Al Teatro Elettra fino al 15 novembre Massimiliano Milesi presenta “La Signora di Rokujo”

Interpretata da Carla Aversa nella traduzione di Maria Teresa Orsi. In scena Luca Avallone e Giancarlo Vitaterna

Luca-Avallone-680x365_cRoma, 7 novembre- Un appuntamento da non perdere quello da giovedì 5 all’8 e dal 12 al 15 novembre al Teatro Elettra. La compagnia Permis de Conduire presenta “La Signora di Rokujo”, nella prima assoluta in lingua italiana del Racconto inedito di Setouchi Jakucho, interpretata da Carla Aversa nell’apposita traduzione di Maria Teresa Orsi, la più nota traduttrice contemporanea dalla Lingua Giapponese. In scena accanto a Carla Aversa anche Luca Avallone (conosciuto al grande pubblico per la sua partecipazione alla fiction dell’anno “Un’altra vita” di Cinzia Th Torrini) e Giancarlo Vitaterna, dal racconto di Setouchi Jakucho nella traduzione originale di Maria Teresa Orsi, con le luci di Antonio Cozza, le scene di Akiyama Nobushige, i contributi video e la regia di Massimiliano Shinei Milesi. Il racconto prende spunto dal Celeberrimo Genji Monogatari di Murasaki Shikibu (973 circa – 1014 circa o 1025). Il personaggio della Signora di Rokujo, artefice suo malgrado di un maleficio ai danni della Principessa Aoi, fa parte di una serie di figure archetipiche della Letteratura Giapponese. Conosciuta anche con il nome di Setouchi Haroumi, premio Tanizaki nel 1992, dopo avere avuto riconoscimenti prestigiosi come il Women’s Litterary Prize sin dal 1962, l’autrice nel 1973 decise di entrare in monastero seguendo la Scuola Buddhista Tendai e prendendone i voti come monaca con il nome di Jakucho. Il racconto prende spunto dal Celeberrimo Genji Monogatari di Murasaki Shikibu (973 circa – 1014 circa o 1025), in Italia tradotto recentemente dalla nota Studiosa e Docente Universitaria Maria Teresa Orsi come “La Storia di Genji” e pubblicato da Einaudi in una prestigiosa edizione. Il personaggio della Signora di Rokujo, artefice suo malgrado di un maleficio ai danni della Principessa Aoi, fa parte di una serie di figure archetipiche della Letteratura Giapponese.  L’attrice Carla Aversa in un monologo mozzafiato incontra la raffigurazione onirica del Principe Genji (Luca Avallone) con la quale ha un serrato dialogo ben introdotto dalla Voce Recitante di Giancarlo Vitaterna, in passato noto sassofonista della scena Jazz romana ed ora anche attore di provenienza Permis De Conduire. Rokujo e Genji furono amanti, ma lei si rende conto di essere stata dimenticata da un uomo noto per il suo fascino e la sua bellezza irreale.

dal 5 all’8 e dal 12 al 15 novembre la sera alle 21-la domenica alle 18

Teatro Elettra

Via Capo d’Africa 32, Colosseo

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]