Apre il 21 Dicembre l’iscrizione online per partecipare all’edizione 2016 del Concours Mondial de Bruxelles

Il Concours per questa nuova edizione rende omaggio alla Bulgaria

Concours-Mondial-de-BruxellesBruxelles, 17 Dicembre 2015 – Il Concours Mondial de Bruxelles annuncia che dal 21 Dicembre le aziende potranno iscriversi all’edizione 2016 dello storica gara, che avrà luogo l’anno prossimo, dal 29 aprile al 1 maggio. Dopo aver fatto tappa in Italia, il Concours per questa nuova edizione rende omaggio alla Bulgaria – sostando nella città di Plovdiv, designata capitale europea della cultura nel 2019, e ai terroir bulgari. Situata nel Mediterraneo, lungo la penisola balcanica, tra l’Italia e la Turchia, la Bulgaria viticola può vantare una moltitudine di microclimi, di oltre 200 giorni di sole all’anno e di una ricchezza di suoli e di vitigni che permettono la produzione di un’uva di qualità e apportano al vino concentrazione, frutto, ricchezza aromatica, freschezza e eleganza. Questo il link diretto alla pagina dedicata alle candidature delle aziende che vogliono partecipare:http://concoursmondial.com/fr/modalites-d-inscription-0. Le regole sono sempre le stesse: ci si può candidare con i propri vini già in commercio e si possono inviare 4 campioni massimo. Il termine ultimo per l’iscrizione è stato fissato il 4 Marzo 2016. Il Concours, giunto alla XXIII edizione, è una kermesse unica che assegna 3 riconoscimenti alla qualità dei vini degustati: Gran Medaglia d’Oro, Medaglia d’Oro, Medaglia d’Argento. Le medaglie del CMB sono una garanzia per il consumatore: lo guidano nell’acquisto e lo aiutano a discernere la qualità nelle sue sfumature, all’interno di un’offerta molto variegata. Cresce ogni anno il numero dei vini presentati a testimonianza del valore di questa manifestazione. L’anno scorso sono stati raggiunti oltre 8000 campioni provenienti da 45 paesi diversi. La giuria di esperti che li giudica è composta da oltre 300 professionisti provenienti da tutto il mondo.

Presentazione libro ”Briciole” di AnnaMaria Petrova-Ghiuselev

Roma il 25 novembre 2015, ore 18 alla sede della Federazione Unitarian Italiana Scrittori – FUIS

Locandina presentazione FUIS libro ''Briciole'', Bertoni Ed. 2015Roma, 17 novembre – La nuova raccolta poetica di Anna Maria Petrova-Ghiuselev “Briciole”, edita da Bertoni Editore che ha subito seguito la appena uscita sua raccolta in Bulgaria con l’edizione dell’Unione scrittore bulgari ”… E l’anima sa” ed è inoltre arricchita con i quadri del celebre artista lirico e pittore M° Nicola Ghiuselev, a un anno dalla sua scomparsa e a lui dedicata.

Dalla prefazione di Elio Pecora:

L’entusiasmo – come forza che muove, anche inconsapevolmente, misteriosamente, sentimenti diversi e incontenibili umori – spinge e significa questa raccolta di versi di Anna Maria Petrova, Annabelle. Ed è un demone instancabile se porta l’autrice, oltre che in altri mondi diversi dalla scrittura, nelle regioni di una lingua non interamente posseduta, pure assediata e tenuta per un eccesso di emozione.  In questo libro è esaltato l’amore, come amore per la vita stessa nella sua interezza. Ed è percepito come un bene arduo e incontenibile, toccato dal desiderio e dalla speranza, dall’ansia e dalla trepidazione.

Dalla prefazione di Angelo Sagnelli:

“Una nuova visione della vita, presente nelle ultime composizioni di Anna Maria Petrova, si manifesta in tutta la sua nudità, lа dove il poeta condanna l’arroganza del potere in una impietosa analisi sociale, ritrovando la forza di opporsi ai soprusi esercitati dall’uomo sull’uomo, vivendo in un alone di indeterminatezza la sua ritrovata sacralità. Vorrei mettere in evidenza la sua profonda inquietudine e la sua preoccupazione per i tempi che viviamo, dove l’odio “ più combattivo e resistente consuma le anime…uccidendo la gioia nel nascere “. L’uomo oggi appare pù impoverito nei sentimenti ma nel contempo più avido, più dedito al suo personale benessere nella sua “struggente miopia”. In questi versi si sente tutta la forza espressiva del poeta che intende condannare la vita vuota e dissoluta di molte persone, non trascurando la salvifica funzione che la poesia esercita nell’alleviare le sofferenze di chi ne subisce le angherie. La poetessa sa bene che tutto sommato dovrà continuare il suo viaggio nell’attuale società, viaggio che dovrà condividere con altre persone, forse in altre città, ma siamo certi che i suoi compagni più cari non la lasceranno mai sola: la sua amata luna, il suo silenzio condiviso nei momenti di abbandono poetico, la sua insofferenza per chi umilia i più deboli, sua impagabile poesia.

Anna Maria Petrova – Ghiuselev

Giornalista, attrice, produttrice cine-tv. Laureata all’Accademia Musicale di Sofia e in Teatro e Management alla NBU, Sofia. Vive in Italia dal 1985, Cittadina italiana dal 1993. Lingue: francese, russo, inglese, italiano e bulgaro Giornalista – del TG LA 7, di Uno Mattina – RAI UNO, ha varie partecipazioni e collaborazioni con la BNT-Bulgaria, RaiUno, RaiDue, Canale 5. Аttrice in numerose produzioni cinematografiche e televisive (più di 50) in Bulgaria e in Italia (anche in teatro), in Germania, Francia, Usa. Docente di coreografia, danza classica, moderna e jazz preso diverse scuole e facoltà. Titolare della società cine – tv Adria film International ltd. Dal 1993. Presidente dell’Associazione Artemidia – eventi culturali internazionali, ideatrice della Biennale Artemidia tra Roma e Sofia dal 2007 ad oggi. Fa parte dell’Ordine nazionale dei giornalisti in Italia e in Bulgaria. Fa parte di FUIS e UNSA, Unione scrittori e artisti, Italia Giurata dell’Accademia del Cinema italiano per i premi “David di Donatello” . Fa parte dell’Accademia delle Scienze e delle Arti di Bulgaria, Segretario Dipartimento Arte e Cultura dal 2011. Tra i suoi lavori – edizione dei libri per la musica lirica; pubblicazioni nei quotidiani nazionali bulgari e italiani in politica estera, attualitа e cultura; pubblicazioni di poesie nell’almanacco poetico femminile “Eugenia Mars” di Sofia,2000-2015; Premi al Concorso Europeo di Poesia – Lecce 2000, 2007, 2010 (primo premio) e Roma-2008 ; Premio Alda Merini, 2010; Gran Trofeo della Cultura al Premio Histonium-Vasto 2012, Premio del Parlamento EU, Italia 2013 e Premio a SpoletoFestivalArtExpo 2013 per il libro poetico “Fiori e spine di via Egnatia”, Edizioni Tracce, 2011. Pubblica nella Rivista nazionale italiana ”Poeti e Poesie”- dir. Elio Pecora; nell’Antologia”Cara Alda, ti scrivo…”, nell’Antologia Poetica e l’Agenda del Poeta, Editore Pagine; Pubblica la raccolta di poesie “L’elegia della vita”, in bulgaro e in italiano -“Ivan Vasov” editore 2001; Publica “Fiori e spine di via Egnatia”, raccolta di lirica – Edizioni Tracce, 2011. Nuove raccolte – in bulgaro “…E l’anima sa” con la Casa editrice Unione Nazionale Scrittori di Bulgaria a luglio 2015 e in italiano “Briciole” con la Bertoni Editore a settembre 2015, con la quale riceve il Premio letterario della SpoletoArtExpo2015.

Ue, la (mala) gestione dei fondi nell’Europa dell’Est

Fondi UeBulgaria, Romania e Slovenia in fondo alla classifica. 

Roma, 10 settembre – C’è tempo fino al 31 dicembre per spendere i soldi dell’Unione europea e i governi dell’Ue corrono ai ripari per non perdere i fondi ancora non assegnati. Gli ultimi Paesi nella classifica sono quelli dell’Europa orientale. Un esempio: la Bulgaria si è vista consegnare da Bruxelles 308 milioni di euro per lo sviluppo finanziario nel 2013, ma una gran parte della cifra non è ancora stata assegnata. Come spiega il quotidiano bulgaro Trud, si tratterebbe di distribuire qualcosa come sette milioni di euro al giorno. Se così non dovesse essere fatto, il denaro andrà perduto. I fondi non assegnati riguardano sei dei sette programmi operativi messi in atto da Sofia e oltre la metà della cifra è destinata ad aiutare le aziende attraverso il programma per la competitività. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]