La Lidu chiede riforma Onu: Ue deve entrare in Consiglio di sicurezza

Presa di posizione della Lega Italiana Diritti dell’Uomo al presidente Napolitano e ad Emma Bonino ministro Esteri: sull’ipotesi di guerra alla Siria è fondamentale che l’Unione Europea abbia il suo ruolo come organismo di cooperazione politica in Consiglio di sicurezza

Roma, 6 settembre –lidu

 

Onorevole Presidente ed Onorevole Ministro,

quanto si sta sviluppando in Siria mostra l’inadeguatezza della comunità internazionale nell’agire a tutela dei diritti umani violati quando siano in gioco interessi strategici delle Potenze e la difficoltà di concepire interventi risolutivi in un quadro di mantenimento della pace. Le violazioni dei diritti umani perpetrate in Siria dall’inizio della guerra civile sono continue, come in tutte le guerre civili, e non solo da parte del governo di Damasco ma anche degli insorti, ad esempio con varie e provate esecuzioni sommarie; eppure tutti sono stati inerti fino ad oggi, come lo restano da decennî sulla pulizia etnica e culturale perpetrata dalla Cina Popolare in Tibet. La Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo, dall’epoca della presidenza di Pasquale Bandiera e della presidenza d’Onore di Paolo Ungari, ha individuato la necessità d’una riforma profonda dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com