A Roma conclusa la Prima Assemblea Nazionale del Comitato Giovani UNESCO

In un mese il regolamento poi via ai progetti. Già individuate le giornate UNESCO da sostenere
Il direttore generale Eric Falt: “siete una organizzazione unica al mondo”

unnamed (1)Roma, 19 gennaio – Tempo un mese e si doteranno di un regolamento che li guiderà nell’elaborazione di progetti ed iniziative sull’intero territorio nazionale. Questo è il primo degli obiettivi che si sono dati i soci del neo-costituito Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, così come riassunto dal Presidente Paolo Petrocelli al termine della Prima Assemblea Nazionale di due giorni che ha riunito a Roma oltre 200 tra studenti, ricercatori, giovani professionisti e imprenditori tra i 20 e i 35 anni, provenienti da tutte le regioni d’Italia. Quarantotto ore dense di contenuti e cariche di emozioni, nel corso delle quali il Comitato – nato con lo scopo di supportare le attività dell’UNESCO in Italia nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione attraverso la ricerca della partecipazione attiva di giovani in iniziative ed eventi di rilevanza nazionale – si è ufficialmente presentato alle istituzioni, ponendosi obiettivi ambiziosi e sfidanti.Particolarmente serrato il programma di lavoro dell’Assemblea, nel corso della quale il Comitato Giovani ha siglato due protocolli ufficiali: uno con il Ministero dell’Istruzione, l’altro con Giovani Imprenditori Confcommercio. “Non ci sono organizzazioni giovanili così ben strutturate come la vostra all’interno del circuito internazionale dell’UNESCO”, questo il commento di Eric Falt, Direttore Generale Aggiunto per le relazioni esterne dell’UNESCO, uno degli ospiti d’eccezione che sono intervenuti all’Assemblea Nazionale, svoltasi tra il Senato della Repubblica e il Palazzo dell’Enciclopedia Italiana Treccani.“L’Unesco desidera dare potere ai giovani – ha aggiunto Falt – perché  hanno sete di cultura e di pace e possiedono una forza positiva in grado di cambiare il mondo;  utilizzando Youtube, Facebook e Twitter, ad esempio,  possono combattere gli estremismi, nonostante vi sia comunque una minoranza di loro coetanei che persegue la violenza. Per questo i giovani devono essere coinvolti maggiormente nei processi decisionali. Il modello organizzativo che ha creato il Comitato Giovani per l’Italia, ne sono sicuro, riuscirà certamente  a dare un contributo importante per il sistema culturale di questo Paese, come anche potrà essere d’ispirazione per molti giovani a livello internazionale”.  Nel corso dell’Assemblea – che ha visto partecipare agli incontri Dario Franceschini, Ministro del Mibact; Arnaldo Colasanti, delegato Ministero del Miur;  Giovanni Puglisi, Pre-sidente Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO; Massimo Bray, Direttore Generale Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani; Maria Paola Azzario, Presidente FICLU; Alessio Pascucci, Vicepresidente dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO; Gianluca Callipo, Coordinatore Nazionale ANCI Giovani; Alessandro Micheli, Presidente Nazionale Giovani Imprenditori Confcommercio; Giorgia Abeltino, Direttore Public Policy Google Cultural Institute; Stefano Pighini, Presidente LVenture Group; Fabio Fortuna, Rettore Università Niccolò Cusano; Antonio Venece, Direttore IED Roma; Carlo Ratti, Direttore MIT Senseable City Laboratory; Luciano Vanni, Direttore Editoriale di “Turismo Culturale” – sono stati nominati Ambasciatori del Comitato nel mondo tre musicisti d’eccezione: il trombettista jazz Paolo Fresu, il leader dei Subsonica Davide Boosta Dileo e il fondatore e leader del Banco del Mutuo Soccorso, Vittorio Nocenzi, che ha così spronato i giovani convenuti a lavorare per far diventare realtà l’aspettativa di milioni di italiani che credono nella ripartenza dell’Italia proprio dalla ricchezza del patrimonio culturale: “non siamo passato, dobbiamo diventare futuro per il mondo e portare avanti la nostra tradizione con criteri di contemporaneità. Se questo è ciò che la mia generazione non è stata capace di fare, voi dovete diventare gli attori di questa concretezza di cui la nazione ha, ora più che mai, assoluto bisogno”. Il Comitato Giovani ha già individuato intanto due Giornate Internazionali celebrate dall’UNESCO a cui aderire con l’organizzazione di iniziative su tutto il territorio nazionale: la Giornata Internazionale del Jazz, il prossimo 30 aprile, e la Giornata Internazionale dei Diritti Umani, del 10 dicembre.

I progetti proposti e sviluppati dal Comitato e il calendario degli incontri a cui parteciperà saranno presto pubblicati sul sito ufficiale: www.unescogiovani.it

Natale. Pisapia: “Per le feste Milano risplende dal centro alla periferia”

Pisapia: “Questo nuovo progetto di illuminazione natalizia farà risplendere di luce una delle arterie più importanti della nostra città.”

babbo-natale-005-620x380Milano, 1 dicembre 2015 – “La città comincia ad illuminarsi per il Natale, dal centro alla periferia prende il via questa festività, che vede Milano sempre più attraente. E questo anche grazie alla collaborazione con gli sponsor privati che hanno preso a cuore il progetto dell’Amministrazione e si sono impegnati a realizzare decorazioni bellissime in tutti i quartieri della città”.  Lo ha affermato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia all’accensione delle luci di Natale agli ex Caselli daziari di Porta Venezia. “Questo nuovo progetto di illuminazione natalizia di corso Buenos Aires e corso Venezia, reso possibile dalla collaborazione tra il Comune, Confcommercio con Ascobaires e CheBanca!, farà risplendere di luce una delle arterie più importanti della nostra città. Da piazzale Loreto fino a piazza San Babila, Milano mostrerà il suo volto più bello, luminoso, colorato e natalizio. Illuminiamo la città per il Natale che è simbolo di pace, tolleranza e gioia”, ha concluso il Sindaco.

Nasce la scuola di Alta Pasticceria

Il 5 ottobre, all’Università del Gusto, inizia un nuovo percorso formativo d‘eccellenza. Tra i docenti alcuni dei migliori professionisti del settore: Andrea Tortora, Andrea Voltolina e Riccardo Antoniolo

Andrea Voltolina (a dx)  con il presidente Sergio RebeccaVicenza, 27 luglio- Nasce un nuovo percorso formativo nella pasticceria, che si propone fin da subito come un’eccellenza nel campo dei corsi professionalizzanti. E’ la Scuola di Alta Pasticceria, le cui lezioni inizieranno il 5 ottobre prossimo per concludersi il 4 dicembre, dopo nove settimane continuative di full immersion fatte di studio della teoria e attività pratiche, per un totale di 360 ore di lezione. La sede è a Creazzo (VI), all’interno di una struttura d’avanguardia nel campo dell’aggiornamento professionale per il settore food come l’Università del Gusto, emanazione di Confcommercio Vicenza. “Abbiamo creato una proposta formativa unica nel settore – spiega Sergio Rebecca, presidente di Confcommercio Vicenza – Siamo infatti partiti dall’ascolto delle esigenze delle imprese e da una verifica degli standard formativi dei giovani che vogliono lavorare nel mondo della pasticceria, concretizzando poi un progetto che costituisce un autentico trampolino di lancio per entrare nella professione non solo con competenze pratiche ma anche gestionali e di marketing”. Punti di riferimento per le lezioni di tecnica produttiva sono tre nomi di rilievo della pasticceria. Per Andrea Tortora, un curriculum che lo vede al fianco dello chef Norbert Niederkofler ed esperienze internazionali a Parigi, Londra e Singapore, “con questa scuola si imparerà un metodo di lavoro che consentirà poi di avere la libertà mentale per esprimere il proprio talento”. Un’impostazione, questa, confermata anche dallo chef pasticcere Riccardo Antoniolo, studioso di cucina, lievitazione e pasticceria: “Vogliamo trasferire delle tecniche che permetteranno di essere rapidi ed efficaci all’interno dell’azienda, ma anche di sviluppare un’architettura estetica in pasticceria per esaltare le presentazioni. Senza dimenticare – continua – gli aspetti salutistici, perché la pasticceria deve rivolgersi anche ad un pubblico sempre più attento al mangiar sano”. Per Andrea Voltolina, chef pasticcere, vincitore di numerosi premi internazionali con la Nazionale Italiana Cuochi, “questa scuola si rivolge ai giovani che vogliono entrare con il piede giusto nel mondo della pasticceria, ma anche a tutti quei professionisti ai quali non bastano più le conoscenze acquisite fin qui per far progredire la propria azienda e vogliono riprendere un percorso di formazione”. In tal senso, accanto alla pratica che ha la preponderanza nel piano didattico (con 272 ore di lezione), particolare importanza riveste anche la parte teorica, con lezioni di team building, food cost,  redazione dei business plan, comunicazione e l’Haccp. Tra gli aspetti produttivi, invece, nella Scuola di Alta Pasticceria si affronteranno tutte le principali preparazioni: delle basi da forno ai lievitati, dalle creme ai pastigliaggi e croccanti. E poi le torte, il cioccolato, la decorazione, il gelato e la pasticceria salata. Un programma completo, quindi, che unisce le conoscenze essenziali per avere una visione imprenditoriale di questo mestiere, alle competenze pratiche. Un percorso, che, unito alla passione, darà solide basi al professionista del futuro.

ExpoinCittà. Al Castello Sforzesco dal 25 al 28 giugno “Enjoy the table”

L’iniziativa che promuove la cultura del gusto ideata  dalle Associazioni ART, Arti della Tavola e del Regalo, e ALTOGA, l’Associazione dei torrefattori lombardi e importatori di caffè e dei grossisti alimentari, e promossa da Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza

brochure-enjoyMilano, 24 giugno  – E’ stato presentata a Palazzo Marino “Enjoy the table”, l’iniziativa ideata  dalle Associazioni ART, Arti della Tavola e del Regalo, e ALTOGA, l’Associazione dei torrefattori lombardi e importatori di caffè e dei grossisti alimentari, e promossa da Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza, che dal 25 al 28 giugno si svolgerà nel Cortile delle Armi al Castello Sforzesco per promuovere la cultura del gusto della tavola, la riscoperta delle tradizioni, l’attenzione verso la qualità e la scelta di prodotti e utensili per mangiare bene e sano.  L’iniziativa fa parte del cartellone di ExpoinCittà, il progetto di Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano che riunisce ad oggi nel suo palinsesto più di 30 mila appuntamenti durante il semestre dell’Esposizione Universale e che permette di conoscere in tempo reale, giorno per giorno, cosa avviene in città attraverso la app,  il sito web, i social network, e il blog in 6 lingue.  “Il tema dell’alimentazione viene declinato in questa iniziativa in maniera originale, consentendo virtuosi collegamenti con il ricchissimo repertorio di immagini e opere conservate al Castello Sforzesco. Un’ulteriore occasione di conoscenza e valorizzazione dei Musei, nelle sue numerose sezioni, quali soprattutto quello delle Ceramiche che è tra le collezioni più vaste e pregevoli d’Europa, e la Raccolta delle Stampe ‘A. Bertarelli’, che custodisce un vastissimo patrimonio di immagini, a testimonianza di luoghi, personaggi e costumi”, ha dichiarato Filippo del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano. La sinergia fra “Enjoy the table” e il Castello Sforzesco sarà infatti molto attiva, dal momento che l’iniziativa permette di unire l’esperienza sensoriale offerta dall’iniziativa all’opportunità di visitare le collezioni civiche che raccontano le radici storiche e culturali della tradizione alimentare. Visite guidate a cura di Ad Artem e conferenze saranno lo strumento di un percorso affascinante, che contribuisce a valorizzare sia l’unicità delle nostre tradizioni sia  la capacità di innovazione  e la vivacità delle imprese partner del progetto. Il progetto si sposa idealmente anche con Palazzo Morando | Costume Moda Immagine e la mostra “L’eleganza a tavola” allestita nel suo Salottino dorato, che espone una tavola imbandita come nel Settecento, utilizzando tovaglie, cristalli, porcellane e argenti dell’epoca, oltre a una selezione di preziosi abiti della sua collezione. Le quattro giornate tematiche di “Enjoy the table”  sono dedicate a tradizione, benessere, feste e street food, il cui comune denominatore è costituito da valori condivisi quali socialità, cultura, sostenibilità e innovazione. Ricchissimo il calendario di appuntamenti, che si snodano dalle 9 alle 20 si inizia alla mattina con il momento della colazione, dove protagonista assoluto sarà il caffè, con assaggi di miscele diverse e dimostrazioni sulle decorazioni più fantasiose  con i Maestri del Caffè della Professional Coffee Academy.  Si proseguirà poi con i training dedicati alla presentazione delle ultime innovazioni per facilitare la preparazione di cibi sani  che favoriscono stili di vita salutari. E ancora showcooking per l’ora di pranzo, grazie alla collaborazione con gli chef stellati FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) Giancarlo Morelli e Claudio Sadler. L’agenda prevede anche momenti di formazione e informazione, con tavole rotonde e dibattiti: giovedì 25 mattina a cura di Giovanna Mori, conservatore del Castello Sforzesco, racconterà attraverso la descrizione dei tesori custoditi moltissime informazioni sull’alimentazione  e sulla tavola. Le giornate si chiudono infine con l’happy hour: degustazioni di cocktail a base di frutta e di caffè per un aperitivo sano e leggero con performance di barman, musica e divertimento. Il percorso di “Enjoy the table”  non si ferma al Castello Sforzesco, ma proseguirà proponendo il suo format nell’ambito delle manifestazioni internazionali più significative di FieraMilano: HOMI (dal 12 al 15 settembre) e HOST (dal 23 al 27 settembre).
In occasione di “Enjoy the table”, Ad Artem propone due percorsi tematici rivolti sia alle famiglie con bambini, sia al pubblico adulto.

SABATO 27 GIUGNO, ORE 16:00
Percorso per famiglie con bambini (6-10 anni)
TUTTI A TAVOLA!
Lo sapevate che, secondo la tradizione, il risotto allo zafferano sarebbe stato preparato, per la prima volta, proprio nelle cucine del Castello sforzesco? E che forse proprio qui prese forma anche un famosissimo dolce milanese? Seguendo le orme di Maestro Martino, cuoco di corte, andiamo alla scoperta di antiche e strane ricette, scopriamo insoliti ingredienti e vediamo anche i piatti e i bicchieri che venivano usati in passato. E dopo aver insegnato a mamma e papà qualche nuova ricetta, decoreremo insieme un piatto, in ricordo di questa “golosa” giornata.
Durata circa 90 minuti. Costo: bambini €. 8,00 – adulti €. 12,00.

DOMENICA 28 GIUGNO, ORE 16:00
Percorso per adulti
LA NOBILTÀ A TAVOLA: SONTUOSI BANCHETTI E DELICATE STOVIGLIE
Numerose testimonianze scritte descrivono in dettaglio la magnificenza delle portate dei banchetti nuziali del Rinascimento ed offrono ai visitatori, ammirando le collezioni di ceramiche e porcellane del Castello sforzesco, l’opportunità di scoprire le abitudini alimentari e le usanze più o meno comuni della cucina rinascimentale e moderna, ma anche la disposizione della tavola e le diverse stoviglie che venivano utilizzate. Uno speciale cenno verrà dedicato al caffè, partendo dalla milanese rivista settecentesca Il Caffè di Giuseppe Verri.
Durata circa 90 minuti. Costo: intero €. 15,00 – under 18 e over 65 €. 13,00.

ExpoinCittà. Domani a Palazzo Marino presentazione di “Enjoy The Table”

Una iniziativa centrata sul tema dell’alimentazione e promossa da Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza che animerà per 4 giorni, dal 25 al 28 giugno, il Cortile della Armi del Castello Sforzesco.

Senza titolo-1Milano, 22 giugno  – Domani, martedì 23 giugno, alle ore 12.30,  presso la Sala Stampa “Franco Brigida” a Palazzo Marino, l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno interviene alla conferenza stampa di presentazione di “Enjoy The Table”, iniziativa centrata sul tema dell’alimentazione e promossa da Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza che animerà per 4 giorni, dal 25 al 28 giugno, il Cortile della Armi del Castello Sforzesco.

Saranno presenti:

–    Giovanna Mori, conservatrice del Castello Sforzesco
–    Giorgio Rapari, Vice Presidente di Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza e Presidenze del Comitato nazionale EXPO di Confcommercio
–    Donatella Galli, Presidente di Art, Arti della Tavola e del Regalo
–    Remo Ottolina, Presidente di Altoga Associazione dei torrefattori lombardi, importatori di caffè e grossisti alimentari
–  Carmen Brambilla, MMC Partners, Project Leader di “Enjoy the table”

 

Roma, “Ciao Cina” 2015 per lo shopping

Un progetto di Confcommercio Roma per favorire il flusso di turisti cinesi negli esercizi commerciali della capitale

youfeed-turismo-114-milioni-turisti-cinesi-n-1-al-mondo-per-flussi-forum-ad-assoturismo-confesercentiRoma, 9 aprile – Il progetto Ciao Cina, realizzato da Confcommercio Roma in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma, si propone l’obiettivo di fornire agli imprenditori romani le giuste competenze per incrementare l’afflusso di turisti cinesi nei propri esercizi commerciali e favorirne l’accoglienza, nonché quello di promuovere in Cina i ristoranti, gli alberghi e i negozi della Capitale.
Il 15 aprile 2015 prende il via il corso ‘CIAO CINA’ per imprese del settore Shopping commercio, moda & lusso . Gli imprenditori interessati ad inserire la propria attività nel circuito dovranno conseguire l’attestazione “Ciao Cina” attraverso la partecipazione al corso gratuito di preparazione de superare il test di verifica finale. Il corso si terrà presso la sede di Confcommercio Roma (via Marco e Marcelliano 45, 00147 Roma – II° Piano, Sala Salemi) in tre giornate formative: 15,22 e 29 aprile dalle ore 09:00 alle ore 13:00 – per una durata complessiva di 12 ore.

Confcommercio elegge Sangalli

 Pisapia: “Congratulazioni a presidente Sangalli per rielezione”

Sangalli - N02Milano, 13 marzo  – “Congratulazioni a Carlo Sangalli per la sua rielezione a presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia. La conferma in questo ruolo dimostra la sua capacità di gestione a livello nazionale del sistema imprese e commercio. Sangalli, cui mi lega anche un rapporto di amicizia, è un importante interlocutore anche per il territorio metropolitano. In questi anni infatti abbiamo instaurato un’ottima collaborazione con l’istituzione del “Tavolo Milano”, recentemente esteso alla Città metropolitana. Una collaborazione che sono certo sarà sempre più incisiva per lo sviluppo del territorio e, più in generale, del Paese”. Lo ha affermato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia. 

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com