Sono i ritocchi estetici i regali di Natale più desiderati dalle italiane

[AdSense-A]

Oltre il 55 % delle donne intervistate ha risposto che sarebbe felice di ricevere un trattamento di chirurgia estetica o plastica per questo Natale.

seno

“Caro Babbo Natale per quest’anno vorrei trovare sotto l’albero l’intervento per rifarmi il seno. E oltre al filler per far sparire le rughe mi piacerebbe anche una mastoplastica additiva“. Sono questi i desideri più nascosti delle donne italiane emersi da un sondaggio su un campione di 500 donne che vorrebbero ricevere un ritocco come regalo per questo Natale ed hanno richiesto preventivi di chirurgia estetica su Estetica24.com. La domanda era “Sotto l’albero di Natale vorresti trovare un vacanza esotica, un gioiello o un buono per un ritocco estetico?“. Oltre il 55 % ha risposto che sarebbe felice di ricevere un trattamento di chirurgia estetica o plastica per questo Natale. Secondo Ivan Laffranchi, Ceo di Estetica24.com “il dato conferma l‘interesse che le persone hanno per la cura e il mantenimento del corpo, ma non solo in quanto dalle risposte emerge che molte donne vorrebbero sottoporsi all’intervento per sentirsi meglio con se stesse più che piacere agli altri quindi il risvolto psicologico motiva l’interesse per l’intervento di chirurgia plastica.” Tra i trattamenti più graditi l’acido ialuronico i cui prezzi, secondo le risposte date agli utenti dagli oltre 100 chirurghi plastici accreditati su Estetica24.com, variano tra i 350 e i 550 euro. Al secondo posto un regalo decisamente più costoso, ma molto desiderato è l’intervento per migliorare l’aspetto del seno attraverso mastoplastica additiva e riduttiva: il prezzo, molto variabile, è in funzione delle capacità e della fama del chirurgo oltre al tipo di struttura sanitaria utilizzata ed è compreso tra i 4.500 e gli 8.000 euro. Al terzo posto della classifica tra i regali più graditi troviamo la rinoplastica per un naso più bello: l’operazione dura poco tempo, circa un paio di ore, e cambia a seconda che a sottoporvisi sia un uomo o una donna, ma prima di sottoporsi a questo intervento occorre tenere presente  che la rinoplastica necessita di mesi per portare i risultati sperati e dunque ci vuole determinazione e pazienza quando si decide di affrontare un intervento di questo tipo. La ricerca dei ritocchi più richiesti è stata realizzata da Estetica24.com, la piattaforma italiana che aiuta le persone, che desiderano migliorare il proprio aspetto con l’intervento di chirurgia estetica e plastica, a trovare il chirurgo plastico più adatto alle loro esigenze. Il marketplace interamente sviluppato in Italia ha già consentito a oltre 4.000 utenti di richiedere un preventivo in meno di un minuto direttamente dallo smartphone attraverso un percorso guidato che prevede una serie di domande per consentire ai chirurghi di inquadrare ogni caso in modo preciso in modo da rispondere correttamente ad ogni tipo di richiesta.

La startup Estetica24.com raggiunge i 200 interventi di chirurgia estetica in soli 5 mesi

[AdSense-A]

Dopo soli 5 mesi dalla messa online Estetica24.com ha raggiunto il traguardo del duecentesimo intervento di chirurgia estetica, tutti commissionati tramite la webapp che mette in relazione i chirurghi estetici e plastici con i futuri pazienti.

 

estetica

La startup, ideata e fondata dal torinese Ivan Laffranchi, mette in contatto le persone desiderose di migliorare il loro aspetto attraverso un trattamento di chirurgia estetica o plastica con 3 chirurghi della zona, inizialmente offrendo il servizio su Roma e  centro/sud Italia per poi espandere successivamente il servizio su Milano ed il resto del nord Italia. Gli utenti che hanno utilizzato la webapp per incontrare specialisti della loro città sono ormai oltre 3.000 mentre il numero di interventi realizzati in questi mesi grazie a Estetica24.com sono oltre 200. Ivan Laffranchi, che in passato ha lanciato Privatamente.it, poi ceduto, e più di recente JustPRO, ritiene l’Italia un ottimo banco di prova visto che è il 9° mercato al mondo con oltre 400.000 interventi all’anno di chirurgia estetica. Ma come funziona la piattaforma? Il ‘bot’ di Estetica24, utilizzabile sia da pc che da smartphone pone una serie di domande all’utente come la località geografica, l’età (che per scelta etica del servizio non può essere inferiore ai 19 anni) e altre domande ancora con il fine di profilare la richiesta che sarà inviata automaticamente a chirurghi estetici e plastici precedentemente selezionati e verificati. Nell’arco di qualche ora i 3 chirurghi che avranno analizzato le esigenze concordano nelle ore successive con l’utente una consulenza e un eventuale preventivo per intervenire e migliorare la parte del corpo desiderata. Il servizio consente al paziente di poter valutare le recensioni sui chirurghi, comparare le soluzioni d’intervento, i vantaggi e prezzi al fine di decidere in modo informato quale percorso affrontare per l’operazione alla quale desidera sottoporsi. A differenza di come spesso avviene nel mondo delle start up dove si cercano i soldi dei ventur capitalist per sviluppare l’idea, Ivan Laffranchi  ha deciso di non accettare le due proposte di investitori ricevute in questi primi mesi di sviluppo del progetto. Secondo l’imprenditore quarantenne infatti  “prima di accettare investitori era necessario capire se gli utenti fossero pronti ad utilizzare una piattaforma online per un argomento così delicato e se gli specialisti di chirurgia estetica e plastica sarebbero stati propensi ad affiancare il passaparola ad un nuovo strumento per entrare in contatto con i pazienti”. “Dopo 5 mesi di lavoro, con oltre 3.000 richieste di utenti, 2.000 consulenze e 94 chirurghi accreditati riteniamo che il modello di business possa crescere e siamo finalmente pronti a valutare eventuali proposte d’investitori al fine di accelerare lo sviluppo in Italia ed iniziare nel corso del prossimo anno lo sviluppo in Europa, in particolare su Germania e Spagna” spiega ancora Laffranchi. Per utilizzare il servizio, nel quale in questo momento sono impiegate 5 persone, non è necessario scaricare un app ma è sufficiente accedere al sito internet www.estetica24.com da telefono o pc e iniziare a richiedere una consulenza dedicata. Secondo Ivan Laffranchi “il Piemonte ha tutte le carte in regola per diventare la Silicon Valley d’Europa, grazie alla posizione geografica, alle Università ed ai giovani pronti a mettersi in gioco. A tal fine però è necessario intervenire rapidamente sulla formazione di professioni correlate ad internet con corsi universitari dedicati allo sviluppo di linguaggi di programmazione per app e servizi internet, soprattutto di specialisti in marketing digitale, analisti della semantica e dell’intenzione dell’utente.  Tutto questo per non perdere il treno di questa corsa all’oro 3.0 che vedrà le prossime generazioni totalmente connesse” conclude lo startupper torinese.   Estetica24.com è la prima piattaforma italiana che mette in contatto chirurghi estetici e utenti interessati a ricevere fino a 3 consulenze e preventivi gratuiti per interventi di chirurgia estetica. Il marketplace interamente sviluppato in Italia consente di richiedere un preventivo in meno di un minuto con pc e smartphone attraverso un percorso guidato che effettua una serie di domande per consentire ai chirurghi della zona di rispondere in modo puntuale alla richiesta. Estetica24.com consente inoltre ai chirurghi estetici di avere un nuovo canale di comunicazione senza i limiti dei tradizionali investimenti pubblicitari.

Chirurgia plastica, un paziente su dieci è omosessuale

ezio-nicodemi chirurgia esteticaNicodemi:  “Anche i gay impazziscono per il ‘ritocchino’ e scelgono naso e lato b”. 

Roma, 24 settembre – E’ sempre più numeroso l’esercito di uomini che si rivolge al chirurgo plastico per sottoporsi a un ‘ritocchino’. E 1 paziente su 10 è gay. Tra gli interventi più richiesti naso, sguardo e lato b. A disegnare il trend è il chirurgo plastico Ezio Maria Nicodemi, segretario esecutivo della Mediterranean Academy for Life extension sciences.

Secondo Nicodemi, “il paziente omosessuale non ammette l’errore ed è molto più esigente di una donna. Si informa sul web e va dal medico preparatissimo sugli ultimi tipi di interventi. Questo rende più delicato il rapporto medico-paziente”. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com