Unicef, terribile il prezzo che i minori pagano in Siria. A Damasco 11 bambini uccisi a scuola

Dichiarazione di Hanaa Singer, rappresentante UNICEF in Siria

 

unicefRoma, 7 novembre – “Mercoledì scorso, in un attacco alla scuola primaria Al Hayat nel distretto di Qaboun nella Damasco orientale 11 bambini sono stati uccisi e molti altri sono rimasti feriti – un altro tremendo monito sul terribile prezzo che i bambini della Siria stanno pagando per questo brutale conflitto, ormai al quarto anno”.

“L’assalto a Qaboun è l’ultimo di una serie di attacchi indiscriminati a scuole, studenti e insegnanti. Solo nei primi nove mesi del 2014, le Nazioni Unite in Siria hanno verificato almeno 35 episodi come questo, con 105 bambini uccisi e 239 feriti, ma il numero reale è sicuramente più alto”.

“L’UNICEF ha ripetutamente chiesto a tutte le parti in conflitto di assumersi le proprie responsabilità di proteggere bambini, scuole e le infrastrutture per i civili dal conflitto. Le scuole dovrebbero essere zone di pace e luoghi sicuri dove i bambini possano studiare senza aver paura di morire o di essere feriti. Tutte le parti in conflitto hanno obblighi specifici nel garantire protezione speciale ai bambini, secondo il Diritto Internazionale Umanitario e le leggi sui Diritti Umani”.

Carceri, nel Lazio il Dap chiede supporto sanitario per i detenuti

Audizioni in Consiglio regionale sulla sanita” penitenziaria

140356337-bed07d69-01d4-471e-94a2-ac8f4447adf0Roma, 20 giugno – Già nel 2007, il Consiglio regionale era intervenuto sulla questione delle carceri con la legge n. 7, avente per oggetto: “Interventi a sostegno dei diritti della popolazione detenuta della Regione Lazio”. Ma  il sovraffollamento attuale e i conseguenti disagi per i detenuti hanno reso necessario un nuovo intervento del Dap (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria) che ha ottenuto due audizioni alla Pisana sui temi più scottanti in commissione Politiche sociali e Salute del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Rodolfo Lena (Pd). Sono 7.198 attualmente i detenuti nei 14 istituti penitenziari a disposizione, con un tasso di sovraffollamento pari al 46%. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com