Concorso per le scuole “Classe turistica. Festival del turismo scolastico”

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Concorso per le scuole “Classe turistica. Festival del turismo scolastico”Cori, 8 Aprile – Il Touring Club Italiano, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Provincia Autonoma di Trento, ha bandito la decima edizione del Concorso nazionale “Classe Turistica. Festival del turismo scolastico”, rivolto alle prime 4 classi delle Scuole Secondarie di II grado, statali e paritarie italiane, e alle prime 4 classi delle scuole Medie Superiori di lingua italiana di Istria, Fiume e Dalmazia. Scopo del concorso è accrescere la consapevolezza delle finalità formative del viaggio di istruzione, nonché proporre un turismo sostenibile attento alle realtà territoriali e teso a valorizzazione e tutelare il patrimonio culturale e ambientale. Il concorso richiede la produzione di un video che rappresenti concretamente un’esperienza di turismo sostenibile sul proprio territorio o durante il viaggio di classe. Il modulo di iscrizione dovrà essere compilato online entro il 15 Aprile 2016, mentre i video dovranno pervenire, su supporto multimediale, entro il 31 Maggio 2016.

Maggiori informazioni su http://www.classeturistica.it/

 

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

 

Giorno del Ricordo. Milano commemora i martiri delle foibe

 Assessore Rozza alla cerimonia del Giorno del Ricordo in largo Martiri della Foibe

Di Ram

1115189-foibeMilano, 11 febbraio  – Ieri mattina l’assessore ai Lavori pubblici e Arredo urbano Carmela Rozza è intervenuta in rappresentanza del Comune di Milano alla cerimonia del Giorno del Ricordo in largo Martiri della Foibe. “La giornata di oggi, istituita molto tardivamente nel 2004, è dedicata alla memoria di tutte le vittime delle foibe e dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati – ha dichiarato l’assessore -. Negli anni a cavallo del 1945, migliaia di italiani furono trucidati barbaramente sul confine orientale e 350.000 connazionali costretti all’esilio dalle terre natie in Istria, Fiume e Dalmazia per sfuggire alla repressione del maresciallo Tito e alla sistematica pulizia etnica nei confronti dei cittadini italiani. Questa memoria parla anche all’Europa di oggi in cui si sta determinando una situazione non uguale ma simile in Ucraina”.  “Nel corso degli anni – ha proseguito Carmela Rozza – questi martiri sono stati vilipesi e dimenticati. La storiografia, lo Stato italiano, la politica nazionale, la scuola hanno completamente cancellato il ricordo ed ogni riferimento a chi è stato trucidato per il solo motivo di essere italiano o contro il regime di Tito”. “Nel 1980, in seguito all’intervento delle associazioni combattentistiche, patriottiche e dei profughi istriani-fiumani-dalmati, il pozzo di Basovizza e la Foiba numero 149 vennero riconosciute quali monumenti d’interesse nazionale. Il sito di Basovizza, sistemato nel Comune di Trieste, divenne il memoriale per tutte le vittime degli eccidi del 1943 e 1945, ma anche il fulcro di polemiche per il prolungato silenzio e il mancato omaggio delle più alte cariche dello Stato. Tale omaggio giunse nel 1991, quando a Basovizza si recò l’allora presidente della Repubblica Francesco Cossiga seguito, due anni più tardi, dal successore Oscar Luigi Scalfaro che nel 1992 aveva dichiarato la Foiba di Basovizza monumento nazionale”, ha concluso l’assessore.

 

Verona: XIII edizione del Premio ‘Loris Tanzella’ per ricordare Istria, Fiume e Dalmazia

logo-anvgd_135512Al via la raccolta elaborati in memoria del generale Loris Tanzella, per non dimenticare la causa Giuliano – Dalmata e la difesa dei diritti storici e morali della popolazione di quei territori

Roma, 5 agosto – Il Comitato Provinciale di Verona dell’ A.N.V.G.D.( Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) bandisce il Premio Letterario “Gen. Loris Tanzella”, giunto al traguardo della sua XIII Edizione, ricordando così la figura del Generale che in vita ha testimoniato, con il suo amor di patria ed encomiabile impegno, la causa Giuliano-Dalmata nella difesa dei diritti storici e morali delle popolazioni d’Istria, Fiume e Dalmazia. Sono ammessi al concorso lavori, in lingua italiana e/o nei linguaggi dialettali dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, con testi letterari in prosa, raccolte di poesie (almeno 10 componimenti) , tesi di laurea, ricerche sul patrimonio storico, artistico, linguistico e culturale delle nostre terre. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com