Welfare. Milano, al via la “badante di condominio”

Nel 2015 oltre 2.400 domande da tate e badanti allo sportello del Comune, più che raddoppiate rispetto all’anno scorso

news_38771_imageMilano, 27 luglio 2015 – E’ partito il 24 luglio  nello stabile di piazzale Dateo 5 il primo progetto della “badante di condominio” a Milano: un modello di “assistenza condivisa” che può essere applicato in contesti diversi e rivolto a soggetti che non necessitano di assistenza continuativa oppure a famiglie che hanno bisogno di specifiche forme di supporto. La sperimentazione coinvolgerà 6 persone, tutte residenti nello stabile di piazzale Dateo 5, con un’assistente familiare disponibile per 24 ore settimanali. Da piazzale Dateo il servizio si estenderà a tutte le 9 Zone di Milano. Il progetto della “badante di condominio” rientra nell’ambito dello Sportello CuraMi del Comune che si occupa di mettere in contatto la domanda e l’offerta di assistenti familiari e baby sitter. Nei primi sei mesi del 2015, già 1.779 persone hanno dato la propria disponibilità come badanti e 646 come baby sitter, per un totale di 2.425 domande. Un dato più che raddoppiato rispetto all’anno scorso, quando le domande raccolte erano state 2.417 nell’arco dei 12 mesi del 2014. “Stiamo mettendo a disposizione degli anziani e delle famiglie un elenco di persone qualificate e affidabili per costruire concretamente quella rete di cura della persona, cui oggi si aggiunge anche la nuova figura della badante di condominio – ha detto l’assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino –. Per essere inseriti nelle banche dati comunali è necessario effettuare un colloquio per definire le proprie capacità e competenze oltre a possedere alcuni requisiti, tra cui la frequenza di appositi corsi di formazione professionali: in questo modo garantiamo la professionalità e la qualità del servizio e possiamo rispondere alle esigenze delle tante famiglie milanesi alle prese con la necessità di assistenza dei soggetti più fragili”. Il servizio della badante di condominio rientra nell’ambito di tutti i servizi di assistenza domiciliare garantiti dal Comune di Milano e per cui vengono complessivamente impiegate risorse per circa 19 milioni di euro. In particolare, questo progetto sarà affidato nella prima fase a 14 cooperative accreditate che hanno aderito alla sperimentazione. Lo stabile di piazzale Dateo 5 è stato scelto perché è anche sede di una postazione di Custodia Sociale e di 6 alloggi protetti gestiti direttamente dall’Amministrazione comunale. Nelle prossime settimane verrà avviata la sperimentazione anche in altre zone della città. In particolare:
–        via Scaldasole 5, in Zona 1
–        via Soffredini 27, in Zona 2
–        per la Zona 3 è in via di individuazione un altro stabile oltre a Dateo
–        via Salomone 62-64, in Zona 4
–        via Neera angolo Barrili, in Zona 5
–        via Teramo 31, in Zona 6
–        via San Romanello 34, in Zona 7
–        via Pascarella 18-20, in Zona 8
–        via Ciriè 1, in Zona 9

Un gruppo di lavoro specifico si occuperà del monitoraggio della sperimentazione e valuterà le mansioni e il tempo dedicato ad ogni assistito, la qualità dell’assistenza erogata, l’appropriatezza dei diversi interventi e l’integrazione del lavoro delle assistenti familiari nel progetto complessivo di intervento domiciliare del Comune. Saranno valutati anche la qualità percepita dagli utenti, i carichi di lavoro, l’adeguatezza dell’impegnativa oraria dell’assistente familiare, la relazione con altre figure professionali. Aperto il 10 febbraio 2014 dal Comune di Milano, lo Sportello Badanti – CuraMi è gestito in collaborazione con Pio Albergo Trivulzio e la cooperativa sociale Eureka! Allo Sportello si rivolgono sia le persone che chiedono di essere inserite nell’Albo comunale delle badanti e baby sitter, sia le famiglie che cercano un supporto per l’individuazione di personale specializzato, in particolare assistenti familiari per anziani con problemi di Alzheimer o demenza senile. Vi è una richiesta anche per aiuti domestici ad autosufficienti o per una generica compagnia. Il servizio offre inoltre informazioni sul contratto domestico e fornisce consulenza per la regolarizzazione contrattuale dell’assistente familiare e la preparazione delle pratiche di assunzione. Le persone inserite nell’Albo badanti e baby sitter sono, per la quasi totalità, donne (89%). Oltre la metà proviene dal sud America (50,3%), quindi dall’Europa dell’Est (27%), Asia (11%), Africa (6%) e Italia (6%). Dall’apertura dello Sportello, nel febbraio 2014, al 30 giugno 2015, il totale delle domande è stato di 4.842 (2.417 nel 2014 e 2.425 nei primi sei mesi del 2015). Le persone contrattualizzate sono già 370 di cui 353 badanti (162 nei primi mesi del 2015 e 191 nel 2014) e 17 baby sitter e colf (di cui 6 nei primi mesi del 2015 e 11 nel 2014). Lo Sportello ha sede presso il Pio Albergo Trivulzio – Padiglione 13 (ingresso da via Trivulzio 15 e da via Bezzi 10). È inoltre presente un punto informazioni presso la residenza Principessa Jolanda in via G.A. Sassi 4. Gli orari di apertura sono il lunedì dalle 8.30 alle 13 e dal martedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30.

Caldo a Milano, oltre 10mila chiamate al numero gratuito 800.777.888 e 1.768 interventi per anziani e persone fragili

Cresciuti gli interventi del Comune. Majorino: “Invitiamo i milanesi a segnalare casi di emergenza o difficoltà al nostro numero verde”

anziani_estate.jpgMilano, 23 luglio  – Continuano le giornate da bollino rosso per il caldo e il Comune è attivo per rispondere soprattutto alle esigenze della popolazione anziana e fragile: sono già 1.768, infatti, gli interventi eseguiti dall’inizio di giugno a oggi (comprendono 1.312 consegne di pasti a domicilio e preparazione di 19 pasti, 219 interventi di igiene personale, 125 di igiene ambientale, 33 visite mediche domiciliari, 34 spese portate a domicilio, 26 interventi di accompagnamento, sostegno e di compagnia). Il numero di interventi è aumentato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando avevano raggiunto quota 1.023. Il caldo di queste ultime settimane ha fatto aumentare anche le telefonate al numero verde gratuito 800.777.888: 3.750 nel mese di giugno, mentre sono quasi raddoppiate nelle prime tre settimane di luglio, avendo raggiunto il numero di 7.073. “Abbiamo messo in campo tutte le iniziative possibili per venire incontro a chi soffre di più in questi giorni di emergenza, soprattutto gli anziani e le persone più fragili con problemi di salute – spiega l’assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino –. Il nostro ‘Piano anticaldo’ è iniziato a giugno, in previsione dell’estate, rafforzando l’assistenza domiciliare estendendola anche a chi, durante il resto dell’anno, solitamente non è seguito dai nostri servizi, ma con l’estate diventa più vulnerabile. Invitiamo tutti coloro che possono aver bisogno di aiuto o che conoscono casi di persone in difficoltà a chiamare il numero verde e segnalare le emergenze ai nostri operatori in modo che possano ricevere l’aiuto adeguato”. Il Comune, per queste giornate classificate dal Ministero della Salute con livello di allerta 3 (la più alta in una scala da 0 a 3) ha messo in campo una serie di interventi con particolare attenzione ai 24mila anziani assistiti dall’Amministrazione, di cui 7mila con più di 75 anni, che vivono soli e hanno gravi problemi di salute. Chiunque necessiti quindi di informazioni e assistenza può chiamare, tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20, dal lunedì al sabato e domenica, in caso di ondate di calore, il numero verde gratuito, 800.777.888 per accedere vari servizi a disposizione: dai pasti a domicilio agli accompagnamenti, dalla pulizia della casa e igiene della persona alla teleassistenza. Chiamando il numero verde si può anche segnalare la presenza di anziani non autosufficienti che vivono soli o di persone con disabilità, che in questa particolare situazione potrebbero trovarsi in difficoltà. Per il ‘Piano anticaldo’ il Comune ha investito 392mila euro, quasi 50mila in meno rispetto lo scorso anno, grazie al nuovo sistema di domiciliarità che ha permesso un’ottimizzazione delle risorse. Ai fondi stanziati dal Comune si aggiungono almeno 150mila euro finora messi a disposizione da sponsor e privati per la realizzazione delle attività ludico ricreative, oltre a quelli che saranno impiegati per la stessa finalità dall’assessorato allo Sport e Tempo libero. Dal 3 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare, estendendoli anche ad una fascia di cittadini solitamente non seguiti tutto l’anno, ma che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi in difficoltà. Gli interventi previsti dal piano del Comune si svolgeranno in due fasi: la prima, già in atto, durerà fino al 29 luglio; la seconda fase durerà dal 30 luglio al 31 agosto (con possibile proroga sino al 6 settembre) e durante questa fase ci sarà un ulteriore potenziamento del servizio. Per chi invece avesse necessità di un assistente familiare anche solo per il periodo estivo è possibile rivolgersi allo sportello del Comune di Milano CuraMi. Tutte le informazioni su www.curami.net o al numero 02.40297643-44.
Insieme alle misure anticaldo il Comune ha organizzato anche quest’anno numerose attività socio ricreative contro la solitudine che riempiranno i pomeriggi degli anziani rimasti a Milano: le iniziative per la socialità coinvolgeranno tutte le strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler dove sono presenti i custodi sociali e una serie di spazi privati e del Terzo settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi, complessivamente circa un centinaio di spazi Oltre alle consuete attività estive nei Centri socio ricreativi culturali (cinema, piscina, pranzi, merende, cene e pizze) saranno organizzate ulteriori iniziative: visite gratuite ai musei, gite ai luoghi d’arte all’interno del territorio regionale, biglietti gratuiti per il cinema, buoni per servizi alla persona offerti gratuitamente dai commercianti, giornali e distribuzione di latte, ingressi gratis allo stadio Meazza per le partite extra campionato e anche a Expo 2015 grazie a 5.000 biglietti scontati a 5 euro. Per tutte queste iniziative è necessario prenotare, fissare un appuntamento e recarsi allo sportello del Comune per il ritiro dei biglietti di partecipazione. Per prenotare si deve chiamare il numero verde 800.777.888 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20.  Gli operatori registrano la prenotazione e fissano un appuntamento per il ritiro di biglietti, buoni e coupon, giornali e latte che potrà essere effettuato da lunedì 30 luglio allo sportello di via Statuto 17. Non mancheranno gli eventi per il Ferragosto e in piazza del Cannone dal 14 luglio (15 giorni prima dello scorso anno) è aperta anche la pista da ballo di 450 metri quadrati con palco, 3 gazebo, 400 sedie e tavolini per i giochi e i momenti di socialità.

Caldo. Comune, attivo il numero verde gratuito 800.777.888 per assistenza ad anziani e persone con disabilità

Monitoraggio per 24.000 anziani di cui 7.000 over 75 e soli. Con il nuovo sistema di assistenza risparmiati 50.000 euro. Assessore Majorino: “Stiamo vicino agli anziani più fragili con assistenza domiciliare e iniziative che non li facciano sentire soli”

Afa-caldoMilano, 2 luglio  – Milano è pronta ad affrontare la prima ondata di calore prevista da oggi e per i prossimi giorni. Gli interventi predisposti dal Comune a sostegno della popolazione anziana e fragile, partiti a giugno, entrano nel vivo oggi, giornata classificata dal Ministero della Salute con livello di allerta 2 (in una scala da 0 a 3). L’attenzione è rivolta a 24.000 anziani assistiti dal Comune, di cui 7.000 con più di 75 anni, che vivono soli e hanno gravi problemi di salute. Per richiedere informazioni e assistenza è in funzione tutti i giorni dalle 8 alle 20 il numero verde gratuito 800.777.888 per accedere vari servizi (dai pasti a domicilio agli accompagnamenti, dalla pulizia della casa e igiene della persona alla teleassistenza) o segnalare anziani non autosufficienti che vivono soli o persone con disabilità che in questa particolare situazione potrebbero trovarsi in difficoltà. Insieme alle misure anticaldo il Comune ha organizzato anche quest’anno numerose attività socio ricreative contro la solitudine che riempiranno i pomeriggi degli anziani rimasti a Milano: si parte domani con la “Festa del Vicinato”, che quest’anno coivolgerà 18 quartieri della città (6 in più dell’anno scorso) con tante iniziative nei cortili dei caseggiati popolari, nelle piazzette e nei centri socio ricreativi. La festa avrà inizio alle ore 15.30 e durerà fino alle 19. Per il piano il Comune ha investito 392.000 euro con un risprmio rispetto all’anno scorso di quasi 50.000 euro dovuto al nuovo sistema di domiciliarità che ha permesso un migliore impiego delle risorse. “Affrontiamo questi giorni di grande caldo – spiega l’assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino – stando vicino agli anziani più fragili e alle persone con disabilità. Dall’inizio di giugno abbiamo rafforzato l’assistenza domiciliare estendendola anche a chi, durante il resto dell’anno, solitamente non è seguito dai nostri servizi, ma con l’estate diventa più vulnerabile. Il numero verde gratuito per le richieste di assistenza è attivo dalle 8 alle 20 per mettere gli anziani e i loro familiari in contatto con i nostri operatori. Invitiamo i milanesi a segnalarci persone in difficoltà che potrebbero aver bisogno di aiuto proprio in questi giorni più caldi e afosi. Oltre all’assistenza abbiamo organizzato anche quest’anno numerose attività di svago e di socialità nei nostri centri socio ricreativi, negli spazi per la socialità dei caseggiati popolari e in piazza del Cannone dove inizieremo già da metà luglio, raddoppiando il periodo di durata degli eventi. Siamo convinti che la socialità sia la migliore arma contro la solitudine, la base da cui partire per creare una vera rete di sostegno, vicinanza e cordialità”. “Domani in 18 quartieri della  città – aggiunge Majorino – daremo avvio alle iniziative dell’estate con la ‘Festa del Vicinato’, proprio per riunire in cortili, portinerie, piazzette e giardini, dal centro alla periferia anziani e famiglie, riallacciando rapporti e amicizie”.   Alle risorse del Comune si aggiungono almeno 150.000 euro finora messi a disposizione da sponsor e privati per la realizzazione delle attività ludico ricreative, oltre a quelli che saranno impiegati per la stessa finalità dall’assessorato allo Sport e Tempo libero. Dal 3 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare già forniti durante l’anno a circa 24.000 anziani in carico ai Centri Multiservizi Anziani, estendendoli anche ad una fascia di cittadini solitamente non seguiti tutto l’anno, ma che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi in difficoltà. Nel primo mese, che non ha avuto nessuna ondata di calore, sono state oltre 200 le richieste d’intervento arrivate. Gli anziani che hanno contattato il Comune hanno chiesto per lo più accompagnamenti  a visite mediche, consegna di pasti a domicilio e interventi per l’igiene personale e pulizia della casa. Le richieste sono state effettuate al numero verde gratuito 800.777.888  che è attivo dalle 8 alle 20, dal lunedì al sabato e di domenica in caso di ondate di calore. Gli interventi richiesti sono organizzati dagli operatori del Comune sette giorni su sette dalle 8 alle 17 e fino alle 19 anche il sabato e la domenica in caso di ondate di calore. Agli operatori è possibile richiedere gli interventi specifici di pronto intervento assistenziale: consegna di pasti caldi a domicilio, assistenza domiciliare per la pulizia della casa e l’igiene della persona,  telefonate e visite e l’aiuto domestico con accompagnamento per la spesa o per visite mediche e terapie. Gli interventi previsti dal piano del Comune si svolgeranno in due fasi: la prima, già in atto, durerà fino al 29 luglio; la seconda fase durerà dal 30 luglio al 31 agosto (con possibile proroga sino al 6 settembre). Secondo i dati della cosiddetta “Anagrafe della Fragilità”, redatta ogni anno dal Comune in collaborazione con Asl Milano e i medici di famiglia, sono circa 7.000 gli anziani fragili, cioè con più di 75 anni che vivono soli (o risultano anagraficamente soli) e in precarie condizioni di salute perché malati cronici o entrati e usciti più volte dall’ospedale. Sono mille persone in più rispetto a soli tre anni fa quando erano stati registrati 5.998 anziani. I servizi sono offerti a tutti gli anziani fragili e vi si accede su base volontaria. Perciò sono fondamentali le segnalazioni di familiari, parenti, vicini di casa e conoscenti per far sì che i nostri servizi possano intervenire. Come ogni anno invitiamo i milanesi a chiamare il numero verde 800.777.888 e ad avvisarci nel caso ci siano per anziane non autosufficienti e sole che possono trovarsi in difficoltà. L’anno scorso sono stati effettuati 24.298 interventi da giugno a settembre (12.501 consegne di pasti a domicilio, 1.007 interventi di igiene personale, 403 di pulizia della casa e 507 accompagnamenti, 307 visite di sostegno e compagnia) a beneficio di 1.700 persone. Per chi avesse necessità di un assistente familiare anche solo per il periodo estivo è possibile rivolgersi allo sportello del Comune di Milano CuraMi. Tutte le informazioni su www.curami.net o al numero 02.40297643-44.   Le iniziative per la socialità coinvolgeranno tutte le strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler dove sono presenti i custodi sociali e una serie di spazi privati e del Terzo settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi, complessivamente circa un centinaio di spazi. Oltre alle consuete attività estive nei Centri socio ricreativi culturali (cinema, piscina, pranzi, merende, cene e pizze) saranno organizzate ulteriori iniziative: visite gratuite ai musei, gite ai luoghi d’arte all’interno del territorio regionale, biglietti gratuiti per il cinema, buoni per servizi alla persona offerti gratuitamente dai commercianti, giornali e distribuzione di latte, ingressi gratis allo stadio Meazza per le partite extra campionato e anche a Expo 2015 grazie a 5.000 biglietti scontati a 5 euro. Per tutte queste iniziative è necessario prenotare, fissare un appuntamento e recarsi allo sportello del Comune per il ritiro dei biglietti di partecipazione. Per prenotare si deve chiamare il numero verde 800.777.888 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20.  Gli operatori registrano la prenotazione e fissano un appuntamento per il ritiro di biglietti, buoni e coupon, giornali e latte che potrà essere effettuato da lunedì 30 luglio allo sportello di via Statuto 17. Non mancheranno gli eventi per il Ferragosto e il tendone in piazza del Cannone con ballo e altre attività che inizieranno già dal prossimo 11 luglio, raddoppiando così il periodo di durata degli eventi. Come lo scorso anno saranno attivi anche i cuochi sociali, i volontari abili ai fornelli che, dal gennaio del 2013, hanno risposto all’appello del Comune e si sono offerti per cucinare pranzi nelle case di anziani soli, facendosi carico anche delle spese. Saranno presenti nei centri socio ricreativi anziani e nei centri multiservizio portando insieme alla loro generosità anche ottime pietanze.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com