Cultura: Criticalia, no a fast food in Piazza Duomo a Firenze

[AdSense-A]

Enrica Verlini: “La piazza storica di Firenze non deve essere deturpata”

di Romolo Martelloni

Senza-titolo-33

“La piazza storica di Firenze patrimonio dell’UNESCO non deve essere deturpata con il simbolo del panino con la carne. Nardella si prenda le sue responsabilita’ davanti la storia di una delle più’ belle citta’ del mondo”. Lo ha detto Enrica Verlini, responsabile culturale del Centro Studi Politici Criticalia dopo la decisione di Dario Nardella che approva l’apertura di un McDonald, in Piazza Duomo attività NON COMPATIBILE a livello culturale, “proprio nel cuore di Firenze, nel cuore dei fiorentini”.

13445533_1650746971913892_1035715578817188098_n-kzBH-U46030655207202VzH-1224x916@CorriereFiorentino-Web-Firenze-593x443

Verlini ricorda a tal proposito come Il Consiglio dei Ministri ha appena approvato un importante decreto legislativo. I sindaci potranno finalmente valorizzare le botteghe storiche delle proprie città e allo stesso tempo vietare le attività commerciali non compatibili con la tutela del nostro patrimonio culturale.

Scuola: presentato a Roma “Eco – School Original Project”

Claudio Del Medico Fasano:”Eco-School Original Project è l’unico strumento in grado di risolvere definitivamente l’annoso problema degli edifici scolastici italiani”
Di Romolo Martelloni
scuola_piccolo-351x185Roma, 5 marzo – si e’ svolto oggi a Roma un incontro organizzato dall’Associazione la Scuola Ecologica in collaborazione con il Centro Studi Criticalia e il CNSA (Comitato Nazionale Salubrità’ dell’Aria) dove e’ stato presentato ufficialmente “Eco-School Original Project”, “l’unico strumento in grado di risolvere definitivamente l’annoso problema degli edifici scolastici italiani, nella maggior parte strutturalmente sismici, insicuri e fortemente inquinati da Gas Radon, formaldeide, ecc. ma soprattutto costruiti con materiali scadenti e privi di alcun requisito salutistico”‘, come ha sottolineato il dott. Claudio Del Medico Fasano che dal 1976,  anno del terribile terremoto che ha colpito il FVG,  ha avviato vari studi e ricerche per creare edifici in grado di soddisfare i criteri di sicurezza, benessere e rispetto ambientale al fine di ottenere, come ha spiegato il relatore  “il massimo rendimento energetico dalle risorse presenti in natura, vento, sole, legno ed acqua, il cui mix rende un edificio unico ed innovativo riducendo i costi di costruzione utilizzando primariamente materiali di provenienza autoctona ma soprattutto azzerando, quasi totalmente, i pesanti costi gestionali di riscaldamento e raffrescamento degli edifici”.  Durante i lavori e’ stato sottolineato un plauso particolare alla Presidenza del Consiglio  e alla Struttura di Missione coordinata dall’Arch. Laura Galimberti.  “La  “spinta” del Governo Renzi verso la riqualificazione e ricostruzione di edifici scolastici ecologici modulari – ha evidenziato Del Medico Fasano – e gli importanti “fondi” a bilancio destinati dimostra, ancora una volta, la sensibilità del nostro governo: “Chiederemo un incontro ufficiale con l’Arch. Gallimberti per illustrare il nostro “Eco-School Original Project” il quale potrebbe definire le linee guida per realizzare  edifici a “costo calmierato”, antisismici ai massimi livelli e salutari con pareti aventi il PH 5,5 quanto la pelle umana, in grado di eliminare totalmente le emissioni di PM10 nell’aria. Edifici del Terzo Millennio”. Il convegno e’ stato sostenuto anche dalla LIPU il cui presidente Fulvio Mamone Capria, nel messaggio di auguri inviato agli organizzatori ha detto che la LIPU “guarda con attenzione il progetto che si inserisce appieno nelle strategie sull’educazione e la formazione ambientale e per la cultura ecologica”.

Il 2 febbraio al Senato maggioranza e opposizione a confronto sulle orme di Oriana Fallaci

“Dall’11 settembre 2001 al 13 novembre 2015”, è il titolo del dibattito, mostra fotografica e video sull’Oriana, un evento organizzato dal  Centro Studi Criticalia e dal Gruppo Lega Nord Senato, con il contributo di Avs Group e il patrocinio del Comune di Marcallo con Casone (Mi)

di Romolo Martelloni

orianafallacigayomosessualita3Roma, 27 gennaio – Il prossimo 2 febbraio al Senato presso l Biblioteca Giovanni Spadolini, Sala Atti Parlamentari, si svolgerà’ un momento di confronto su Oriana Fallaci: “Dall’11 settembre 2001 al 13 novembre 2015”, dibattito, mostra fotografica e video sull’Oriana. L’evento organizzato dal  Centro Studi Criticalia e dal Gruppo Lega Nord Senato, con il contributo di Avs Group e il patrocinio del Comune di Marcallo con Casone (Mi), vedrà’ confrontarsi con il sostegno del moderatore, il giornalista Giorgio Stamatopoulos, il sen. Sergio Divina, rappresentante italiano presso l’Osce, Renata Pepicelli, docente Luiss e ricercatrice dello IAI, Francesca Maria Corrao, direttore del Master Mislam School of Government, università’ Luiss; i senatori Loredana De Petris, capogruppo Sel, Maurizio Buccarella
dell’M5S, Valeria Fedeli, vicepresidente Pd del Senato; Enrico Pianetta, del consiglio nazionale di Fi, editorialista. Conclude i lavori il Presidente del Gruppo Lega Nord, sen. Gian Marco Centinaio. Il prof. Rosario Polizzi dell’Universita’ di Bari porterà’ i saluti del Centro Studi Criticalia.

Roma, “La crisi infinita” rischia di diventare una cancrena per l’Italia

mfront_criticaliaIl convegno organizzato da Criticalia individua strategie per mettere fine alla recessione economica che attanaglia il Paese. Tra le ipotesi alcune più dolorose: ma il medico pietoso fa la piaga cancrenosa

 Roma, 14 marzo – “L’Italia è il peggior paese in Europa per chi perde il lavoro, solo il 14% riesce a trovarne un altro. La crisi che attanaglia il Paese si evidenzia in una mancanza di consumi, in zero investimenti pubblici e dall’inizio della crisi nel 2008 il Pil è sceso di nove punti” così Giuseppe Pignataro, economista, in una relazione al convegno  “ La crisi infinita” organizzato dal Centro studi Criticalia. L’incontro, che ha avuto luogo l’11 marzo nella Sala dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, ha cercato di individuare cause e soluzioni della crisi italiana. Tra gli  esperti economisti relatori presenti Marcello Degni, Giuseppe Pignataro, Romano Benini, Paolo Manasse, Pietro Reichlin e Lidia Undiemi.”Il debito pubblico va abbattuto, e in fretta” spiega Pignataro, “ e la soluzione che individuo è drastica e impopolare, ma è l’unica strada percorribile. Diversamente avremo un paese condannato ad un risanamento infinito e senza sviluppo e ad un futuro assai rischioso e precario”.  Un modo per dire che il medico pietoso fa la piaga cancrenosa. Per risanare 450 miliardi di debito e 140 miliardi di Pil annuo bruciato dal 2007 ad oggi, secondo Giuseppe Pignataro sarebbe risolutiva una patrimoniale a carico del 10% di italiani che detengono il 46% delle ricchezze globali del Paese, Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com