Thriller ad Imperia: un successo annunciato

Presso l’Auditorium multimediale della Camera di Commercio di Imperia si è tenuta la serata di gala  per l’ anteprima nazionale e mondiale del remake di thriller girato dalla Sony e con coproduzione della Columbia pictures

Di Francesca Rossetti

locandinaRoma, 22 giugno – Sabato 20 giugno 2015, presso l’Auditorium multimediale della Camera di Commercio di Imperia si è tenuta la serata di gala  per l’ anteprima nazionale e mondiale del remake di thriller girato dalla Sony e con coproduzione della Columbia pictures nella splendida cornice di Villa Grock, ovvero la dimora dell’ ultimo re dei clown Andrien Wettak il quale aveva all’ epoca girato un film con Charlie Chaplin. Nel corso della serata si sono alternati videoclip internazionali dal Cirque du Soleil, ad un video tributo del cantante Usher ad uno dell’ Academy Motion Pictures di Los Angeles che organizza e assegna gli Oscar del cinema. Con la canzone “Glory” cantata da John Legend in onore dei diritti civili di Martin Luther King e in seguito a Michael Jackson,  c’ e’ stato poi un omaggio da parte della famiglia Jackson agli organizzatori, i Maestri ANMB Luca Aschero e sua moglie Marcella Coslovich.E’ stata poi la volta del Presidente della Provincia di Imperia Fabio Natta il quale invitato tutte le persone residenti all’ estero a venire a vedere tutto quello che c’ e ‘ nella provincia ligure, mentre il Consigliere Nazionale ANMB,  il Maestro Fabio Ferrari ha parlato dell’associazione e poi dei maestri organizzatori che si sono distinti per bravura e competenza assieme ai loro allievi della scuola di danza Sporting Dance di Imperia.

Roma, WORKSHOP EURASIA 2015

Dal 22 al 23 giugno 2015, Tempio di Adriano – piazza di Pietra e sala del consiglio della Camera di Commercio – Via de Burrò 147 , Roma


LogoRoma, 18 giugno – Approfondire le politiche istituzionali e le strategie delle imprese finalizzate a creare opportunità di partnership con gli operatori economici dei paesi asiatici, a fronte dei nuovi trend di sviluppo sociale ed economico e delle nuove sfide poste dalla crescente urbanizzazione: questi sono gli obiettivi di Workshop Eurasia, iniziativa pluriennale di promozione internazionale nata sotto gli auspici del Ministero degli Affari Esteri e avviata congiuntamente da AGI (Agenzia Giornalistica Italia/Gruppo Eni), Unindustria Lazio e Fondazione Terzo Pilastro, che si avvia alla sua seconda edizione. Lunedì 22 e martedì 23 giugno, a Roma, presso il Palazzo della Camera di Commercio avranno luogo, in collaborazione con la Regione Lazio e la Camera di Commercio Italiana a Singapore, tre sessioni tematiche e tre focus di approfondimento. L’iniziativa prende quest’anno spunto da  alcuni significativi dati emersi in relazione al mercato asiatico, tra cui il previsto incremento oltre il 7% dell’export italiano nel triennio 2015-2018; la crescita in Cina di una classe di nuovi consumatori che cerca il “made in Italy” come garanzia di qualità; l’abbattimento delle dogane dei paesi Asean a fine 2015 (un mercato unico con oltre 600 mln di consumatori e un PIL aggregato di oltre 2.300 mld $); il  grande piano per le infrastrutture che sta partendo in Cina e nei Paesi Asean (finanziato da organismi multilaterali a cui aderisce anche l’Italia, quali l’Asian Infrastructure Investment bank, l’Asian Development Bank, l’Asean Infrastructure Fund).  Con queste premesse e a tale proposito, gli obiettivi degli incontri, legati al commercio, agli industriali e alle imprese, intendono rafforzare la cooperazione tra Italia ed i paesi dell’Estremo Oriente, presentando i trend di crescita dei Paesi asiatici, con uno speciale riguardo alle opportunità per l’industria agroalimentare italiana, i modelli per favorire l’attrazione di investimenti in Italia, l’apertura del mercato asiatico delle infrastrutture e lo sviluppo di collaborazioni con reti internazionali  permanenti, Regioni e grandi aree Urbane come quelle  di Tianjin e Chongqing. I lavori saranno aperti dal Sottosegretario agli Affari Esteri, Sen. Benedetto della Vedova e chiusi dal console Italiano a Chongqing Sergio Maffettone. Tra i relatori presenti si segnalano le partecipazioni di: Mme Yu Lu, Vice Presidente della Camera Agroalimentare Cinese, che in seguito al suo intervento sulle possibili integrazioni tra le aziende italiane e le preferenze dei nuovi consumatori cinesi (l’utilizzo dell’affermatissimo e-commerce in Asia sarà uno degli argomenti trattati) incontrerà delegazioni di produttori agroalimentari italiani per aprire nuove relazioni commerciali;  Mr Zhu Zhenmin, Managing Director di Genertech (agenzia di stato cinese), che indicherà le strategie da seguire per attrarre capitali dalla Cina;  Saby Mitra, Capo Economista dell’Asian Development Bank, che  presenterà il piano di infrastrutture finanziato dalla ADB e di come sarà possibile partecipare alle gare internazionali; Li Guotian, Direttore dell’Agenzia per il Commercio Estero di Chongqing (oltre 30 milioni di abitanti, snodo logistico della Cina continentale) che parteciperà al Workshop per inizializzare una collaborazione stabile nel settore del Trading.

 

Reggio Calabria, ancora in calo l’erogazione di credito in provincia

Secondo Camera di Commercio il trend è comunque migliore rispetto al resto d’Italia

soldi-euro-banconote-120305111213_big-361x240Reggio Calabria, 20 maggio –  Continua l’attività di monitoraggio dell’economia provinciale condotta dalla Camera di commercio di Reggio Calabria, per fornire un costante aggiornamento circa l’evoluzione del quadro  socio economico provinciale. I dati di fonte Banca d’Italia sulla dinamica del credito erogato sul territorio reggino confermano un atteggiamento prudenziale del sistema bancario nei confronti degli operatori locali. Nel terzo trimestre 2014, la dinamica dei finanziamenti si conferma stagnante segnando, tuttavia, un trend migliore rispetto al dato nazionale. Gli impieghi erogati in provincia mostrano, infatti, un calo dello 0,8% in termini tendenziali (-2,1% in Italia) e, rispetto al secondo trimestre, la variazione è di appena il -0,2% (-1,1% a livello nazionale). Il tessuto imprenditoriale reggino mostra, rispetto a settembre 2013, una diminuzione del credito quasi trascurabile (-0,1% contro il -0,9% dell’Italia); il comparto delle famiglie consumatrici, invece, vede una flessione piuttosto marcata (-3,1% a fronte del -0,8% nazionale). Si può evidenziare dunque un allentamento della  tensione sul mercato dei finanziamenti che lascia intravvedere nuovi spiragli di apertura a favore di un sistema imprenditoriale che necessita di nuove risorse per agganciare la ripresa in atto. Se nell’erogazione dei finanziamenti gli effetti del quadro economico sfavorevole sembrano finalmente dissolversi, la qualità del credito erogato continua però a peggiorare, con gli impieghi bancari in sofferenza che sono aumentati, in un anno, del 15,2%. Peraltro, sono le imprese a mostrare una crescita particolarmente marcata delle posizioni d’insolvenza (+20,7%). Anche in termini congiunturali si è osservato un incremento delle sofferenze provinciali, che, rispetto al secondo trimestre 2014, sono aumentate del 3,9%, variazione ancora una volta trainata dal contributo delle imprese (+5,1%). Ne deriva un aumento del livello di rischiosità dei finanziamenti provinciali, con il rapporto sofferenze su impieghi che passa dal 14,7% di settembre 2013 al 17,1% di settembre 2014. Il valore è sempre più distante dal dato riferito all’Italia, pari al 9,3%. Ancora una volta, è il tessuto produttivo a mostrare il più alto tasso di rischiosità creditizia, con un indice che si attesta al 32,8% (14,9% in Italia). La crescente rischiosità del credito è un problema da affrontare con decisione, per favorire una maggior propensione delle banche all’affidamento. Per questo motivo, anche negli anni trascorsi, la Camera di Commercio di Reggio Calabria ha stanziato risorse al fine di sostenere i Confidi quali strumenti di condivisione del rischio e certificazione finanziaria dell’impresa. Dati incoraggianti si rilevano sul versante dei costi che il sistema bancario applica al finanziamento del sistema economico provinciale, grazie ad un calo tendenziale del tasso di interesse riferito ai rischi a revoca, pari, a settembre 2014, al 9,2% (era pari al 9,6% un anno prima). La diminuzione dell’onerosità del credito non ha, però, interessato il comparto produttivo, che vede il tasso di interesse costante al 10,5%. Permane, poi, un gap elevato tra la provincia di Reggio Calabria ed il resto del Paese, dove, il costo di una linea di credito risulta molto più contenuto (il tasso per rischi a revoca, pari al 6,5%, è di quasi tre punti inferiore).

Reggio Calabria, “La Cultura gastronomica reggina in tavola”

Apertura sede storica: la Camera di Commercio di Reggio Calabria partecipa agli Stati Generali della Cultura

 

foto_nuove_Calabria_camera_commercio_rc-314x160Reggio Calabria, 22 aprile – La Camera di Commercio di Reggio Calabria partecipa agli Stati Generali della Cultura promossi dall’Amministrazione provinciale reggina, che si svolgeranno dal 23 al 30 aprile 2015. Nell’ambito del fitto calendario degli eventi in programma, la Camera ha messo in cantiere due importanti iniziative. Dal 23 al 30 aprile 2015 la Camera promuove l’iniziativa “La cultura gastronomica reggina in tavola”, con l’obiettivo di valorizzare le tradizioni del territorio ed i prodotti e le preparazioni enogastronomiche tipiche, anche nell’ottica della coerenza con i principi della “Dieta mediterranea”. “L’iniziativa vuole essere l’occasione per favorire l’orientamento al consumo dei prodotti locali – ha dichiarato il Presidente della Camera dott. Lucio Dattola – ma soprattutto, grazie al coinvolgimento ed alla partecipazione delle imprese della ristorazione (ristoranti, trattorie, agriturismi con ristorazione), ambisce a promuovere la creazione di una rete di ambasciatori della cultura gastronomica locale”.  Presso i ristoranti della provincia che hanno aderito all’iniziativa si potranno, infatti, degustare i piatti e i prodotti tipici della tradizione reggina e sarà disponibile un menu a prezzo fisso (comprensivo di primo, secondo, contorno e bevanda) composto esclusivamente da ricette tradizionali. E’ previsto inoltre l’allestimento di spazi espositivi di prodotti dell’artigianato artistico e tradizionale e/o di prodotti dell’enogastronomia tipica, con possibilità di degustazione. Sul sito www.rc.camcom.gov.it è possibile consultare l’elenco dei ristoranti aderenti e prendere visione dei 30 prodotti del territorio e delle 45 ricette tipiche e tradizionali tramandate da più generazioni e che meglio rappresentano l’identità gastronomica locale, individuate e reinterpretate in chiave innovativa grazie alla fattiva collaborazione messa in campo dalla Camera con gli Istituti alberghieri di Villa San Giovanni e di Locri. Con la seconda iniziativa la Camera apre la sua sede a cittadini e visitatori. Dal 23 al 26 aprile 2015 sarà infatti possibile visitare lo storico palazzo di via Tommaso Campanella, che ospita la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria sin dal 1935. I visitatori saranno accompagnati lungo il percorso di scoperta e di conoscenza del pregevole patrimonio storico, artistico e culturale della Camera dagli studenti dell’Istituto tecnico “R. Piria” di Reggio Calabria. Nei giorni di apertura – dalle 16,30 alle 17 – il prof. Giuseppe Cantarella, autore del volume “1862 – 2012. La Camera di Commercio di Reggio Calabria nel contesto socio–economico del territorio”, terrà una relazione espositiva sulla storia della Camera di Commercio di Reggio Calabria.

 

Reggio Calabria, “La fatturazione elettronica per le piccole e medie imprese”

La Camera di Commercio di Reggio Calabria, in collaborazione con Infocamere, Società consortile di Informatica delle Camere di commercio italiane, organizza il seminario “La fatturazione elettronica per le piccole e medie imprese”

 

rcReggio Calabria, 21 aprile – Dal 31 marzo 2015 tutte le Pubbliche Amministrazioni sono tenute per legge a ricevere fatture solo ed esclusivamente in formato elettronico. Al fine di illustrare l’intero quadro normativo in materia di fatturazione elettronica per le piccole e medie imprese ed in particolare le novità introdotte dal D.M. n. 55 del 3 aprile 2013, la Camera di Commercio di Reggio Calabria, in collaborazione con Infocamere, Società consortile di Informatica delle Camere di commercio italiane, organizza il seminario “La fatturazione elettronica per le piccole e medie imprese”. L’iniziativa, che si svolgerà mercoledì 22 aprile 2015 dalle 9.30 alle 14.00 nella Sala del Consiglio camerale, in Via T. Campanella 12 a Reggio Calabria, sarà anche occasione per approfondire il software base di fatturazione elettronica che permette di compilare, trasmettere e conservare a norma le fatture elettroniche verso la Pubblica Amministrazione. Il servizio, on line e gratuito,  è messo a disposizione delle imprese dalle Camere di Commercio ed è espressamente dedicato alle piccole e medie imprese che hanno rapporti di fornitura con le Pubbliche amministrazioni.

Pasqua 2015, le vacanze dei milanesi tra città d’arte e mare

Bene Milano, meta ambita in vista di Expo, e la Lombardia per i laghi e la campagna. Oltre 2 mila le agenzie di viaggio in Lombardia con 8 mila addetti, prime Milano, Brescia e Bergamo
milano-duomoMilano, 2 aprile – Dove trascorrono le vacanze pasquali i milanesi? A muoversi sono soprattutto le famiglie; le mete ambite sono le città italiane, talvolta con il ritorno al paese d’origine, e le capitali europee per un soggiorno che dura in media poco meno di una settimana. Al primo posto in classifica le città d’arte, seguite dalle località marittime. Spesa media di circa 500 euro a persona. Milano diventa possibile meta in vista dell’Expo ma la Lombardia suscita interesse anche per i laghi e gli agriturismo. Emerge da un’indagine della Camera di commercio di Milano a marzo 2015 sugli operatori milanesi delle agenzie di viaggio. Le agenzie di viaggio in Lombardia. Sono oltre 2 mila le sedi di impresa lombarde attive come agenzie di viaggio, tour operator e servizi di prenotazione, circa una su sei in Italia, e danno lavoro a oltre 8mila addetti. Milano, con 1.115 attività e oltre 5mila addetti, rappresenta il 46% circa delle imprese regionali ed è seconda in Italia dopo Roma. Seguono Brescia con 282 (nona in Italia) e Bergamo con 212 (quindicesima). Altra città lombarda presente nella classifica delle prime 20 italiane è Varese, che si piazza diciannovesima. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese anno 2014. “Torna la voglia di mare come di consueto per le vacanze di Pasqua, un anticipo d’estate con mete italiane ma anche più lontane e Mediterranee, in particolare Grecia e Spagna, accanto alle capitali europee – ha dichiarato Luigi Maderna, presidente Fiavet Lombardia, Associazione regionale delle agenzie di viaggio aderente a Unione Confcommercio Milano -. Vanno le vacanze di famiglia e a costi contenuti, per un week end allungato. Quest’anno la vacanza di Pasqua è condizionata anche da Expo, in alcuni casi come momento di riposo in vista di un lavoro impegnativo e in altri casi ridotta per necessità organizzative in vista della manifestazione. La tradizionale vacanza di Pasqua si inserisce in agenzia in un momento di forte lavoro per l’Esposizione Universale”.

 

Lazio, premio Idea Innovativa dedicato alle imprese ‘in rosa’

Il premio dedicato alla nuova imprenditorialità al femminile 2015 alla sua quarta edizione è rivolto alle micro, piccole e medie imprese femminili operanti a Roma e Provincia che presentano un progetto imprenditoriale particolarmente innovativo

Head the girl computerRoma, 21 marzo – La Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile, bandisce la quarta edizione del “Premio Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile” rivolto alle micro, piccole e medie imprese femminili operanti a Roma e Provincia che presentano un progetto imprenditoriale particolarmente innovativo in ciascuno dei seguenti settori: commercio, industria, artigianato, agricoltura e servizi. Il Premio è costituito da un contributo in denaro fino aun importo massimo di 5.000 euro. Le domande di partecipazione possono essere inviate dal 16 marzo 2015 fino al 15 maggio 2015.
In particolare, i destinatari dell’iniziativa sono:

  • imprese individuali con titolare donna;
  • società di persone in cui il numero di donne socie rappresenti almeno il 60% dei componenti la compagine sociale;
  •  società cooperative in cui il numero di donne socie rappresenti almeno il 60% dei componenti la compagine sociale;
  •  società di capitali in cui le donne detengano almeno i due terzi delle quote di capitale e costituiscano almeno i due terzi del totale dei componenti dell’organo amministrativo.

Le partecipanti all’iniziativa dovranno essere iscritte presso la Camera di Commercio di Roma e in possesso dei seguenti requisiti:

  •  denuncia di inizio attività;
  •  regolare versamento del diritto annuale;
  • assenza di protesti;
  •  non trovarsi in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali.

Tutti i requisiti di cui sopra, devono essere posseduti, a pena di esclusione, alla data di presentazione della domanda di partecipazione.

Le domande di partecipazione possono essere inviate dal 16 marzo 2015 fino al 15 maggio 2015.

Per informazioni: [email protected]

 

Reggio Calabria, in crescita attività imprenditoriali

Il numero di imprese reggine cresce più della media nazionale. Importante anche il contributo offerto da donne, giovani e stranieri  

cciaa rcReggio Calabria, 19 marzo – Positivo il trend della demografia imprenditoriale reggina nel quarto trimestre del 2014: il saldo tra iscrizioni e cessazioni, pari a 352 imprese è maggiore rispetto al trimestre precedente nonché all’ultimo trimestre 2013. Risultato ascrivibile ad una discreta vivacità in entrata, ma soprattutto ad una decisa frenata delle cessazioni: le iscrizioni, pari a 728 unità, superano di oltre il 10% il dato dello stesso trimestre dell’anno precedente (617), mentre il numero di cessazioni è praticamente dimezzato rispetto quello registrato nello stesso trimestre del 2013 (376 contro 509). Anche il consuntivo 2014 si caratterizza per un risultato positivo, con un saldo tra le 3.025 iscrizioni e le 2.247 cancellazioni pari a 778 imprese, da cui scaturisce un tasso di crescita pari all’1,56%, il migliore dal 2010. Peraltro, all’espansione rilevata in provincia si accostano saldi negativi  a livello di ripartizione e nazionale, con tassi di crescita rispettivamente pari al -0,16% e al -0,19%. «Il sistema delle imprese reggine sembra aver ritrovato il passo della crescita: particolarmente incoraggiante, più che il dato sulle aperture, è lo stop nell’emorragia di imprese. Il dato segnala una probabile inversione di tendenza nelle attese degli imprenditori oggi attivi, che intravvedono la possibilità di un effettivo rilancio delle attività nel corso del 2015, aspettativa che va cavalcata per assicurare il ritorno a tassi di crescita positivi». È quanto affermato dal Dr. Lucio Dattola, Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, all’uscita dei dati Movimprese sulla demografia imprenditoriale. Il saldo positivo riguarda tutte le forme giuridiche, anche se a spiccare sono le società di capitali, che, grazie all’ormai prolungato percorso di strutturazione del sistema imprenditoriale locale, crescono a un ritmo annuo del +5,78% (+1,32% nel solo quarto trimestre del 2014). Molto più moderata è la dinamica annuale delle ditte individuali (+0,89%) e soprattutto quella delle società di persone (+0,40%). L’analisi settoriale mostra che, dei tre comparti principali dell’economia reggina, il settore agricolo e quello del commercio risultano in espansione (rispettivamente, +0,88% e +0,37%), mentre l’edilizia sperimenta una nuova, evidente, riduzione (-1,16%). Perdura, intanto, il processo di desertificazione manifatturiera, con un numero di imprese registrate ridottosi di 80 unità durante il 2014. Anche il terziario mostra tassi di crescita annuali in larga parte negativi (fanno eccezione soltanto le attività finanziarie ed assicurative (+0,36%) e la sanità ed assistenza sociale (+1,64%). Reggio Calabria si conferma terreno fertile per le iniziative delle nuove leve dell’imprenditoria: l’incidenza di donne, giovani e stranieri nel tessuto produttivo, sebbene in contrazione rispetto all’anno precedente, mostra una dinamica annuale migliore rispetto a quella rilevata in Calabria e nella media italiana. Le imprese femminili, infatti, diminuiscono del 6,2%, attestandosi a quota 12.290, ma rappresentano il 24,2% del totale economia. La quota è superiore a quella mediamente osservata in Calabria (23,3%), nel Mezzogiorno (23,5%) e in Italia (21,6%), dove peraltro la contrazione annuale risulta più accentuata rispetto al dato reggino. Anche per le imprese giovanili si riscontra un vantaggio specifico rispetto alle altre ripartizioni territoriali, grazie alla presenza di 8.138 imprese, pari al 16,1% del totale economia; anche in questo caso, la dinamica annuale è negativa, con 68 imprese in meno del 2013 (-0,8%). Ancora una volta, però, il trend reggino è migliore di quello rilevato in Calabria (-1,5%) e in Italia (-2,0%). Per le imprese straniere, invece, nonostante un’incidenza inferiore a quella media nazionale (7,7% contro 8,7%), permane comunque un vantaggio rispetto alla Calabria (7,2%) e l’intera area meridionale (5,9%) e nel 2014 si rileva un’espansione notevole (+10,1%), più accentuata di quella regionale (+6,7%) e nazionale (+5,6%).

 

 

Reggio Calabria, nomina Presidente Stazione Sperimentale

Nominato Giovanni Santoro in sostituzione del Dott. Lucio Dattola dimissionario

 

cciaa rcReggio Calabria, 3 marzo-  La Giunta della Camera di Commercio, su proposta del Presidente Dott. Lucio Dattola, ha nominato con l’unanimità dei voti Presidente della Stazione Sperimentale il Dott. Giovanni Santoro, Vice Presidente della Camera di Commercio, in sostituzione del Dott. Lucio Dattola dimissionario. Il Dott. Giovanni Santoro, accettando il prestigioso incarico, ha così dichiarato:  “E’ un grande onore essere nominato Presidente di un ente con oltre cento anni di storia. Conosco bene le criticità inerenti la Stazione Sperimentale che, affidata dal Ministero competente alla gestione della Camera di Commercio, per varie problematiche burocratiche e finanziarie, corre seriamente il rischio di vedere compromessa la propria mission istituzionale. Mi auguro, col supporto efficace degli altri componenti il Consiglio di Amministrazione e la preziosa collaborazione della Dott.ssa Natina Crea, di riuscire a riavviare le attività della Stazione Sperimentale. Ringrazio sentitamente il Presidente Dott. Lucio Dattola per aver saputo traghettare, in un momento così difficile, la Stazione Sperimentale verso lidi che io mi auguro siano quelli di un sostenibile e definitivo rilancio”.

 

Reggio Calabria, dopo il Torrone di Bagnara IGP, arriva l’olio extravergine DOP delle “Colline Reggine”

Dalla provincia di Reggio Calabria proviene più del 30% dell’olio calabrese, che insieme a quello pugliese, rappresenta la parte più significativa della produzione olearia italiana

 

olioReggio Calabria, 4 febbraio – Si è svolta presso la Camera di commercio di Reggio Calabria l’assemblea degli imprenditori soci dell’Associazione di Tutela dell’olio extra vergine di oliva delle “Colline Reggine” che ha deliberato la presentazione alla Regione Calabria ed al Ministero dell’Agricoltura della richiesta di registrazione DOP della “più importante” produzione agroalimentare locale. Dalla provincia di Reggio Calabria proviene, infatti, più del 30% dell’olio calabrese, che insieme a quello pugliese rappresenta la parte più significativa della produzione olearia italiana.  Il progetto di riconoscimento DOP dell’olio extravergine prodotto nella provincia di Reggio Calabria  è stato avviato e sostenuto sin  dal 2008 dalla Camera di commercio, in partenariato con le confederazioni agricole Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Copagri. “Ancora una volta la Camera è in prima linea con le associazioni di categoria per sostenere e valorizzare il territorio e le imprese – ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio, Lucio Dattola. Ottenere una certificazione europea non è facile, ma nei fatti la DOP è il più prestigioso, se non l’unico, strumento che può assicurare  la massima riconoscibilità di un prodotto a livello nazionale ed internazionale e, al tempo stesso,  offrire  al consumatore garanzia di qualità del prodotto che acquista” Significativo il legame tra l’olio extravergine di oliva delle “Colline Reggine”  con il territorio al punto che lo studioso Giuseppe Antonio Pasquale fin dal 1861 definiva l’area  “Regione degli oliveti”. Altrettanto significativo l’impatto sull’economia locale: già dai secoli XVIII e XIX  la città di Gioia Tauro risultava essere tra le località di carico più attive per l’esportazione di olio verso Napoli, Venezia, Genova, la Costiera Amalfitana, la Sicilia e la Puglia. Le peculiarità dell’olio extravergine di oliva “Colline Reggine” sono riconducibili a due particolari varietà di olivo (Ottobratica e Sinopolese), tipiche dell’area geografica di riferimento, tanto da improntarne il paesaggio con le loro chiome che raggiungono anche i 20 metri di altezza.

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]