Il 75% delle romane e il 72% delle Milanesi disponibili a sperimentare una relazione con un partner con 20 anni di più

Le ventenni preferiscono l’uomo maturo: stile di vita più sicuro, cene e weekend pagati, così secondo il portale Aristofonte.com l’uomo maturo seduce sempre di più
Quanto-incide-la-differenza-di-età-in-una-coppiaRoma, 14 gennaio – Le coppie in cui l’uomo è molto più grande rispetto alla donna stanno aumentando in maniera considerevole. È come se in fondo alle donne, soprattutto di oggi, non piaccia l’emancipazione femminile cui si sono battute negli anni Sessanta e che invece vedano di buon occhio i regali, le cene pagate e tutte le galanterie che di certo un uomo molto maturo riesce a dare rispetto al giovanotto appena uscito dall’università. Le ventenni di oggi hanno capito di dover dividere il costo della cena con il giovane fidanzatino e, soprattutto in tempo di crisi, hanno capito che forse è più semplice, in fondo, che la cena te la paghi il quarantenne maturo. A metterlo in evidenza è il portale Aristofonte.com (www.aristofonte.com), il primo sito web italiano dedicato alle donne giovanissime in cerca di uomini sensibilmente più grandi e, naturalmente, agli uomini maturi desiderosi di trovare una ragazza ventenne di cui prendersi cura e a cui insegnare l’arte di amare. Secondo Aristofonte.com, nella fascia di età compresa tra i 18 e i 30 anni il 75% delle romane e il 72% delle milanesi sono disponibili a sperimentare una relazione con un uomo che ha 20 anni di più. E non c’entra lo stato sociale delle ragazze o la disponibilità economica delle loro famiglie. Così Aristofonte.com sta raccogliendo numerose adesioni con molte ragazze registrate, soprattutto nella fascia di età compresa tra i 21 e i 28 anni (75% delle iscritte). «Incontrare un uomo maturo ha i suoi vantaggi. In primo luogo, non devi preoccuparti di dover pagare una cena o aiutarlo con le finanze», spiega Patrizia, una giovane studentessa che è stata tra le prime a iscriversi al portaleAristofonte.com. «Un uomo più grande», prosegue Patrizia, «si prende cura di te e al tempo stesso è ben felice di pagare i tuoi conti e perfino le tue schede telefoniche. Si può godere di viaggi e vacanze e, se ci si dovesse anche sposare, lui potrebbe assicurare un buono stile di vita molto più facilmente di quanto possa fare uno più giovane».

 

Milano, 4.058 coppie milanesi festeggiano i 50 anni di matrimonio

D’Alfonso: “Un evento che Milano dedica a tutte le coppie che, con il loro sì nel 1965, hanno iniziato una nuova epoca, preludio di nuovi costumi che hanno trasformato il volto del nostro Paese e della nostra città”

Nozze d'oro 2496 copiaMilano, 12 aprile  –  Sabato 11 aprile, al Teatro Dal Verme in via San Giovanni sul Muro 2, si è tenuto  “Nozze d’Oro 2015”, l’appuntamento per festeggiare le 4.058 coppie milanesi che, nel corso del 2015, raggiungono l’importante traguardo dei cinquant’anni di matrimonio. Alle celebrazioni degli sposi che hanno pronunciato il fatidico “sì” nel 1965 ha partecipato l’assessore ai Servizi civici Franco D’Alfonso. “Un evento che Milano dedica a tutte quelle coppie che, con il loro sì, nel 1965, hanno iniziato una nuova epoca – ha detto l’assessore ai Servizi civici Franco D’Alfonso, commentando l’edizione Nozze d’Oro 2015 – preludio di nuovi costumi che hanno trasformato il volto del nostro Paese e della nostra città. Un sì con cui gli sposi hanno formato nuove generazioni di cittadini, i loro figli e nipoti, che sono i milanesi di oggi e di domani. Una testimonianza concreta di quei valori che devono essere d’esempio per le giovani coppie che si formano adesso”.  Uno spettacolo per ricordare, tra musica, teatro e danza, quello che avvenne nel 1965, ricreando l’atmosfera tipica dell’epoca: uno sguardo particolare agli eventi più salienti attraverso piccole pillole di teatro inedite messe in scena da diplomati della Fondazione Milano – Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi. I giovani artisti hanno rievocato abitudini ed avvenimenti di quegli anni, accompagnando gli spettatori a riscoprire, ad esempio, quanto fosse difficile telefonare fuori città prima dell’avvento della teleselezione. E ancora: l’eterna lotta fra i tifosi di Milan e Inter, bauscia e casciavit, lo storico concerto dei Beatles al Vigorelli con la beatlesmania in una coinvolgente coreografia. I due conduttori e cantanti, Lorena Crepaldi e Roberto Sbaratto, accompagnati al pianoforte da Luigi Ranghino, hanno ripercorso i fatti politici, sociali e di costume più importanti con l’ausilio del canto, del teatro e delle fotografie che scorreranno su un grande schermo posto alle loro spalle. Si è parlato dei principali eventi internazionali del 1965, come la visita di Paolo VI alle Nazioni Unite, l’assassinio di MalcomX o lo storico black out di New York. A ciascuna coppia è stato regalato il volume “Correva l’anno… 1965” appositamente realizzato per ricordare, con testi e immagini, gli avvenimenti più significativi di quell’anno tanto importante per le coppie che festeggiano le Nozze d’Oro. Tutti i coniugi hanno ricevuto poi, direttamente al loro domicilio, la pergamena ricordo della manifestazione, a firma del Sindaco Pisapia e dell’assessore D’Alfonso.

 

 

 

UNICEF: Shakira e Gerard Piqué lanciano un “Baby Shower virtuale” per aiutare i bambini

La celebre coppia festeggia l’arrivo del secondo figlio creano un baby shower che possa durare nel tempo coinvolgendo altre coppie in attesa

 

shakiragerard_Credit_Jaume_de_la_Iguana (3)Roma 19 gennaio  – La cantautrice e Goodwill Ambassador dell’UNICEF Shakira e la stella del calcio del Barcellona FC Gerard Piqué celebrano l’arrivo del loro secondo figlio con un Baby Shower Mondiale (la tradizionale festa con i doni per il bambino che deve ancora nascere) in favore dell’UNICEF e dei bambini più vulnerabili. Dopo il successo del baby shower dell’UNICEF per il loro primo figlio, Milan, Shakira e Gerard hanno deciso di dare il via ad uno shower disponibile per tutti e per le madri in attesa, per sollecitare altri baby shower a sostegno dei bambini e delle madri che hanno urgente bisogno di aiuto. “Adesso che stiamo per dare il benvenuto al nostro secondo figlio vogliamo aiutare altri bambini nel mondo e contribuire a garantire soluzioni di lunga durata per dare ai bambini che vivono in condizioni di povertà estrema il sostegno di cui necessitano”, ha dichiarato Shakira. “Desideriamo che anche altri genitori si sentano motivati a fare lo stesso”, ha aggiunto Shakira. “Vista la grande diffusione dei social media, le celebrità non sono le uniche persone che hanno piattaforme che possano raggiungere un vasto pubblico. Per questo vogliamo che ci sia un movimento che vada avanti anche dopo che il nostro baby shower sarà terminato; invitiamo questi genitori a condividere anche i loro baby shower con l’UNICEF”. I fan della coppia saranno invitati a condividere l’evento visitando uno speciale sitoweb in collaborazione con “Inspired Gifts”/Regali per la vita* che andrà a diretto beneficio del lavoro dell’UNICEF per i bambini che vivono in alcuni dei paesi più poveri e remoti del pianeta. In un post esclusivo sulla sua pagina Facebook, Shakira ha rivelato cosa la ispirava creando una piattaforma dove ogni donna in attesa può aiutare a salvare e migliorare la vita dei bambini nel mondo. “Ogni donna in attesa ha il potere di usare la benedizione della nascita del suo bambino per salvare altre vite, quelle dei bambini meno fortunati nel mondo. Se ogni mamma in attesa che vuole organizzare un baby shower decidesse di includere tra i regali alcuni di questi “Inspired gifts” dell’UNICEFe, potremmo insieme salvare le vite di centinaia di migliaia di bambini in tutto il mondo”. Attraverso il post, i fan possono usare l’appello dell’UNICEF su Facebook cliccando su “Dona Ora” per avere maggiori informazioni e acquistare un Ispired Gift per il baby shower. Tra 10 Inspired Gifts, i fan possono acquistare kit ostetrici e attrezzature mediche con consegna sicura per 50 bambini, vaccini contro morbillo e polio, coperte, bilance per bambini. Altri regali comprendono palloni da calcio – visto il potere dello sport e del gioco che generano felicità e danno vita ad un’infanzia sana – e un libro per promuovere l’amore per la lettura e l’apprendimento. Attraverso il profilo twitter di Shakira, i fan potranno acquistare uno speciale biglietto di ringraziamento da parte di Shakira e Gerard. I fondi raccolti tramite i biglietti saranno destinati ai vaccini salvavita contro il morbillo. Shakira e Gerard chiedono ad altri genitori in attesa di ospitare il proprio baby shower virtuale e coinvolgere le proprie famiglie, amici e follower per supportare il lavoro dell’UNICEF. Basta visitare: www.worldbabyshower.org I baby shower sono popolari in molti paesi per celebrare l’arrivo o la nascita di un bambino con regali alla madre. Il primo Baby Shower mondiale virtuale della celebre coppia per l’UNICEF si è svolto tra il 16 gennaio e il 15 febbraio 2013, per festeggiare la nascita del primo figlio, Milan. Come risultato, oltre 80.000 bambini sono stati vaccinati contro la polio, circa 4 tonnellate di alimenti terapeutici hanno aiutato bambini che soffrivano di malnutrizione; sono state distribuite circa 1.000 zanzariere per la malaria e circa 200.000 sali per la reidratazione orale. I regali del Baby Shower Mondiale possono salvare la vita di madri e bambini. Nonostante i grandi progressi nella riduzione del tasso di mortalità infantile, ogni anno 6,3 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono ancora per causa prevenibili. Tra questi, 2,9 milioni di neonati muoiono nel primo mese di vita. Ogni giorno, milioni di madri partoriscono senza attrezzature mediche adeguate, medicine o servizi di sostegno.

*Regali per la vita/Inspired Gifts: sono un programma innovativo che dà alle persone l’opportunità di acquistare strumenti salvavita che vengono spediti direttamente dal Magazzino centrale dell’UNICEF di Copenaghen o da uno dei molti fornitori locali dell’UNICEF in uno degli oltre 150 paesi/territori dove l’UNICEF lavora.

 

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com