negli ultimi 10 anni l’indebitamento nella provincia di Cosenza è cresciuto del 141%. L’emergenza debiti ormai è una priorità assoluta che va risolta. Le strade per uscirne sono tante anche per evitare che il cittadino non trovando una mano si affidi a soluzioni peggiori, dalla ludopatia all’usura. Offriremo consulenza gratuita a tutti i cittadini in difficoltà con uno sportello in città”.

“Famiglia inDifesa”: l’associazione nata a Catania per tutelare legalmente e aiutare i cittadini

[AdSense-A]

Debiti bancari, solleciti delle finanziarie, cartelle esattoriali, pignoramenti: i problemi più frequenti

Senza-titolo-10

Negli ultimi 5 anni lo stato di crisi che attanaglia un determinato ceto sociale, è seriamente aumentato. In alcuni quartieri popolari di Catania, il sovra indebitamento è all’ordine del giorno, con pignoramenti, fallimenti, cause di sfratto, contenziosi vari e vendita della casa all’asta pubblica, come se piovessero!”. Chi si pronuncia così, è l’avv. Vincenzo Drago, presidente del neonato Movimento sociale denominato “Famiglia inDifesa, associazione che si è costituita il 21 giugno scorso alla presenza del notaio Daniela Corsaro di Catania, allo scopo di aiutare legalmente e tutelare i diritti dei cittadini. Il Movimento “Famiglia inDifesa” trae le sue fonti di pensiero dalle esigenze e dalle difficoltà che provengono quotidianamente dalle famiglie che, d’ora in poi potranno rivolgersi ai “centri di ascolto” dove poter avere anche l’adeguata assistenza legale gratuita, godendo del patrocinio a spese dello Stato, che sotto l’insegna del movimento, sono nati e nasceranno sul territorio siciliano. Altro secondo obiettivo del Movimento a tutela del cittadino, fare della sede catanese il punto di partenza di un progetto di salvaguardia che non abbia limiti provinciali. La forte crisi economica si materializza sempre più nei tribunali. Le famiglie che hanno un reddito annuo fino a 11.500 euro, potranno avvalersi gratuitamente dell’assistenza legale e avere così tutelati i propri diritti ed avere l’accesso alle porte della giustizia. Durante la conferenza stampa di presentazione del Movimento sociale “Famiglia inDifesa” che si svolgerà venerdì 1 luglio 2016 alle ore 11, presso la sede di Via Martino Cilestri 25 a Catania, saranno illustrate nel dettaglio, le linee guida di tutela e salvaguardia della popolazione non abbiente catanese. La proposta di class action sul contributo unificato con procedimenti soggetti alle riduzioni e l’applicazione del “tariffario forense sociale”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com