La Camera di commercio di Reggio Calabria a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese

La CCIAA ha promosso la costituzione del Club delle Imprese Esportatrici della Provincia,in modo da favorire l’attenzione e la sensibilità delle imprese esportatrici o con concrete potenzialità di esportazione

 

La recente riforma delle funzioni e del finanziamento delle Camere di commercio, stabilita dal d.lsg. 219/2016, assegna agli Enti camerali i compiti, tra gli altri, di informazione, formazione, supporto organizzativo e assistenza alle piccole e medie imprese per la preparazione ai mercati internazionali.

Si tratta di mutati obblighi legislativi, cui la Camera di commercio di Reggio Calabria intende dare pieno assolvimento investendo con rinnovato impegno in strumenti ed iniziative di internazionalizzazione in grado di rappresentare un fattore determinante in termini di competitività e di sviluppo delle piccole e medieimprese reggine.

Come primo step del proprio rinnovato impegno sull’internazionalizzazione, la Camera ha dedicato a questo tema un’intera giornata, lo scorso 12 gennaio, nel corso della quale sono state condivise con le imprese, le associazioni imprenditoriali e gli stakeholdersdel territorio idee eproposte operative per il 2017, su alcune linee di azione specifiche quali servizi informativi, formazione specifica, organizzazione di incontri d’affari, attivazione di occasioni stabili di confronto.

Alla luce delle riflessioni e degli spunti emersie con l’obiettivo di dare un supporto concreto allo sviluppo di strategie di internazionalizzazione del sistema produttivo, la Camera ha promosso la costituzione del Club delle Imprese Esportatrici della Provincia,in modo da favorire l’attenzione e la sensibilità delle imprese esportatrici o con concrete potenzialità di esportazione, coinvolgendole in un’attività periodica e continuativa nel tempo che possa stimolare la conoscenza e il confronto delle esperienze e attraverso queste suscitare una domanda comune di informazione, formazione e assistenza tecnica sui temi dell’export.

Lunedì 13 marzo p.v. alle ore 11presso la sede camerale avrà luogo il primo dei previsti incontri periodici con le imprese che hanno già aderito al Clubcon l’obiettivo di favorire la reciproca conoscenza, approfondire specifiche tematiche, analizzare opportunità comuni ed avviare collaborazioni su progettualità condivise.

In un’ottica di collaborazione inter istituzionale sulla tematica dell’internazionalizzazione si inserisce il convegno“Politiche di sviluppo del territorio: strumenti per la crescita delle pmi e supporti per l’internazionalizzazione”,organizzato dal MISE in collaborazione con la Camera reggina e che vedrà la partecipazione di rappresentanti istituzionali del MISE, dell’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, di Invitalia e della Regione Calabria, oltre che della Camera di commercio.

L’iniziativa, che si svolgerà il prossimo 24 marzo alle ore 11 presso la sede camerale, mira ad attivare un confronto tra i principali soggetti istituzionali in grado di svolgere un ruolo proattivo a supporto dell’internazionalizzazione ed il sistema economico territoriale.

La finalità è quella di promuovere operativamente l’implementazione delle strategie e degli incentivi pubblici a disposizione delle imprese per il posizionamento competitivo sui mercati esteri.

 

Reggio Calabria. Formazione alle imprese

[AdSense-A]

SESTO E PENULTIMOAPPUNTAMENTO DEL CICLO DI WORKSHOP SU GESTIONE AZIENDALE, MANAGERIALITÀ ED AGGREGAZIONE.

Stanno per giungere a termine  gli appuntamenti previsti dal percorso formativo progettato dalla Camera di Commercio per supportare le imprese nell’attivazione di processi di miglioramento ed ottimizzazione della gestione aziendale, attraverso lo sviluppo sia delle abilità managerialisia degli aspetti relazionali e commerciali ad essa connessi, anche in termini di relazioni tra imprese ed aggregazioni aziendali, in particolare nel settore del turismo, cui sarà dedicato un focus day a conclusione del ciclo formativo.

 

Il sesto e penultimo workshop, dal titolo “Conoscersi per collaborare. Non solo reti: le relazioni tra imprese e le forme di aggregazione aziendale”, si svolgerà nelle giornate di lunedì 16 e martedì 17 gennaio p.v. ed è dedicato alle piccole e medie imprese della provincia interessate ad approfondire il tema della creazione e dello sviluppo di relazioni stabili, produttive e sinergiche tra imprese, per rimuovere le barriere alla collaborazione in un’ottica di partenariato.
In particolare, partendo da uno “storytelling” nel quale l’imprenditrice campana Marina Martinelli racconterà casi virtuosi e non di cooperazione tra aziende, si analizzerà l’importanza delle interdipendenze tra organizzazioni diverse e il ruolo dei portatori d’interesse nell’esecuzione delle strategie e dei modelli intra e interorganizzativi.

Il workshop si svolgerà con una didattica interattiva, in cui si alterneranno momenti di discussione ed esercitazioni.

Ultimo Workshop in programma:

  • 30 Gennaio 2017: “Strutture ricettive, esercizi di vicinato e servizi al turismo. Costruire un’offerta turistica integrata: casi di successo”

 

Tutti gli incontri si terranno dalle ore 9,30 alle ore 17,30 presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, in via T. Campanella 12.

 

La partecipazione ai workshop è gratuita, previo invio della relativa scheda di adesione.

 

Programma completo e scheda di adesione sono disponibili sul sito www.rc.camcom.gov.it.

Più imprese e valore aggiunto in provincia di Reggio Calabria ma l’occupazione non ne trae beneficio

[AdSense-A]

La Camera di Commercio di Reggio Calabria pubblica come ogni anno, in occasione della Giornata dell’economia, il Rapporto sull’andamento economico provinciale per fornire un quadro riassuntivo dei principali indicatori che connotano l’evoluzione del nostro territorio.

camera-di-commercio-reggio-cal-400x292

Dopo la flessione causata dalla prolungata recessione, la ricchezza prodotta a Reggio Calabria mostra segnali di inversione di tendenzagrazie al comparto manifatturiero e a quello terziario: ilvalore aggiunto è cresciuto del +0,4% nel 2015, dopo il +1,1% dell’anno precedente; il valore di ricchezza pro-capite si attesta a 15.457 euro, poco più della media regionale ma 1.350 euro in meno del valore pre-crisi.

Positiva, sia pur lieve, è anche la crescita del tessuto imprenditoriale: con uno stock di imprese attive pari a 44.264 unità, la provincia di Reggio Calabria nel primo semestre 2016 mette a segno un +1,7%. In ulteriore calo, tuttavia, sono le imprese artigiane (-0,7%), le più penalizzate dalla recessione degli ultimi anni. Quanto alla composizione del tessuto produttivo, il commercio rimane il settore più importante dell’economia reggina, con oltre un terzo delle imprese registrate; segue il comparto dell’agricoltura (14,8% di imprese) e quello delle costruzioni (10,7%), mentre il comparto manifatturiero rappresenta il 7,6% del totale delle imprese. Si conferma poi il ruolo delle nuove leve dell’imprenditoria: anche se le imprese straniere sono meno diffuse rispetto alla media italiana(l’8,6% del totale), le femminili (24,1%) e le giovanili (14,2%) rivestono un’incidenza particolarmente marcata.

I segnali di ripresa non hanno purtroppo ancora influenzato il mercato del lavoro locale: nel primo trimestre del 2016 gli occupati si attestano a 133 mila unità, corrispondenti ad un tasso di occupazione del 36,2%, in riduzione rispetto alla media del 2015. Del resto, dopo il lieve calo dell’anno scorso, i primi tre mesi del 2016 hanno registrato un aumento del tasso di disoccupazione, ora parial 23,8% (quasi il doppio della media nazionale).

Le prospettive occupazionali sono particolarmente scoraggianti per i giovani: circa metà delle forze di lavoro sotto i 35 anni,infatti,risulta senza un impiego. Ciò deriva anche e soprattutto dalla difficoltà delle imprese locali di sostenere investimenti duraturi, visto il peggioramento dei rapporti con il sistema bancario. Sebbene il credito erogato in provincia sia, al primo semestre 2016, complessivamente in crescita rispetto allo scorso anno, i finanziamenti concessi alle imprese risultano in calo (-2,8%), limitati dalla crescita delle sofferenze bancarie (+4,4%), ora giunte al 36,9% dell’ammontare dei finanziamenti alle imprese.

Peraltro, la rischiosità del credito provinciale si ripercuote sul suo costo: il tasso di interesse per rischi a revoca è pari all’8,5% in provincia, e risulta particolarmente oneroso per le imprese, a cui è applicato un tasso del 9,4%, contro il 6,5% di media italiana.

Alla luce di una domanda interna flebile, si accentua il ruolo di quella proveniente dall’estero, anche se ciò si verifica solo in minima parte in provincia di Reggio Calabria. Infatti, anche se nel 2015 è aumentata la presenza delle imprese reggine sui mercati esteri, con un+10,4% dell’export provinciale, la bilancia commerciale è peggiorata, a seguito di un’espansione di maggiore entità delle importazioni (+15,1%).

Altrettando rilevanti sono i dati relativi ai flussi turistici, che in provincia costituisconoun settore fondamentale dell’economia locale. Guardando ai risultati dell’ultimo triennio il trend non è incoraggiante: nel 2015 sono stati registrati quasi 210 mila clienti in provincia, in calo del 6,9% rispetto al 2012, e un’analoga flessione interessa i pernottamenti (circa 683 mila, -6,5% in tre anni). Il 2015 ha mostrato alcuni segnali di ripresa, in buona misura confermati dai risultati del primo semestre di quest’anno, ma, anche qui, l’inversione di tendenza appare ancora un po’ incerta: i turisti stranieri risultano in aumento (2.000 in più dei primi sei mesi del 2015), ma il numero di pernottamenti (99 mila) e la spesa dei viaggiatori (6 milioni di euro) sono in calo. Si conferma poi un indice di internazionalizzazione particolarmente modesto, pari al 14,4%. L’incidenza di turisti stranieri sul totale è in aumento nell’ultimo triennio ma ancora molto lontana dalla media italiana, dove i clienti sono approssimativamente equidistribuiti tra italiani e stranieri.

In questo scenario, economicamente così fragile, si innesta l’annosa piaga dell’illegalità che peggiora le prospettive di crescita del territorio. I reati di matrice economica rappresentano, nel 2014, il 18,8% del totale dei reati denunciati: un’incidenza più elevata non solo della media italiana (14%) ma anche di quella regionale (17,8%), che colloca Reggio Calabria al 14esimo posto nella graduatoria delle province per incidenza dei reati economici. Rispetto alla media nazionale, molto diffusi sono le frodi e i delitti informatici (47,1% del totale) e i reati spia della presenza di criminalità organizzata quali minacce, estorsioni e usura (30,6%).

 

Il Rapporto 2016 sull’andamento economico della Provincia  e la nota di sintesi sono disponibile sul sito camerale www.rc.camcom.gov.it, nella sezione pubblicazioni 2016

 

Poco ma buono. Da Cori le prime conferme sulla nuova campagna olearia

[AdSense-A]

 

Grande partecipazione al primo incontro di aggiornamento sulle qualità organolettiche dei nuovi oli extravergine di oliva organizzato a Cori all’Agriturismo Cincinnato. La nuova annata di conferma particolarmente difficile, soprattutto dal punto di vista quantitativo, ma gli oli presentano una soddisfacente qualità. Buono il lavoro sinergico dell’intera filiera.

senza-titolo-8Oltre 50 gli operatori del settore olivicolo della zona nord della provincia di Latina che hanno partecipato nel fine settimana al primo incontro di aggiornamento sulle qualità organolettiche dei nuovi oli extravergine di oliva organizzato a Cori dal Capol e che verrà riproposto in altre città pontine. All’Agriturismo Cincinnato erano presenti assaggiatori, agronomi e produttori, interessati a perfezionare la propria formazione ed educazione al gusto, anche per agevolare il consumo consapevole dell’olio extra vergine di oliva.

Sono stati valutati i profili organolettici degli oli nuovi e si è parlato della campagna olearia 2016/17, che si prospetta particolarmente difficile, soprattutto dal punto di vista quantitativo. I campioni analizzati presentavano una soddisfacente qualità, a conferma che anche in questo periodo di scarica gli olivicoltori pontini stanno reagendo producendo poco olio ma buono. Un risultato al quale stanno contribuendo tutti gli operatori della filiera, dato che sulla qualità del prodotto finale incide per circa il 60% anche la tecnologia di trasformazione.

La qualità dell’olio extra vergine d’oliva infatti la fa non solo l’oliva, ma anche il frantoio. Se la cultivar determina l’impronta organolettica e chimica dell’extra vergine, la tecnologia può modificare il profilo dell’olio, rendendolo più armonico o più aggressivo. Le analisi dell’olio invece rappresentano un fattore strategico per gestire la qualità dell’olio, ancor più importanti come elemento di controllo per prevenire o contrastare fenomeni di contraffazione o frode che potrebbero trovare opportunità in annate così a rischio.

“Ecco perché le aziende pontine che imbottigliano e confezionano possono sempre contare sul supporto del Panel di assaggiatori del Capol, riconosciuto dal MIPAAF e attivo presso la Camera di Commercio di Latina, dove opera per il controllo delle caratteristiche organolettiche degli oli vergini di oliva – ricorda Luigi Centauri, Presidente del Capol e Capo Panel Capol – La consulenza è gratuita e deve essere richiesta preferibilmente prima della messa in commercio del prodotto.”

Contatti: [email protected]

Workshop Obiettivo 2020: Programmazione regionale e strumenti di finanziamento per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva della Calabria

[AdSense-B]

Camera di Commercio, via T. Campanella 12 – Reggio Calabria 21 giugno 2016

Senza-titolo-13

Si è svolto oggi 21 giugno, alle ore 10,00 presso la Camera di Commercio di Reggio Calabria, un incontro finalizzato ad informare le imprese, gli operatori economici, le associazioni, le agenzie di sviluppo, gli Enti locali, sulle opportunità offerte dai nuovi strumenti di finanziamento ed agevolazione previsti dai fondi comunitari, dalla normativa nazionale e regionale per il sostegno all’innovazione ed alla crescita delle imprese e del territorio.  Ha avviato i lavori il Commissario straordinario della Camera di Commercio di Reggio Calabria, dott. Francesco Venneri, che ha puntualizzato l’importanza di creare sinergia tra gli Enti locali, la Regione Calabria, le pubbliche amministrazioni e le Camere di commercio, istituzioni prossime al territorio, impegnate a garantire il rispetto delle regole del mercato, i principi di libertà d’impresa e il sostegno ai processi di sviluppo del territorio e del sistema produttivo locale. Significativa la presenza del dott. Paolo Praticò, Dirigente generale del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria della Regione Calabria, che ha illustrato la riforma PA regionale sulla digitalizzazione degli strumenti  e che ha evidenziato l’importanza dell’innovazione per la competitività del sistema delle imprese.  Ha ribadito, poi, la necessità di ridurre la distanza tra le Istituzioni pubbliche e la società civile, per costruire un dialogo continuo ed incrementare la partecipazione di tutti i cittadini alle molteplici agevolazioni previste dalla programmazione regionale. Il workshop è proseguito con gli interventi del dott. Felice Iracà, Dirigente del Dipartimento per lo Sviluppo Economico della Regione Calabria, che ha presentato gli strumenti di Ingegneria finanziaria a sostegno delle Imprese calabresi,  del Dott. Vincenzo Russo, dell’ Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Calabria che ha illustrato le agevolazioni fiscali per le imprese: Il Bonus fiscale per l’acquisto di beni strumentali, la nuova Sabatini e il credito d’imposta per gli investimenti nel mezzogiorno.  Il workshop è proseguito con la relazione della  dott.ssa Natalina Cappello,  Direttore provinciale Inps di Reggio Calabria,  che si è soffermata sul jobs act e gli effetti prodotti in termini di aspetti previdenziali. Ha illustrato, inoltre, i numerosi dati sull’occupazione prodotti e divulgati  costantemente dall’Inps attraverso il proprio Osservatorio sul precariato. Il Dott. Antonio Mazzei, Project Manager di Fincalabra Spa, ha presentato, invece, i servizi e gli strumenti a sostegno dell’ innovazione dell’imprenditoria calabrese, soffermandosi in particolare sul recente “Bando regionale per l’acquisizione di servizi per l’innovazione da parte delle imprese regionali esistenti”, le cui domande potranno essere presentate dal prossimo 30 giugno, fino al 30 luglio 2016. Il Segretario Generale della Camera di Commercio, dott.ssa Natina Crea ha presentato le linee d’intervento sviluppate dalla camera reggina, puntualizzandone anche la coerenza con le linee strategiche della programmazione Regionale. Ha infine concluso ribadendo la necessità che tutte le pubbliche amministrazioni impegnate, ciascuna con specifiche competenze, a sostenere lo sviluppo del sistema economico, si impegnino a fare rete e condividere obiettivi ed azioni, auspicando che il patrimonio di informazioni, competenze tecnologiche e ed esperienze di ciascuna possa divenire un patrimonio comune attraverso la costituzione di specifici tavoli tecnici di confronto e discussione.

Diritto Annuale 2016

[AdSense-A]

A partire dal 2016, le lettere informative verranno inviate esclusivamente alle imprese provviste di una casella di Posta Elettronica Certificata attiva e iscritta in visura

Senza-titolo-13

La Camera di Commercio di Reggio Calabria rende noto a tutte le imprese della provincia iscritte al Registro Imprese e/o nel Rea che scadrà domani  16 giugno il termine per pagare il Diritto Annuale 2016,  ulteriormente ridotto del 40% . La modalità principale di versamento è con modello F24, e da quest’anno si potrà versare anche online utilizzando i servizi di pagoPA sul nuovo sito delle  Camere di Commercio d’Italia, dirittoannuale.camcom.it e sul quale è possibile altresì effettuare il conteggio del tributo dovuto. A partire dal 2016, le lettere informative verranno inviate esclusivamente alle imprese provviste di una casella di Posta Elettronica Certificata attiva e iscritta in visura. Le imprese prive di PEC, o con PEC non valida, non riceveranno alcuna comunicazione. Si raccomanda pertanto in tal caso di provvedere con tempestività, come previsto obbligatoriamente dalla legge, a comunicare  al Registro Imprese la nuova casella di posta elettronica . Il pagamento del diritto annuale è prorogabile al 16 luglio 2016 con la maggiorazione dello 0,40% .

Seminario “Gli strumenti di qualificazione del sistema camerale per la promozione delle filiere del made in Italy”

[AdSense-A]

Martedì 14 giugno 2016 ore 14.30  Salone Camera di Commercio  Via T. Campanella, 12

Senza-titolo-37

Roma, 13 Giugno  – Si svolgerà il prossimo 14 giugno 2016 alle ore 14,30, nel Salone della Camera di Commercio di Reggio Calabria, in collaborazione con Unioncamere Calabria, un seminario informativo rivolto alle imprese ed alle Associazioni di categoria per la presentazione dei marchi del sistema camerale, ideali per qualificare e certificare le produzioni del Made in Italy, nei settori METALLI PREZIOSI – EDILIZIA SOSTENIBILE – MECCANICA – NAUTICA –MODA – ARREDO – AGROALIMENTARE.  In particolare, il seminario presenterà i nuovi strumenti di qualificazione messi a punto dal Sistema camerale a sostegno della crescita sui mercati nazionali e internazionali dei settori dell’agroalimentare, della moda e dell’arredo. Nel corso del seminario saranno illustrati obiettivi e finalità degli Schemi di qualificazione «Traceability  Fashion» – per il settore della moda e  dell’arredo – e «GreenCare» – per il settore agroalimentare – ed i vantaggi derivanti dalla loro applicazione. Al termine dell’incontro sono previsti incontri individuali tra gli esperti di settore e le imprese per fornire un servizio di primo orientamento sull’applicazione degli strumenti di qualificazione presentati.

Programma del seminario

Ore  14,30 Registrazione dei partecipanti.
Ore  14,45 Saluti istituzionali – Natina Crea Segretario Generale della Camera di Commercio.
Ore  15,00 Gli schemi di qualificazione «Green Care» per il settore agroalimentare e «Traceability  Fashion» per il settore moda e dell’arredo : quali opportunità e vantaggi per le imprese.

Dr. Marco Damiano DINTEC – Consorzio per l’Innovazione Tecnologica.

Ore  16,30 Colloqui individuali, su prenotazione, con l’esperto per valutare l’applicazione degli schemi di certificazione alle singole imprese.
Ore  18,00 Conclusioni.

La Camera di Commercio certifica il “Turismo di qualità”

Le attività turistiche coinvolte quest’anno per la certificazione sono state 82

Senza-titolo-39

Reggio Calabria, 24 maggio 2016 – Si è svolta, nella mattinata di oggi, la premiazione delle strutture turistiche di qualità, insignite dei marchi “Ospitalità Italiana” e “Tradizioni Reggine – Saperi e Sapori in tavola”. Le attività turistiche coinvolte quest’anno per la certificazione sono state 82 (63 per il marchio Ospitalità Italiana e 19 per il marchio Tradizioni Reggine). A seguito delle verifiche di conformità ai requisiti previsti dai disciplinari, le strutture idonee sono risultate 50 per il marchio “Ospitalità Italiana” e 18 per il marchio Tradizioni Reggine- Saperi e Sapori in tavola”. Da anni la Camera di Commercio certifica le imprese con l’attribuzione del Marchio “Ospitalità Italiana”promosso su scala nazionale da IS.NA.R.T (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche), rivolto alle strutture ricettive (Alberghi, Ristoranti, Residenze turistico alberghiere, Bed & Breakfast, Agriturismi, Stabilimenti balneari, Campeggi) che garantiscono ai clienti un’ospitalità accogliente e qualificata attraverso un livello di servizio conforme ai requisiti di un preciso disciplinare. Dal 2016 il marchio sarà rivolto, oltre che alle strutture ricettive e ristorative, anche alle altre imprese di servizi della filiera turistica della provincia di Reggio Calabria come le case vacanze, gli esercizi di commercio di prodotti tipici e le agenzie di viaggi e, obiettivo della Camera, sarà anche quello di caratterizzare gli operatori della filiera certificati con elementi di tipicità e legame con il territorio. La Camera di Commercio ha, inoltre, istituito già dal 2008, il marchio “Tradizioni Reggine – saperi e sapori in tavola”, riconosciuto alle imprese di ristorazione che si differenziano per la tipicità dell’offerta eno-gastronomica, legata alla tradizione ed all’utilizzo di prodotti tipici del territorio. Lo stesso marchio promuove, con una specifica menzione, anche quelle strutture ristorative che si impegnano a valorizzare i piatti e le risorse enogastronomiche coerenti con i principi della “Dieta Mediterranea”. Nell’ambito della premiazione delle strutture turistiche di qualità della provincia reggina con l’attribuzione dei marchi “Ospitalità Italiana” e “Tradizioni Reggine – Saperi e Sapori in tavola” edizione 2016, è stato, altresì, presentato il progetto EXPERIENCE ITALY SOUTH AND BEYOND per la valorizzazione e l’internazionalizzazione delle filiere agroalimentare e turistica. Il progetto, promosso da ISNART e sostenuto dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, è teso a valorizzare l’offerta turistica dei territori e le relative produzioni enogastronomiche tipiche ed è rivolto alle aziende agricole ed agroalimentari di sei regioni del Mezzogiorno (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia) condotte da giovani under 40 e con produzioni che riguardano una o più linee di prodotti a marchio d’origine (DOP, IGP, STG per gli alimenti, DOC, DOCG, IGT per i vini) e/o biologiche. L’iniziativa è, infatti, orientata ad aziende delle seguenti filiere di prodotto: pasta, olio, formaggi, salumi, ortofrutta, orto-conservati, carne, vini e dolciumi. E’ prevista la promozione all’estero e nel portale/piattaforma dei prodotti dei partecipanti nonché un’ attività di comunicazione media e stampa sull’iniziativa e sugli operatori aderenti, in Italia e in tutti i Paesi target. Nel periodo giugno – settembre 2016, in Italia, verranno organizzati degli incontri (Workshop B2B) tra delegazioni commerciali estere formate da importatori, buyer, produttori agroalimentari aderenti all’iniziativa ed operatori turistici. Potranno essere organizzate anche visite presso stabilimenti di produzione/aziende agricole. Nello stesso periodo (tra giugno e settembre), inoltre, saranno organizzati eventi nei Ristoranti Italiani certificati “Ospitalità Italiana” in 10 Paesi target, selezionati dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. In ogni Paese sarà realizzata una campagna di comunicazione ed organizzata una settimana dedicata all’enogastronomia del sud d’Italia durante la quale i ristoranti italiani all’estero che si renderanno disponibili proporranno alla propria clientela, in aggiunta alla normale offerta enogastronomica, un “Menu del Mezzogiorno”, con l’utilizzo di prodotti agroalimentari a marchio di origine e/o biologici di una o più delle Regioni del Mezzogiorno coinvolte. Nel corso del 2015 la Camera di Commercio di Reggio Calabria ha avviato anche un rapporto di partenariato con l’Università della Calabria, presso cui si svolge il corso di laurea magistrale in valorizzazione dei sistemi turistico culturali, e in particolare con il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali– Centro Ricerche e Studi sul Turismo (di seguito denominato anche “CReST”), con l’obiettivo di collaborare secondo un modello di approccio partenariale e di governance condivisa,  nella realizzazione di attività di studio, di ricerca, formazione e progettazione, finalizzate alla valorizzazione ed alla crescita sostenibile ed innovativa del turismo e del turismo residenziale.

INTERNET DAY 2016 Digitalizzazione, imprese e giovani

L’evento avrà luogo presso la sede camerale di Via T. Campanella 12 a Reggio Calabria a partire dalle ore 9,30

Italian-Internet-DayRoma, 28 Aprile – Anche la Camera di Commercio di Reggio Calabria è protagonista dell’Internet Day italiano, voluto dal Governo per celebrare il 30° anniversario della prima connessione dell’Italia in Rete, avvenuta il 30 aprile 1986. Nell’ambito delle iniziative previste per venerdì 29 aprile 2016 in tutto il Paese, la Camera di Commercio reggina organizza un incontro dedicato ai temi della rete, della digitalizzazione e della semplificazione da essa derivante, e vedrà la partecipazione anche di due istituti scolastici della provincia. L’evento sarà l’occasione per far capire ai “nativi digitali” quale ruolo svolga oggi Internet nella nostra vita quotidiana e quali straordinarie opportunità possano aprirsi con l’ulteriore diffusione di servizi basati sulle nuove tecnologie. Partendo proprio da quelli erogati dall’intero sistema camerale e dalla Camera di commercio di Reggio Calabria in particolare. Abbiamo preso al volo questa opportunità messa in campo dal Governo – dice il Commissario Straordinario della Camera Francesco Venneri – per raccontare progetti e servizi del sistema camerale su questi temi e per dare voce a realtà ed eccellenze digitali del territorio che hanno partecipato alle iniziative della Camera. Al centro degli incontri, l’esperienza “pioneristica” del sistema camerale, che proprio sull’utilizzo delle tecnologie informatiche e telematiche fonda la sua storia recente di amministrazione per le imprese e si presenta oggi come la punta avanzata della Pubblica Amministrazione digitale. Oggi il sistema camerale gestisce uno dei più grandi database del Paese – con informazioni aggiornate quotidianamente su oltre 6 milioni di imprese e 10 milioni di persone – che, attraverso un data center all’avanguardia, nel 2015 ha erogato circa 20 milioni di visure online e gestito oltre 3 milioni di pratiche telematiche.

L’evento avrà luogo presso la sede camerale di Via T. Campanella 12 a Reggio Calabria a partire dalle ore 9,30

“Crescere in Digitale”: attivati i primi 15 tirocini, si parte con il secondo Laboratorio.

La Camera di Commercio di Reggio Calabria ospiterà martedì 12 aprile p.v. il secondo Laboratorio Provinciale di “Crescere in Digitale”

camera-di-commercio-reggio-cal-400x292Roma, 29 Marzo – La Camera di Commercio di Reggio Calabria sta portando avanti, in qualità di soggetto promotore a livello provinciale, l’iniziativa “Crescere in Digitale”, realizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Google e Unioncamere per diffondere le competenze digitali tra i giovani e avvicinare al web le imprese italiane. Dopo aver ospitato il primo Laboratorio formativo dell’11 Febbraio u.s., che ha rappresentato un momento d’incontro durante il quale i ragazzi di Crescere in digitale hanno potuto conoscere direttamente i protagonisti dell’imprenditoria locale e sostenere colloqui individuali con le 19 imprese partecipanti, la Camera ha promosso l’avvio delle procedure necessarie per l’attivazione dei tirocini formativi che, al momento, hanno coinvolto un primo gruppo di 15 imprese e altrettanti giovani.   Quale ulteriore occasione di contatto tra giovani ed imprese del territorio e con l’obiettivo di assicurare ad un numero sempre maggiore di ragazzi e di imprese l’opportunità di avviare i tirocini formativi, la Camera di Commercio di Reggio Calabria ospiterà martedì 12 aprile p.v. il secondo Laboratorio Provinciale di “Crescere in Digitale”. Si ricorda che il progetto, lanciato nel settembre dello scorso anno con l’avvio della piattaforma www.crescereindigitale.it, si rivolge ai giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni iscritti al programma “Garanzia Giovani” offrendo loro un percorso di formazione articolato in 50 ore di training online, laboratori sul territorio e oltre 3000 tirocini nelle imprese italiane retribuiti con 500 euro al mese. Per le imprese sono previsti incentivi fino a 6mila euro per l’eventuale assunzione a fine stage.

Per maggiori informazioni sulle candidature ai tirocini da parte dei ragazzi e sull’adesione da parte delle imprese, è possibile visitare il sito: http://www.crescereindigitale.it.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]