Asp sempre più nel mirino: ma chi paga è sempre il cittadino

DSCF4227-1024x824Mentre la Corte dei Conti cita in giudizio il San Raffaele di Cassino per l’ennesimo caso di presunta malasanità, un po’ di chiarezza su chi a vario titolo è responsabile in casi di questo tipo.
Roma, 23 luglio – L’ultimo caso di presunta malasanità pubblicato su ‘Corriere della Sera’ sabato 20 luglio, riguardante la citazione in giudizio da parte della Corte dei Conti ai danni del San Raffaele di Cassino per danno erariale pari a 87milioni di euro, evidenzia la necessità di comprendere tecnicamente le modalità con cui i piani sanitari sono gestiti a livello regionale. Ma soprattutto, in un clima di tagli esasperati nel settore sanità e a seguito dei numerosi scandali che hanno investito gran parte delle regioni italiane negli ultimi tempi, è importante comprendere chi decide, chi controlla e chi pianifica spese che dovrebbero essere messe in campo a vantaggio della salute dei cittadini, ma che troppo spesso diventano un utile occulto per le tasche di pochi “privilegiati”. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]