Il Capol inaugura il Salone dell’Olio e delle Olive della provincia di Latina

[AdSense-A]

Per la prima volta a Latina verrà inaugurato dal Capol il 4 e 5 Febbraio presso il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina nell’ambito della fase finale del Concorso provinciale ‘L’Olio delle Colline’. I Concorsi ‘Assaggiatore per un giorno’, ‘L’Olio delle Colline Pontine al suo Miglior Assaggiatore’ e Concorso ‘Olio Extra Vergine Pontino’ le altre novità della 12^ edizione.

Nell’ambito della fase finale del 12° Concorso provinciale ‘L’Olio delle Colline, Paesaggi dell’Extravergine e Buona Pratica Agricola dei Lepini, Ausoni e Aurunci’, il Capol inaugura quest’anno, per la prima volta, il Salone dell’Olio e delle Olive della provincia di Latina, nelle giornate del 4 e 5 Febbraio.

Due giorni dedicati alle eccellenze olivicole ed olearie pontine, dove scoprire e degustare le migliori produzioni di olio extra vergine di oliva della DOP Colline Pontine e di olive da mensa DOP ‘Gaeta’ e ‘Itrana Bianca’. Il tutto negli stand allestiti a Latina, presso il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina.

Una novità assoluta del Concorso e nel panorama della manifestazioni locali. Un evento specializzato, attento agli aspetti in-formativi, che renderà protagonisti i consumatori per addentrarli nel mondo dell’olivicoltura di qualità. Potranno conoscere gli olivicoltori pontini e gli altri addetti alla filiera olivicola del territorio.

Qualificati esperti del settore e assaggiatori professionisti del Capol insegneranno ai visitatori a riconoscere il prodotto di qualitàattraverso degustazioni guidate e informate e il nuovo Concorso ‘Assaggiatore per un giorno’, in cui saranno proprio i consumatori a giudicare gli olii in gara.

Debutteranno inoltre il Concorso ‘L’Olio delle Colline Pontine al suo Miglior Assaggiatore’, riservato agli assaggiatori iscritti agli elenchi regionali/nazionale di tecnici ed esperti di olii di oliva vergini ed extravergini, e il Concorso ‘Olio Extra Vergine Pontino’ in cui i produttori stessi valuteranno alla cieca i propri olii.

“È soprattutto in annate ‘magre’ come questa che è necessario promuovere maggiormente la cultura dei prodotti di qualità – spiega il Presidente del Capol Luigi Centauri – in modo tale che il consumatore possa comprenderne meglio l’importanza e dare il giusto valore alle eccellenze di nicchia”.

2° concorso provinciale “L’Oliva Itrana”

[AdSense-A]

Le domande e i campioni devono pervenire al Capol entro il 25 Gennaio. Le selezioni si terranno a Rocca Massima il 29 Gennaio. Le premiazioni il 4 Febbraio durante l’11° Concorso provinciale ‘L’Olio delle Colline’.

Sono aperte le iscrizioni al 2° Concorso provinciale ‘L’Oliva Itrana’, organizzato dal Capol con la collaborazione dell’Aspol e del Consorzio di Tutela e Valorizzazione dell’Oliva Gaeta DOP. L’iniziativa è dedicata all’oliva da mensa della cultivar “Itrana”, tipica varietà a duplice attitudine coltivata principalmente sui versanti tirrenici dei Monti Lepini, Ausoni e Aurunci.

La partecipazione è gratuita e riservata ad olivicoltori, trasformatori e confezionatori di olive Itrana bianca e olive di Gaeta, singoli o associati, iscritti alla Camera di Commercio di Latina.  Tra i requisiti richiesti vi è l’iscrizione obbligatoria all’Organismo di controllo nella categoria trasformatori/condizionatori per le aziende che intendono prendere parte alla categoria “Oliva di Gaeta DOP”.

Le domande debbono essere inoltrate entro il 25 Gennaio. I partecipanti dovranno far pervenire al CAPOL Latina, insieme alla scheda di adesione, due campioni di olive in un contenitore di almeno 500 gr., provenienti da partite di almeno 140 Kg di prodotto. Ogni olivicoltore potrà gareggiare con un solo campione di olive per categoria.

La selezione mediante valutazione organolettica delle olive da mensa si terrà il 29 Gennaio presso il Comune di Rocca Massima, ad opera di esperti del settore. I risultati saranno illustrati il 4 Febbraio presso il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina, nel convegno che chiude la manifestazione “L’Olio delle Colline, Paesaggi dell’extravergine e buona Pratica Agricola dei Lepini Ausoni e Aurunci”.

Per le categorie ‘Oliva di Gaeta DOP’ e ‘Oliva Itrana Bianca’ saranno premiate le prime tre aziende classificate. Previsto anche il conferimento di menzioni di merito. A tutti i concorrenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione e la certificazione relativa all’analisi organolettica. Contatti: 329.1099593[email protected]pagina Facebook.

Poco ma buono. Da Cori le prime conferme sulla nuova campagna olearia

[AdSense-A]

 

Grande partecipazione al primo incontro di aggiornamento sulle qualità organolettiche dei nuovi oli extravergine di oliva organizzato a Cori all’Agriturismo Cincinnato. La nuova annata di conferma particolarmente difficile, soprattutto dal punto di vista quantitativo, ma gli oli presentano una soddisfacente qualità. Buono il lavoro sinergico dell’intera filiera.

senza-titolo-8Oltre 50 gli operatori del settore olivicolo della zona nord della provincia di Latina che hanno partecipato nel fine settimana al primo incontro di aggiornamento sulle qualità organolettiche dei nuovi oli extravergine di oliva organizzato a Cori dal Capol e che verrà riproposto in altre città pontine. All’Agriturismo Cincinnato erano presenti assaggiatori, agronomi e produttori, interessati a perfezionare la propria formazione ed educazione al gusto, anche per agevolare il consumo consapevole dell’olio extra vergine di oliva.

Sono stati valutati i profili organolettici degli oli nuovi e si è parlato della campagna olearia 2016/17, che si prospetta particolarmente difficile, soprattutto dal punto di vista quantitativo. I campioni analizzati presentavano una soddisfacente qualità, a conferma che anche in questo periodo di scarica gli olivicoltori pontini stanno reagendo producendo poco olio ma buono. Un risultato al quale stanno contribuendo tutti gli operatori della filiera, dato che sulla qualità del prodotto finale incide per circa il 60% anche la tecnologia di trasformazione.

La qualità dell’olio extra vergine d’oliva infatti la fa non solo l’oliva, ma anche il frantoio. Se la cultivar determina l’impronta organolettica e chimica dell’extra vergine, la tecnologia può modificare il profilo dell’olio, rendendolo più armonico o più aggressivo. Le analisi dell’olio invece rappresentano un fattore strategico per gestire la qualità dell’olio, ancor più importanti come elemento di controllo per prevenire o contrastare fenomeni di contraffazione o frode che potrebbero trovare opportunità in annate così a rischio.

“Ecco perché le aziende pontine che imbottigliano e confezionano possono sempre contare sul supporto del Panel di assaggiatori del Capol, riconosciuto dal MIPAAF e attivo presso la Camera di Commercio di Latina, dove opera per il controllo delle caratteristiche organolettiche degli oli vergini di oliva – ricorda Luigi Centauri, Presidente del Capol e Capo Panel Capol – La consulenza è gratuita e deve essere richiesta preferibilmente prima della messa in commercio del prodotto.”

Contatti: [email protected]

Cori: Teoria e pratica per la potatura degli olivi

Consegnati gli attestati di partecipazione ai 27 corsisti. Novità di quest’anno le prove di assaggio dell’olio. Erano presenti esperti del settore e i rappresentanti dell’intera filiera olivicola.

CORSO-POTATURA-CORI14Cori, 23 Aprile – Si è concluso lo scorso fine settimana presso il Ristorante Sette Camini con la consegna degli attesti di partecipazione il corso base per la potatura degli olivi, organizzato dall’Aspol – Associazione Provinciale Produttori Olivicoli Latina – e dal Capol – Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina – con il patrocinio del Comune di Cori. Tre giornate formative dedicate alla fisiologia della pianta, le principali malattie, le esigenze nutritive, l’importanza della luce, le tecniche di potatura più usate. Novità di quest’anno l’approfondimento sulle caratteristiche organolettiche dell’olio extravergine di oliva, con prove pratiche d’assaggio, tappa fondamentale per garantire la qualità del prodotto e quindi la bontà del lavoro svolto a monte.

CORSO-POTATURA-CORI9Dopo l’ascolto in aula, a Palazzetto Luciani, i 27 corsisti hanno sperimentato con mano l’arte della potatura negli uliveti dell’Azienda Agricola Biologica Lauro Della Vecchia. Le lezioni sono state affidate ad esperti come i dottori agronomi Alberto Bono, Pier Luigi Ricci e Carmine Parlapiano e il Presidente del Capol, Capo panel Luigi Centauri. L’iniziativa ha coinvolto rappresentanti di tutta la filiera olivicola, tra olivicoltori, tecnici ed operatori del settore, che hanno appreso utili suggerimenti su come far fruttare le piante riducendo l’alternanza delle produzioni, evitando il precoce invecchiamento della pianta, arginando le malattie da parassiti e migliorando la qualità delle olive prodotte e dell’olio. La formazione è l’indispensabile punto di partenza per migliorare il prodotto e favorire il rilancio dei territori a forte vocazione olivicola, come il comprensorio di Cori. L’acquisizione da parte dei produttori di competenze sempre più specifiche è uno dei requisiti fondamentali per consentire il salto di qualità da semplice olivicoltore a imprenditore olivicolo.

Cori: Corso di potatura degli olivi e di assaggio dell’olio

Le lezioni, teoriche e pratiche, sono rivolte agli olivicoltori, tecnici ed operatori del settore. L’obiettivo è fornire aggiornamenti di olivicoltura, tecnica colturale e qualità dell’olio, e creare delle professionalità nel settore della potatura. I corsisti riceveranno l’attestato di partecipazione.

CORSO POTATURA OLIVI (4)Cori, 9 Aprile – Anche quest’anno il Comune di Cori ospiterà il corso base per la potatura degli olivi, organizzato dall’Aspol – Associazione Provinciale Produttori Olivicoli Latina – e dal Capol – Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina – con il patrocinio dell’Ente Lepino. L’iniziativa, rivolta ad olivicoltori, tecnici ed operatori del settore, vuole fornire utili aggiornamenti di olivicoltura, tecnica colturale e qualità dell’olio, e soprattutto contribuire a diffondere la formazione necessaria a creare delle professionalità della potatura, attraverso un approccio teorico e pratico. Le lezioni si svolgeranno il 13, 14 e 15 Aprile, a Palazzetto Luciani la parte teorica, e presso l’Azienda Agricola Biologica Lauro Della Vecchia le esercitazioni pratiche. Docenti dei partecipanti saranno i dottori agronomi Alberto Bono, Pier Luigi Ricci e Carmine Parlapiano. Il primo incontro (16:30/20:30) verterà sulla teoria: Basi fisiologiche della potatura. Scopi e principi della potatura. Innovazione nella tecnica culturale in olivicoltura (coltivazione, raccolta e potatura). Difesa fitosanitaria dell’oliveto, con particolare riferimento alle principali strategie di difesa contro la mosca dell’olivo. Poi due giornate sul campo (14:00/18:00), per sperimentare la potatura di allevamento, la potatura di produzione e la potatura di riforma. Al termine, venerdì 15 Aprile, dalle ore 18:00 alle ore 21:00, presso il Ristorante Sette Camini, il Presidente del Capol, Capo panel Luigi Centauri parlerà di Qualità dell’olio e Panel Test, con Prove Pratiche di Assaggio. A seguire la cena a tema ‘Essenze di Extravergine d’Itrana in Cucina’ con la consegna degli attestati di partecipazione. Per maggiori informazioni: cell. 3337212220 e/o [email protected] oppure [email protected]

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]