Matteo Renzi nomina Carlo Calenda rappresentate permanente Italiano presso l’UE

Il discorso di Ringraziamento di Carlo Calenda per la nomina appena avuta

img834009Roma, 22 gennaio – “Sono onorato per la nomina a rappresentante permanente italiano presso l’UE. Desidero ringraziare per la fiducia il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni. Lavorare nell’ambito del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, dopo aver operato per quasi tre anni con tanti capaci diplomatici italiani in più di trenta missioni internazionali, rappresenta per me una grande sfida professionale, che affronterò con determinazione ma anche con l’umiltà di chi è pienamente consapevole di avere molte cose da imparare. Conto per questo sul  ricco patrimonio di conoscenze ed esperienze della Farnesina. Ho già preso contatto con l’Ambasciatore Stefano Sannino, con cui ho lavorato a lungo sui temi del commercio in special modo durante il semestre di presidenza, e di cui ho avuto modo di apprezzare le straordinarie qualità umane e professionali. La linea guida fondamentale del mio mandato in Europa è quella di portare il contributo dell’Italia al processo di costruzione di un’Unione, forte, coesa ed efficiente, capace di garantire gli interessi di cittadini e imprese in uno scenario internazionale dove i singoli Stati membri non hanno più, da soli, le dimensioni sufficienti per assicurare crescita, stabilità e sicurezza. Nell’ambito di questa prospettiva dovrò continuare a garantire che il confronto tra gli interessi dei singoli paesi membri non trascuri le nostre legittime priorità nazionali. Perché ciò si realizzi con sempre maggiore efficacia sarà necessario rafforzare il gioco di squadra tra tutte le amministrazioni per costruire in maniera solida le nostre posizioni prima di portarle sui tavoli europei. Prevedo di assumere formalmente l’incarico immediatamente dopo il Consiglio Europeo di Marzo.”

Italy on the Move: negli USA due tappe del RoadShow “Invest in Italy”

L’11 e il 13 gennaio l’Italia protagonista di un coast-to – coast da New York a San Francisco

ministero-sviluppo-economico_6 Roma, 12 gennaio 2016 – Ha preso il via ieri a New York la prima delle due tappe statunitensi del Global Roadshow “Invest in Italy”, dopo quelle organizzate in Turchia (ottobre 2015) e Giappone (novembre 2015) dall’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane su impulso del Ministero dello Sviluppo Economico. Nel corso della tappa newyorkese, il Vice Ministro Carlo Calenda, il Presidente di Cassa Depositi e Prestiti Claudio Costamagna e il Presidente dell’Agenzia ICE Riccardo Monti hanno incontrato circa 30 potenziali investitori tra fondi d’investimento e investitori privati. Particolare rilevanza ha avuto il workshop, realizzato in collaborazione con Bloomberg, “Italy Now: Investment, Opportunity, Impact”, che ha visto alternarsi al tavolo dei relatori  l’Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti Claudio Bisogniero, il Vice Ministro Calenda con un intervento sulle politiche del Governo finalizzate ad attrarre e sostenere gli investimenti esteri e, a seguire, il Presidente di Cassa Depositi e Prestiti Claudio Costamagna, che ha illustrato il ruolo strategico di CDP nel processo di attrazione degli investimenti in Italia svolto in sinergia con Unicredit, rappresentata dal Global Chief Economist Erik Nielsen. La stessa occasione è stata utile per approfondire la definizione di un Memorandum of Understanding tra General Electric Avio e Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Piemonte, Regione Campania e Regione Puglia, con il quale General Electric Avio intende studiare opportunità di investimento in attività di ricerca e sviluppo e di produzione nelle tre Regioni italiane per complessivi 200 milioni di euro circa. Domani la delegazione si trasferirà a San Francisco per prendere parte alla seconda tappa del Roadshow. Nel pomeriggio si svolgerà la conferenza dal titolo “Healthcare: Italy on the move”, realizzata in concomitanza con laJP Morgan Annual Healthcare Conference, l’importante incontro internazionale dedicato al settore delle biotecnologie e Life Science. Dopo l’apertura di Robert Huffines, Managing Director di JP Morgan e Global Head Healthcare, il Vice Ministro Calenda illustrerà le misure di politica industriale italiana adottate per il settore e finalizzate all’attrazione degli investimenti in Italia. Ulteriori incontri con top executives di grandi aziende innovative quali Google, Apple, Tesla, Pixar, VMware avranno infine luogo nei giorni 14 e 15 gennaio.

Costituito il primo Comitato della moda e dell’accessorio italiano

Il Comitato sarà presieduto dal Vice Ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda e si riunirà per la prima volta il 27 gennaio 2016.

calenda10Roma,23 dicembre 2015 – E’ stato costituito il primo Comitato della moda e dell’accessorio italiano. Faranno parte del Comitato tutti i protagonisti dell’ecosistema della moda, che comprende i settori del tessile, della moda e degli accessori: Altagamma, Altaroma, Centro di Firenze per la Moda Italiana, Camera Nazionale della Moda Italiana, Federazione Italiana Accessorio Moda e Persona (FIAMP), Milano Unica, TheMICAM, MIDO, MIFUR, MIPEL, ORIGIN, Pitti, Vicenza Oro/Oro Arezzo, Sistema Moda Italia. Il Comitato della Moda e dell’Accessorio italiano definirà le linee guida per lo sviluppo del comparto, concorderà insieme al Governo il sostegno istituzionale necessario a portare avanti le diverse iniziative e garantirà l’implementazione dei progetti chiave, fondamentali per riaffermare la leadership del sistema della moda, attraverso il coordinamento e potenziamento degli eventi, il rafforzamento del sistema fieristico, la formazione, la sostenibilità e il supporto alla crescita dei marchi e delle aziende della filiera.

World Bank: Italia risale nelle classifica Doing Business

Calenda: ottimo risultato, puntiamo ad essere presto tra i primi venti al mondo

 

47542-bigRoma, 28 ottobre 2015 – “I dati forniti stasera dalla World Bank sul ranking ‘doing business’, rappresentano un ottimo risultato per il nostro Paese. – Lo dichiara in una nota il Vice Ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda – L’Italia ha guadagnato infatti 11 posizioni in un solo anno.“Abbiamo dunque intrapreso la strada giusta. – ha sottolineato Calenda – Occorre continuare a lavorare in questa direzione con l’obiettivo di arrivare tra le prime venti posizioni al mondo.” “Questo risultato lo potremo ottenere da un lato proseguendo il cammino delle riforme strutturali e dall’altro semplificando i processi a supporto dell’attività di impresa. Si tratta – ha concluso il Vice Ministro – di misure previste nel provvedimento ‘Doing Business’, che verrà varato nelle prossime settimane.”

 

Moda: a Napoli significativa affluenza di buyers e stampa internazionale

Calenda, ottimo segnale per il settore

 

image0025Roma, 23 ottobre 2015 – Con 60 imprese campane e 80 ospiti stranieri, fra buyer e stampa di settore, e’ iniziato oggi “Naples meets the World”, un appuntamento dedicato alla moda campana, con l’obiettivo di far conoscere, attraverso una serie di incontri commerciali fra operatori, questa realtà produttiva e di favorirne il processo di internazionalizzazione. L’Iniziativa, promossa dall’Unione Industriale di Napoli e realizzata dall’Agenzia ICE –  nell’ambito del Piano Export Sud – vedra’  oltre 500 incontri singoli tra imprese e controparti estere. “La grande partecipazione degli operatori e della stampa internazionale a questo nuovo appuntamento – ha commentato Il Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda – è un buon segnale per il sistema moda italiano”.” La tradizione sartoriale napoletana – ha proseguito Calenda –  ha generato nel tempo un comparto tra i più dinamici dell’industria regionale e con un forte potenziale ancora non del tutto espresso”. ” Se le aspettative attese da questo evento saranno confermate – ha concluso il Vice Ministro –  potremo pensare di trasformare questa iniziativa in un appuntamento annuale”.

Italia- Vietnam: Calenda presiede commissione mista

La riunione è stata abbinata ad una missione imprenditoriale in Italia

Italia-Vietnam-Calenda-presiede-commissione-mista-640x300Roma, 16 ottobre- Si ė tenuta oggi  la seconda sessione della commissione mista per la cooperazione economica tra Italia e Vietnam, co-presieduta dal Vice Ministro allo sviluppo economico Carlo Calenda e dall’omologa vietnamita, Ho Thi Kim Toa, Vice Ministro dell’industria e commercio. La riunione è stata abbinata ad una missione imprenditoriale in Italia durante la quale si sono svolti incontri tra i partecipanti vietnamiti e le imprese e associazioni di categoria italiane. In una riunione presso Confindustria, le aziende hanno avuto anche l’occasione di approfondire i risultati della recente conclusione dell’accordo di libero scambio tra UE e Vietnam, cui hanno preso parte i due Vice Ministri. Durante la commissione mista i due Paesi hanno adottato un piano d’azione che mira ad un potenziamento della collaborazione economica tra loro – soprattutto in settori come infrastrutture, energia, industria e servizi – e che è orientato a portare l’interscambio bilaterale (giunto nel 2014 a 3,4 miliardi di dollari) al traguardo di 5 miliardi di dollari nel 2016. E’ stato anche fatto il punto su alcuni ostacoli non tariffari che andranno eliminati per migliorare i flussi commerciali.“Il rapporto del nostro Paese col Vietnam – ha sottolineato Calenda – è particolarmente importante nel contesto del Sudest asiatico. Non solo è stato il primo Paese della regione che il Presidente del Consiglio ha visitato, ma sarà anche la prima nazione asiatica dove si recherà il Presidente Mattarella, accompagnato dal Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, nel prossimo novembre”.“Il nuovo quadro di rapporti preferenziali – ha poi rimarcato Calenda – che si svilupperà con l’entrata in vigore dell’accordo di libero scambio tra UE e Vietnam (prevista per il 2017) porterà poi ulteriori benefici e nuove opportunità per le nostre imprese in un mercato di oltre 90 milioni di consumatori. Anche per questo motivo – ha concluso il Vice Ministro – nel novembre del prossimo anno, anche in occasione della Expofood2016 di Ho Chi Minh City, organizzeremo una missione imprenditoriale, con focus su agroindustria, macchinari, infrastrutture e turismo, proprio per sfruttare al meglio questa forte apertura del mercato vietnamita e il potenziale delle nostre imprese”.

G20: a Istanbul l’Italia propone di istituzionalizzare le riunioni dei ministri del commercio

Calenda: necessario gruppo di lavoro permanente su commercio e investimenti

FDM-istanbul-2015Roma, 6 ottobre 2015 – “Nel corso del G20 Trade che si sta svolgendo in queste ore a Istanbul – dichiara il Vice Ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda-l’Italia ha rimarcato l’importanza di rafforzare il G20 come punto di coordinamento tra i diversi pilastri che oggi governano il commercio mondiale: i grandi accordi bilaterali e regionali (come quello siglato ieri da 12 paesi del Pacifico, il TPP), gli accordi plurilaterali settoriali (in corso su servizi, beni ambientali e tecnologici) e il round multilaterale, la così detta ‘agenda di Doha’ del WTO”.“Italia e Cina –sottolinea Calenda –  hanno proposto l’istituzionalizzazione del G20 commercio e la creazione di un gruppo di lavoro permanente su commercio e investimenti”.“Assicurare una coerenza di agenda e risultati più concreti – conclude il Vice Ministro – è fondamentale in un momento in cui nazionalismo e protezionismo, che sono facce della stessa medaglia, rischiano di mettere a rischio la stabilità e la crescita globale.”

Commercio internazionale: raggiunto l’accordo per il partenariato trans-pacifico (TTP)

Calenda: “Ora tocca all’Europa compattarsi e concludere il negoziato con gli Usa”

TPP_member_states_460x275-455x272Roma, 5 ottobre 2015 – “La chiusura del negoziato TPP (Trans -Pacific Partnership) – il Free Trade Agreement tra gli Stati Uniti e altri 11 paesi dell’area del Pacifico – raggiunta oggi ad Atlanta –  è un passo fondamentale verso la costruzione di un’ampia area di libero scambio di importanza globale che, una volta concluso anche il TTIP (Transatlatic Trade and Investment Partnership – l’accordo che l’Unione Europea sta trattando con gli USA) metterà insieme il 63 per cento del PIL mondiale”. E’ quanto dichiara il Vice Ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda.“È una svolta fondamentale nella globalizzazione – sottolinea il Vice Ministro – che mira a un riequilibrio dei rapporti economici e commerciali rispetto alla prima fase della stessa. Per i BRICS sarà molto più difficile continuare a indulgere in pratiche protezionistiche e di dumping”.“Ora dobbiamo lavorare rapidamente per completare il negoziato per il TTIP prima delle elezioni presidenziali americane. Perché ciò sia possibile, gli Stati membri dell’UE – ha concluso Calenda – devono ritrovare compattezza e appoggiare senza riserve il lavoro della Commissione, smettendo di inseguire quella parte, ampiamente minoritaria,  della pubblica opinione europea che è pregiudizialmente contraria al TTIP per ragioni ideologiche”.

 

Voucher Temporary Export manager: boom di domande presentate al Ministero dello Sviluppo economico

Calenda: stanzieremo nuove risorse

temporary-export-manager-150923124608Roma 5 ottobre 2015 – L’iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico sui voucher per l’internazionalizzazione – che consentiranno alle aziende di strutturare in modo stabile le attività di  export, con  la possibilità di avvalersi di una figura professionale adeguata – ha registrato un grande successo . Sono infatti  ben 4146 le imprese che hanno presentato la domanda sul sito del MISE. “A fronte di questo ottimo riscontro da parte delle imprese – ha dichiarato il vice Ministro Carlo Calenda – abbiamo deciso di incrementare la dotazione finanziaria  da 10 a 17,8 milioni di euro, permettendo così a 1780 aziende (780 in più del previsto) di  accedere al nuovo strumento per l’internazionalizzazione. Il programma – ha concluso il Vice Ministro – proseguirà nel 2016 con ulteriori risorse”.

 

Commercio estero: dati Istat confermano crescita sostenuta del nostro export nell’ultimo anno

Calenda: ottime prospettive soprattutto nel mercato USA

Day 3 of the WTO's Ministerial Conference, Bali, 3 December 2013. (Photos may be reproduced provided full attribution is given.)

Roma, 17 settembre 2015 – I dati Istat sul commercio estero confermano il buon andamento delle nostre esportazioni. A luglio 2015 l’ export è infatti aumentato del 6,3% rispetto a luglio 2014: un dato che porta a una crescita del 5,2% delle esportazioni italiane  nei primi sette mesi del 2015 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.“Il risultato – sottolinea il Vice Ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda – è dovuto in particolare all’espansione delle vendite negli Stati Uniti: a luglio si è registrata infatti una crescita del 22,9% rispetto a luglio 2014, confermando la tendenza degli ultimi mesi. Proprio le ottime prospettive del mercato statunitense hanno posto gli USA al centro della strategia di supporto al Made in Italy decisa dal Governo”. Tra i comparti che mettono a segno le performance migliori si confermano gli autoveicoli, ma anche altri settori a medio-alta tecnologia si dimostrano particolarmente dinamici, come la farmaceutica e l’elettronica.“Considerando anche la dinamica positiva delle importazioni nei primi sette mesi dell’anno – conclude il Vice Ministro – registriamo un avanzo record del saldo commerciale di 26,5 miliardi di euro: un risultato importante rispetto a quello messo a segno tra gennaio e luglio 2014”.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com