Siria, più del 50% dei cattolici italiani aderisce al digiuno chiesto dal Papa per la pace

banners-jornada-orac-siria-ITAAlle 18,30 il via alla ‘Giornata di preghiera e digiuno per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero’. Dalle 19  la veglia e, subito dopo la meditazione del Santo Padre, l’adorazione eucaristica in cinque tappe

 Roma, 7 settembre- “La pace è un bene che supera ogni barriera, perché è un bene di tutta l’umanità”. Con questo tweet dall’account @Pontifex, il Papa ieri aveva ribadito l’invito alla giornata odierna di preghiera per la pace in Siria, rivolto a cattolici e non, comunque a tutti gli uomini di buona volontà. In Italia l’invito è stato raccolto dal 55% dei cattolici praticanti, circa un cittadino su quattro. Il via alle 18.30 quando verrà letto il testo dell’Angelus con cui domenica il Papa aveva convocato la giornata. Alle 19 in punto inizierà la veglia vera e propria preceduta dall’intronizzazione della Madonna ‘salus populi romani’, cui seguirà la recita del rosario. Questa prima parte si concluderà con la meditazione del Papa, prevista per le 20.30. A questo punto avrà inizio l’adorazione eucaristica scandita in cinque tempi, ognuno dei quali precede una lettura biblica sul tema della pace, una preghiera di Pio XII sul tema della pace, invocazioni in forma responsoriale per chiedere la pace, il canto, l’offerta dell’incenso, il silenzio per l’adorazione personale. Al termine di ognuno dei cinque tempi dell’adorazione cinque coppie di persone – in rappresentanza di Siria, Egitto, Terra Santa, Stati Uniti e Russia – faranno l’offerta dell’incenso. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com