Siracusa: Magris, Canfora, Costa e Cantarella per un viaggio tra i temi dei poeti classici

Tutto pronto all’Orecchio di Dionisio, nel Parco Archeologico della Neapolis di Siracusa, per i quattro appuntamenti organizzati dalla Fondazione Inda che, dal 19 giugno all’1 luglio, vedranno ospiti: Carlo Magris, Luciano Canfora, Lella Costa ed Eva Cantarella per affrontare i temi narrati dai grandi poeti classici in linea con il tema di quest’anno delle tragedie: Donne e guerra.

Uno scenario straordinario: l’orecchio di Dionisio, grotta il cui nome venne dato per la sua forma, dal pittore Caravaggio durante il suo soggiorno a Siracusa, scenario di un appuntamento di elevato spessore culturale per affrontare i temi narrati dai grandi poeti classici. Quattro giorni che vanno dal 19 giugno all’1 luglio, per quattro incontri organizzati dalla Fondazione Inda che rientrano nel programma della Stagione 2019 “Donne e Guerra” e vedranno susseguirsi all’interno del Parco Archeologico della Neapolis, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, le più grandi figure del mondo della cultura, dello spettacolo e della letteratura italiana e internazionale.

Il primo incontro è il 19 giugno con la partecipazione del critico, scrittore e saggista Claudio Magris che interverrà su Alcesti, Euridice e l’idea del tempo. Magris in molti dei suoi romanzi e racconti, come Alla cieca e Lei dunque capirà, rivisita o crea l’eco intima e contemporanea di miti e drammi greci la cui forza emerge indirettamente anche nel suo ultimo racconto: Tempo curvo a Krems.
Dopo il critico, mercoledì 25 giugno é  la volta di Luciano Canfora, storico del mondo antico, filologo e profondo conoscitore della cultura classica. Sarà  lui a soffermarsi sul tema Il colpo di stato di Lisistrata: non solo nella commedia di Aristofane ma anche nella realtà contemporanea del V secolo ad Atene, Lisistrata segna una precisa presa di posizione che ha anche una natura politica contro democratici e demagoghi.
Il 29 giugno, l’attrice e scrittrice Lella Costa dialogherà con Margherita Rubino. Il tema dell’incontro è Donne e guerra in Aristofane. Lella Costa, rileggerà, a distanza di 2.500 anni dalla questione femminile a partire dalla Commedia antica, monologhi e scene della “trilogia al femminile” di Aristofane: Festa delle donne, Lisistrata e Donne all’assemblea.
A chiudere la serie di incontri l’1 luglio Eva Cantarella, una delle più importanti studiose del mondo antico che affronterà l’argomento Donne e misoginia nel mondo antico. Autrice del saggio L’ambiguo malanno, libro tradotto in decine di paesi, ripercorrerà episodi e vicende del dramma antico, a partire da Ippolito di Euripide, concentrando l’attenzione sulla misoginia e sull’introduzione di stereotipi in uso ancora oggi.

I giovani critici dell’Accademia “Silvio d’Amico” alla 73° Mostra del Cinema di Venezia

[AdSense-A]

 

Sono disponibili 8 borse di studio a copertura totale e parziale della quota di iscrizione

Senza-titolo-26

I giovani critici che hanno frequentato il Master di I livello in critica giornalistica dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” sono in prima fila alla 73° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Grazie al project work con la testata Recensito (www.recensito.net), vera palestra per le nuove leve della critica cinematografica, teatrale, musicale e televisiva, tutti gli allievi seguiranno le proiezioni con accredito dedicato, vivendo un’esperienza professionale unica. Dopo la Biennale di Venezia (Danza, Teatro, Cinema), il Festival del giornalismo di Perugia e il Festival dei Due Mondi di Spoleto i nostri studenti continueranno a vivere l’emozione del red carpet seguendo la Festa del cinema di Roma e il Roma Fiction Fest(manifestazione dedicata alla televisione con anteprime esclusive delle principali serie tv internazionali). Fino al 22 ottobre 2016, l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” dà l’opportunità ai laureati di primo e secondo livello o vecchio ordinamento, provenienti da tutti gli atenei legalmente riconosciuti, di iscriversi alla XII edizione del Master di primo livello in Critica Giornalistica per l’a.a. 2016/2017, a tutti coloro che vogliono entrare concretamente nel mondo del giornalismo e della gestione ed organizzazione degli uffici stampa dello spettacolo. Sono disponibili 8 borse di studio a copertura totale e parziale della quota di iscrizione, assegnate come rimborso a conclusione del percorso formativo. Numerose sono le opportunità di stage confermate anche per il prossimo Anno Accademico e garantite a tutti gli studenti:  RAI – Radio Televisione Italiana, LA7, Adnkronos, Gruppo Editoriale “L’Espresso”, Huffington Post, Fondazione Musica per Roma, Zètema Progetto Cultura,  Agis-Anec Lazio, APT (Associazione Produttori Televisivi), Film Commission Toscana, Wider Films,  MY Movies, Cineteca di Bologna, Teatro di Roma, Piccolo Teatro di Milano, Teatro Biondo Stabile di Palermo, Teatri di Vita di Bologna, Fondazione Teatro della Toscana, Radio Città Futura, le agenzie di comunicazione Daniele Mignardi Promopress Agency, Tiziana Rocca Comunicazione e Storyfinders e molti altri.

Tra i docenti:

Carlo Freccero, Marco Molendini (Il Messaggero), Rodolfo Di Giammarco (La Repubblica) Massimo Marino (Il Corriere della Sera), Mario Sesti, Leonetta Bentivoglio (La Repubblica), Ernesto Assante (La    Repubblica),Sandro Cappelletto (La Stampa), Steve Della Casa (Radio Rai), Roberto Canziani, etc.

Le candidature dovranno essere inviate entro e non oltre il 22/10/2016 secondo le modalità previste dal Bando Pubblico disponibile sul sito ufficiale del Master: www.criticagiornalistica.it(clicca qui per accedere al Bando)

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com