Germania, appello dei sindaci alla Merkel: troppi bulgari e romeni invadono le città

romLe metropoli tedesche non ce la fanno ad assorbire l’ondata migratoria dell’est d’Europa, le amministrazioni locali chiedono soluzioni al governo centrale

Roma, 29 settembre – In Germania  si contano 90 mila immigrati dalla Bulgaria e 160 mila dalla Romania, che si uniscono ai milioni arrivati soprattutto dalla Turchia. E dal 2014, anno a partire dal quale cadranno le restrizioni della Ue, i numeri sono destinati ad aumentare. Una situazione che il ‘Der Spiegel’ definisce allarmante e che mette ‘in pericolo la pace sociale’. La preoccupazione è cosi forte tra le amministrazioni locali che si chiede il rapido intervento del governo centrale e della cancelliera Angela Merkel. Le città in cui si riversa la gran parte di questa migrazione interna all’Europa sono la capitale Berlino, ma anche Dortmund, Duisburg, Amburgo, Hannover e Monaco. L’aumento di ingressi è stato sei volte in più rispetto agli anni precedenti. Spesso si tratta di immigrazione clandestina e di poveri che trasformano le periferie delle città  in zone derelitte. Intere aree urbane cambiano volto, aumentano gli episodi di criminalità, la qualità delle vita peggiora. A risentirne sono in particolare i servizi pubblici. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]