Festival Biblico, gli appuntamenti in Basilica

Domani dialogo di Viganò e Curi “Fedeltà è cambiamento. La svolta di Francesco raccontata da vicino”

Senza-titolo-38

Roma, 20 Maggio – Nell’ambito della quarta edizione del Festival Biblico a Padova, la basilica del Santo ospiterà tre eventi che declineranno il tema generale della rassegna principale, “Giustizia e pace si baceranno”, attraverso i binari del dialogo e dell’integrazione. Il primo e attesissimo appuntamento sarà domani, venerdì 20 maggio alle 16, nella Sala dello Studio teologico. Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la comunicazione della Santa Sede, e il filosofo Umberto Curi saranno i protagonisti dell’incontro“Fedeltà è cambiamento. La svolta di Francesco raccontata da vicino”, un dialogo sui cambiamenti dei paradigmi di comunicazione introdotti da papa Francesco. Rivoluzione o nuova linfa su vecchi schemi quella operata dal pontefice? La domanda rimbalzerà tra percezioni filosofiche e sguardi ravvicinati alla vita del papa, in un intreccio saporito di aneddoti. Modera, don Marco Sanavio, direttore dell’Ufficio per le comunicazioni sociali della Diocesi di Padova. Lunedì 23 maggio alle 20.45 il vescovo di Amman e vicario per la Giordania del Patriarcato latino di Gerusalemme, Maroun Elias Lahham, sarà ospite del Santo nella conversazione “Nessuna sfida tra religioni”. Con lui, il rettore della basilica di sant’Antonio, padre Enzo Poiana. Sollecitato dalle domande di padre Paolo Floretta, francescano conventuale, il vescovo racconterà la sua esperienza pastorale in Medio Oriente. Sempre nella Sala dello Studio teologico del Santo, martedì 24 maggio alle 18, si terrà l’incontro “Dalla memoria all’impegno” conAlessandro Antiochia, membro del Consiglio Nazionale di Libera, responsabile regionale di Libera Memoria e del gruppo Familiari vittime di Mafia del Lazio. Modera, Giorgio De Checchi, prete diocesano e rappresentante della segreteria nazionale di Libera. Si tratteranno i temi della legalità e della giustizia, a partire dalla testimonianza di un familiare di una vittima di mafia, e del percorso promosso da Libera per trasformare la solitudine e il dolore di chi resta in una scelta di vita e riconciliazione.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com