XXI Premio Excellent, BIT Award 2016: la Regina è Cortina‏

Cortina Marketing Se.Am. conquista la prima edizione del riconoscimento istituito nell’ambito della XXI edizione dello storico Premio Excellent per la propria capacità di innovazione e creatività sul mercato.

ImageProxy (1)Cortina d’Ampezzo, 15 febbraio 2016_Cortina Marketing Se.Am. si aggiudica la prima edizione del BIT Award, istituito da BIT, manifestazione internazionale del turismo leader in Italia, insieme a Communication Agency, nell’ambito della XXI edizione dello storico Premio Excellent, quest’anno dedicato alle eccellenze del turismo e dei beni culturali. A ritirarlo ieri sera, 12 febbraio, all’Hotel Principe di Savoia di Milano, Valerio Tabacchi, consigliere Se.Am. con delega al Turismo, che ha dichiarato: «In vista dei Mondiali 2021 Cortina si rinnova e innova. Dalle grandi opere alla promozione, Cortina Marketing Se.Am. comincia con il piede giusto la sua avventura. La consegna di questo premio prestigioso riconosce la qualità e l’importanza del lavoro fatto in questi primi mesi di intensa attività». Cortina Marketing Se.Am., ente di promozione turistica della località dolomitica, è stata premiata per la capacità di promuovere una destinazione facendola diventare un brand, puntando a una clientela multi target e alla destagionalizzazione del prodotto. Un altro importante riconoscimento, dopo l’ultimo ricevuto a Skipass Modena, che aveva proclamato Cortina località turistica di montagna più desiderata dagli italiani. Cristina Tasselli, direttore di BIT, ha commentato: «Il BIT Award nasce per premiare chi ha saputo valorizzare al meglio la propria offerta e in questo senso Cortina Marketing Se.Am. incarna appieno un esempio di innovazione e creatività sul mercato». Tre erano i candidati inclusi nella short list: oltre a Cortina Marketing Se.Am., il gruppo statunitense Starwood Hotels & Resorts e HomeAway, leader mondiale nel mercato online degli affitti di case vacanza.

Cortina d’Ampezzo – BIT 2016, quando il cibo è cultura e la cultura è “nutrimento”

Protagonisti dell’incontro di oggi pomeriggio in BIT, presso lo stand Cortina Marketing Se.Am., gli appuntamenti culturali dell’estate ampezzana, con il ricco programma di CortinaèCultura, e le grandi novità nell’ambito del food, legate alla nascita del brand Cortina, insieme al Gastronauta Davide Paolini.

ImageProxyCortina d’Ampezzo, 15 febbraio 2016_Oltre 15 manifestazioni e rassegne per circa 100 appuntamenti di attualità, letteratura, musica, cinema, tradizione, storia, e arte: è l’estate ampezzana di CortinaèCultura che animerà la località da maggio a settembre con un ricchissimo calendario, presentata oggi presso lo stand di Cortina Marketing Se.Am. alla BIT di Milano. Presenti alla conferenza Laura Castellano e Gabriele Principato, per raccontare le novità di Una montagna di Libri, una delle rassegne di punta di CortinaèCultura che quest’estate ha in programma oltre 40 eventi con la partecipazione di personaggi come Paolo Sorrentino, Emmanuler Carrère, Roberto Napoletano e Paolo Mieli. Cortina è Cultura racchiude sotto un unico calendario le manifestazioni più importanti della valle d’Ampezzo, con focus sulla letteratura, l’arte, l’attualità, la storia e la musica. Tre le realtà aderenti:Calici di Stelle in alta quota, Coro Cortina e Cortina inCanta, Corpo Musicale di Cortina d’Ampezzo e Festa delle Bande, Cortina inCroda, Cortinametraggio, Cortina Style-YouCortina, CortinaTerzoMillennio, Eventi ed esposizioni promosse dal Comune di Cortina d’Ampezzo, Festival e Accademia Dino Ciani, Ikonos Art Gallery, Musei della Grande Guerra,Musei delle Regole d’Ampezzo e Arte d’agosto, ULd’A (Unione Ladini d’Ampezzo), Taste In Cortina, Una Montagna di Libri. Dalla cultura al cibo il passaggio è breve, quando quest’ultimo è inteso come conoscenza e valorizzazione del territorio e incarnazione di determinati valori, come ha spiegato alla stampa “Il Gastronauta” Davide Paolini, giornalista e conduttore radiofonico, presentando la linea a marchio Cortina: «Un importante antropologo ha detto “buono da pensare, buono da mangiare”. E la nuova linea di prodotti food a marchio Cortina è sicuramente buona da pensare: rimanda alla montagna, all’aria sana che vi si respira, ed è costituita da prodotti che hanno nella territorialità il loro valore aggiunto».  La linea food a marchio Cortina comprende diversi alimenti come succhi di frutta, marmellate, tisane, grissini, birra e un vino rosè fruttato e floreale ottenuto da un vitigno autoctono, una varietà particolare che si stava estinguendo ed è stata “recuperata” negli ultimi anni. «La ricerca del territorio è l’elemento chiave di ogni prodotto,  come valore da riscoprire e da proteggere» ha dichiarato Gianantonio Tramet, di Tramite Srl, fornitore dei prodotti a marchio Cortina, brand nato da un progetto di Cortina Marketing Se.Am.

A Cortina d’Ampezzo un inverno “ad arte”

È iniziata con una mostra internazionale dedicata al mistero del Bambin Gesù delle Mani del Pinturicchio e continuerà fino a marzo tra  percorsi pittorici, fotografici e di interesse storico e ambientale.

ImageProxy (1)Cortina d’Ampezzo, 17  gennaio 2015_Non solo sci e après-ski. A Cortina è possibile vivere la propria vacanza lontani dalle piste, immersi nell’arte e nella cultura: basta entrare nel museo fiore all’occhiello della località, che ospita una delle più affascinanti – e ancora tutta da scoprire – collezioni d’arte del XX secolo d’Europa, annoverando dipinti di De Chirico, Picasso, Depero, De Pisis e molti altri. Si tratta del Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi, che in questa stagione invernale 2015-16 propone ai visitatori una ricca varietà di percorsi espositivi. A partire dalla mostra di Pinturicchio “Il Bambin Gesù delle Mani”, inaugurata a inizio dicembre con un grande successo di pubblico e aperta fino al 31 gennaio, per tutti coloro che vorranno ammirare un’opera che ha già stregato il pubblico dei più importanti musei del mondo come il Guggenheim di New York e il Musée Maillol di Parigi e scoprire il mistero che si cela nella sua genesi, legato al suo illustre committente, Papa Alessandro VI Borgia. Sempre fino a marzo 2016, il museo ospita un’altra mostra di interesse internazionale: Imago Aphroditae. La bellezza muliebre dal XV al XX secolo. Un percorso espositivo che si propone di riflettere sul tema dell’iconografia femminile, e in particolare sull’ideale di bellezza che ne contraddistingue i tratti, propri della storia dell’estetica occidentale, in un percorso che va dal Quattrocento al Novecento. L’esposizione offre al visitatore l’eccezionale possibilità di vedere riunita una serie di opere celeberrime, attinenti ai principali canoni della bellezza femminile. Sono dipinti provenienti da importanti collezioni italiane, pubbliche e private, oltre che opere della stessa collezione Rimoldi. Relazionandosi al lacerto raffigurante il Bambin Gesù delle Mani di Bernardino di Betto, detto il Pinturicchio, si offre uno sguardo ampio sulla rappresentazione della donna, dando una lettura caratterizzata dalla ricca varietà formale di oltre quaranta opere, capaci di affascinare e immergere lo spettatore in una realtà culturale di altissima qualità. E di bellezza si “parlerà” ancora, con l’attesa mostra fotografica L’emozione della vertigine. Capri-Cortina.L’Isola Azzurra e la Regina delle Dolomiti, due mondi così lontani eppure così vicini, saranno raccontati dalle immagini dell’artista Massimo Siragusa al primo piano del Museo Rimoldi, da febbraio a marzo 2016, dopo l’esposizione a Capri nell’estate scorsa. Il percorso, a cura di Denis Curti, presenta due località di prestigio con identità paesaggistiche evidenti. Ed è proprio la “vertigine”, fisica ed emotiva, il fil rouge del percorso espositivo che mette in mostra le similitudini e le caratteristiche intrinseche di due località riconosciute come ambasciatrici dell’eccellenza italiana per ospitalità, bellezza e cultura.

Coppa del mondo di sci: la competizione tutta al femminile di Cortina D’Ampezzo

Tra le grandi protagoniste di questa edizione, in programma il 23 e 24 gennaio, l’attesissima campionessa statunitense Lindsey Vonn.

CoppadelMondoSciAlpinoCortina_Discesa_PhotoIvanCarabini_(16 01 2015)

foto di Ivan Carabini

Cortina d’Ampezzo, 13 gennaio 2016_Cortina si tinge di rosa, il 23 e 24 gennaio, con le gare di Coppa del Mondo di sci, che vedranno grandi campionesse dello sci alpino sfidarsi lungo la spettacolare e storica pista Olympia delle TofaneUn’edizione, la 24esima, che si rinnova affidandosi alla creatività Made in Cortina: nuovo sito web, nuova veste grafica e nuovo logo a cura dell’agenzia di Cortina Krealab e l’inno Ice, Steel and Heart, ghiaccio, acciaio e cuore – colonna sonora del countdown – opera del musicista Simone Nucciotti, maestro del Corpo Musicale di Cortina, laureato in composizione e direzione al conservatorio di Trieste. Grande l’attesa per una competizione che si preannuncia ricca di adrenalina e spettacolarità, grazie alla partecipazione di grandi campionesse da tutto il mondo, come la statunitense Lindsey Vonn, in arrivo a Cortina nei prossimi giorni per allenarsi in zona, come diverse squadre partecipanti. Ad attenderle in gara una pista perfettamente innevata: dai 2.320 metri della partenza originale ai 1.545 metri dell’arrivo sotto il Rumerlo, per un totale di 2.539 metri.  Venerdì 22 gennaio alle 18.15 l’estrazione dei pettorali per la discesa libera in Piazza Angelo Dibona, in programma sabato 23 alle ore 10.15. Sabato alle 18.15, sempre nella piazza di Cortina, l’estrazione dei pettorali per il superG, in programma domenica 24 alle 11.30, cui seguirà la cerimonia di premiazione. Le gare saranno trasmesse in diretta da Rai Sport 1 ed Eurosport, ma da quest’anno si potrà seguire live anche il “fuori gara” grazie a Periscope, per vivere da vicino le emozioni e i retroscena di una competizione imperdibile, e tutta al femminile.

Apertura impianti a Cortina: al via la stagione invernale della Regina delle Dolomiti

L’inverno 2015-16 di Cortina parte ufficialmente sabato 28 novembre, con l’apertura di alcuni degli impianti di risalita in Faloria e 5 Torri. Prevista per il ponte dell’Immacolata l’apertura di gran parte delle altre piste.

Seggiovia5Torri-cabinata-coperta_www.bandion.itCortina d’Ampezzo, 26 novembre 2015_Cielo azzurro, piste innevate: così si preannuncia il primo weekend sulla neve a Cortina d’Ampezzo, che inaugurerà la stagione bianca sabato 28 novembre con l’apertura dei primi impianti in Faloria e 5 Torri. In Faloria il 28 novembre saranno aperti gli impianti della parte alta e, questo fine settimana, anche la Baby Guargnè, per il divertimento dei più piccoli. “Operativo” anche il Rifugio Faloria, dove sarà possibile fare una sosta rigenerante nell’ampia terrazza solarium con splendida vista panoramica. Prime discese in pista anche in 5 Torri, accessibile sempre dal 28 novembre con l’apertura della seggiovia quadriposto cabinata e la pista delle 5 Torri, del bar di Baita Bai de Dones e Rifugio Scoiattoli, a pochi passi dalle trincee della Grande Guerra, visitabili anche in inverno. Basterà aspettare solo una settimana per l’avvio di quasi tutti gli altri impianti: il ponte dell’Immacolata sarà un weekend ricco di eventi da passare sia sulle piste che nel cuore della località, con il ricchissimo calendario di eventi del Cortina Fashion WeekEnd. Nella ski area delle Tofane apriranno gli impianti ISTA e, sabato 5 dicembre, anche gli impianti Tofana-Freccia nel Cielo, cosìgli sciatori potranno avventurarsi su tracciati suggestivi e lungo la storica pista Olympia che da oltre 2 decenni ospita la Coppa del Mondo di Sci alpino femminile: l’edizione 2016 si terrà il 23 e 24 gennaio. Sempre il 5 dicembre aprirà il Rifugio Averau e il 19 dicembre la funivia Lagazuoi e la seggiovia Giau Fedare.

Skipass Panorama Turismo: è Cortina d’Ampezzo la meta più ambita dagli italiani

Accoglienza, piste e servizi al top. Questi i motivi che fanno di Cortina d’Ampezzo la località del turismo montano in cima alla lista dei desideri degli italiani per la stagione invernale 2015/2016.

ImageProxy (1)Cortina d’Ampezzo, 2 novembre 2015_La Regina delle Dolomiti riconquista lo scettro di “Regina delle nevi” e sale in vetta alla classifica delle località turistiche di montagna in Italia appena pubblicata da Skipass Panorama Turismo, l’Osservatorio Italiano del Turismo Montano, promosso da ModenaFiere e realizzato da Jfc. A farne la località di riferimento in Italia, accoglienza, piste e servizi al top. Non solo: Cortina d’Ampezzo, già unica destinazione italiana parte del Best of the Alps, si conferma anche come la località più famosa, quindi riconosciuta e riconoscibile,e la più trendy. «Essere famosi è una cosa, ma l’essere “trendy” è tutt’altro – spiegano da Skipass Panorama Turismo –. In questa classifica è stata presa in considerazione la capacità delle destinazioni di essere “alla moda”, quindi considerate luogo desiderato perché lì, in quella destinazione, il valore è legato all’essere presenti, in una sorta di rito comune. Per questo Cortina, in quanto a immagine, può considerarsi leader in Italia».Un risultato che conferma la capacità della valle ampezzana di distinguersi per la sua offerta a 360 gradi: vero e proprio Mountain Resort, destinazione multiskin, dove la vacanza non si vive solo in pista tra le numerosissime discipline sportive praticabili, ma anche tra le strade del centro scintillanti di boutique, nei musei e nelle gallerie d’arte che custodiscono collezioni di valore internazionale, nelle Spa pluripremiate, come a tavola, nei rinomati ristoranti e nei rifugi gourmet.

Simposio di artisti del legno 2015

Tema centrale di questo Simposio: “Dolomiti: Terra dei Giauli”, creature sorte dalla fantasia del curatore della rassegna Mauro Olivotto “Lampo”

arianna-gasperina-finitura_www mora-foto itCortina d’Ampezzo, 3 settembre 2015_Da martedì 8 a venerdì 11 settembre, il tradizionale appuntamento con il Simposio di artisti del Legno a Cortina d’Ampezzo trasformerà Piazza Angelo Dibona in un particolare laboratorio artistico: un’unica, grande bottega d’arte a cielo aperto, che permetterà a chi passeggia lungo Corso Italia di lasciarsi catturare dal lavoro degli artisti, all’opera sotto i loro occhi. Mauro Olivotto “Lampo”, da alcuni anni curatore della rassegna e “padre” dei Giauli, creature di fantasia protagoniste dell’edizione 2015 dal titolo Dolomiti: Terra dei Giauli, ha spiegato come la formula del Simposio risulti quest’anno rinnovata rispetto alle precedenti «dando spazio ad artisti che si esprimono attraverso il legno con modalità diverse dalla scultura tradizionale, come la lavorazione a pannello e la pittura su legno». Mauro Olivotto ha inoltre aggiunto che «il gruppo di artisti è di altissimo livello e molto affiatato: facile aspettarsi un caloroso coinvolgimento da parte degli ospiti di Cortina che ci onoreranno della loro presenza».Si tratterà dunque di una vera e propria live performance a suon di scalpello e pennelli, che metterà alla prova la capacità inventiva e l’abilità tecnica degli 8 artisti coinvolti: nell’ambito della scultura su tronco, Avio de Lorenzo, Arianna Gasperina, Roberto Merotto e Roberto Nones; nella lavorazione a pannello, Gianluigi Zeni e Silvano Ferretti; per la pittura su legno, Franco Anselmi e Roberto Bianchi.

Spreco zero: a Cortina, proposte per una cucina sostenibile

L’Associazione Italiana Food Blogger lunedì ha fatto “tornare sui banchi di scuola” tutti i presenti all’evento per dimostrare che anche materie povere e semplici possono trasformarsi in un menù a 5 stelle.

sprecoCortina d’Ampezzo, 30 agosto 2015_ La buona, “vecchia” polenta, le patate della sera prima, il pane ormai non più morbido: cibo da buttare? Tutt’altro: un’occasione preziosa per fare un menù creativo e gustoso, nel rispetto dell’ambiente e, perché no, anche delle nostre tasche. Una necessità reale, concreta e attualissima, considerato che «nel bidone della spazzatura domestico gettiamo ogni anno 8,1 miliardi di euro all’anno, ovvero 6,5 euro settimanali a famiglia per 630 grammi circa di cibo sprecato. E questo spreco “costa” come mezzo punto di PIL». Lo ha affermato il professor Andrea Segré – fondatore di Last Minute Market, promotore dal 2010 della campagna europea “Un anno contro lo spreco” e ideatore della rete SprecoZero – protagonista del Talk di lunedì 24 agosto a Cortina d’Ampezzo assieme al Sottosegretario Barbara Degani e al Sindaco Andrea Franceschi. Il dibattito ha visto intervenire anche Anna Maria Pellegrino, presidente dell’Associazione Italiana Food Blogger, che ha sottolineato l’importanza di riabbracciare abitudini virtuose in cucina, diffusissime in un tempo di ristrettezze non così lontano, ma quasi dimenticato per il mutare delle abitudini e la trasformazione dell’alimento in un prodotto di consumo. Le sue parole hanno introdotto la seconda parte dell’appuntamento, ovvero la dimostrazione pratica, ciotole e mestoli “alla mano”, di come si possa ridare nuova e gustosa vita ai cibi di avanzo, “buoni” da molti punti di vista. Un vero e proprio cooking show che ha visto avvicendarsi ben tre food blogger, nel cuore degli spazi del Cristallo Hotel SPA & Golf, per dare vita a un menù completo e appetitoso, utilizzando prodotti locali e di recupero dalla Cena di Note tenutasi il 23 agosto nel 5 stelle lusso di Cortina. Ad accendere i fornelli, Greta De Meo che – dal Lazio con amore – ha presentato la ricetta de I Caniscioni di Gaeta incontrano le Dolomiti: un connubio ricco dei sapori della cucina nazionale tra Nord e Centro Italia. Giulia Robert dal Piemonte ha reinterpretato un piatto tipico come i Casunziei, trasformando un cibo semplice ed economico come le patate in uno squisito e irresistibile ripieno, tutto da spizzicare durante la fase di impasto. Dulcis in fundo, la veneta Cinzia Martellini Cortella  ha preparato un French Mais con Chantilly di ricotta e frutti di bosco, trasfigurando alcune fette di polenta avanzata nella base perfetta per una composizione delicata ed equilibrata di sapori montani. A seguire la degustazione a impatto zero, che ha entusiasmato i presenti con l’assaggio sia di prodotti locali sia della Panada, preparata da Anna Maria Pellegrino ricorrendo al pane in eccedenza proprio della Cena di Note del 23 agosto. Un momento reso ancor più conviviale dal brindisi offerto daBisol in collaborazione con il Cortina Wine Club.

 

Il Dolomiti Supersummer allarga i confini delle Dolomiti

Il Dolomiti Supersummer partecipa all’inaugurazione il 28 agosto con una missione: raccontare tutta la bellezza racchiusa nelle Dolomiti Patrimonio UNESCOdolomitisupersummer_737x_itCortina d’Ampezzo, 20 agosto- Dal 28 al 30 agosto 2015 ad Auronzo la Fondazione Dolomiti UNESCO organizza il Dolomiti LabFest #Sconfini. Un momento di incontro dedicato al luogo per antonomasia dello scontro: il confine. Le Dolomiti sono il confine per eccellenza: confine tra imperi e regni, confine tra valli, lingue e usanze, confine e forziere di tradizioni che si conservano, si scontrano e si fecondano a vicenda. Da questo coacervo di storia, cultura e umanità nasce uno dei territori più vari e sfaccettati della terra: guerra, sport, cultura, geologia, leggende, scalate pionieristiche, esperienza secolare nella cura del corpo, enogastronomia e natura: tutto ciò non solo è racchiuso nella memoria e nel presente delle Dolomiti patrimonio dell’UNESCO, ma continua a crescere e cambiare, facendo delle Dolomiti una delle realtà più innovative e dinamiche nel panorama turistico mondiale. Il Dolomiti Supersummer- la proposta estiva del Dolomiti Superski ovvero il carosello sciistico più vasto al mondo – è la realtà che riunisce tutte le esperienze offerte dalle Dolomiti. Lo fa idealmente e fisicamente, in un abbraccio che racchiude 12 valli e oltre 100 impianti di risalita accessibili con un’unica, pratica Card valida per ognuno. Questi impianti sono la chiave di accesso alla ricchezza delle Dolomiti. Per questo il Dolomiti Supersummer parteciperà da protagonista all’inaugurazione del Dolomiti LabFest venerdì 28 agosto alle 18:00 presso il cinema Kursaal. Lo farà portando l’esempio del suo proprio confine: quello del racconto.

“Sogno di una notte di mezza estate”: Ferragosto (e non solo) a Cortina d’Ampezzo

Tante le novità e gli appuntamenti tradizionali che animano tutto il mese di agosto e Ferragosto in particolare.

Veduta-da-Cristallo-Hotel-Spa-GolfCortina d’Ampezzo, 31 luglio 2015_Agosto da vivere in alta quota, all’ombra e al fresco delle Dolomiti, quando natura e divertimento, tradizione e buona tavola si incontrano. Il momento clou arriva naturalmente a Ferragosto: le proposte di Cortina si moltiplicano, per una due giorni ricchissima di eventi. Intensa la giornata di venerdì 14 agosto, che propone momenti culturali da abbinare al divertimento serale. La musica è protagonista del doppio appuntamento con il Festival e Accademia Dino Ciani: alle ore 12.00 il concerto del Quartetto Noûs nella suggestiva Chiesa di San Nicolò a Ospitale (ingresso a offerta libera) e alle ore 21.00 il Concerto americano all’Alexander Girardi Hall con l’Orchestra Filarmonia Veneta, Jeffrey Swann al pianoforte, il soprano Madelyn Renée e il baritono Stephonne Smith . Spettacolo garantito. Il Grand Hotel Savoia propone un Aperitivo con l’autore, alle ore 11.00, per la rassegna curata da Luciano Lucarini. E alle ore 17.30 la presentazione dei racconti di Mauro Covacich La sposa(Bompiani), presentato da Dacia Maraini e Sandro Veronesi al Premio Strega . Ancora libri, cultura e attualità con la nota rassegna Una Montagna di Libri: Vittorio Feltri incontra Alessandro Russello, direttore del Corrriere del Veneto, per parlare del libro Non abbiamo abbastanza paura. Noi e l’Islam (Mondadori). Alle ore 18.00 al Miramonti Majestic Grand Hotel, l’editorialista de Il Giornale e fondatore del quotidiano Libero parla di paura e coraggio nell’affrontare quella parte del mondo musulmano che, con nomi diversi (al-Qaeda, Isis, Stato islamico, Califfato), si è organizzata militarmente per attaccare l’Occidente e che, con l’attentato terroristico alla sede di “Charlie Hebdo”, ha colpito la democrazia occidentale in uno dei suoi princìpi cardine: la libertà di espressione . Una volta chiusi i libri, ci si può divertire in alta montagna. Appuntamento al Rifugio Faloria, a 2.123 metri, con la Notte dei fuochi: una cena all’insegna dei sapori tipici coronata dallo spettacolo dei fuochi d’artificio. Una posizione privilegiata per ammirare i caratteristici Fuochi della Madonna: i tradizionali falò che, di generazione in generazione, le famiglie di Cortina accendono verso mezzanotte, illuminando l’intera vallata. Si sale in funivia dalle 19.30 alle 20.30, si scende a partire dalle 23.30 . Festeggiamenti all’insegna della tradizione anche al Trampolino olimpico, con la festa campestre di Zuel tra specialità gastronomiche e tanta musica. Il 15 agosto la giornata inizia con il Gran Galà dei giovani pianisti dell’Accademia Dino Ciani, in concerto alle ore 11.00 presso l’Alexander Girardi Hall, a ingresso libero, mentre alla stessa ora torna al Grand Hotel Savoia l’aperitivo con l’autore. Non mancheranno, come da tradizione, gli appuntamenti gourmand: in riva al Lago Federa,dalle 10.00 alle 16.00, al rifugio Croda Da Lago Il gelato come una volta, preparato artigianalmente e servito su un carrettino originale dell’Ottocento. Torna l’imperdibile appuntamento di mezza estate Ferragustando al Cristallo Hotel Spa & Golf: alle 12.00 un elegante barbecue in stile “country-chic” con vista mozzafiato sulle Dolomiti, musica dal vivo e la cucina dello chef Stefano Tabacchi. Aperto ad ospiti dell’albergo e non. Si continua a festeggiare la sera, a quota 1.778 metri, al Rifugio Col Drusciè con la Grigliatona di Ferragostoe, a seguire, lo spettacolo dei Fuochi della Madonna, direttamente dalla terrazza sulle pendici della Tofana. Non solo Ferragosto: per tutto il mese un ricco calendario di eventi che vanno dall’enogastronomia (con due grandi novità: la Cena di Note al Cristallo Hotel Spa & Golf e la Degustazione a Spreco Zero a due passi dal cielo), alla cultura (con le rassegne culturali di CortinaèCultura), alle mostre (quest’anno focus sulla Grande Guerra, nell’anno del centenario), allo sport (torna per il secondo anno consecutivo il tennis internazionale con l’ATP Challenger al Tennis Country Club).

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com