Ehi! Negrita: il rock è servito

Il tour estivo dei Negrita per promuovere il loro ultimo album “9” ha fatto tappa a Centobuchi, in provincia di Ascoli Piceno, in occasione della sesta edizione della rassegna CosePop.

di Luca Cameli

IMG-20150820-WA0008

Foto di Marco Spaccasassi

Ascoli Piceno, 21 agosto- Rock and Roll, non c’è definizione migliore per descrivere un concerto dei Negrita. La band capitanata da Pau, si conferma dal vivo come una delle migliori realtà italiane, proponendo ai fan uno spettacolo coinvolgente e di grande impatto. La band toscana, nonostante una carriera ultra ventennale alle spalle, continua a calcare i palchi con un entusiasmo ed un’energia davvero invidiabile, offrendo un sound che negli anni è sempre cresciuto dal punto di vista qualitativo , senza perdere mai la raffinatezza frutto di un songwriting di altissimo livello e questo mix crea un’alchimia fra i Negrita e i propri fan che rende ogni show riuscitissimo. Il concerto parte un po’ lento, soprattutto per colpa di un pubblico un po’ troppo abbottonato, con “Mondo Politico”, singolo estratto dall’ultimo album “9”, ma muovendosi fra vecchi e nuovi successi, e qualche battuta sul luogo in cui si svolgeva il concerto (a Pau non era molto chiaro dove si stesse effettivamente svolgendo il concerto) è un crescendo continuo e pian piano gli spettatori cominciano a sciogliersi. Pau con la sua grande presenza scenica , prende letteralmente per mano il pubblico, e fra ballad struggenti come “Ho imparato a sognare” e “Brucerò per te”, e pezzi trascinanti come “In ogni atomo” , la band riesce a caricare l’atmosfera al punto giusto per portare il concerto al suo momento più alto, con i due brani migliori della serata che fanno letteralmente decollare il pubblico: “Bambole” e “Radio Conga”. Da questo momento in poi nessuno riesce più a stare fermo, i Negrita diventano come un’auto in corsa che travolge tutti, diventa impossibile non cantare a squarciagola pezzi intramontabili, che hanno segnato l’adolescenza della maggior parte dei presenti, come“Notte mediterranea” e “A modo mio”, praticamente tutti ballano trascinati dalle note di “Rotolando verso Sud”. Dopo qualche minuto di apparente calma, con i brani “Che rumore fa la felicità” e “Il gioco”, che fanno tirare un po’ il fiato a tutti, lo show ha l’ultima esplosione di adrenalina con “Mama Maè”, pezzo che è la sintesi perfetta della carica rock dei Negrita nei loro live, per concludersi sulle note di “Gioia infinita”. La band resta sul palco per un saluto, e mentre si accendono le luci intorno a me vedo solo volti sorridenti perché è stata una serata davvero divertente. E’ stata una serata Rock and Roll!

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com