Berta celebra la corporazione degli Acquavitieri Italiani

L’evento si è tenuto lo scorso 27 Maggio nella sede dell’azienda a Casalotto di Mombaruzzo

Senza-titolo-5

Roma, 30 Maggio – È un evento che celebra le radici e la storia di un prodotto italiano per eccellenza, la grappa, ma è anche un momento che rende omaggio a uomini e donne che rappresentano nel mondo il meglio del nostro Paese. Si tratta dell’annuale appuntamento dedicato alla Corporazione degli Acquavitieri Italiani organizzato da Distillerie Berta e tenutosi lo scorso 27 maggio nella sede dell’azienda a Casalotto di Mombaruzzo, in provincia di Asti. Durante la cerimonia di venerdì scorso, denominata Capitolo Solenne, la Corporazione ha assegnato l’investitura a nuovi Cavalieri e Dame d’Onore della Confraternita, premiando così coloro che hanno saputo distinguersi nel loro ambito professionale e chiedendo al contempo un impegno nel promuovere la conoscenza del nobile mestiere della distillazione. A ricevere questo prestigioso riconoscimento sono stati quest’anno: Pietro Lacàita; Davide Paganini; Camilla Nata; Enrico Valobra; Luigi Chiamenti; Carlo Pizzigoni; Daniele Adani; Pietro Supparo; Pinuccia Boatti; Alessandro Campi; Francesco Calvi Parisetti; Domenico Rossi; Michele Boccardi; Carlo Romano; Vitaliano Maccario; Roberto Capelli; Luciano Uras; Mario Caruso; Dario Stefàno; Federico Cavozza; Antonella Dragotto. L’investitura è avvenuta in un’atmosfera suggestiva, capace di rievocare la storia secolare di questo distillato, alla presenza di rappresentanti dell’imprenditoria italiana, della moda, del giornalismo e dell’arte. La Corporazione degli Acquavitieri Italiani è nata nel 2004 dall’idea di sette soci fondatori, tra cui Gianfranco Berta. Essa si ispira alle confraternite che nel XVII secolo raccoglievano i distillatori con l’intento di preservare l’arte della grappa e i suoi segreti. Tra le Dame e i Cavalieri si contano numerosi volti noti della televisione, dell’informazione e dello sport come Marisa Laurito, Luciana Littizzetto, Stefano Masciarelli, i giornalisti Sergio Rizzo e Gianantonio Stella, gli ex-calciatori Roberto Bettega e Antonio Comi. Partita da una serie di incontri conviviali tra amici che condividevano l’amore per la grappa, la Corporazione è divenuta il portabandiera di una importante eredità ma anche un’associazione con un ruolo sociale e culturale, capace di dare vita a occasioni di dibattito e confronto su tematiche che spaziano dall’economia all’attualità.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com