Ciclismo, sport acquatici, corsa, arrampicata, escursionismo e golf: nella regione di Villach la vacanza è attiva al 100%

Stare all’aria aperta, vivere la natura, ritrovare se stessi e cercare di superare i propri limiti praticando la propria attività sportiva preferita. Per tutti gli amanti delle vacanze attive, la regione carinziana Villach – Lago di Faak – Lago di Ossiach  offre davvero una grande varietà di possibilità. Ciclismo, canoa, corsa e nordic walking, arrampicata, golf e tanto altro per passare giorni indimenticabili tra sport e relax.

Copyright-Karnten-Werbung_Arnold-Poeschl_Faaker-See_Kanu23 Aprile – Un ruscello come efficace workout, un prato nella radura di un bosco come tappeto per esercizio a corpo libero, una parete di roccia come fitness center per il potenziamento muscolare. La zona turistica di Villach, a pochi chilometri dal confine italiano di Tarvisio, offre davvero infiniti spunti per chi cerca una vacanza attiva e a contatto con la natura. Le sue montagne meravigliose e le acque luccicanti dei suoi laghi saranno vere e proprie palestre a cielo aperto per il benessere di corpo e dello spirito.

Copyright-Region-Villach-Tourismus-GmbH_Adrian-Hippr_Wasserpass-am-Ossiacher-See-1Attività a filo d’acqua – Nella zona turistica di Villach ci sono nove laghi balneabili, dalle acque pulite e calde. Il Lago di Ossiach e il Lago di Faak, con le sue acque dal color turchese, sono i principali bacini della regione, apprezzati per le loro spiagge attrezzate e per le infinite attività sportive che qui si possono praticare. Perfetti per tutti gli appassionati di nuoto, sono anche meta per chi ama sport come la subacquea, lo sci nautico (solo Lago di Ossiach) e il windsurf, o attività sempre più in voga e di tendenza come il wakeboarding e il parasailing (entrambi solo Lago di Ossiach) e lo stand-up-paddling. Non mancano attività rilassanti come la canoa e il kayak, praticabili anche sui fiumi come il Gail e la Drava.

Il piacere di pedalare in mezzo alla natura – Attorno ai laghi, lungo i fiumi o sui pendii delle sue splendide montagne, tanti sono i percorsi dove gli appassionati di ciclismo e mountain bike potranno pedalare in piena libertà e massimo divertimento. Previsti tracciati adatti anche alle famiglie con bambini al seguito, per un turismo assolutamente rilassante e ecosostenibile alla scoperta della zona più meridionale della Carinzia. La rete stradale perfetta incentiva ogni anno l’arrivo di migliaia di appassionati delle due ruote, offrendo soluzioni anche per chi preferisce l’aiuto di una bicicletta elettrica a pedalata assistita. Sicuramente emozionanti e ideali per chi cerca una vacanza attiva alla scoperta del territorio sono le ciclabili della Drava, quella Carnica lungo il fiume Gail, la “Ciclovia Alpe-Adria-Radweg” con partenza da Salisburgo fino a Grado passando per Villach, e il giro dei tre Paesi “Dreiländereck”. A disposizione dei cicloturisti il “Radbus” che, oltre al servizio ferroviario, permette di ritornare al punto di partenza comodamente seduti su autobus dedicati. Disponibili diversi punti di noleggio di biciclette e e-bike, oltre che strutture alberghiere con servizi di deposito.

Copyright-Karnten-Werbung_Franz-Gerdl_Gerlitzen-Alpe-2Voglia di correre – Dai sentieri in collina, ai percorsi lungo i pendii delle montagne; dalle strade asfaltate, a tranquilli percorsi lungo le rive del lago, nella zona turistica di Villach gli appassionati di running troveranno spazio dove praticare il loro sport preferito, per allenarsi o più semplicemente per correre nella cornice di questi meravigliosi scenari. Tanti percorsi meravigliosi di diverse lunghezze e livelli di difficoltà, dal più facile al più impegnativo. Per i più allenati da non perdere il favoloso tracciato da maratona che si snoda da Weissenstein a Wernberg per 42,195 chilometri.

La leggerezza dell’arrivare in vetta – La zona turistica di Villach è circondata da montagne magiche dove tutti gli appassionati di escursionismo e trekking troveranno magnifici itinerari, sempre ben segnalati, che si aprono sugli incantevoli panorami della regione carinziana. I monti Dobratsch, Dreiländereck, Verditz, Mittagskogel l’Alpe Gerlitzen offrono percorsi di diversa difficoltà, praticabili anche da famiglie e bambini. Per i più preparati ideale il leggendario sentiero Alpe-Adria-Trail che si snoda per 750 chilometri dai monti carinziani fino al mare Adriatico, attraversando il “giardino dell’Eden”. Alcune delle tappe più belle del percorso attraversano la magnifica zona turistica di Villach, offrendo la possibilità di scoprirne le più segrete bellezze. Spazio anche al nordic walking lungo il percorso fitness di Villach-Warmbad, costeggiando il maestoso corso della Drava o uno dei nove scintillanti laghi della zona.

La forza della roccia – Un cuore d’alpinista batte nel vostro petto? Irrinunciabile sarà dunque una sosta alle palestre naturali di roccia più amate della Carinzia: il monte Kanzianiberg, presso Finkenstein sul Lago di Faak, e la nuova palestra di roccia Peterlewand a Bodensdorf con splendida vista sul Lago di Ossiach. Da non dimenticare inoltre il parco avventura e il nuovissimo Natur-Aktiv-Park, sempre sul Lago di Faak.

Copyright-Region-Villach-Tourismus-GmbH_LIK-Fotoakademie_Golf-Finkenstein-3Giocare con stile – Il magnifico campo da golf Schloss Finkenstein sul lago di Faak porta un po’ di swing nelle vostre vacanze in Carinzia. Nelle immediate vicinanze di Villach c’è un eccellente campo a 18 buche per principianti e campioni, con una vista mozzafiato sulle montagne: le Caravanche, il Mittagskogel e il Dobratsch. Qui la stagione dura fino a novembre inoltrato!

Courmayeur capitale della corsa in montagna

Courmayeur è meta eccezionale per chi ama lo sport in montagna. Tappa del Tour du Mont Blanc, la località in estate è un paradiso sospeso tra rocce e cielo

Di Ram

Courmayeur

Courmayeur, 12 febbraio – “Crescere a Courmayeur mi ha resa ciò che sono: è qualcosa che va oltre le implicazioni che può avere sul trail running o sulla corsa in generale”. Francesca Canepa porta il nome di Courmayeur ovunque nel mondo: vice campionessa del mondo 2013 dell’Ultra Trail, Top five nel ranking mondiale professionistico UTWT e ISF 2014 e due volte vincitrice del Tor des Géants. “Trovarti ogni giorno ai piedi della catena del Monte Bianco rende normale accettare il concetto che ci siano delle salite, che ci sia sempre qualcosa di più alto, che ci sia sempre qualcosa di più forte. Credo che chi è in grado di cogliere questo insegnamento possa affrontare ogni cosa con lo spirito giusto”. Il Monte Bianco è una grande fonte di ispirazione: per Francesca Canepa, una delle trailer più forti del mondo, nata e cresciuta a Courmayeur, per le migliaia di runner che qui vengono ad allenarsi e a gareggiare, e anche per i tantissimi escursionisti  – 40mila – che ogni anno percorrono i sentieri del Tour du Mont Blanc, tra Italia, Francia e Svizzera. Ci sono molti modi di vivere la montagna e Courmayeur, sul versante italiano del Monte Bianco, è il luogo ideale per scoprirli. Capitale del trail – qui si svolgono competizioni di rinomanza mondiale, come l’Ultra-Trail du Mont-Blanc® e il Tor des Géants® – Courmayeur non è un luogo adatto solamente a runner allenati e capaci di grandi imprese: tutti possono vivere l’emozione di un’escursione in questi paesaggi. La corsa in montagna, sport in piena espansione, trova una ragione d’essere in un luogo magico dove si possono percorrere i sentieri sulle orme dei giganti mondiali di trail running, condividendo un’esperienza di libertà e di fusione con la natura. Courmayeur si trova sul percorso del Tour du Mont Blanc, il giro del Monte Bianco, il secondo trekking più famoso del mondo, che unisce Italia, Francia e Svizzera. Il sito montourdumontblanc.com permette di selezionare, all’interno di questo percorso, un itinerario adatto alle proprie esigenze, controllare la disponibilità dei rifugi, prenotare e informarsi sulle condizioni meteo e dei sentieri. È un esempio perfetto di come, a Courmayeur, sia possibile organizzare delle vacanze tailor-made, ovvero cucite su misura. Gli escursionisti possono scegliere se percorrere una o più tappe, approfittando per fare una sosta gourmet a Courmayeur, oppure una passeggiata per le vie del centro alla scoperta del fascino unico e delle tante anime della località. Tra i percorsi più panoramici, e adatti anche ai meno esperti, la “balconata sul Monte Bianco”, un sentiero a mezza costa, in Val Ferret, tra il rifugio Bertone e il rifugio Bonatti, che offre una vista spettacolare sul grande ghiacciaio della Brenva e sulle vette che hanno fatto la storia dell’alpinismo, come il Dente del Gigante, le Grandes Jorasses, il Mont Dolent. Oltre a una varietà eccezionale di paesaggi, specialmente nelle due valli laterali, la selvaggia Val Veny e la verde Val Ferret, il versante italiano del Monte Bianco offre la possibilità di assaporare un’accoglienza speciale. Lo stile italiano si riflette nell’attenzione per i dettagli, nell’ospitalità e nella cucina: la qualità dei rifugi e dei ristoranti gourmet in quota è uno dei principali punti di forza dell’offerta turistica.

A Courmayeur si può vivere un’esperienza di viaggio completa, immergersi in una cultura, scoprire un territorio e i suoi abitanti, vivere l’emozione di sentirsi a casa propria e al contempo essere in un luogo unico al mondo.

Reggio Calabria, la ‘Happy Run’ di Giusy Versace: disabili ed appassionati corrono insieme

giusy versaceVenerdì 20 settembre seconda edizione della ‘corsa della felicità’ organizzata dall’associazione Disabili No Limits Onlus’ fondata dall’atleta paralimpica


Roma, 13 settembre  – Venerdì 20 settembre il lungomare Falcomatà di Reggio Calabria sarà palcoscenico della Happy Run, la corsa della felicità ideata e promossa da Giusy Versace e dalla sua associazione ‘Disabili No Limits Onlus’, giunta quest’anno alla seconda edizione ufficiale e terzo anno di vita dopo l’edizione di lancio del 2011.
Una grande festa dello sport e della solidarietà che vedrà correre e camminare assieme bambini, famiglie, appassionati e persone disabili lungo un tracciato di 3,5 km che partirà da Piazza Indipendenza, percorrerà tutto il lungomare Falcomatà fino alla stazione Centrale, per poi tornare indietro. Il percorso, diverso e leggermente più corto rispetto allo scorso anno, ricalca quello della prima edizione. Il ritrovo dei partecipanti è previsto per le ore 20.00, mentre la partenza è fissata alle ore 21.00. Al termine della corsa un ricco ristoro verrà offerto dagli sponsor a tutti i partecipanti.
Ad allietare la serata ci sarà il duo comico Giacomo Battaglia e Gigi Miseferi e la Band Larga che intratterrà il pubblico a ritmo di swing.  Continue Reading

Giusy Versace settima sui 200 metri ai Campionati del Mondo di Lione

news_25344_imageL’atleta ha ritrovato forma e concentrazione e dopo la pausa estiva correrà al meeting di Bruxelles

Roma, 27 luglio – Riscatto morale per Giusy Versace che questa mattina ha corso la finale dei 200 metri (cat.T43 e T44) dei Campionati del Mondo di Lione in 30”57, giungendo settima.
A differenza della prova negativa nelle qualificazioni dei 100 metri di mercoledì scorso, quest’oggi la Versace ha saputo trovare la giusta concentrazione e, malgrado la prima corsia e il forte vento che le soffiava in faccia sul rettilineo (-1.6), dopo un discreto avvio dai blocchi è riuscita a spingere bene in curva e poi distendersi e recuperare posizioni e metri sul finale. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com