ROMA GLADIATORS TOUR & ROMA CLASSIC TOUR

[AdSense-A]

Dalla primavera 2017 i nuovi tour su misura per famiglie con bambini piccoli organizzati da Tapsy Tours.Per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni

“Rome is fun!”: questo il leit-motiv del tour di punta organizzato da Tapsy Tours per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni. Seguendo il principale obiettivo di intrattenere adulti e piccoli, insieme a guide esperte, animatori appassionati, giochi e gadget regalo interattivi, la società specializzata in tour culturali e recente ideatrice de LA MAPPA PARLANTE DI ROMA, propone, a partire dalla primavera, due tour su misura nei quali sarà possibile interagire divertendosi. ROMA GLADIATORS TOUR, alla scoperta del Colosseo sulle orme degli antichi Gladiatori con storie ed aneddoti che sulla nascita di questo monumento-emblema della città e l’area storica che lo circonda, e ROMA CLASSIC TOUR – un viaggio emozionante nel tempo della Roma antica in compagnia di alcuni personaggi storici che hanno influenzato la storia della città, tra cui Rea Silvia e Donna Olimpia (la Pimpaccia) – sono stati concepiti come autentiche esperienze di info-tainment giocate sull’immedesimazione e la partecipazione attiva.

Con l’ausilio di un “fun active book” creato da esperti pedagoghi e omaggiato all’inizio del tour,  i bambini sono stimolati a personalizzare i loro commenti e ad interagire continuamente agli spunti forniti dai divertenti ciceroni, insieme anche alla celebre talpa esploratrice Tapsy, mascotte ufficiale dei tours. Una serie di giochi e quiz creati sul duplice percorso sarà in grado di coinvolgere anche i più grandi, tenendo sempre in mente gli obiettivi sia didattici sia ludici della visita.
Se l’itinerario di ROMA GLADIATORS TOUR si sofferma su Colosseo e Foro Romano, trattando l’area concernente il tempio di Antonino e Faustina, l’altare di Giulio Cesare, l’arco di Settimio Severo, l’arco di Tito, il Tempio di Vesta e il colle Palatino, il percorso guidato di ROMA CLASSIC TOUR propone il Campidoglio, Piazza Navona, il Pantheon e il caratteristico quartiere di Campo dei Fiori.  Punto di partenza e di ritrovo comune è l’Arco di Costantino; punti di arrivo sono, per i piccoli gladiatori in progress, la Terrazza Caffarelli, luogo panoramico di estremo fascino dove sarà possibile anche fermarsi per pranzo o scattare foto sulla piazza del Campidoglio adiacente e, per il tour classico, la piazza di Campo de Fiori.
Tapsy Tours, che da anni sviluppa i propri itinerari ed attività insieme a esperti di formazione, individua, per ogni città o luogo di interesse, il meglio che questi possono offrire: i due percorsi – individuali e di gruppo – proposti con l’obiettivo di interagire con viaggiatori curiosi e famiglie alla ricerca di nuove esperienze, saranno operativi a partire dal mese di marzo (Gladiator Tour) e aprile (Classic Tour).
Maggiori dettagli nelle schede allegate e al sito:
www.tapsy.eu

 

 

 

Roma, 16 i matrimoni gay trascritti da Marino in barba alla legge nazionale

Il sindaco Marino dal Campidoglio: ‘ogni uomo o donna ha diritto ad amare’. Solo la legge però sancisce i diritti

coppie_gay_roma_00 - CopiaRoma, 18 ottobre – Una pioggia di applausi ha atteso oggi il sindaco di Roma Ignazio Marino al suo arrivo in  Campidoglio, per la trascrizione di sedici matrimoni di coppie gay celebrati all’estero. In un’atmosfera carica di commozione e speranza, il primo cittadino ha dichiarato: “Dobbiamo pensare che oggi sia un giorno normale perchè crediamo fortemente che tutti siano uguali e abbiano gli stessi diritti. E allora quale diritto più importante c’è di quello di poter dire al proprio compagno o compagna ‘Ti amo’. Un diritto che deve essere garantito a ogni uomo e ogni donna. In Italia abbiamo un percorso da fare con  leggi che possano permettere a tutti di avere gli stessi diritti. Oggi atti importanti vengono trascritti nel registro di stato civile del Comune di Roma». Non tarda ad arrivare la risposta del prefetto della capitale Giuseppe Pecoraro che ammonisce il sindaco Marino “Cancelli le trascrizioni o le annullo io”. E’ infatti questo il nodo cruciale che rende i matrimoni di oggi a Roma nulli e fuori ‘legge’, nel senso che il disegno di legge preannunciato dal presidente del Consiglio qualche giorno fa non è mai passato al vaglio del Parlamento. L’unico documento ufficialmente legale su una querelle che va avanti da molto tempo è la circolare emanata dal ministro Alfano per ordinare ai Prefetti di sospendere la registrazione dei matrimoni tra omosessuali contratti all’estero. Tali matrimoni trascritti all’anagrafe del Comune di competenza, pur anche se Roma capitale, non sono conformi alla legge italiana e trattasi in definitiva di alterazione di stato documentale, punita in modo molto più grave dei delitti di falso dalla nostra legislazione. In sostanza così come nei precedenti casi di Milano, con 12 trascrizioni di matrimoni gay da parte del sindaco Pisapia, ma anche di Bologna, Firenze, Udine, Empoli, Grosseto e Napoli, tutti comuni del medesimo colore politico, più che di traguardi raggiunti si può parlare di ribellioni in atto. Ed in attesa di una opportuna legislazione è la popolazione, qualsiasi sia l’orientamento sessuale,   la vittima di una lotta tra rappresentanti, a vario titolo, della gestione della cosa pubblica. Una situazione che crea solo sconcerto soprattutto in chi oggi ha pensato di aver coronato un sogno d’amore nel proprio Paese, e resta invece in attesa che il premier Renzi realizzi e ottenga una celere approvazione sul progetto di legge in itinere, che in sintesi prevede una sostanziale uniformità con il matrimonio ad eccezione della possibilità di adozione per le coppie omosessuali.

Roma, “ Luce sull’ombra” per riconoscere i manipolatori emotivi

L’associazione ‘La volpe nascosta’  in Campidoglio il 7 novembre per un  incontro tematico su violenza psicologica e manipolazione mentale.

cinziaRoma, 13 ottobre – “ Luce sull’ombra” è il titolo del seminario in programma venerdì 7 Novembre  dalle ore 16.00 alle 19.00 presso la Sala del Carroccio in Campidoglio, promosso dall’associazione La volpe nascosta, incontro tematico su violenza psicologica e manipolazione mentale. Al centro della riflessione un ‘reato’ che non solo donne, ma anche moltissimi uomini che tendono ad accettare questa forma subdola di abuso, che molto spesso vede come vittime anche i minori che assistono a tali comportamenti.
La manipolazione emotiva segue un gradiente crescente di intensità e dannosità, attraverso la continua e sottile umiliazione e svalutazione della vittima, e nel tempo porta ad una perdita di autostima, fiducia e senso di identità nella persona che ne è fatta vittima, che si trova smarrita, confusa e preda di sentimenti contrastanti di colpa, vergogna e rabbia.
Si tratta di un vero e proprio omicidio dell’anima, in grado di provocare conseguenze anche molto gravi nella vittima: da un disturbo d’ansia crescente, ad attacchi di panico, senso di perdita di identità, sfiducia nelle proprie capacità, sensazione di perdita di valore personale fino a veri e propri episodi di depressione.
Purtroppo si tratta di un fenomeno sottostimato e ancora poco conosciuto, che vede ad oggi troppi esecutori impuniti e troppe vittime incomprese e per questo lasciate da sole ad affrontare un dolore ed un disagio senza nome. Riteniamo perciò assolutamente necessario avviare una politica di informazione e sensibilizzazione, e parallelamente iniziare a costruire servizi di consulenza ed assistenza mirati ad aiutare proprio le persone che ne subiscono – direttamente o indirettamente – le conseguenze. Spesso il crimine non viene denunciato perché proviene proprio dalle persone che più si amano e che si sentono, per tale ragione, autorizzate a continuare a delinquere.
Obiettivo del seminario è quello di contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica aiutando, al contempo, le vittime a riconoscere il fenomeno per potersene difendere autonomamente o chiedendo aiuto. Ciò non soltanto per tutelare se stesse e la propria integrità, ma anche per salvaguardare eventuali minori che, assistendo alla violenza su un genitore di riferimento, potrebbero, a loro volta un domani, divenire degli abusanti.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]