Engadina, escursioni per famiglie

Percorsi a tema per sentirsi un po’ geologi, naturalisti, meteorologi ed esploratori! Le gite in famiglia a Corvatsch, Muottas Muragl, Diavolezza e Corviglia stimolano la fantasia dei più piccoli ed educano alla natura.  

di Kat

Senza-titolo-6

Roma, 05 Giugno  – Piccoli geologi crescono 
Un energizzante percorso tematico da fare con i bambini al Corvatsch, la montagna Top of Engadin vicino a St. Moritz, è il Sentiero delle acque, lungo 5 km e di media difficoltà, che porta in due ore e mezza di cammino alla scoperta di sei piccoli laghi alpini dalle proprietà minerarie e benefiche. Il percorso è circolare e segue un itinerario di sei tappe numerate ma percorribile anche in direzione opposta con alcuni tratti ripidi. Si parte e si termina alla stazione a monte di Furtschellas, dove i più piccoli possono divertirsi al “mini zoo” con conigli di montagna, capre, galline, e giocare liberi in un parco attrezzato con tanti giochi. Intrapreso il Sentiero delle acque, il posto ideale per fare un pic- nic è nei pressi del lago Rhodonit, dove un focolare a legna con griglia per il barbecue è a disposizione degli ospiti in un’area attrezzata con tavoli e panche. Un consiglio su dove acquistare la carne: il ristorante in quota alla stazione a monte di Furtschellas, La Chüdera, dove sono in vendita salsicce Bratwurst e Cervelat. Un altro percorso indicato alle famiglie e di media difficoltà è ilSentiero panoramico, che porta dalla stazione intermedia del Corvatsch (2.702m) all’Alp Prasüra a Sils (1.797m), per una durata di ca. 4 ore e un dislivello di 890m in discesa.

Esploratori in alta quota
Tracciato da una scolaresca su commissione della funivia del Diavolezza, l’itinerario in Engadina più ad alta quota adatto ai bambini è il sentiero Lej da las Collinas.  Dalla stazione a monte della Diavolezza si scende per 900 metri girando intorno al nevaio del ghiacciaio e attraversando il fianco del Pers. In men che non si dica, si raggiungono i laghi Lej da Diavolezza e quindi il Lej da las Collinas. Qui vale davvero la pena fare una sosta e ammirare il panorama. La via di ritorno alla stazione a valle del Diavolezza si snoda tra bei cespugli di rododendri e i più fortunati avvisteranno persino qualche camoscio.

Scoprirsi meteorologi
La Via del Clima a Muottas Muragl è considerata un classico delle passeggiate in Engadina, una meravigliosa escursione di facile livello su un sentiero vario e ben disegnato, che offre un grandioso panorama sulla catena del Bernina, soprattutto presso la Capanna Segantini. Il percorso conduce in circa 3 ore e mezza dalla stazione a monte di Muottas Muragl a Pontresina, e spiega in 8 tabelloni tematici il cambiamento climatico nel delicato habitat alpino dell’Engadina.

Senza-titolo-10

Impariamo la botanica e la Via di Schellenursli
Sulla Via dei Fiori, che dalla stazione intermedia di Chantarella, nel comprensorio di Corviglia, arriva a Salastrains fino alla capanna di Heidi, i  bambini scoprono ben 200 varietà di piante, per lo più fiori alpini protetti, disposte in graziose aiuole fiorite e classificate per numero. Una brochure gratuita da ritirare presso l’ufficio del turismo fornisce le relative informazioni. Il percorso è lungo due chilometri ed è accessibile a carrozzine e sedie a rotelle. Un altro sentiero a tema, che da Salastrains porta fino a St. Moritz per un tratto in discesa di 2,3 km, racconta con quadri e sculture in legno la bella storia di “Schellenursli”, il personaggio della famoso favola engadinese. Schellenursli è un bambino che viene deriso proprio nel giorno della più importante festa del paese, la festa di Chalandamarz, ma pieno di coraggio riesce a dimostrare il proprio valore.

Engadin St. Moritz per gitanti del gusto

Più alta è la cima, più grande è il piacere… del palato! Capita nella regione svizzera di St Moritz, dove nei comprensori di Corvatsch, Diavolezza, Corviglia e sul monte Muottas Muragl, si soddisfa sempre l’appetito: aperitivi al tramonto, grigliate in alta quota, ristoranti gourmet e pranzi itineranti.

via-gastronomica-corvatsch-estate-credit-giovanoliRoma, 15 Maggio – Riapre l’11 giugno 2016 il Romantik Hotel Muottas Muragl, l’albergo ristorante a quota 2.456 metri, luogo di ritrovo per serate romantiche e di piacere, con terrazza panoramica che affaccia su uno dei più indimenticabili paesaggi engadinesi. Al centro della sua offerta vi sono innanzitutto l’ottima cucina, gli eventi gastronomici e musicali. Ogni mercoledì dal 15 giugno al 19 ottobre, dalle ore 19, c’è l’aperitivo al tramonto con la musica del corno svizzero, e a seguire, per continuare la serata con romanticismo, è possibile riservare un tavolo per il Mountain Dining al ristorante panoramico. Per chi ama la carne, ogni giovedì dal 16 giugno, e tutte le sere a partire al 28 luglio fino al 14 agosto, dalle ore 19.00, sulla terrazza del moderno ristorante Scatla, si accende il forno grill Oklahoma per una deliziosa grigliata. Questa offerta è valida solo per la notte di giovedì. Per prenotazioni:http://www.muottasmuragl.ch/it/uebernachten/packages-estivi/alto-piacere-barbecue/

barbecue-muottas-muragl-credit-giovanoliGrigliata a 3000 metri
A Sass Queder, a quota 3.066 metri, nel comprensorio della Diavolezza, per tutta l’estate fino al 21 ottobre, l’area pic-nic attrezzata a più alta quota d’Europa, con una griglia e un focolare da utilizzare gratuitamente, è l’hot spot preferito dagli escursionisti. La carne si può acquistare alla Berghaus Diavolezza (bistecca di manzo e di maiale, petto di pollo, salsiccia) insieme a frutta, insalata, pane, salse e anche il dessert. Naturalmente è incluso un kit con legna da ardere, fiammiferi, carta e le tavolette per accendere la brace. Il costo del cestino incluso il biglietto della funivia è di 150 CHF per due persone. Il Sass Queder è raggiungibile in circa 40 minuti di cammino dalla stazione a monte della Diavolezza: il sentiero con 100 metri di dislivello è abbastanza facile e adatto anche ai bambini. www.diavolezza.ch/it/

Via Gastronomica del Corvatsch: il pranzo itinerante
Restando in Engadina ma spostandosi lungo i pendii e i sentieri del Corvatsch, un altro trekking estivo che combina la passione per la montagna ai piaceri del palato, è quello della Via Gastronomica. Due gli itinerari possibili, di diverse lunghezze e livelli di difficoltà, che conducono alle tre gustose tappe. Il punto di partenza è per tutti, presso la stazione a monte di Furtschellas, il  ristorante La Chüdera, dove si comincia gustando l’antipasto. Da qui si procede sulla Via Gastronomica, potendo scegliere se seguire il tracciato più facile e breve, che in circa 2 ore raggiunge l’Hotel Sonne Fex, dove viene servito il piatto principale a scelta tra quattro tipici dei Grigioni. Oppure, se si vuole combinare all’escursione culinaria anche la vista fantastica delle cime e dei laghi alpini del Corvatsch, il consiglio è di prendere il sentiero più lungo e impegnativo (per escursionisti attrezzati), che in circa 5 ore porta al lago Sgrischus e al Piz Chüern e poi scende verso la Valle Fex. Il dolce fatto in casa viene servito invece nella terza e ultima tappa della Via Gastronomica, presso l’albergo ristorante Chesa Pool, nel borgo di Platta sempre nella romantica Valle Fex. Infine con la pancia piena ma mai stanchi, si riprende il cammino lungo il sentiero nella gola della Valle Fex che in 30 minuti riporta gli escursionisti al paese di Sils, oppure chi preferisce, può fare questo tragitto in carrozza trainata da cavalli. Il costo a persona per intraprendere la Via Gastronomica, comprensivo di funivia e menu di tre portate, è di 52 CHF bevande escluse, (ca. 47 euro). www.corvatsch.ch/it/esperienze/estate/via-gastronomica/

aperitivo-tramonto-muottas-muragl-Christof-SondereggerRotte gourmet, al Corviglia dal 25 giugno al 16 ottobre
Anche il Corviglia inizia la stagione estiva l’11 giugno con l’apertura della funivia St. Moritz Bad – Signal e invita alle prime escursioni e gite in mtb, ma per vivere il vero mountain style engadinese c’è tempo fino al 25 giugno quando entrano in funzione tutti gli impianti eriaprono due eccellenze della ristorazione di montagna. La Pizzeria Chadafö a 2278 metri d’altitudine, nel comprensorio di Marguns all’arrivo della telecabina di Celerina, serve pizze speciali cotte a legna e i piatti della cucina mediterranea sulla grande terrazza soleggiata; mentre il Panorama Restaurant Piz Nair sulla vetta di Piz Nair a 3.057 metri, offre specialità grigionesi, piatti tradizionali e raffinati al giusto rapporto qualità prezzo, circondati da una vista paradisiaca. Il ristorante panoramico si raggiunge comodamente con la cabinovia da Corviglia, attrezzata anche per il trasporto di bici da montagna. Infine, un altro hot spot è il quattro  BAR, raggiungibile con la funicolare da St. Moritz.  Un ambiente moderno costruito in legno e pietra con vetrate luminose dallo stile elegante, realizzato in cooperazione con AUDI e gestito dallo chef Reto Mathis.

Soggiorna in settimana e risparmi
4 notti da domenica a giovedì alla Berghaus Diavolezza con la mezza pensione più l’accesso alla vasca idromassaggio, il parcheggio alla stazione a valle e illimitati viaggi con la funivia della Diavolezza e con tutti gli impianti  di risalita dell’Alta Engadina (mezzi di trasporto pubblici inclusi) costa a partire da 300 CHF a persona. Prenotando 30 giorni prima in settimana minimo due notti al Romantik Muottas Muragl, gli ospiti godono di uno sconto del 20%.

Per prenotazioni www.muottasmuragl.ch/it/uebernachten/packages-estivi/sconto-prenotazione-anticipata/ e www.diavolezza.ch/it/uebernachten/packages-estivi/offerta-midweek/

Offerta “Impianti di risalita inclusi”

Gli ospiti che trascorrono più di una notte in uno degli oltre 100 alberghi e 140 appartamenti aderenti, all’iniziativa, accedono gratis ai 13 impianti di risalita dei comprensori della regione Engadin St. Moritz. Offerta valida dal 1° maggio al 31 ottobre 2016. Alcuni alberghi e appartamenti di vacanza offrono ai propri clienti anche l’uso gratuito dei mezzi pubblici e il trasporto delle bici.

Per info e prenotazioni http://www.engadin.stmoritz.ch/sommer/it/bergbahnen-inclusive/

Maggiori info sui comprensori d’estate

Engadina per bambini…

In pista e allo snowpark! I comprensori della regione svizzera a due ore da Milano sono l’ideale per muovere i primi passi sulla neve, specialmente per i più piccoli con un futuro nel freestyle!

snowpark-corviglia-credit-filip-zuanDUE GRANDI SNOWPARK PER TUTTI
Roma, 16 dicembre – A Corviglia un’attrazione speciale per i più piccoli e per tutta la famiglia è la fun-slope.La pista lunga 600 metri che si trova all’interno del Corviglia Snowpark “Crowland”, ricca di gobbe, salti, curve ripide e molti altri elementi di gioco. Il parco offre anche una zona Easy Park, ideale per i principianti che vogliono muovere i primi passi da freestyler: la piccola kicker line e i box permettono, infatti, anche ai più piccoli di dominare il parco con sicurezza. L’obiettivo successivo è migliorare i salti sulla Blue Line, la discesa di 400 metri che aiuta ad acquisire scioltezza nei movimenti imparati nell’Easy Park, per poi passare infine alla Medium Line: la pista giusta per tutti i jibber con tubes, rails, box, hip e kicker, dove scatenarsi ed esercitare le proprie abilità. Aperto da metà dicembre ad aprile. Ma in Engadina la bussola dei freestyler punta anche verso il Corvatsch Snowpark, uno dei più grandi e tra i migliori delle Alpi. Ogni anno ospita la Finale della Coppa del Mondo di Freeski (04- 05.03.2016) e i Campionati Svizzeri di freestyle (18.04. – 23.04.2016). Il park del Corvatsch soddisfa tutti i livelli di difficoltà, dai principianti agli esperti, è aperto da novembre fino ai primi di maggio e offre in totale più di 50 elementi tra i kicker e il railpark con linee di vari livelli: Beginner, Medium, Pro. Inoltre, ci sono una halfpipe, una «chill-out-area» e la nuova Flowline. Quest’ultima nasce da un’idea del team di Corvatsch Snowpark: una pista facile, adatta a tutti, con un’ampia possibilità di onde, curve e salti da intraprendere a seconda delle proprie abilità, da fare con gli sci e la tavola, ma soprattutto un grande divertimento per tutta la famiglia. Il parco si estende lungo la nuova seggiovia Mandra nel cuore del comprensorio e viene preparato ogni giorno e ampliato regolarmente.

IMPIANTI E CAMPI SCUOLA
Nella grande area sciistica di Marguns, nel comprensorio di Corviglia, la pista Provulèr, raggiungibile da Celerina, è una tra le prime destinazioni in Engadina per famiglie, dotata di una seggiovia a quattro posti con sistema di sicurezza speciale e uno skilift ad ancora per trasportare i piccoli sciatori in cima alla pista. Presso la stazione a valle della cabinovia Celerina-Marguns a si trova anche il ristorante Snowli, totalmente orientata verso i bambini. Al Corvatsch, nelle vicinanze dei parcheggi e della stazione Surlej, i bambini e i principianti possono divertirsi sullo skilift Cristins, per poi decidere se è già ora di avventurarsi sui pendii del grande comprensorio. Anche il Kinderskiwelt Languard a Pontresina è l’ideale per muovere i primi passi su piste soleggiate servite da una moderna infrastruttura, tre tappeti magici, due skilift per bimbi e la pista per gli slittini. L’area si raggiunge in dieci minuti a piedi dal grande parcheggio coperto Mulin. A Muottas Muragl invece il comprensorio è riservato alle passeggiate a piedi e alle slittate.

NON SOLO SCI
Il Corvatsch offre itinerari segnalati da fare in ciaspole nella neve con vista sul meraviglioso paesaggio lacustre engadinese. Un’attività perfetta da vivere in famiglia, avendo la baita come meta. Oltre al famoso Lake Trail, che porta dalla stazione intermedia di Furtschellas (2.312 m) alla baita Ustaria Rabgiusa (3,6 km in 2/3 ore a/r), è possibile anche fare il Peak Trail (5,5 km in 2,5/3,5 ore a/r): un’escursione d’alta quota che richiede un buon allenamento, che parte dalla stazione a monte di Furtschellas, a quota 2.800, e scende all’Ustaria Rabgiusa. Con 36 CHF a persona (ca. 29 euro) si noleggiano le ciaspole e si acquista il biglietto della funivia per fare l’itinerario Lake Trail e, con 49 CHF si ha diritto anche al pranzo all’Ustaria Rabgiusa. Maggiori info www.corvatsch.ch/it/esperienze/inverno/ciaspole/ . Il Sentiero dei filosofi, con tre varianti di percorso di diversa lunghezza, è l’escursione perfetta sull’altopiano di Muottas Muragl per le famiglie (a disposizione anche coperte di lana e panchine di legno dove sostare lungo l’itinerario). Per percorrere l’intero tracciato si calcolano ca. 2–3 ore di cammino ma sono a disposizione anche circuiti più brevi. Muottas Muragl è noto soprattutto per la più veloce pista da slittino della regione (lunga 4,2 km e con 718 m di dislivello) aperta ogni giorno dalle 9.30 alle 16.00 e per la speciale accoglienza riservata ai bambini al campo giochi sulla neve. Un’area attrezzata a 2.456 metri con una fortezza che aspetta solo di essere presa d’assalto, uno scivolo segreto, pareti da scalare, una mini-seggiovia a piattelli, altalene per i più piccini e tutto quello che serve a far felici i bambini, compreso un menù su misura per loro nel ristorante annesso al parco giochi, dove al posto delle tovaglie ci sono i fogli da disegno.

PREZZI PICCOLI
Le famiglie numerose con bambini e ragazzi fino a 17 anni d’età risparmiano sul prezzo dello skipass (solo per abbonamenti di minimo 5 giorni e se accompagnati da un genitore pagante la tariffa intera). Più la famiglia è numerosa più si risparmia: il secondo figlio entro i 17 anni d’età ha diritto al 30% di sconto sulla tariffa giovani, mentre i terzi o quartogeniti sciano gratis! Si risparmia anche grazie alla formula “Hotel skipass incluso”, che offre, dal secondo pernottamento in uno degli oltre 100 alberghi aderenti all’iniziativa, lo skipass al costo di soli CHF 35 a persona e al giorno. L’offerta comprende l’utilizzo gratuito dei trasporti pubblici dell’Alta Engadina ed è valida, per l’intera stagione invernale fino al 22 maggio 2016, anche all’ ALL IN ONE HOTEL INN LODGE di Celerina(www.innlodge.ch): l’albergo ideale per ospitare le famiglie con ampi monolocali fino a 8 posti letto con cucina.

Engadin St. Moritz, un mondo di piste

Corvatsch, Corviglia, Muottas Muragl e Diavolezza: i comprensori sciistici della regione di St. Moritz e dintorni offrono piste performanti per le più varie esperienze verticali: per campioni della velocità, amanti dello yoga, avventurieri, mattinieri e seguaci dell’hi-tech.

Corvatsch-pista-Hahnensee-credit-Giovanoli22 Novembre- La novità della stagione è lo Snowsafari che, dalla stazione Sils Furtschellas del Corvatsch, parte ogni martedì, dal 19 dicembre al 3 aprile 2016, per esplorare in compagnia di una guida esperta le montagne di Corvatsch e Corviglia. Il tour guidato sci ai piedi, in gruppi di minimo sei persone, raggiunge il Top of Engadin a 3.303 metri di quota, il punto più alto della regione, da cui scivolare lungo i pendii fino alla leggendaria pista dell’Hahnensee, che scende verso St. Moritz per ben nove chilometri, con vista mozzafiato sui laghi dell’Alta Engadina e attraverso un bosco fiabesco. Arrivati a St. Moritz si prende la funivia Bad Signal per risalire nel comprensorio del Corviglia  e sciare fino a Piz Nair, Trais Fluors in direzione Marguns, fino ad arrivare a Celerina. La quota a persona è di 69 CHF (circa 64 euro) ed è comprensiva di colazione,  pranzo e drink di arrivederci (skipass giornaliero e bevande non comprese). Per tornare al Corvatsch da quest’anno c’è il bus navetta Hahnensee-Express, gratuito per gli sciatori, che circola ogni mezz’ora tra St.Moritz-Signal e Surlej-Corvatsch: offerta supplementare ai collegamenti di Engadin Bus.
Informazioni e prenotazioni per lo snowsafari: service@mountains.ch

In pista per vincere
L’app Corvatsch Peak Tour consente di tracciare i metri di dislivello fatti e il numero di check point varcati sulle piste da sci. Un modo per registrare la propria performance e vincere interessanti premi. Ogni giorno chi ottiene il punteggio più alto riceve uno skipass giornaliero in omaggio. Il campione della settimana vince un buono/voucher del valore di CHF 100, mentre chi si classifica primo dell’anno si aggiudica uno skipass annuale per sciare in tutta l’Alta Engadina la prossima stagione. La valutazione avviene in automatico: basta registrarsi, avviare il tracker e lanciarsi in pista!

Piste hi-tech: sensori e telecamere
A Corviglia, invece, gli sportivi possono vivere l’ebrezza della competizione sulla pista FIS n.5 Audi Ski Run, la discesa lunga 400 metri allestita per lo slalom gigante. Per sciatori e snowboarder sarà come sfidarsi in una gara di Coppa del Mondo. Superati i sensori si attiva il cronometro, mentre le telecamere a bordo pista filmano la performance dalla partenza al traguardo, dove un pannello segnala il miglior tempo ottenuto della giornata. I video sono scaricabili subito dopo la gara e condivisibili sui social network (Facebook, Twitter o YouTube). Anche sulla pista ad alta velocità n° 7 del Corviglia, lunga 100 metri, si testa il proprio ritmo di discesa grazie a un sofisticato impianto di misurazione.

Yoga in paradiso, aree relax e offerta White Carpet 
Tutt’altro ritmo di discesa caratterizza la pista Paradiso del Corviglia: qui gli sciatori non si mettono a uovo per raggiungere più in fretta possibile il traguardo, ma si rilassano in aree apposite e praticano lo yoga sulla neve per vivere un’esperienza nuova in relazione con la montagna. Lungo la pista sono stati installati quattro punti segnalati con le otto posizioni yoga, da praticare da soli o accompagnati da una guida esperta della Suvretta Snowsports School (www.suvrettasnowsports.ch), che organizza corsi ogni settimana. “L’Om”, il “Prana”, il “Saluto al sole” o la “Posizione del guerriero” aiutano il corpo ad adattarsi alla natura circostante e a entrare in armonia con essa. Un’altra esperienza mistica da vivere al Corviglia è l’offerta “White Carpet” che consiste nel prendere la prima funivia alle ore 7.45 per ammirare il sole fare capolino fra le vette innevate e lasciare la propria traccia sulla pista immacolata appena battuta.

Classici di avventura e divertimento
La pista di 10 km del Morteratsch nel comprensorio Diavolezza è la più lunga discesa su ghiacciaio della Svizzera, affascinante e avventuriera adatta agli sciatori esperti: il grado di difficoltà è quello di una pista rossa, 300 m sono da considerarsi pista nera. In 45 minuti si attraversano paesaggi selvaggi, fatti di neve e ghiaccio. La discesa è segnalata su entrambi i lati della pista. È possibile anche avvalersi della competenza delle guide della Scuola d’Alpinismo di Pontresina. Agli antipodi della pista della Diavolezza, ma anche questa un classico dell’Engadina, c’è la pista di slittino di Muottas Muragl, la più veloce della regione lunga 4,2 km e con 718 metri di dislivello da fare in 20 curve. Il divertimento è garantito e una volta a valle il pensiero è uno soltanto: risalire, e riprovarci una seconda volta, andando magari ancora più veloci.

Riflettori sullo snowpark
Cresce sempre di più l’attenzione riservata agli amanti del freestyle di tutte le età alloSnowpark Crowland di Corviglia. Una tendenza che sta conquistando tutta la famiglia che qui trova triks giusti adatti ad ogni livello. Divertimento, salti e gobbe sono garantiti. L’offerta comprende diversi kicker, ogni sorta di rail, box e molto altro ancora. Un’attrazione speciale per i più piccoli è la fun-slope: una combinazione di snowpark e pista da sci che garantisce divertimento e curve in velocità.

I fatti parlano
Engadin St. Moritz si conferma una delle mete numero uno per le vacanze invernali in Europa, non solo per la ricca offerta di piste ma anche per la loro qualità, capacità di innevamento, preparazione con tecnologie d’avanguardia e grazie alle buone condizioni climatiche che offre la regione. All’anno ci sono in media 322 giorni di sole e neve garantita da ottobre a maggio grazie all’alta quota e al clima secco. Inoltre il comprensorio di Corviglia è stato inserito nella classifica 2015 di skiresort.info aggiudicandosi il titolo di “5 Star Ski Resort” nelle Alpi.

Engadin St. Moritz, “buon gusto” nello sci

Nei comprensori sciistici della vicina Svizzera Engadina, il livello culinario dei ristoranti di montagna non conosce limiti né altitudini. Il whisky invecchia a 3000 metri e in baita si servono piatti gourmet.

ImageProxySt.Moritz, 8 novembre- I piatti d’oro sono quelli della tradizione alpina grigionese, fatti in casa e serviti in ambienti accoglienti e pieni di fascino, nei rifugi e nei ristoranti gourmet che si trovano sulle piste da sci, all’arrivo degli impianti di risalita o lungo i sentieri innevati. Grande attenzione è riservata anche alla cucina internazionale con un pizzico di esotico: non per niente siamo a St. Moritz, capitale dell’hotellerie e della ristorazione d’alta quota. A Corviglia lo chef svizzero Reto Mathis dirige il ristorante gourmet Mathis Food Affairs; a Marguns il ristorante Stüvetta offre la più grande selezione di vini nelle Alpi; mentre in cima alCorvatsch, in una grotta a 3303 metri sul livello del mare, stagiona l’unico whisky Single Malt Orma “Corvatsch Editon”. All’anno si ricavano solo 288 bottiglie di questo squisito whisky svizzero, il cui processo di maturazione avviene ad un’altezza straordinaria. La prima botte è stata stappata appena in tempo per l’apertura della stagione e per degustarlo ci si può rivolgere al Panorama Restaurant, il ristorante a 3303 metri sulle cime del Corvatsch.

L’appetito viene in baita

ImageProxy (1)Chi ama la dolce atmosfera delle classiche baite di montagna può segnarsi questi indirizzi. L‘Ustaria Rabgiusa al Corvatsch, situata in una posizione idilliaca e ideale per gli amanti delle quiete, con grande terrazza al sole dove oziare e un menu con gustose specialità italiane: pizza, pasta e piadine. A Marguns, nel cuore del comprensorio di Corviglia, si trova la Glünetta, un rifugio tipicamente svizzero che serve rösti in diverse variazioni, raclette e fondue di formaggio. Per chi invece giunge dal Piz Nair o dalla Fuorcla Grischa, nell’accogliente baita Lej da la Pêsch, sul Corviglia, si servono piatti del giorno a prezzi modici: birre belga, caffè, tè, insalate, spaghetti, sostanziose specialità di montagna e invitanti dessert. Altre due incantevoli baite nel paesaggio superlativo del Corviglia sono ilChamanna con i piatti classici da rifugio e l’apprezzata raclette, e il Ristorante Trutz con vista sui laghi dell’Engadina: le specialità sono i tortellini, la polenta con gorgonzola e il Kaiserschmarrn.

Ristoranti gourmet
ImageProxy (2)In cima al Corvatsch a 3303 metri d’altitudine si trova il ristorante più in quota dell‘Engadina, il Panorama Restaurant, dove da quest’anno si può degustare l’esclusivo whisky  Single Malt Orma “Corvatsch Editon” che stagiona in vetta, oltre ai piatti della cucina locale con lo sguardo che spazia verso le nevi eterne e i laghi dell’Engadina. Mentre a Furtschellas il ristorante La Chüdera è una soffiata per gli amanti della pasta fresca fatta in casa. Sul versante opposto del Corviglia, invece, vale la pena fermarsi al ristorante sulla vetta del Piz Nair, alla baita El Paradiso e alla Alpina Hütte per l’ottima cucina, le grandi terrazze assolate e l‘ambiente sofisticato dove rilassarsi. Marguns (www.marguns.ch/it), raggiungibile in cabinovia da Celerina, è l’area del Corviglia dove si concentra un’ottima e varia offerta gastronomica: il ristorante self-service Marcho Allegra, la pizzeria Chadafö e il ristorante Stüvetta, ideale per pranzi gourmet accompagnati da vini scelti, da consumare in terrazza o nelle tranquille sale interne.

Tempo di aprè ski
L‘appuntamento per l’aperitivo su pista è al Quattro Bar del Corviglia, ancora in tuta e scarponi da sci. Fuori una costruzione di legno e pietra con vetrate luminose, dentro arredi progettati con uno stile elegante. Qui si servono gli sfiziosi antipasti dello chef Reto Mathis in un‘ambiente charmoso e mondano. A Marguns un altro hot spot “stellare” direttamente sulle piste è lo Sternbar con il bancone a forma di stella e il più grande assortimento di vini di tutte le stazioni sciistiche svizzere. I locali su piste sono carichi d’atmosfera ma chiudono alle cinque di pomeriggio: per proseguire la festa si può andare al Bar Finale a Celerina aperto fino alle 21. Al Corvatsch il ritrovo dell’aprè ski e di bollenti party è l’Hossa Bar con bar e grill dove si cucina american food (hamburger, chicken wings e hot dog). Aperto anche ogni venerdì notte durante la Snow Night.

Ristoranti alberghi di montagna
Il Romantik Hotel Muottas Muragl sorge a 2.456 metri sul livello del mare, in uno dei punti più panoramici di tutta l’Engadina con vista sui laghi e l’altopiano. Raggiungibile con la funicolare che parte da Punt Muragl, è un ottimo punto di partenza per escursioni in ciaspole e discese con lo slittino, ma soprattutto una meta per i gourmand. Il ristorante panoramico, fatto in legno di cirmolo e di noce, serve un mix di cucina regionale e mediterranea e menu senza glutine e lattosio. Al tramonto è la location perfetta per una cena a lume di candelao a base di fondue di formaggio. Dispone anche di 16 stanze da letto, tutte arredate in legno di cirmolo, da scegliere per soggiorni romantici e indimenticabili. www.muottasmuragl.ch/it. Ancora più in quota sorge a 3000 metri la Berghaus Diavolezza, l’albergo ristorante di montagna raggiungibile con la funivia del Diavolezza da Pontresina. È possibile scegliere se mangiare à la carte o al self service e pernottare nelle camere per gruppi o da 2 a 4 letti. www.diavolezza.ch/it

Offerta “Hotel + skipass”
Gli ospiti della regione Engadin St. Moritz che trascorrono più di una notte nei 100 hotel partner dell’iniziativa, ricevono lo skipass al prezzo di 35 CHF (ca 33 euro) per ogni giorno del loro soggiorno. L’offerta comprende inoltre l’utilizzo gratuito dei trasporti pubblici dell’Alta Engadina ed è valida per l’intera stagione invernale fino al 22 maggio 2016.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com