Teatro Trastevere dal 20 ottobre: DarkPlay

Il provocatorio esperimento Noir tra Teatro, Cinema e Multimedia

12122940_10207386767845373_8963510853148625201_nRoma, 8 ottobre- Debutta in prima nazionale dal 20 ottobre al 1 novembre, al Teatro Trastevere di Roma DarkPlay, provocatoria commedia noir, originale esperienza TeatralCinematografica a cura di The DarkSide Lab Theater Company per la regia di Matteo Fasanella.  Un progetto sperimentale che unisce teatro e cinema, con multimedia e live streaming, per far immergere lo spettatore in un’esperienza tattile e visiva, affidata all’innovativa regia di Matteo Fasanella con la collaborazione di Francesco Meliciani, Vincitore Roma Web Fest, Fashion Film (sez. Grande Bellezza), con le scenografie di Paolo Carbone – due volte vincitore del Premio Vincenzo Cirami. Come sarebbe il set della nostra vita se a un tratto ci accorgessimo che il turbinio della nostra esistenza fosse solo ritmo vacuo? Come ci sembrerebbe la nostra vita di fronte a un obiettivo neutro, messo lì a filmare gli attimi che la nostra attenzione costantemente ci priva di vivere?  In uno spaccato delirante, estremo e frenetico quale la Hollywood più industriale e conosciuta (o sconosciuta?), si alternano anime nere confuse e sofisticate. Confuse dalla loro maschera, dall’immagine riflessa che la loro vita frenetica e superficiale le ha riservato. La chiave poetica dell’intera vicenda è contemplata in una frase, ripetuta ciclicamente dal protagonista, che descrive perfettamente la condizione di tutti i personaggi: “Che cosa mi appartiene?”.
Dal 20 ottobre al 1 novembre al Teatro Trastevere, Via Jacopa de’ Settesoli 3
DarkPlay
regia di Matteo Fasanella
con Matteo Fasanella, Riccardo Eggshell, Priscilla Muscat, Antonio Coppola, Rachele Studer, Michele Prosperi, Gloria Luce Chinellato, Caterina Taccone, Mavina Graziani, Luigi Sturniolo, Paola Rosa, Leonardo Iacuzio
Partecipazione straordinaria in voce di Ennio Coltorti
Light designer e live streaming Francesco Meliciani
Scenografia Paolo Carbone,
Assistente alla regia Caterina Taccone
Costumi e make up Costanza Boncompagni
Musiche Lorenzo Pesci
Collaborazione di Teatro Stanze Segrete – Teatro del Sogno

Teatro Trastevere
Via Jacopa de’ Settesoli, 3
Dal 20 ottobre al 1 novembre 2015

DarkPlay
Provocatorio esperimento Noir tra Teatro, Cinema e Multimedia

Regia Matteo Fasanella
in collaborazione con Francesco Meliciani – Vincitore Roma Web Fest, Fashion Film (sez. Grande Bellezza)
Scenografie di Paolo Carbone – due volte vincitore Premio Vincenzo Cirami
Con Riccardo Eggshell, Priscilla Muscat, Antonio Coppola, Rachele Studer, Michele Prosperi, Gloria Luce Chinellato
Partecipazione straordinaria in voce di Ennio Coltorti

 

Roma, DarkPlay al teatro Antigone

Il 29, 30 e 31 di maggio alle ore 21,00 presso il teatro Antigone- via Amerigo Vespucci 42, per la regia di Matteo Fasanella

 

DARK-PLAY_locandinaRoma, 21 maggio- In scena il 29, 30 e 31 di maggio al teatro Antigone di Roma ( via Amerigo Vespucci 42) l’esperimento TeatralCinematografico “DarkPlay” a cura di Riccardo Eggshell per la regia di Matteo Fasanella. Come sarebbe il set della nostra vita se ad un tratto ci accorgessimo che il turbinio della nostra esistenza fosse solo ritmo vacuo? Come sarebbe il nostro tempo se lo innervassimo soltanto delle nostre emozioni, se lo “relegassimo” al ruolo che più gli compete: scandire i battiti delle nostre emozioni?  Che fine farebbero tutte le nostre abitudini, vere assassine senza volto della nostra libertà, se riuscissimo a realizzare che la natura delle nostre distrazioni siamo noi, noi stessi?  Protagonisti, ma al tempo stesso comparse, delle nostre “stesse sofisticherie”? Come ci sembrerebbe la nostra vita difronte ad un obiettivo neutro, messo lì a filmare gli attimi che la nostra attenzione costantemente ci priva di vivere? In uno spaccato delirante, estremo e frenetico quale la Hollywood più industriale e conosciuta ( o sconosciuta? ), si alternano anime nere confuse e sofisticate. Confuse dalla loro maschera, dall’immagine riflessa che la loro vita frenetica e superficiale le ha riservato. La chiave poetica dell’intera vicenda è contemplata in una frase, ripetuta ciclicamente dal protagonista, che descrive perfettamente la condizione di tutti i personaggi: “Che cosa mi appartiene ?”.

Sulla scena insieme al regista attore Matteo Fasanella, Riccardo Eggshell, Priscilla Muscat, Antonio Coppola, Rachele Petrocchi, Michele Prosperi,Gloria Luce Chinellato. Con la voce di Ennio Coltorti e con: Caterina Taccone, Giulia Costanzo, Luigi Sturniolo, Paola Rosa, Andrea Guidi, Leonardo Iacuzio. Light designer Francesco Meliciani, operatore Antonino Giorgianni, assistente operatore Alessandro Borrelli, assistente alla regia Caterina Taccone, costumi e make up Costanza Boncompagni, musiche Lorenzo Pesci, luci e fonica Dario de Francesco, grafica Eugenio Ciambrone. Con la  collaborazione di: Teatro Stanze Segrete – Teatro del Sogno.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com