Onu, sotto accusa il regime in Corea del Nord

corea_del_nord_kim-300x225Un rapporto stilato dal Consiglio per i diritti umani dell’Onu inchioda il governo di Pyongyang alle sue responsabilità nell’attuazione di un sistematico genocidio per azzerare gli oppositori politici

Roma, 18 febbraio –  Ci è voluto un anno di lavoro della Commissione d’inchiesta Onu sulla Corea del Nord,  per stilare le 400 pagine del rapporto che inchioda Pyongyang alle sue responsabilità nell’attuazione di un sistematico genocidio per azzerare gli oppositori politici. Le testimonianze raccolte dai funzionari Onu, cui è stato negato l’ingresso in Corea del Nord, non lasciano dubbi sulle violente atrocità messe in essere in questo paese per tacitare il dissenso. Torture, riduzione in schiavitù, violenze a sfondo sessuale: sono alcune delle pratiche utilizzate contro persone accusate e imprigionate per crimini di vario tipo e per motivi politici. Tra le testimonianze citate nel rapporto, molte raccontano di fatti molto crudi e di torture subite anche soltanto per aver guardato una soap opera straniera. Il documento sarà reso pubblico il prossimo marzo. Per tutta risposta Pyongyang fa sapere che il rapporto è basato su “informazioni false fornite da forze ostili” al regime “sostenute da Stati Uniti, Europa e Giappone”.

 

 

 

 

Corea del Nord, il governo riaccende il reattore nucleare di Yongbyon

North+Korea+Nuclear+R-320x234Immagini satellitari svelano la fuoriscita di un denso fumo bianco dalle ciminiere del colosso nucleare. Pyongyang disattende ogni accordo sul disarmo.

Roma, 13 settembre – L’agenzia AsiaNews ha reso noto che il governo di Pyongyang, ha riacceso il reattore nucleare. Sembra però che per la fabbricazione di armi nucleari a Yongbyon dovranno passare almeno altri sei mesi, come riferisce il ricercatore presso l’Istituto coreano per la Riunificazione nazionale Choi Jin Wook al Daily Nk. Già lo scorso aprile Pyongyang aveva reso pubblica la volontà di riaccendere il reattore, con capacità di 5 megawatt, che nel 2007 era stato bloccato nell’ambito degli accordi raggiunti dai Colloqui a sei sul disarmo nucleare. Dal dicembre del 2008 Pyongyang ha abbandonato il tavolo – che comprende le due Coree, Usa, Cina, Russia e Giappone – e ha iniziato una politica aggressiva soprattutto nei confronti di Seoul. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com