Tubercolosi, un pericolo in aumento

Alcuni ceppi di tubercolosi sono diventati antibiotico resistenti

 

l43-tubercolosi-lastra-medicina-131028190823_bigRoma, 19 gennaio – I batteri responsabili della tubercolosi hanno acquisito resistenza a diversi antibiotici, secondo uno studio sulla rivista Nature . La tubercolosi è ancora responsabile ogni anno di 1,5 milioni di morti in tutto il mondo. E alcuni ceppi di Mycobacterium tuberculosis, il batterio responsabile dell’infezione, rappresentano una grave minaccia per la salute perché gli antibiotici conosciuti sinora non hanno più effetti  su di loro. Lo studio spiega che la diffusione della resistenza multi-farmaco è guidata da un gruppo di ceppi di tubercolosi chiamato ‘Beijing lineage’ ( genotipo di Pechino). Si tratta di ceppi prevalentemente presenti nei paesi asiatici e nel territorio dell’ex Unione Sovietica Thierry Wirth del Muséum National d’Histoire Naturelle in Francia con la sua equipe ha analizzato il corredo genetico di 4987 ceppi di tubercolosi, di cui 110 genomi completi provenienti da 99 paesi, per capire meglio come la resistenza multi-farmaco si è evoluta nel tempo. I riscontri temporali evidenziano picchi più alti di tubercolosi nel corso degli ultimi 200 anni, in coincidenza con la rivoluzione industriale e la prima guerra mondiale, seguiti da un calo della malattia in concomitanza con l’aumento dell’uso di antibiotici nel 1960. Gli autori fanno risalire la diffusione in tutta l’Eurasia di due ceppi che si associano alla resistenza multi-farmaco nei primi anni ‘90, quando il sistema sanitario pubblico della ex Unione Sovietica crollò. Infine, hanno identificato 15 geni che possono aver contribuito alla resistenza ai farmaci nel ceppo Beijing lineage

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com