Avvenia: dispersioni termiche elevatissime negli edifici italiani

[AdSense-A]

 

Eppure le soluzioni di efficientamento gestionale di Avvenia, leader nazionale nel settore della white economy, consentirebbero di abbattere del 50% i consumi legati alle attività delle persone e del 20% l’intensità energetica dell’organizzazione aziendale che sfrutta gli edifici.

Senza-titolo-7

In quanto a efficientamento energetico gli edifici italiani mostrano percentuali di dispersioni termiche elevatissime e, soprattutto con l’innalzamento delle temperature che caratterizzerà quest’estate 2016, questo renderà ancora più «scottanti» gli appartamenti degli italiani. A metterlo in evidenza è Avvenia (www.avvenia.com), il player italiano leader della white economy e della sostenibilità ambientale. Eppure le soluzioni di efficientamento gestionale di Avvenia mettono a disposizione dei clienti strumenti in grado abbattere del 50% i consumi legati alle attività delle persone oltre che del 20% l’intensità energetica dell’organizzazione aziendale che sfrutta gli edifici. Per Avvenia la sfida energetica nell’edilizia è fondamentale, un settore nel quale l’azienda fondata dall’ingegner Giovanni Campaniello è disponibile ad investire, partecipando con fondi propri ai costi necessari per aumentare l’efficienza energetica delle grandi strutture pubbliche o private. «L’efficienza energetica è un investimento, non una spesa, perché si ha un ritorno garantito» aggiunge l’ingegner Giovanni Campaniello. Il costo di un progetto di efficientamento energetico è infatti ripagato dai risparmi sulla bolletta, riducendo non solo i consumi ma anche le emissioni in atmosfera, contribuendo al miglioramento della qualità dell’aria e a mitigare gli effetti del riscaldamento globale. Negli Stati Uniti è infatti stato rilevato come gli edifici commerciali e di servizio contribuiscano per il 20% nell’emissione dei gas serra.

Le città italiane più scottanti? Roma, Napoli, Milano, Padova, Palermo, Torino

[AdSense-A]

 

Con le temperature che quest’estate sfioreranno i 48 gradi, negli ambienti urbani l’effetto termico sarà ancora maggiore. A metterlo in evidenza è Avvenia (www.avvenia.com), leader nazionale nel settore della white economy e della sostenibilità ambientale, che sottolinea come anche all’interno delle nostre case, vecchie o nuove che siano, la situazione è sconfortante.

Senza-titolo-27

Cosa dobbiamo aspettarci per questa estate 2016? «Le alte temperature dovute ai fenomeni climatici correlati con il riscaldamento globale avranno un impatto ancora più considerevole sulle aree urbane» sottolineano gli analisti di Avvenia(www.avvenia.com), il player italiano leader della white economy e della sostenibilità ambientale, secondo i quali in alcune città la temperatura potrebbe sfiorare i 48 gradi. Come è noto il cemento e l’asfalto delle città accumulano calore durante il giorno e lo rilasciano durante la notte, così l’impatto del caldo sarà maggiore nelle zone centrali delle città e saranno più vulnerabili le città a maggiore densità di popolazione. Una ricerca di Avvenia mostra infatti un’elevata correlazione tra «il consumo di suolo» e «l’aumento della temperatura di superficie» nelle aree metropolitane. Gli effetti del caldo, particolarmente durante un’estate così torrida come questa, mostreranno dunque un impatto maggiore sulle persone che vivono in un ambiente urbano, con differenze tra zone urbane e rurali che possono superare i 10° nelle città più grandi. Tenendo in conto le caratteristiche del territorio e la densità di popolazione, secondo Avvenia nel periodo luglio-agosto 2016 l’impatto del caldo sarà maggiore in città come Roma, Napoli, Milano, Padova, Palermo e Torino. Mentre in altre città come Bologna, Genova e Firenze l’impatto sarà minore. «Eppure per contrastare gli effetti del caldo nelle città basterebbe reintrodurre la vegetazione nel contesto urbano e rendere energeticamente più efficienti le abitazioni dei cittadini» commenta l’ingegner Giovanni Campaniello, esperto in efficientamento energetico nonché fondatore e amministratore unico di Avvenia. Ma proprio in quanto a efficientamento energetico gli edifici italiani, secondo un’analisi realizzata da Avvenia, mostrano percentuali di dispersioni termiche elevatissime e, soprattutto con l’innalzamento delle temperature che caratterizzerà quest’estate 2016, questo renderà ancora più «scottanti» gli appartamenti degli italiani. «L’efficienza energetica è un investimento, non una spesa, perché si ha un ritorno garantito» aggiunge l’ingegner Giovanni Campaniello. Il costo di un progetto di efficientamento energetico è infatti ripagato dai risparmi sulla bolletta, riducendo non solo i consumi ma anche le emissioni in atmosfera, contribuendo al miglioramento della qualità dell’aria e a mitigare gli effetti del riscaldamento globale. «Negli Stati Uniti è infatti stato rilevato come gli edifici commerciali e di servizio contribuiscano per il 20% nell’emissione dei gas serra» puntualizza Giorgio Mottironi, direttore marketing di Avvenia. Per Avvenia la sfida energetica nell’edilizia è fondamentale, un settore nel quale l’azienda fondata dall’ingegner Giovanni Campaniello è disponibile ad investire, partecipando con fondi propri ai costi necessari per aumentare l’efficienza energetica delle grandi strutture pubbliche o private. Le soluzioni di efficientamento gestionale di Avvenia mettono a disposizione dei clienti strumenti in grado abbattere del 50% i consumi legati alle attività delle persone oltre che del 20% l’intensità energetica dell’organizzazione aziendale che sfrutta gli edifici.

Caldo. Comune. Assistenza prolungata anche nei primi giorni di settembre. Superati i 20 mila interventi

Majorino: “Massima attenzione per anziani e persone fragili finché il caldo lo richiederà. Invitiamo i milanesi a segnalare casi di emergenza o difficoltà al nostro numero verde”

downloadMilano, 31 agosto 2015 – In questa nuova ondata di caldo che durerà ancora per alcuni giorni, il Comune ha deciso di prolungare gli interventi di assistenza e aiuto per venire incontro soprattutto alle esigenze della popolazione anziana e fragile: attivo dunque il numero verde gratuito 800.777.888 dove, da giugno a oggi, sono arrivate 20.763 (3.750 nel mese di giugno, 10.473 a luglio e 6540 ad agosto. Mentre sono oltre 20.312 in totale gli interventi eseguiti dal Comune, dall’inizio di giugno a oggi.
“Il Comune continuerà gli interventi di assistenza e aiuto finché farà caldo riservando la massima attenzione per gli anziani e le persone più fragili che sono quelle più a rischio – spiega l’assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino – Restano in campo quindi tutte le azioni del ‘Piano anticaldo’ iniziato a giugno con l’assistenza domiciliare estesa anche a chi, durante il resto dell’anno, solitamente non è seguito dai nostri servizi, ma con l’estate diventa più vulnerabile. Ricordiamo ancora che il nostro numero verde è a disposizione per segnalare emergenze o casi di persone in difficoltà ai nostri operatori in modo che possano ricevere l’aiuto adeguato”. Gli interventi eseguiti dall’inizio di giugno a oggi comprendono, tra gli altri, 11.780 consegne di pasti a domicilio e preparazione di 72 pasti, 1118 interventi di igiene personale, 364 di igiene ambientale, 69 visite mediche domiciliari, 197 spese portate a domicilio, 484 interventi di accompagnamento, sostegno e di compagnia). 695 le visite guidate ai musei, 240 le richieste pervenute per i pranzi di Ferragosto, 1085 gli abbonamenti e gli ingressi gratuiti in piscina erogati, 3981 i quotidiani consegnati a domicilio e pizze e cinema gratuiti per 348 persone. Il Comune, ha messo in campo questa estate una serie di interventi con particolare attenzione ai 24mila anziani assistiti dall’Amministrazione, di cui 7mila con più di 75 anni, che vivono soli e hanno gravi problemi di salute. Chiunque necessiti quindi di informazioni e assistenza può chiamare, tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20, dal lunedì al sabato e domenica, in caso di ondate di calore, il numero verde gratuito, 800.777.888 per accedere vari servizi a disposizione. Chiamando il numero verde si può anche segnalare la presenza di anziani non autosufficienti che vivono soli o di persone con disabilità, che in questa particolare situazione potrebbero trovarsi in difficoltà. Per il ‘Piano anticaldo’ il Comune ha investito 392mila euro, quasi 50mila in meno rispetto lo scorso anno, grazie al nuovo sistema di domiciliarità che ha permesso un’ottimizzazione delle risorse. Ai fondi stanziati dal Comune si aggiungono almeno 150mila euro finora messi a disposizione da sponsor e privati per la realizzazione delle attività ludico ricreative, oltre a quelli che saranno impiegati per la stessa finalità dall’assessorato allo Sport e Tempo libero.

Misure anticaldo

Dal 3 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare, estendendoli anche ad una fascia di cittadini solitamente non seguiti tutto l’anno, ma che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi in difficoltà. Gli interventi previsti dal piano del Comune hanno previsto due fasi: la prima da inizio giugno fino al 29 luglio; la seconda fase che è partita il dal 30 luglio con un ulteriore potenziamento del servizio. Per chi invece avesse necessità di un assistente familiare anche solo per il periodo estivo è possibile rivolgersi allo sportello del Comune di Milano CuraMi. Tutte le informazioni su www.curami.net o al numero 02.40297643-44.
Iniziative per la socialità
Insieme alle misure anticaldo il Comune ha organizzato anche quest’anno numerose attività socio ricreative contro la solitudine per riempire i pomeriggi degli anziani rimasti a Milano: le iniziative per la socialità coinvolgono tutte le strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler dove sono presenti i custodi sociali e una serie di spazi privati e del Terzo settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi, complessivamente circa un centinaio di spaziOltre alle consuete attività estive nei Centri socio ricreativi culturali (cinema, piscina, pranzi, merende, cene e pizze) sono state organizzate ulteriori iniziative: visite gratuite ai musei, gite ai luoghi d’arte all’interno del territorio regionale, biglietti gratuiti per il cinema, buoni per servizi alla persona offerti gratuitamente dai commercianti, giornali e distribuzione di latte, ingressi gratis allo stadio Meazza per le partite extra campionato e anche a Expo 2015 grazie a 5.000 biglietti scontati a 5 euro. Per tutte queste iniziative è necessario prenotare chiamando il numero verde 800.777.888 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. Gli operatori registrano la prenotazione e fissano un appuntamento per il ritiro di biglietti, che potrà essere effettuato da lunedì 30 luglio allo sportello di via Statuto 17. In piazza del Cannone dal 14 luglio (15 giorni prima dello scorso anno) è aperta anche la pista da ballo di 450 metri quadrati con palco, 3 gazebo, 400 sedie e tavolini per i giochi e i momenti di socialità.

Caldo, anche i pannelli solari soffrono. 10 % in meno di energia solare.

Le temperature elevatissime di questa estate 2015 non hanno favorito la produzione di energia solare, che anzi è diminuita. Lo evidenzia Avvenia leader nazionale nel settore della White Economy.

timthumbRoma, 4 agosto-Le temperature elevatissime di questa estate 2015 non hanno favorito la produzione di energia solare, che anzi è diminuita. «L’estremo calore ha infatti un effetto perturbatore sull’efficienza delle celle solari e, nonostante la presenza costante di un sole rovente, i pannelli alla fine producono di meno» spiega l’ingegner Giovanni Campaniello, esperto in efficientamento energetico nonché fondatore e amministratore unico di Avvenia (www.avvenia.com). Questa estate sono stati raggiunti in molte località picchi di 40°C e oltre, senza contare l’alto tasso di umidità che ha reso il clima insopportabile, con temperature di 8 gradi al di sopra della norma stagionale, che secondo le stime di Avvenia hanno portato a una riduzione del 10% nella produzione di elettricità solare. Al problema del surriscaldamento interno dei pannelli fotovoltaici si aggiunge poi l’effetto della foschia nell’atmosfera: se i primi giorni di eccessivo caldo rendono l’aria più secca, i seguenti provocano una forte evaporazione d’acqua e si forma così una foschia che riduce il livello di soleggiamento. Le ondate di calore eccessivo, osserva inoltre Avvenia, frenano anche la produzione di elettricità di origine nucleare. I sistemi di raffreddamento delle centrali atomiche utilizzano infatti l’acqua e se le temperature dell’acqua presente nelle risorse naturali sono troppo elevate, le centrali si vedono costrette a ridurre la produzione rispetto al pieno regime. Per invertire la rotta di questa tendenza l’ingegner Giovanni Campaniello suggerisce di puntare di più sull’efficientamento energetico. A volte l’investimento stesso in rinnovabili distrae dal vero obiettivo che è quello di razionalizzare i consumi -eliminando gli sprechi e le inefficienze- e non consumare allo stesso modo qualcosa di diversamente prodotto.

Caldo a Milano, oltre 10mila chiamate al numero gratuito 800.777.888 e 1.768 interventi per anziani e persone fragili

Cresciuti gli interventi del Comune. Majorino: “Invitiamo i milanesi a segnalare casi di emergenza o difficoltà al nostro numero verde”

anziani_estate.jpgMilano, 23 luglio  – Continuano le giornate da bollino rosso per il caldo e il Comune è attivo per rispondere soprattutto alle esigenze della popolazione anziana e fragile: sono già 1.768, infatti, gli interventi eseguiti dall’inizio di giugno a oggi (comprendono 1.312 consegne di pasti a domicilio e preparazione di 19 pasti, 219 interventi di igiene personale, 125 di igiene ambientale, 33 visite mediche domiciliari, 34 spese portate a domicilio, 26 interventi di accompagnamento, sostegno e di compagnia). Il numero di interventi è aumentato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando avevano raggiunto quota 1.023. Il caldo di queste ultime settimane ha fatto aumentare anche le telefonate al numero verde gratuito 800.777.888: 3.750 nel mese di giugno, mentre sono quasi raddoppiate nelle prime tre settimane di luglio, avendo raggiunto il numero di 7.073. “Abbiamo messo in campo tutte le iniziative possibili per venire incontro a chi soffre di più in questi giorni di emergenza, soprattutto gli anziani e le persone più fragili con problemi di salute – spiega l’assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino –. Il nostro ‘Piano anticaldo’ è iniziato a giugno, in previsione dell’estate, rafforzando l’assistenza domiciliare estendendola anche a chi, durante il resto dell’anno, solitamente non è seguito dai nostri servizi, ma con l’estate diventa più vulnerabile. Invitiamo tutti coloro che possono aver bisogno di aiuto o che conoscono casi di persone in difficoltà a chiamare il numero verde e segnalare le emergenze ai nostri operatori in modo che possano ricevere l’aiuto adeguato”. Il Comune, per queste giornate classificate dal Ministero della Salute con livello di allerta 3 (la più alta in una scala da 0 a 3) ha messo in campo una serie di interventi con particolare attenzione ai 24mila anziani assistiti dall’Amministrazione, di cui 7mila con più di 75 anni, che vivono soli e hanno gravi problemi di salute. Chiunque necessiti quindi di informazioni e assistenza può chiamare, tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20, dal lunedì al sabato e domenica, in caso di ondate di calore, il numero verde gratuito, 800.777.888 per accedere vari servizi a disposizione: dai pasti a domicilio agli accompagnamenti, dalla pulizia della casa e igiene della persona alla teleassistenza. Chiamando il numero verde si può anche segnalare la presenza di anziani non autosufficienti che vivono soli o di persone con disabilità, che in questa particolare situazione potrebbero trovarsi in difficoltà. Per il ‘Piano anticaldo’ il Comune ha investito 392mila euro, quasi 50mila in meno rispetto lo scorso anno, grazie al nuovo sistema di domiciliarità che ha permesso un’ottimizzazione delle risorse. Ai fondi stanziati dal Comune si aggiungono almeno 150mila euro finora messi a disposizione da sponsor e privati per la realizzazione delle attività ludico ricreative, oltre a quelli che saranno impiegati per la stessa finalità dall’assessorato allo Sport e Tempo libero. Dal 3 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare, estendendoli anche ad una fascia di cittadini solitamente non seguiti tutto l’anno, ma che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi in difficoltà. Gli interventi previsti dal piano del Comune si svolgeranno in due fasi: la prima, già in atto, durerà fino al 29 luglio; la seconda fase durerà dal 30 luglio al 31 agosto (con possibile proroga sino al 6 settembre) e durante questa fase ci sarà un ulteriore potenziamento del servizio. Per chi invece avesse necessità di un assistente familiare anche solo per il periodo estivo è possibile rivolgersi allo sportello del Comune di Milano CuraMi. Tutte le informazioni su www.curami.net o al numero 02.40297643-44.
Insieme alle misure anticaldo il Comune ha organizzato anche quest’anno numerose attività socio ricreative contro la solitudine che riempiranno i pomeriggi degli anziani rimasti a Milano: le iniziative per la socialità coinvolgeranno tutte le strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler dove sono presenti i custodi sociali e una serie di spazi privati e del Terzo settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi, complessivamente circa un centinaio di spazi Oltre alle consuete attività estive nei Centri socio ricreativi culturali (cinema, piscina, pranzi, merende, cene e pizze) saranno organizzate ulteriori iniziative: visite gratuite ai musei, gite ai luoghi d’arte all’interno del territorio regionale, biglietti gratuiti per il cinema, buoni per servizi alla persona offerti gratuitamente dai commercianti, giornali e distribuzione di latte, ingressi gratis allo stadio Meazza per le partite extra campionato e anche a Expo 2015 grazie a 5.000 biglietti scontati a 5 euro. Per tutte queste iniziative è necessario prenotare, fissare un appuntamento e recarsi allo sportello del Comune per il ritiro dei biglietti di partecipazione. Per prenotare si deve chiamare il numero verde 800.777.888 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20.  Gli operatori registrano la prenotazione e fissano un appuntamento per il ritiro di biglietti, buoni e coupon, giornali e latte che potrà essere effettuato da lunedì 30 luglio allo sportello di via Statuto 17. Non mancheranno gli eventi per il Ferragosto e in piazza del Cannone dal 14 luglio (15 giorni prima dello scorso anno) è aperta anche la pista da ballo di 450 metri quadrati con palco, 3 gazebo, 400 sedie e tavolini per i giochi e i momenti di socialità.

Caldo, FederAnziani: tsunami di malori e accessi anziani in pronto soccorso

Messina: “bere tanto e non sospendere terapie se non dopo aver consultato il medico”

18662anzianiRoma, 17 luglio 2015 FederAnziani Senior Italia, in relazione all’emergenza caldo segnalata dalla protezione civile, con oltre 20 province in allarme rosso, fa appello a figli e nipoti affinché facciano molta attenzione ai loro cari over 65. Gli anziani, come tutti ben sanno, perdono i recettori del senso della sete, e con estrema facilità si arriva alla disidratazione con tutti i rischi che questa comporta. Proprio queste le cause principali che hanno scatenato in questi giorni lo tsunami di malori e di accessi nei pronto soccorso da parte della popolazione anziana. Altro rischio, quello che gli anziani sospendano unilateralmente l’uso di alcune medicine, compromettendo seriamente l’aderenza alla terapia. In questo caso il consiglio è di non sospendere o modificare mai terapie se non dopo aver consultato il proprio medico. Per superare al meglio l’ondata di calore, dunque, è fondamentale attenersi alle poche, semplici regole contenute nel decalogo anti-caldo FederAnziani, ovvero: 1) non uscire nelle ore più calde della giornata, dalle 12 alle 17; 2) arieggiare l’ambiente dove si vive, anche con l’uso di un ventilatore, ma non esporsi alla ventilazione diretta; 3) bere almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, per reintegrare le perdite di sali minerali; evitare bevande alcoliche, gassate, troppo zuccherate e troppo fredde. Non eccedere con caffè o the; 4) consumare pasti leggeri preferendo pasta, frutta, verdura. Evitare cibi grassi e piccanti; 5) tenere il capo riparato dal sole; 6) non esporsi al sole in modo prolungato. Fare impacchi con acqua fresca per abbassare la temperatura corporea qualora, in seguito ad un’eccessiva esposizione, dovesse insorgere mal di testa; 7) indossare abiti leggeri, non aderenti, di colore chiaro e tessuti naturali perché le fibre sintetiche ostacolano il passaggio dell’aria; 8) non interrompere le terapie mediche, né sostituire i farmaci che si assumono abitualmente, di propria iniziativa. Consultare sempre il medico per ogni eventuale modifica delle cure che si stanno seguendo; 9) non restate all’interno di automobili parcheggiate al sole; 10) se c’è la possibilità, è consigliabile andare in vacanza in località collinari o termali.

Caldo. Palazzo Marino mette online alcuni consigli per un buon uso dell’energia elettrica

Il Comune di Milano ha pubblicato sul portale www.comune.milano.it, alcuni consigli utili, messi a punto dal direttore generale Giuseppe Tomarchio

 

imageMilano, 17 luglio 2015 – In previsione dell’ulteriore innalzamento delle temperature annunciato per le prossime ore dai meteorologi, il Comune di Milano ha pubblicato sul portale www.comune.milano.it e sui canali social Facebook e Twitter di Palazzo Marino alcuni consigli utili, messi a punto dal direttore generale Giuseppe Tomarchio e dall’Energy manager Paolo Simonetti, per un uso razionale dell’energia elettrica. In questo modo, infatti, non solo si adottano comportamenti maggiormente sostenibili da un punto di vista ecologico ed economico, ma si contribuisce fattivamente a ridurre i rischi di sovraccarico alla rete elettrica cittadina, abbassando la richiesta di energia. Il Comune, quindi, suggerisce di utilizzare per quanto possibile gli elettrodomestici più energivori (lavatrici, lavastoviglie, asciugacapelli, ecc.) con programmi a basso consumo e nelle ore notturne quando minore è la richiesta di elettricità. Inoltre Palazzo Marino consiglia di impostare gli impianti di climatizzazione ad una temperatura non inferiore a 26 °C, come prevede la normativa vigente, con il sistema di deumidificazione attivato; temperature più basse, oltre a consumare più energia, possono comportare problemi di salute, soprattutto se la climatizzazione si protrae per l’intera nottata. E’ utile anche, soprattutto nelle prossime due settimane, climatizzare solo i locali dell’abitazione maggiormente utilizzati, tenendo le finestre chiuse.  Sempre nei limiti del possibile, è opportuno diminuire del 30% l’utilizzo dei condizionatori soprattutto nella fascia che va dalle ore 14 alle ore 20. Un piccolo sacrificio in queste ore renderà minore l’impatto in aumento sul picco della potenza elettrica richiesta. Il Comune ricorda anche di prestare costante attenzione  al contenimento dei consumi di elettricità attivando le piccole azioni quotidiane, come spegnere le luci nei locali non utilizzati oppure non lasciare il condizionatore acceso in spazi di passaggio, azioni che se pur singolarmente piccole contribuiscono, in una attuazione su larga scala, un notevole risparmio energetico. Infine, per quanto riguarda gli esercizi commerciali, Palazzo Marino invita a tenere le porte di ingresso chiuse, evitando così dispersioni verso l’esterno di aria raffrescata. In tal modo il comfort interno potrà essere assicurato più rapidamente e senza sprechi di energia. L’iniziativa di Palazzo Marino si affianca alla campagna di informazione di A2a che ha creato un sito dedicato, www.interruzionienergia.a2a.eu, contenente informazioni utili e consigli per affrontare l’ondata di caldo in città.

Caldo a Milano. Al numero verde 800.777.888 oltre 500 chiamate, servizi attivano un centinaio di interventi

Assessore Majorino: “Grazie ad assistenti sociali e operatori del call center  per il lavoro di questi giorni, chiediamo a tutti la massima collaborazione nel segnalare anziani e persone con disabilità che possono avere bisogno”

E' arrivato il caldo e chi resta in città si arrangia come può: da piazza San Babila al Castello, in molti cercano il fresco 'tuffando' i piedi nelle fontane (Foto Omnimilano)

Milano, 8 luglio 2015 – Non si ferma il lavoro degli assistenti sociali e degli operatori del numero verde gratuito 800.777.888, la linea del Comune dedicata agli anziani e alle persone con disabilità a cui richiedere inteventi di assistenza a domicilio. Giunte tra ieri e oggi 550 chiamate (350 ieri e 200 alle 18 di ieri). Più di un centinaio gli interventi attivati nelle ultime 24 ore a partire dalla consegna di pasti a domicilio, una misura molto richiesta e che permette agli operatori di verificare anche lo stato di salute delle persone. Secondo quanto reso noto dal Ministero della Salute anche domani 8 luglio l’allerta caldo a Milano sarà massima per poi diminuire a livello 1 (4 livelli da da 0 a 3) giovedì 9 luglio. Per ricevere informazioni e assistenza ricordiamo che è attivo il numero verde gratuito 800.777.888, in funzione dalle 8 alle 20. A questo numero è possibile richiedere: teleassistenza, pasti a domicilio, pulizia della casa e igiene personale, accompagnamenti a visite mediche, spesa e compagnia. Nel caso l’anziano o la persona con disabilità si trovi in stato confusionale o di disidratazione chiamare immediatamente il 118. Fondamentale nel sostegno alle persone più vulnerabili la collaborazione di tutti come sottolinea l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino: “Chiediamo a vicini di casa, conoscenti e anche familiari che non vivono nella stessa casa di segnalarci anziani soli e persone con disabilità che potrebbero avere bisogno di aiuto, ma ancora non sono in contatto con i nostri servizi. Ringraziamo gli assistenti sociali e gli operatori del call center che in questi giorni hanno lavorato senza sosta per garantire assistenza e vicinanza agli anziani già seguiti dai servizi e a quelli presi in carico in questi giorni di ondate di calore”.

Caldo. Nel weekend oltre 500 telefonate al numero verde, 120 gli interventi di assistenza a domicilio

Il Ministero Salute conferma l’allerta massima per caldo e afa fino a mercoledì 8 luglio. Numero verde 800.777.888 attivo dalle 8 alle 20. Assessore Majorino: “Pronti con l’assistenza domiciliare, segnalateci anziani e persone con disabilità che possono avere bisogno”

caldo-150706160303Milano, 7 luglio 2015 – Sono state circa 500 le telefonate arrivate al numero verde gratuito 800.777.888 durante lo scorso weekend e 120 gli interventi di assistenza domiciliare. Consegna di pasti a domicilio, accompagnamenti, igiene della persona, pulizia della casa e visite per avere compagnia gli interventi più richiesti tra quelli predisposti dal Comune ed estesi, per il periodo estivo, anche agli anziani fragili non ancora in carico ai servizi sociali.
Il numero verde è attivo dalle 8 alle 20 tutti i giorni dal lunedì al sabato e, in caso di ondate di calore, anche la domenica. In mattinata il Ministero della Salute ha emesso il nuovo bollettino che indica per Milano allerta massima fino a mercoledì 8 luglio. Invitiamo chi conosce persone non autosufficienti che vivono sole, anziani o persone con disabilità, a fare una segnalazione al nostro numero. In caso in stato confusionale o disidratazione della persona chiamare immediatamente il 118. “Da oggi a mercoledì – resta altissima l’allerta per tutti i servizi di assistenza per gli anziani con massima attenzione alle persone più fragili”, afferma l’assessore alle Politiche sociali. Il numero verde è attivo tutto il giorno e gli operatori sono pronti a predisporre interventi a domicilio e teleassistenza. Chiediamo a tutti, vicini, familiari e conoscenti di segnalarci anziani o persone con disabilità, che vivono soli e che a causa del gran caldo potrebbero avere bisogno di aiuto”.

Caldo. Comune, attivo il numero verde gratuito 800.777.888 per assistenza ad anziani e persone con disabilità

Monitoraggio per 24.000 anziani di cui 7.000 over 75 e soli. Con il nuovo sistema di assistenza risparmiati 50.000 euro. Assessore Majorino: “Stiamo vicino agli anziani più fragili con assistenza domiciliare e iniziative che non li facciano sentire soli”

Afa-caldoMilano, 2 luglio  – Milano è pronta ad affrontare la prima ondata di calore prevista da oggi e per i prossimi giorni. Gli interventi predisposti dal Comune a sostegno della popolazione anziana e fragile, partiti a giugno, entrano nel vivo oggi, giornata classificata dal Ministero della Salute con livello di allerta 2 (in una scala da 0 a 3). L’attenzione è rivolta a 24.000 anziani assistiti dal Comune, di cui 7.000 con più di 75 anni, che vivono soli e hanno gravi problemi di salute. Per richiedere informazioni e assistenza è in funzione tutti i giorni dalle 8 alle 20 il numero verde gratuito 800.777.888 per accedere vari servizi (dai pasti a domicilio agli accompagnamenti, dalla pulizia della casa e igiene della persona alla teleassistenza) o segnalare anziani non autosufficienti che vivono soli o persone con disabilità che in questa particolare situazione potrebbero trovarsi in difficoltà. Insieme alle misure anticaldo il Comune ha organizzato anche quest’anno numerose attività socio ricreative contro la solitudine che riempiranno i pomeriggi degli anziani rimasti a Milano: si parte domani con la “Festa del Vicinato”, che quest’anno coivolgerà 18 quartieri della città (6 in più dell’anno scorso) con tante iniziative nei cortili dei caseggiati popolari, nelle piazzette e nei centri socio ricreativi. La festa avrà inizio alle ore 15.30 e durerà fino alle 19. Per il piano il Comune ha investito 392.000 euro con un risprmio rispetto all’anno scorso di quasi 50.000 euro dovuto al nuovo sistema di domiciliarità che ha permesso un migliore impiego delle risorse. “Affrontiamo questi giorni di grande caldo – spiega l’assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino – stando vicino agli anziani più fragili e alle persone con disabilità. Dall’inizio di giugno abbiamo rafforzato l’assistenza domiciliare estendendola anche a chi, durante il resto dell’anno, solitamente non è seguito dai nostri servizi, ma con l’estate diventa più vulnerabile. Il numero verde gratuito per le richieste di assistenza è attivo dalle 8 alle 20 per mettere gli anziani e i loro familiari in contatto con i nostri operatori. Invitiamo i milanesi a segnalarci persone in difficoltà che potrebbero aver bisogno di aiuto proprio in questi giorni più caldi e afosi. Oltre all’assistenza abbiamo organizzato anche quest’anno numerose attività di svago e di socialità nei nostri centri socio ricreativi, negli spazi per la socialità dei caseggiati popolari e in piazza del Cannone dove inizieremo già da metà luglio, raddoppiando il periodo di durata degli eventi. Siamo convinti che la socialità sia la migliore arma contro la solitudine, la base da cui partire per creare una vera rete di sostegno, vicinanza e cordialità”. “Domani in 18 quartieri della  città – aggiunge Majorino – daremo avvio alle iniziative dell’estate con la ‘Festa del Vicinato’, proprio per riunire in cortili, portinerie, piazzette e giardini, dal centro alla periferia anziani e famiglie, riallacciando rapporti e amicizie”.   Alle risorse del Comune si aggiungono almeno 150.000 euro finora messi a disposizione da sponsor e privati per la realizzazione delle attività ludico ricreative, oltre a quelli che saranno impiegati per la stessa finalità dall’assessorato allo Sport e Tempo libero. Dal 3 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare già forniti durante l’anno a circa 24.000 anziani in carico ai Centri Multiservizi Anziani, estendendoli anche ad una fascia di cittadini solitamente non seguiti tutto l’anno, ma che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi in difficoltà. Nel primo mese, che non ha avuto nessuna ondata di calore, sono state oltre 200 le richieste d’intervento arrivate. Gli anziani che hanno contattato il Comune hanno chiesto per lo più accompagnamenti  a visite mediche, consegna di pasti a domicilio e interventi per l’igiene personale e pulizia della casa. Le richieste sono state effettuate al numero verde gratuito 800.777.888  che è attivo dalle 8 alle 20, dal lunedì al sabato e di domenica in caso di ondate di calore. Gli interventi richiesti sono organizzati dagli operatori del Comune sette giorni su sette dalle 8 alle 17 e fino alle 19 anche il sabato e la domenica in caso di ondate di calore. Agli operatori è possibile richiedere gli interventi specifici di pronto intervento assistenziale: consegna di pasti caldi a domicilio, assistenza domiciliare per la pulizia della casa e l’igiene della persona,  telefonate e visite e l’aiuto domestico con accompagnamento per la spesa o per visite mediche e terapie. Gli interventi previsti dal piano del Comune si svolgeranno in due fasi: la prima, già in atto, durerà fino al 29 luglio; la seconda fase durerà dal 30 luglio al 31 agosto (con possibile proroga sino al 6 settembre). Secondo i dati della cosiddetta “Anagrafe della Fragilità”, redatta ogni anno dal Comune in collaborazione con Asl Milano e i medici di famiglia, sono circa 7.000 gli anziani fragili, cioè con più di 75 anni che vivono soli (o risultano anagraficamente soli) e in precarie condizioni di salute perché malati cronici o entrati e usciti più volte dall’ospedale. Sono mille persone in più rispetto a soli tre anni fa quando erano stati registrati 5.998 anziani. I servizi sono offerti a tutti gli anziani fragili e vi si accede su base volontaria. Perciò sono fondamentali le segnalazioni di familiari, parenti, vicini di casa e conoscenti per far sì che i nostri servizi possano intervenire. Come ogni anno invitiamo i milanesi a chiamare il numero verde 800.777.888 e ad avvisarci nel caso ci siano per anziane non autosufficienti e sole che possono trovarsi in difficoltà. L’anno scorso sono stati effettuati 24.298 interventi da giugno a settembre (12.501 consegne di pasti a domicilio, 1.007 interventi di igiene personale, 403 di pulizia della casa e 507 accompagnamenti, 307 visite di sostegno e compagnia) a beneficio di 1.700 persone. Per chi avesse necessità di un assistente familiare anche solo per il periodo estivo è possibile rivolgersi allo sportello del Comune di Milano CuraMi. Tutte le informazioni su www.curami.net o al numero 02.40297643-44.   Le iniziative per la socialità coinvolgeranno tutte le strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler dove sono presenti i custodi sociali e una serie di spazi privati e del Terzo settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi, complessivamente circa un centinaio di spazi. Oltre alle consuete attività estive nei Centri socio ricreativi culturali (cinema, piscina, pranzi, merende, cene e pizze) saranno organizzate ulteriori iniziative: visite gratuite ai musei, gite ai luoghi d’arte all’interno del territorio regionale, biglietti gratuiti per il cinema, buoni per servizi alla persona offerti gratuitamente dai commercianti, giornali e distribuzione di latte, ingressi gratis allo stadio Meazza per le partite extra campionato e anche a Expo 2015 grazie a 5.000 biglietti scontati a 5 euro. Per tutte queste iniziative è necessario prenotare, fissare un appuntamento e recarsi allo sportello del Comune per il ritiro dei biglietti di partecipazione. Per prenotare si deve chiamare il numero verde 800.777.888 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20.  Gli operatori registrano la prenotazione e fissano un appuntamento per il ritiro di biglietti, buoni e coupon, giornali e latte che potrà essere effettuato da lunedì 30 luglio allo sportello di via Statuto 17. Non mancheranno gli eventi per il Ferragosto e il tendone in piazza del Cannone con ballo e altre attività che inizieranno già dal prossimo 11 luglio, raddoppiando così il periodo di durata degli eventi. Come lo scorso anno saranno attivi anche i cuochi sociali, i volontari abili ai fornelli che, dal gennaio del 2013, hanno risposto all’appello del Comune e si sono offerti per cucinare pranzi nelle case di anziani soli, facendosi carico anche delle spese. Saranno presenti nei centri socio ricreativi anziani e nei centri multiservizio portando insieme alla loro generosità anche ottime pietanze.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com