Francesco Renga: “L’altra metà tour” con tre date in Sicilia

Francesco Renga attraversa la penisola con il tour: “L’altra metà”. Dodici tracce tratte dell’omonimo album, simbolo di un cambiamento di vita ed un nuovo punto di partenza per comunicare alle giovani generazioni. Delle 40 date, tre in Sicilia: Palermo, Catania e Marsala.

Una nuova creatura, emblema di un nuovo capitolo di vita, fatto di sperimentazioni e consapevolezze: è il nuovo album di inediti “L’altra metà“ del cantautore udinese Francesco Renga. Scritto con giovani autori e pubblicato ad aprile 2019, al suo interno sono presenti dodici brani dal sound contemporaneaneo, prodotti da Michele Canova, protagonisti dell’omonimo tour di 40 date in tutta la penisola, di cui tre siciliane: il 25 novembre al Teatro Golden di Palermo; il 27 al Teatro Metropolitan di Catania e il 28 al Teatro Impero di Marsala. I concerti, organizzati da Puntoeacapo con la direzione artistica di Nuccio La Ferlita, fanno parte di un’esperienza giunta al suo culmine, cominciata anni addietro con “Tempo reale”, sesto album pubblicato nel marzo 2014, in prima posizione nella classifica Fimi Album (classifica ufficiale degli album più venduti in Italia) e certificato disco di platino per aver venduto 50.000 copie.

In “L’altra metà”, l’espressione di emozioni profonde, peculiarità dell’artista, si percepisce sin dalla prima traccia “Aspetti che torni”, un pezzo dalla struttura classica vicino ai primi passi della sua carriera ma, allo stesso tempo, simbolo di una chiusura di un cerchio e l’inizio di un altro racconto, osservato dal punto di vista di un uomo di cinquant’anni che ha il desiderio di riuscire a parlare, attraverso il linguaggio giusto, anche ai propri figli.

“Salina Jazz Festival”, l’Isola si prepara alla rassegna musicale.

Tutto pronto per la terza edizione del “Salina Jazz Festival”, dal 20 al 22 settembre a Palazzo Marchetti presso l’Isola di Salina. Tra i protagonisti della kermesse di tre giorni i musicisti della scena jazz siciliana ed internazionale: Giuseppe Urso Trio feat. Gianni Gebbia; 2 fior Us e la cantante Joyce Elaine Yuille.

La celebrazione di un genere musicale nato agli inizi del XX secolo, che racchiude in sé culture differenti e capaci di rievocare un’atmosfera intima e raccolta attraverso gli strumenti prediletti, dal sassofono al pianoforte: il jazz. Ad esso è dedicata la rassegna del “Salina Jazz Festival” dal 20 al 22 settembre a Palazzo Marchetti, antica e moderna dimora di Malfa comune dell’Isola di Salina, la più fertile delle Eolie. Giunto alla terza edizione, questo festival nasce dalla collaborazione tra Clara Rametta, sindaco di Malfa e fondatrice dell’Associazione Didime ‘90 (impegnata a promuovere attività educative e culturali, tra i cui obiettivi vi è la realizzazione di un Cinema-Auditorium , progettato nella zona esterna a Palazzo Marchetti) e Giuseppe Urso, coordinatore e docente dei corsi Jazz al Conservatorio di Palermo, direttore artistico del festival. Tre giorni, dunque, ad ingresso libero dedicati alla musica ed ai suoi protagonisti tra i più importanti del panorama jazz siciliano ed internazionale, con l’intento di creare un connubio per un evento da riproporre e far crescere negli anni, anche attraverso masterclass e seminari di musica.

Il primo appuntamento, giorno 20, vedrà l’esibizione di Giuseppe Urso Trio con il sassofonista palermitano Gianni Gebbia. Il 21 sarà la volta del gruppo 2 of Us, composto dai musicisti: Lannino, Giordano, Spitaleri e Foresta. A concludere la kermesse, giorno 22, la cantante Joyce Elaine Yuille Quartet, artista newyorkese milanese d’adozione, nota al mondo della musica internazionale per la sua voce jazz a tinte soul, gospel e blues al contempo e per aver collaborato con artisti quali: Gloria Gaynor; Donna Summer; Paolo Conte; Randy Crowford.

Zucchero “Sugar” Fornaciari “10 + 1” straordinari show

[AdSense-A]

 

Dal 16 al 28 settembre all’Arena di Verona

senza-titolo-22

Mancano solo 10 giorni al primo dei “10 + 1” straordinari show all’Arena di Verona (dal 16 al 28 settembre) di ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI, i primi undici concerti del suo nuovo tour mondiale dopo l’uscita del suo album “Black Cat”! Con Zucchero sul palco una straordinaria super band internazionale composta da 13 elementi: POLO JONES (Musical Director, bass), KAT DYSON (guitars, dobro, mandolin, bvs), BRIAN AUGER (hammond organ C3),  DOUG PETTIBONE (Pedal Steel Guitar, dobro, lap steel, banjo, guitar), QUEEN CORA DUNHAM (drums), NICOLA PERUCH (keyboards), ADRIANO MOLINARI (drums), MARIO SCHILIRÒ (guitars), ANDREA WHITT (violin, mandolin, pedal steel guitar),  TONYA BOYD CANNON (backing vocals), JAMES THOMPSON (sax tenor, sax baritone, flute, harmonica), LAZARO AMAURI OVIEDO DILOUT (trumpet, flugelhorn, french horn) e CARLOS MINOSO (trombone, tuba). I “10 + 1” straordinari show all’Arena di Verona saranno per Zucchero l’occasione per presentare dal vivo il suo ultimo progetto discografico insieme ai suoi più grandi successi, regalando al pubblico la possibilità di vivere un’esperienza unica e irripetibile. Sono disponibili in prevendita sul circuito TicketOne e nei punti vendita abituali i biglietti per assistere all’undicesimo appuntamento live di Zucchero previsto il 26 settembre, mentre sono già sold out le date del 16, 17, 18, 23, 24 e 25 settembre e restano ancora disponibili pochissimi biglietti per le gradinate non numerate degli show del 20, 21, 27 e 28 settembre. RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale dell’“Arena di Verona – 10 + 1 show”, evento organizzato da F&P Group. Sabato 10 settembre, inoltre, Zucchero sarà protagonista di “ZUCCHERO PARTIGIANO REGGIANO”, una serata-evento in onda in prima serata su Rai Uno (ore 21.15). “Zucchero Partigiano Reggiano”, condotto da Massimo Giletti, non racconterà la storia di Zucchero ma quella di un emiliano, nato contadino e cresciuto in un’altra Italia, sospesa tra sacro e profano. Un viaggio emozionante, accompagnato dalle canzoni più belle della sua straordinaria carriera internazionale. Sul palco, una super band di 13 musicisti e grandi ospiti: Sabrina Ferilli, Andrea Bocelli, Elisa, Francesco De Gregori, 2Cellos, Paul Young, Nino Frassica, Gigi Buffon, Francesco Guccini e Gerard Depardieu. Il disco “BLACK CAT” è prodotto da tre grandi nomi del panorama internazionale, T Bone Burnett (Elvis Costello, Elton John, Tony Bennett e altri), Brendan O’Brien (Bruce Springsteen, Pearl Jam, Bob Dylan e altri) e Don Was (The Rolling Stones, Iggy Pop, Bob Dylan e altri), e si compone di 13 brani dalle nervature rock-blues. L’album annovera, anche, la collaborazione artistica di Bono, che in seguito alla tragedia avvenuta al Bataclan di Parigi ha scritto con Zucchero il brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)”, la partecipazione alle chitarre di Mark Knopfler, che suona sia nel brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)” sia nel brano “Ci si arrende” e il contributo artistico di Elvis Costello che ha scritto la versione inglese del brano “Love Again“, dal titolo “Turn the world down” (canzone presente solo nelle versioni estere di “Black Cat”). Tra i maggiori interpreti del blues in Italia, Zucchero (all’anagrafe Adelmo Fornaciari) nella sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi, di cui 8 milioni con l’album “Oro, incenso & birra”. Oltre ad essere il primo artista occidentale a essersi esibito al Cremlino dopo la caduta del muro di Berlino, Zucchero è anche l’unico artista italiano ad aver partecipato al Festival di Woodstock nel 1994, al Freddie Mercury Tribute nel 1992 e a tutti gli eventi del 46664 per Nelson Mandela. È inoltre l’unico artista italiano nominato ai Grammy con Billy Preston ed Eric Clapton come best “R&B Traditional Vocal Collaboration”. Il suo concerto nel dicembre 2012 all’Istituto Superiore di Arte di L’Avana è ritenuto il più grande live mai tenuto da un cantante straniero a Cuba sotto embargo. La sua musica si è estesa oltre i confini nazionali grazie anche alle numerose collaborazioni con artisti internazionali del calibro di Bryan Adams, The Blues Brothers, Bono, Jeff Beck, Ray Charles, Eric Clapton, Joe Cocker, Elvis Costello, Miles Davis, Peter Gabriel, John Lee Hooker, B.B. King, Mark Knopfler, Brian May, Luciano Pavarotti, Iggy Pop, Alejandro Sanz, Sting e molti altri.

POOH: continuano i festeggiamenti per il Cinquantennale della band

[AdSense-A]

 

Martedì 13 settembre in concerto alla fiera di Bergamo; Venerdì 16 settembre in uscita l’album e dal 22 settembre al via al tour in Canada!

senza-titolo-29

Dopo il successo trionfale dei concerti negli stadi a giugno, ricominciano gli appuntamenti live per i festeggiamenti del Cinquantennale dei POOH. Stasera il grande debutto con il primo di tre concerti nella splendida cornice dell’Arena di Verona che replicherà poi domani, venerdì 9 settembre, e domenica, 11 settembre, e che hanno registrato il SOLD OUT in poche settimane bruciando oltre 36.000 biglietti. Ma non finisce qui… lunedì, 12 settembre, i Pooh torneranno sul piccolo schermo protagonisti de #IGRANDICONCERTI con “POOH 50 – L’ULTIMA NOTTE INSIEME” in prima serata su Canale 5, una serata speciale fatta di canzoni, parole, musica, in cui verranno raccolti i momenti più belli dei concerti allo Stadio San Siro di Milano per far rivivere al pubblico tutte le emozioni di quelle notti magiche. Martedì, 13 settembre, poi la band tornerà nuovamente sul palco per un concerto alla Fiera di Bergamo in attesa di partire alla volta del Canada dove saranno in tour dal 22 settembre per portare i loro grandi successi e la loro energia oltreoceano. Cresce intanto l’attesa per l’album “POOH 50- L’ultima Notte Insieme”, in uscita il 16 settembre e già in preorder su iTunes, che è stato anticipato in radio dal singolo “Piccola Katy”, lo storico brano della band riadattato a cinque voci, attualmente in rotazione radiofonica. Il triplo album, presentato da F&P Group e A1 Entertainment e distribuito da Sony Music, raccoglierà le immagini e i brani di “REUNION – L’ULTIMA NOTTE INSIEME” oltre ad alcuni brani inediti per immortalare e far rivivere al pubblico l’emozione dei grandi eventi negli stadi e uscirà nelle seguenti versioni: 3 CD con la registrazione del concerto negli stadi con inediti e 50 canzoni, 3 CD + DVD con la registrazione del concerto negli stadi con inediti e 50 canzoni + il DVD del concerto di San Siro Milano. Inoltre, il 30 settembre usciranno le seguenti versioni: BOX 5 Vinili con la registrazione del concerto negli stadi con inediti e 50 canzoni, 5 diverse copertine ognuna raffigurante i componenti della band, la versione3 CD + 1 DVD del concerto di San Siro + 1 DVD DOCUFILM con immagini inedite del backstage del concerto + LIBRO DI 100 PAGINE con interviste e foto inedite e, in esclusiva su Amazon, la versione da collezione numerata P.U.L.S.E Limited Edition. Dopo il Canada i Pooh torneranno in Italia con il tour nei palasport delle principali città italiane. Ecco le date:il 28 e il 29 ottobre al Pala Sele di Eboli – Salerno, l’1 e il 2 novembre al Pala Florio di Bari, il 4 novembre alPalalottomatica di Roma, l’8 novembre all’Unipol Arena di Bologna, il 9 novembre all’Adriatic Arena diPesaro, l’11 e 12 novembre al Mediolanum Forum di Assago – Milano, il 14 e 15 novembre alla Kioene Arena di Padova, il 18 e 19 novembre al Nelson Mandela Forum di Firenze, il 21 novembre alla Fiera di Brescia, il 25 e il 26 novembre al Pala Alpitour di Torino. I biglietti sono disponibili in prevendita su Ticketone, prevendite e punti vendita abituali (info:www.fepgroup.it).

 I festeggiamenti per il Cinquantennale termineranno ufficialmente il 31 dicembre.  

Concerti Promenade nel Palazzo Imperiale

[AdSense-A]

Innsbruck (Austria). Dal 4 al 31 luglio 2016, 34 concerti a ingresso gratuito nel cortile del palazzo imperiale.

Senza-titolo-10

Nelle tiepide sere d’estate, quando il sole tramonta al di là delle maestose montagne e i cieli della città si accendono di stelle, l’aria si riempie di musica. E’ la suggestiva atmosfera che si respira nella Capitale delle Alpi, dal 4 al 31 luglio 2016, con i Concerti Promenade, serate a ingresso gratuito nello splendido cortile del Palazzo imperiale Hofburg della Capitale delle Alpi.

 C’è musica a Palazzo!

Famose opere di musica per fiati dell’Austria antica e composizioni del classicismo, passando per la musica popolare e andando a toccare, i tasti del jazz e della musica contemporanea. Sono le melodie che risuoneranno nel cortile del Palazzo Imperiale Hofburg di Innsbruck dal 4 luglio al 31 luglio 2016: 34 concerti in cui il direttore artistico Alois Schöpf ha saputo comporre un programma musicalmente denso, con serate accompagnate a matinée e la presenza di prestigiose orchestre, provenienti da nove nazioni europee per un totale di ben 1.500 musicisti. I concerti Promenade saranno aperti dall’orchestra sinfonica tirolese diretta da Francesco Angelico, per la prima volta presente alla manifestazione. Altra prima assoluta la partecipazione dell’orchestra del Ministero dell’Interno della Lituania. Di grande impatto lo straordinario evento “Hatting in musica” (Musikalisches Hatting): il 12 luglio 2016 un intero paese, Hatting, si presenterà a suon di musica, con gruppi di fiati e musica da camera, cori di chiesa e trascinanti big band. Un cartellone ambizioso, che vede la partecipazione una delle migliori orchestre militari di tutta Europa, l’orchestra sinfonica di fiati dell’esercito svizzero. Innsbruck ospiterà poi molte altre grandiose orchestre, come la straordinaria Brass Band Willebroek del Belgio e la trascinante Big Band delle forze armate tedesche. Molto particolare l’orchestra altoatesina di giovani fiati, composta da giovani musicisti di sorprendente talento, che porteranno magistralmente in scena la Sinfonia Alpina di Richard Strauss, corredandola con una suggestiva presentazione di diapositive. Altre opere di Strauss sono previste dal programma dell’orchestra della polizia bavarese, mentre la Filarmonica Mousiké incanterà il pubblico con i seducenti suoni della sua patria, l’Italia.

I leggendari Yes a Maggio in Italia per 4 imperdibili concerti

Parte domani il Tour Europeo che si concluderà nel nostro Paese. Per la prima volta eseguiti dal vivo interamente gli storici album “Drama” e “Fragile”. L’occasione per riscoprire gemme indiscusse accanto ai più grandi successi

Yes_Live_lrRoma, 26 Aprile – Gli YES, la leggendaria band di rock progressive, saranno tra poco in Italia per 4 imperdibili concerti. Il Tour Europeo 2016, che partirà dalla Scozia, Glasgow, domani 27 aprile, si concluderà proprio nel nostro Paese. Queste le date: 28 maggio, Milano (Barclays Teatro Nazionale); 29 maggio, Padova (Gran Teatro Geox); 31 maggio, Firenze (Obihall); 1 giugno, Roma (Teatro Olimpico). In questo tour i fan avranno l’opportunità di vivere un’esperienza unica: la band suonerà dal vivo, per intero, due album tra i più rappresentativi della loro carriera, “Fragile” (del 1971) e, per la prima volta in assoluto, “Drama” (del 1980). Il pubblico avrà così l’occasione di ascoltare i brani più amati nella sequenza originale dell’album, tra cui “Roundabout”, “Long Distance Runaround”, “Heart of the Sunrise”, “Machine Messiah”, “Into the Lens” e “Tempus Fugit”. Non mancheranno altri brani fondamentali della loro carriera e i loro cavalli di battaglia, tra cui“Owner of a Lonely Heart” e “Starship Trooper”. “E’ la prima volta che suoneremo interamente Drama“ commenta Steve Howe, chitarrista della band. “Non abbiamo suonato la maggior parte della canzoni di Drama per 30 anni”. Aggiunge Alan White, batterista degli YES: “Drama è un album magnifico, e abbiamo deciso che fosse ora di riportare sul palco tutta la sua energia. Penso che i fan impazziranno quando ascolteranno gli album per intero, sicuramente noi non vediamo l’ora di suonarli. Rivivere quegli anni sarà molto emozionante. So che Chris sarebbe voluto essere con noi, adesso”. Gli YES hanno recentemente perso il loro bassista e co-fondatore Chris Squire, un grande lutto per tutto il mondo del rock. A imbracciare il basso in questo tour sarà Billy Sherwood, che ha avuto il coraggio di accogliere una sfida impossibile permettendo agli YES di onorare la memoria di Chris Squire alla maniera dei musicisti: mantenendo viva e portando ai fan l’eredità musicale di una band leggendaria. Di recente la band è stata in tour negli Usa insieme ad un’altra leggenda del rock, i celebri Toto, accolti da un grandissimo entusiasmo di pubblico. Da poco su Itunes il catalogo degli YES, ripubblicato dalla Warner a cui si aggiungono Drama e Fragile su vinile. Gli YES sono stati fondati da Jon Anderson e Chris Squire nel 1968. Caratterizzati da uno stile prog sinfonico unico nel rock, da composizioni molto lunghe e dall’uso di testi mistici e cosmici, la band ha conosciuto il grande successo nel 1971 con due tra i loro dischi più famosi, “The YES Album” e “Fragile”. Hanno registrato 21 album e vinto molti premi prestigiosi tra cui vari Grammy. Tra le icone più influenti del rock (apprezzati oggi quanto lo erano negli anni settanta) gli YES hanno mantenuto un pubblico fedelissimo, continuando costantemente ad attrarre nuove folle di appassionati di musica nel corso dei loro 47 anni di eccezionale carriera.

 

A Dresda per il piacere della musica

Più di 50 concerti classici dal 5 maggio al 5 giugno 2016 nell’ambito del Musik Festival di Dresda e divertimento a ritmo jazz, blues e swing dal 15 al 22 maggio con l’allegro “Dixieland Festival”. Tra gli eventi più suggestivi: il “Musical city 2016” sabato 28 maggio e la festosa crociera sull’Elba giovedì 19 maggio. 

Riverboat-Shuffle-fiume-Elba-Dresda-Hendrik-MeyerDresda, 7 Marzo – I migliori musicisti solisti, orchestre ed ensembles da tutto il mondo porteranno la loro musica nei siti storici, luoghi simbolo, nei castelli, nei musei, nelle location  avveniristiche e nei teatri della città di Dresda dal 5 maggio al 5 giugno 2016, in occasione dei Dresdner Musikfestspiele (Festival della Musica di Dresda).

44. INTERNATIONALES DIXIELAND FESTIVAL 2014La rassegna di concerti ed eventi di musica classica, con trenta anni di storia alle spalle, è un’istituzione culturale a Dresda che attrae migliaia di visitatori da tutto il mondo, soprattutto melomani ma non solo. Il motto di questa 39esima edizione del festival è “TIME”: inteso come terreno d’incontro tra la musica e il nostro tempo, in continua relazione e divenire. Più di cinquanta gli eventi in programma sui palcoscenici più suggestivi e simbolici di Dresda e dintorni: Frauenkirche, Semper Oper, Deutsches Hygiene-Museum, Albertinum, Palais im Großen Garten, nei castelli di Pillnitz e di Wackerbarth e molti altri.  Di grande successo gli eventi open air gratuiti come il grande concerto libero “Musical city 2016”, che si tiene sabato 28 maggio alle ore 15 nel centro storico di Dresda. Tutti i musicisti di Dresda, amatoriali e professionisti, sono invitati a suonare insieme per mettere in scena la potenza della musica. Chiunque può partecipare alla manifestazione portando la propria musica ed energia alla città. “Dresda, espressione di musica” è anche il messaggio del piùgrande concerto di tromboni del mondo che si tiene sabato 4 giugno, alle ore 20 alla Brühlsche Terrasse, alla presenza di 16.000 strumenti di ottone. Gli spettatori radunati sulle scalinate e nella piazza circostante saranno invitati ad unirsi al coro in un vivace viaggio musicale. Per conoscere il programma completo e prenotare gli eventi visitare www.musikfestspiele.com.

DMF, Frauenkirche, vor dem Konzert, Instrumenten Mood mit Raum, DresdenDixieland Festival: dal 15 al 22.5.2016
Maggio è il mese migliore dell’anno per scoprire Dresda città della musica e lasciarsi trasportare dalle sue sinfonie, classiche ma non solo. Anche il jazz è molto applaudito: ogni anno si tiene ilfestival di musica jazz più longevo d’Europa, il Dixieland Festival, quest’anno alla sua 46esima edizione. Un vero e proprio vortice di allegria con concerti organizzati nei locali, nei parchi, nelle piazze e perfino sui tram della città! Tra gli eventi clou ci sono la Dixieland Parade domenica 22 maggio dalle 16 alle 18 per le vie del centro storico (gratuita e aperta a tutti), ilconcerto Blues, Boogie & Swing presso l’aeroporto di Dresda (venerdì 20 maggio dalle ore 19.00 alle 23.30), dove in un ambiente del tutto speciale, con vista sulla pista di decollo, sarà il jazz a farvi volare! Oppure, indicata per gli amanti delle atmosfere retro è la serata al teatro del vecchio mattatoio venerdì 20 maggio dalle ore 19.30 con una staffetta di grandi artisti. Maggiori informazioni e prenotazioni al sito www.dixielandfestival-dresden.com.

ImageProxy (2)Una crociera jazz sull’Elba come a New Orleans
Otto storici battelli a vapore della flotta più antica al mondo, colmi di musica jazz, allegria e voglia di divertimento, salperanno da Dresda giovedì 19 maggio 2016 dal molo Terrassenufer alle ore 19.30, in occasione della tradizionale parata Riverboat-Shuffle, festeggiamento molto amato nell’ambito del Dixieland Festival. La parata lungo il fiume Elba a bordo delle storiche imbarcazioni come la “Augusto il Forte” e la “Contessa Cosel” dura tre ore (fino alle 22.30), fuochi d’artificio inclusi. Ad  accompagnare gli ospiti fin dalle prime luci del tramonto ci sarà la migliore musica jazz internazionale di band e solisti e … se non fosse per i castelli barocchi, i villaggi medioevali e i paesaggi romantici della Valle dell’Elba sembrerebbe proprio di essere sul Mississippi.

ImageProxy (3)Soggiorni e servizi utili
Su richiesta è possibile prenotare i biglietti degli eventi del Festival Dresdner Musikfestspiele direttamente presso gli hotel QF e Swissotel Dresden Am Schloss. Una notte in camera doppia nel 5 stelle QF hotel nel quartiere della Frauenkirche. E per le signore il pacchetto Ladies Special include il servizio “coiffeur” per prepararsi alla serata.

Sassonia Marketing & Turismo
Susann Schwickert
Germania/Dresda tel. +49 (0) 351/ 4917023
email: schwickert.tmgs@sachsen-tour.de
www.facebook.com/Sassoniaturismo
www.sassoniaturismo.it
www.sassoniaturismo-blog.it

#ValGardenaFriends

Eventi, community e offerte….ecco come diventare amici della Val Gardena

Apero1Val Gardena, 02 novembre 2015 – #ValGardenaFriends è un progetto che ha lo scopo di avvicinare tutti coloro che amano questa valle e che hanno piacere di fare amicizia e conoscere persone che condividano la stessa passione. E’ una community che parla in tutte le lingue, dove i membri interagiscono, chiedono informazioni e si danno appuntamento per sciare o fare un’escursione insieme. I ricordi dei momenti più belli sono condivisi poi sui social network con l’hashtag #ValGardenaFriends. Inoltre, le #ValGardenaFriendsWeeks, in programma dal 9 al 23 gennaio 2016, prevedono tanti eventi, manifestazioni, feste e après-ski. In queste due settimane molti saranno i concerti di musica live e gli ski-safari cui poter partecipare anche da soli, avendo la possibilità di incontrare nuove persone che abbiano la stessa voglia di sciare e divertirsi insieme. Ma non è tutto…. Chi parteciperà alle #ValGardenaFriendsWeeks, potrà anche prender parte a un concorso eccezionale. Postando, infatti, la più bella foto delle proprie vacanze durante queste due settimane, dopo essersi registrati su www.valgardena.it/friends, si potrà rivincere la stessa vacanza l’anno successivo. Infine, anche chi non avrà la possibilità di raggiungere la Val Gardena in quelle settimane, riceverà un gadget in regalo, solo iscrivendosi alla community. Let’s be social – let’s be friends!

PianoCity. La Milano del pianoforte diffuso conquista migliaia di cittadini e di visitatori

Piano City è ormai diventato un appuntamento irrinunciabile per i cittadini milanesi, che hanno affollato i concerti nei luoghi simbolo della manifestazione e quelli ospitati in spazi da poco restituiti all’uso pubblico


movida7-620x400
Milano, 25 maggio  – Un fine settimana di musica diffusa, che sulle note del pianoforte ha invaso la città e conquistato migliaia di ascoltatori, con un folto pubblico di cittadini affezionati e di sorpresi visitatori. In occasione della quarta edizione di Piano City, Milano è stata trasformata in una grande sala concerto: musei, edifici storici e biblioteche, ma anche cortili, giardini privati, parchi e cascine hanno ospitato da venerdì a domenica decine di esibizioni dal vivo sullo strumento più amato del mondo.  Un regalo della città alla città che diventa anche stimolo di nuova creatività artistica: dopo Le Piano Africain di Ludovico Einaudi dell’edizione 2014, anche quest’anno è stata un’altra grande partitura originale ad aprire la manifestazione, il coinvolgente brano Music for seven key instruments and percussions di Hauschka, che venerdì ha inaugurato la rassegna nel cuore del Parco Sempione.  “Piano City è ormai diventato un appuntamento irrinunciabile per i cittadini milanesi, che hanno affollato sia i concerti nei luoghi simbolo della manifestazione, come la Galleria d’Arte Moderna, sia quelli ospitati in spazi da poco restituiti all’uso pubblico, dalla Darsena appena inaugurata alla Cascina Campazzo” dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno. “Ma questo modello innovativo di rassegna musicale si è dimostrato particolarmente attrattivo anche per i visitatori stranieri, che spesso si sono imbattuti nei concerti per caso, per esserne immediatamente conquistati”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com