UNICEF su Bimbo ucciso in Cisgiordania: orribile violenza contro un innocente

L’UNICEF condanna questa e qualsiasi violenza condotta contro vittime innocenti.

Ali_Saad_Dawabsha_photo1 agosto 2015 – «La morte di un bambino palestinese di appena 18 mesi a seguito di un attacco incendiario contro la sua casa in Cisgiordania è una tragedia e una vergogna. L’UNICEF condanna questa e qualsiasi violenza condotta contro vittime innocenti. E chi può essere più innocente di un bambino di un anno e mezzo? Quanto accaduto comporta che i colpevoli siano assicurati alla giustizia, e richiede a tutti di trattenersi dal commettere atti di violenza così insensati e orribili”

Unicef condanna l’uccisione degli adolescenti in Cisgiordania

I bambini vittime innocenti dell’odio tra israeliani e palestinesi


bambini unicefRoma, 1 luglio  – “L’Unicef condanna fermamente il rapimento e l’uccisione di tre giovani israeliani in Cisgiordania. Ci uniamo al Segretario generale delle Nazioni Unite per esprimere il nostro più profondo cordoglio alle loro famiglie” è il testo del comunicato diramato oggi da Unicef a seguito della notizia del ritrovamento dei corpi dei tre ragazzi ebrei rapiti il 12 giugno in Cisgiordania. “Questo ultimo atto di violenza è un rimando tragico e terribile al tributo che l’odio insensato sta facendo  pagare sia ai bambini israeliani che  palestinesi”.  “Speriamo che questi eventi non alimenteranno ulteriormente la violenza. Esortiamo tutte le parti ad esercitare la massima moderazione e fare il possibile per proteggere tutti i bambini – palestinesi e israeliani – dalle minacce”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com