La People4Funds in merito alle popolazioni colpite dal terremoto: Filiera corta per i soldi ai Sindaci in difficoltà!

[AdSense-A]

Lettera di Federica Fornelli, esperta di crowfunding, ai Sindaci dei Comuni terremotati “La generosità degli italiani e di tutti coloro che nel mondo vogliono fare un gesto concreto deve essere bonificata direttamente ai Comuni terremotati”.

Di Federica Fornelli

Cari sindaci,

ci sentiamo tutti vostri cittadini e questo ci ha spinto a capire come fare per farvi avere velocemente fondi a vostra diretta disposizione.
Abbiamo cercato di capire come realizzare una filiera corta delle donazioni a favore delle vostre zone colpite dal terremoto.
Grazie ad un vostro collega, ci sono stati spiegati i meccanismi comunali che non vi permetterebbero di disporre di donazioni bonificate sull’ordinario conto corrente comunale.
Tutti voi dovete avere conti correnti specificatamente dedicati all’emergenza terremoto.
Per potervi sostenere, e scongiurare il rischio di bloccare le somme in percorsi burocratici, abbiamo una richiesta che comprenderete perfettamente: comunicateci i vostri IBAN dei conti specificatamente destinati all’Emergenza terremoto.
Gli italiani potranno donare quanto possono, voi avrete risorse per intervenire immediatamente con quanto vi occorre, a vostra discrezione.
Ai cittadini poi vogliamo dire questo: la burocrazia non permette al sindaco di attingere, anche se in condizioni di emergenza, alle risorse finanziarie del Comune, perché queste sono state già destinate. Il sindaco può attingere invece “liberamente” (cioè senza passaggi burocratici e lungaggini),  da un conto corrente con “destinazione di scopo”, come le emergenze di questi mesi.
Ora, non si tratta di discutere su chi è che ha fatto la legge, la politica non c’entra: si tratta di aiutare i nostri connazionali con gesti concreti. Basta polemiche.
La generosità
 degli italiani e di tutti coloro che nel mondo vogliono fare un gesto concreto deve essere bonificata direttamente ai Comuni terremotati.
In questo modo la filiera delle donazioni si accorcia: non solo si salta la burocrazia, ma si evita di perdere le tracce delle donazioni.
Vi invitiamo a farlo
, e per non creare ulteriori problemi burocratici ai sindaci, così fortemente impegnati, vi preghiamo di copiare anche l’esatta causale del bonifico che trovate nell’elenco in fondo al nostro appello.
Abbiamo fatto una ricerca sul web per trovare gli Iban per l’Emergenza terremoto e abbiamo scoperto che non tutti i Comuni hanno messo a disposizione questa informazione sui loro siti.
Pubblichiamo una prima lista, che speriamo nei prossimi giorni di poter ampliare.
Ci appelliamo ai sindaci perché ci informino  o pubblichino i dati relativi al conto corrente specificatamente aperto per gestire l’emergenza.
In fine ci teniamo  a ribadire fortemente un concetto: volutamente non abbiamo inserito i riferimenti di associazioni, gruppi, onlus, diocesi ed altro impegnati nella raccolta fondi.
Il nostro intento è di consentire ai sindaci una piena operatività: se gli servisse del gasolio o qualsiasi altra cosa, devono poterli acquistare senza essere oberati da burocrazia e mancanza di fondi.

IBAN_PRO_TERREMOTO

Edilizia residenziale pubblica: Biancofiore (Ance Foggia): il piano del Governo va nella giusta direzione. Ora tocca ai comuni

Il Mit avvia il piano di recupero per ripristinare e ristrutturare oltre 20.000 case popolari.
Gerardo-BiancofioreFoggia, 7 novembre- “Il Programma del Governo di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli ERP – alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dei Comuni va nella giusta direzione. Ora è importante che i Comuni presentino i progetti e attivino le strutture amministrative. Il rilancio dell’edilizia residenziale pubblica è fondamentale per dare una risposta ai tanti cittadini che oggi non hanno una casa e per rilanciare il settore dell’edilizia residenziale. Chiedo ai Sindaci di attivarsi ed ai presidenti di Regione, a partire dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, di cogliere l’opportunità.  Ance Foggia è pronta da oggi a creare un tavolo permanente a supporto delle amministrazioni locali per la presentazione dei progetti.” Non usa mezzi termini il presidente e di Ance Foggia e Presidente PMI Estero dell’ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili Gerardo Biancofiore nel giorno il cui il Governo ha annunciato che con la registrazione presso la Corte dei Conti del decreto ministeriale di approvazione (DM 12/10/2015) del ‘Programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli ERP – alloggi di edilizia residenziale pubblica – di proprietà dei Comuni’ ed ex IACP, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avvia l’erogazione alle Regioni di 470 milioni sul programma pluriennale, per ristrutturare o ripristinare oltre 20.000 case popolari inagibili o in stato di manutenzione precaria, che verranno messe a disposizione di soggetti attualmente in lista d’attesa dell’assegnazione di alloggi sociali. “Va dato atto- continua Biancofiore- dell’impegno del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio e del Vice Ministro  Riccardo Nencini- per aver messo in campo  quel piano di recupero e ripristino di case popolari che mancava da troppi anni nel nostro Paese.”
Gli altri dettagli del decreto: Una parte delle risorse, ammontante a 67.900.000 €uro, sarà destinata agli interventi di manutenzione ordinaria “di non rilevante entità’ che renderanno prontamente disponibili circa 5000 alloggi sfitti o attualmente inadeguati al loro utilizzo. Gli ulteriori 400.230.784 €uro saranno rese disponibili per gli  interventi di manutenzione straordinaria degli alloggi – come l’adeguamento energetico, impiantistico statico e del miglioramento sismico degli immobili – che consentiranno il recupero di quasi 19.000 alloggi di proprietà dei Comuni, ex IACP, case popolari ed ERP.  Le Regioni, che riceveranno immediatamente le risorse messe a disposizione dal MIT, avranno 30 giorni di tempo dall’avvenuta comunicazione ministeriale del trasferimento dei fondi per adottare il provvedimento e trasferire le risorse ai Comuni, che entro sessanta giorni dovranno concludere i lavori di manutenzione ordinaria. Per quanto riguarda, invece, gli interventi di manutenzione straordinaria e di ripristino degli ERP, l’inizio dei lavori presso i Comuni, dovrà avvenire entro 12 mesi dalla data del provvedimento regionale di concessione del finanziamento,  da adottare sempre entro 30 giorni dalla comunicazione ministeriale.

 

Imu agricola: Cdm, cambia criteri

Divina (LN) : il provvedimento arriva dopo  nostre numerose e legittime proteste
imu-agricolturaRoma, 24 gennaio – “ Il Governo nel Consiglio dei Ministri straordinario, dopo infinite nostre proteste, ha risolto il nodo dell’Imu agricola montana fissando nuovi criteri per il pagamento con esenzione totale per 3456 comuni (prima erano 1498) e parziale per 655” è la notizia diffusa in un comunicato da Sergio Divina Lega Nord, vicecapo gruppo al Senato per il Carroccio. Il decreto legge prevede che a decorrere dall’anno in corso, 2015, “l’esenzione dall’imposta municipale propria (Imu) si applica: – ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, ubicati nei Comuni classificati come totalmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat; – ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, di cui all’articolo 1 del decreto legislativo del 29 marzo 2004 n. 99, iscritti nella previdenza agricola, ubicati nei Comuni classificati come parzialmente montani, come riportato dall’elenco dei Comuni italiani predisposto dall’Istat”. Questi criteri si applicano anche all’anno di imposta 2014. “Per l’anno 2014 non è comunque dovuta l’Imu per quei terreni che erano esenti in virtù del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con i Ministri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e dell’Interno, del 28 novembre 2014 e che invece risultano imponibili per effetto dell’applicazione dei criteri sopra elencati. I contribuenti, che non rientrano nei parametri per l’esenzione, verseranno l’imposta entro il 10 febbraio 2015”. “Oltre alla totale incertezza degli introiti per i comuni, – commenta Divina –  il vecchio provvedimento ingenerava la totale dismissione di terreni agricoli da parte di agricoltori non professionali, che oggi invece possono integrare il proprio reddito con un plus derivante dalla coltivazione agricola. A forza di proteste legittime nostre e delle categorie, – conclude il senatore Sergio Divina, –  anche i Ministri Padoan e Martina hanno dovuto prendere atto e rivedere totalmente la materia”.

Puglia, dal 27 al 30 novembre “Campanili a tavola”

Con la partecipazione di otto comuni facenti parti del Gal Daunia Rurale, per quattro giorni riflettori puntati su San Severo e sui comuni dell’Alto Tavoliere per promuovere un’offerta integrata del territorio

campanili-a-tavolaRoma, 28 novembre – Ricco di appuntamenti il programma della seconda giornata di “CAMPANILI A TAVOLA”, la manifestazione nata dalla sinergia degli otto comuni facenti parti del Gal Daunia Rurale, che dal 27 al 30 novembre tiene i riflettori puntati su San Severo, che la ospita, e sui comuni dell’Alto Tavoliere per promuovere un’offerta integrata del territorio, valorizzandone peculiarità ed eccellenze nell’ottica di un’offerta sempre più ampia e di una proposta turistica destagionalizzata. Alle 9.30 presso il Museo dell’Alto Tavoliere (P.zza San Francesco), si terrà il convegno intitolato “IL GAL E LE STRATEGIE DI MARKETING FUNZIONALI AL TERRITORIO”, moderato dal giornalista Sergio De Nicola. Nutrito il carnet degli interventi previsti: sindaci dell’Alto Tavoliere e presidente del Gal Daunia Rurale, Simone Mascia, Cosimo Sallustio (Responsabile Programma Leader della Regione Puglia), Pierpaolo Pallara (INEA Regione Puglia), Stefano Crudele (FortyConsulting), Olga Buono (R&S). Sono inoltre previste le testimonianze di: Alfredo Curtotti (Presidente Consorzio San Severo DOC), Rino D’Angelo (Presidente Parco della Peranzana), Giuseppe Lipartiti (Presidente Consorzio della Peranzana dell’Alto Tavoliere). Le conclusioni del work shop saranno tratte dall’Assessore Regionale all’Agricoltura, Fabrizio Nardoni e dal Viceministro alle Politiche Agricole e Forestali, Andrea Olivero. A seguire avrà luogo una visita guidata alla sezione archeologica del MAT, a cura della dott.ssa Gioseana Diomede, archeologa e operatrice culturale presso il Museo dell’Alto Tavoliere.

Alle 12.30 si procederà all’inaugurazione della sede del GAL, con consegna da parte del presidente, Simone Mascia, di attestati di stima ai sindaci e alle istituzioni presenti, seguirà un buffet preparato con i prodotti delle aziende agroalimentari del Territorio, curato dal noto executive chef Giancarlo Cammisa.

Alle 16:30 si procederà all’inaugurazione istituzionale del Palazzo Liberty con visita agli stand.

Alle ore 17:30 continueranno gli appuntamenti col gusto: presso Palazzo Liberty debutterà lo show cooking curato dal ristorante “Kilometro zero” di Poggio Imperiale.

Ore 18:00 ancora show cooking a Palazzo Liberty, prima con il ristorante “Acapulco due” di Lesina e poi con la Trattoria “Da Nonna Peppina” di Apricena.

Ore 20:30, presso il chiostro del Municipio, si terrà lo spettacolo musicale dell’artista Maurizio Di Maso, accompagnato al pianoforte dal Maestro Paolo Curatolo.

Ore 21:30 Matteo Marolla & ZUMPINARIA Band daranno vita ad un concerto folk nel chiostro del Municipio.

Ore 23:00 Chiusura degli Stand di Piazza Municipio, Piazza della Repubblica e di Palazzo Liberty.

 

Schede degli artisti e dell’Executive Chef:

 

Giancarlo Cammisa

Chef executive de “La piana dei mulini” a Colle D’Anchise (CB), Giancarlo Cammisa si impegna per la valorizzazione dei prodotti molisani in una chiave raffinata e distinta in un suggestivo contesto storico-ambientale. Classe 1984, fin da piccolo ha mostrato di avere una forte passione per l’ambiente e il territorio. Dopo un lungo iter, è approdato come chef di partita al Royal di Sanremo (IM), alla Villa Marchese del Grillo a Fabriano (AN), per poi diventare sous chef al “Montblanc” di La Salle (AO), dove ha sentito l’ispirazione dello chef bistellato Barbaglini. Ha collaborato con grandi personaggi della ristorazione italiana e partecipato con successo a concorsi enogastronomici, come gli Internazionali d’Italia a Massa Carrara dove ha conquistato un argento con il Team “Gargano Capitana”.

 

Matteo Marolla & Zumpinaria Band

Molto noti nella zona di San Severo, amanti della tradizione, dell’italianità, del folk, con la loro musica consentono “una scarrozzata attraverso la canzone popolare, tra rovi, sterpaglia e natura assolata”. Tre gli artisti di questo gruppo:Matteo Marolla – Chitarra e Voce, 
Antonio Nasso – Chitarra elettrica e Andrea Cannone – Percussioni e cori.

 

Matteo Marolla ha un’idea molto suggestiva della musica.

“La leggerezza liberatoria del canto è il comune humus tra le diverse esperienze stilistiche: la musica etnica, la canzone italiana, i brani originali, in una mescolanza che tenta di simulare, non tanto una navigazione in sé, quanto il momento della sosta in cui si passano in rassegna gli oggetti e gli appunti del viaggio. I brani originali narrano l’uomo che ha bisogno di raccontarsi e di vivere i propri sogni senza costrizioni”.

Il repertorio di Marolla comprende omaggi a grandi maestri quali Matteo Salvatore, Fabrizio de Andrè, Paolo Conte, Charles Aznavour, Domenico Modugno e alla tradizione popolare.

Maurizio Di Maso

Nato negli anni Ottanta, ha subito scoperto l’amore per la musica, che lo ha portato a vincere nel 1995 il primo “Festival di Napoli” tenuto in provincia di Foggia. Due anni dopo incide il suo primo album ed inizia a collaborare con vari artisti della musica italiana e napoletana. Apparso in diverse trasmissioni tv, si ricordano le sue partecipazioni al “Maurizio Costanzo Show” e al “Dopo festival”.

 

Gianni Curatolo

In soli cinque anni consegue il diploma superiore decennale di  pianoforte con il massimo dei voti al Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, perfezionandosi presso l’Accademia Pianistica di Trinitapoli con il celebre pianista Aldo Ciccolini.
Vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali è l’unico pianista italiano premiato all’International Piano Competition  dalla Guinness World Record di Londra  per il concerto della durata di oltre 25 ore (Concerto per la pace nel mondo) tenutosi al Museo civico di San Severo nel luglio 2002.
Nel febbraio 2006 la Regione Puglia a  istituzionalizzato la sua composizione musicale “Il Centro del Sorriso” come INNO AI DIVERSAMENTE ABILI della regione Puglia. Fondatore e Presidente dell’associazione Onlus Il Centro del Sorriso, centro promotore  per lo studio e la ricerca sulla musica come terapia dell’handicap,è l’ideatore e promotore della Musicoterapia di Risonanza, del metodo Mu.S.A.D. (musicoterapia Sperimentale Applicata alle persone Diversamente Abili) e dell’innovativo strumento  Panca di Risonanza Corporea Multicromatica. Dal 2008 è consulente di musicoterapia e musicologia per RAI PARLAMENTO.

Giovani amministratori, una scuola di formazione promossa dall’Anci per gli under 35

anciGiovedì 13 Febbraio alle ore 11.00 avrà luogo una conferenza stampa di presentazione del progetto a favore di otto comuni scelti con un bando

 Roma, 11 febbraio – Seminari, laboratori, webinar: partono gli otto percorsi formativi locali della scuola Anci per giovani amministratori. Dopo l’ampio riscontro di partecipazione degli scorsi anni ai corsi della Scuola organizzati a Roma per gli amministratori under 35, l’Anci ha deciso di incrementare le possibilità per i giovani impegnati nell’amministrazione delle città, con una nuova offerta formativa gratuita che si svolgerà direttamente sui territori. L’Associazione ha già selezionato tramite bando gli otto Comuni destinatari dell’iniziativa, che partirà dal prossimo marzo. Tutti i dettagli a riguardo verranno forniti nel corso della Conferenza stampa che si terrà in Anci giovedì, 13 febbraio alle ore 11,00. Parteciperanno il presidente dell’Anci, Piero Fassino, la ministra per l’Integrazione Cécile Kyenge e i sindaci dei Comuni degli otto percorsi locali selezionati dalla scuola Anci, Continue Reading

Kyenge e Fassino, nuovo percorso di formazione per giovani amministratori locali

kyengeAccordo tra Anci e Dipartimento delle Gioventù , ad ogni comune 100mila euro per formazione su politiche comunitarie, finanza locale e cooperazione

Roma, 13 novembre 2013 – Cuneo, Lecce, Ascoli Piceno, Monza, Torino, Perugia, Pisa e Catania sono i Comuni vincitori del bando per la selezione di “Comuni capoluogo di provincia avente ad oggetto l’ideazione e la realizzazione di percorsi di formazione locali della Scuola Anci per giovani amministratori”, avviata nel 2012, grazie all’Accordo siglato tra Anci e Dipartimento della Gioventù, ora Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Ogni Comune riceverà un finanziamento di 100.000,00 euro per la realizzazione di percorsi formativi locali. Al fine di ampliare l’offerta formativa della Scuola e permettere ad un maggior numero di giovani amministratori di usufruirne, migliorando le condizioni di accesso, l’Anci ha infatti deciso di avviare, accanto al Percorso Nazionale già consolidato, anche alcuni Percorsi Locali che andranno ad arricchire l’offerta complessiva della Scuola, sia in termini quantitativi, grazie al potenziamento delle attività nei territori, sia in termini contenutistici, grazie ad una differenziazione tematica che caratterizza ognuno degli otto percorsi previsti.  Continue Reading

Calabria, con i Suap bastano 24 ore per fare Impresa

lucio dattolaSportello unico per le attività produttive: quasi 6mila nuove pratiche  in Calabria per il tramite delle Camere di commercio grazie alla modulistica on line.

Roma, 27 settembre  – Sono 5.975 le pratiche telematiche pervenute ai 166 Suap dei 409 comuni calabresi che hanno affidato la gestione dei propri sportelli alle Camere di commercio del territorio, dall’aprile 2011, data di avvio della riforma di questo strumento. Segnatamente, esse rappresentano più del 17% delle pratiche pervenute ai Suap nazionali, posizionando la regione ai primi posti tra quelle più dinamiche in Italia. “Il dato relativo ai risultati ottenuti in Calabria rispetto alla fruizione dello Sportello unico presso le Camere di commercio regionali è più che confortante, è la dimostrazione che il sistema sta funzionando”. Così il presidente di Unioncamere Calabria, Lucio Dattola, commenta il traguardo delle quasi seimila pratiche online gestite dagli Sportelli per le attività produttive delle Camere di commercio, su delega o in convenzione con i comuni titolari del servizio. Con riferimento alla procedura automatizzata, il Suap delle camere di commercio calabresi consente di dare realmente avvio all’attività d’impresa in un giorno. I vantaggi maggiori derivano dal gestire l’intero ciclo della pratica mediante le tecnologie della rete e dall’avere standardizzato modulistica e procedure per la maggior parte degli adempimenti. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]