Calabria, il Torrone di Bagnara promosso IGP

Domani 1 agosto conferenza stampa di presentazione presso la Cciaa di Reggio Calabria

foto11Roma, 31 luglio –  Si è concluso l’iter per il riconoscimento dell’IGP Torrone di Bagnara promosso dalla Camera di commercio di Reggio Calabria, dall’Amministrazione comunale di Bagnara e dalla Regione Calabria al fianco dell’”Associazione tra i produttori di Torrone di Bagnara”. Il disciplinare è stato pubblicato a marzo 2014 sulla gazzetta Ufficiale UE e sono ormai decorsi i termini per la presentazione di possibili opposizioni. Il prodotto ha ottenuto dunque il riconoscimento ed è in attesa della registrazione nell’apposito Albo comunitario. “Il lavoro di squadra e l’unità di intenti hanno consentito di ottenere un risultato che è una vittoria per l’intero territorio provinciale”, ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio, Lucio Dattola. Con l’IGP, il Torrone di Bagnara, il primo in Italia ad ottenere il bollino dell’UE,   accresce definitivamente la propria riconoscibilità a livello nazionale ed internazionale e, al tempo stesso, il consumatore potrà contare sulla massima garanzia di qualità del prodotto che acquista. Del percorso compiuto e dei riflessi sul contesto locale che potranno scaturire da tale riconoscimento se ne parlerà nel corso della conferenza stampa domani 1 agosto ore 11,00 presso la Cciaa di Reggio Calabria. Intervengono:  il Presidente della Camera di Commercio, dr. Lucio Dattola, il Dirigente generale del Dipartimento agricoltura della Regione Calabria, prof. Giuseppe Zimbalatti, l’Assessore agricoltura e forestazione della provincia di Reggio Calabria dr. Gaetano Rao, il Sindaco del Comune di Bagnara Calabra dr. Cesare Zappia e l’ Assessore alle attività produttive prof. Giuseppe Spoleti. In rappresentanza dei produttori , il Presidente “Associazione tra i produttori di Torrone di Bagnara”, Francesco Cardone e il dr. Maurizio Gramuglia.

Reggio Calabria, solo in un anno persi 10mila posti di lavoro

disoccupazioneNella provincia dello Stretto il tasso di disoccupazione aumenta di ben 18 punti percentuali con maggiore disagio per giovani e donne

Roma, 2 aprile –  “Il quadro emerso per il 2013 è a dir poco sconfortante: la crisi economica ha comportato la perdita in un solo anno di quasi 10 mila posti di lavoro, oltre al notevole incremento (ben  18 punti percentuali)  del tasso di disoccupazione giovanile. Anche l’attuale quadro previsionale per le assunzioni non è certo tra i più favorevoli. Tutto ciò rende eclatante l’urgenza di un immediato intervento a supporto delle imprese e dei nostri giovani, troppo spesso costretti a lasciare la nostra provincia per la mancanza di  idonee opportunità  di lavoro. In questa direzione la Camera di Commercio solo nel 2013 ha investito oltre 5 milioni di euro in aiuti al sistema dei confidi, contributi alle imprese e misure d’intervento a favore dei giovani anche in collaborazione con le Università reggine. Si avverte più che mai però indispensabile l’esigenza di fare rete con le altre istituzioni presenti per mettere a punto un sistema di aiuti ancora  più corposo e strutturato. Non ci può essere futuro senza una progettualità che riparta dal nostro territorio”. Sono queste le parole del Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, Dr. Lucio Dattola, all’uscita dei dati consuntivi al 2013 del mercato del lavoro reggino. Le criticità occupazionali della Provincia di Reggio Calabria si acuiscono nuovamente nel corso del 2013, con la perdita in un solo anno di quasi 10 mila posti di lavoro. Il tasso di occupazione provinciale, per la prima volta negli ultimi dieci anni, scende sotto i 40 punti percentuali, attestandosi al 38,3%, allontanandosi addirittura di oltre 17 punti rispetto al tasso di occupazione nazionale (55,6%). Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]