Milano piange la scomparsa di Livio Garzanti

Cultura. Del Corno: con la scomparsa di Garzanti perdiamo uno dei protagonisti della cultura milanese 

Di Ram

addio_a_livio_garzanti_erede_della_casa_editrice-0-0-432500Milano, 14 febbraio – “Con la scomparsa di Livio Garzanti, Milano perde uno dei protagonisti della scena culturale che ha portato Milano al centro del panorama editoriale italiano del ‘900. Garzanti è stato un grande editore ma anche uno scopritore di talenti, incarnando quello spirito di ricerca e innovazione e quella visione della produzione editoriale che va oltre il libro in sé per creare davvero cultura”. Così l’assessore alla Cultura, Filippo Del Corno ha commentato la scomparsa di Livio Garzanti.
Lo scrittore ed editore Livio Garzanti si è spento la scorsa notte in una clinica di Milano, all’età di 93 anni. Garzanti era figlio di Aldo, fondatore della omonima casa editrice, sorta dopo aver rilevato le Edizioni Treves nel 1936. Dalla fine degli anni quaranta ha diretto la prestigiosa rivista culturale ‘L’Illustrazione Italiana’ e nel 1952 ha preso la guida della casa editrice di cui é diventato presidente nel 1961. Livio Garzanti è stato uno dei protagonisti della scena culturale milanese del ‘900: a lui va anche il merito di aver lanciato, nel 1955, uno dei più importanti autori italiani, Pier Paolo Pasolini con la pubblicazione di ‘ Ragazzi di vita’. Garzanti stesso é stato anche autore di vari romanzi tra cui ‘L’ amore freddo’ e ‘La fiera navigante’.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com