Bruxelles,‘LUCI PER DIRITTI’ perchè i diritti delle donne sono diritti umani

[AdSense-A]

Una manifestazione di una colazione di base di Bruxelles per mostrare solidarietà con quelli che marciano a Washington, a Place de la Monnaie, Brussels il 20 gennaio 2017, 17.00

Il 20 gennaio prossimo, contemporaneamente con l’inaugurazione presidenziale in Usa, una migliaia di persone accenderà una candela a Place de la Monnaie a Bruxelles. Il loro messaggio è che i diritti delle donne sono diritti umani e che devono essere protetti e sostenuti,

La manifestazione ‘Luci per i diritti’ è organizzata da una coalizione multiculturale di base di donne di Bruxelles e dintorni che cercano di opporsi all’ascesa del programma politico della destra estrema – sia in Europa che negli Stati Uniti e altri paesi. Chiunque condivida il messaggio della coalizione per un attivismo pacifico in solidarietà con quelli che lottano per i diritti delle donne e la giustizia sociale nel mondo è incoraggiato ad raggiungerli a Place de la Monnaie.

‘Luci per diritti’ è solidale con la Marcia delle Donne a Washington. Oltre alla cerimonia di accendere le candele ci saranno discorsi brevi di attivisti ed esibizioni di artisti locali compresi Bai Kamara Jr. e il complesso percussionista latino Famba.

 

 

30 esperti a Bruxelles per discutere delle migrazioni qualificate il 29 novembre

[AdSense-A]

Una giornata di studio europea promossa dal Centro Studi e Ricerche Idos e dall’Istituto di Studi Politici S. Pio V con il sostegno del Parlamento Europeo

 

idos

Il Centro Studi e Ricerche Idos e l’Istituto di Studi Politici “S. Pio V” sta organizzando a  Bruxelles, il 29 novembre, presso la sala in Rue Montoyer 1/32 / Montoyerstraat, Bruxelles /Brussel 1000 (Metro Troon / Trône), una giornata europea di studio sulle migrazioni qualificate degli italiani che si recano all’estero  e dei cittadini stranieri che vengono in Italia. L’iniziativa si pone in continuità con le precedenti esperienze di Idos, realizzate in America Latina, in Africa, in Asia e in diversi Stati membri dell’Ue e anche in Ucraina.

A spostarsi dall’Italia sarà un gruppo di 30 operatori, mediatori interculturali e studiosi impegnati in campo migratorio in rappresentanza delle aree territoriali dell’Italia, di diverse università, dell’Istat, dell’associazionismo immigrato e del mondo della mediazione interculturale. Sono stati invitati a partecipare i rappresentanti della comunità italiana in Belgio e delle strutture che operano al suo interno (associazioni, istituti di patronato, Comites, Cgie e Missione cattolica italiana), oltre al Consolato e all’Istituto Italiano di cultura.

La trasferta dall’Italia è stata realizzata con il sostegno del Parlamento europeo e il coinvolgimento dell’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”, che di recente ha pubblicato un’ampia ricerca sulle migrazioni qualificate (Edizioni Idos, giugno 2016).

 L’europarlamentare Silvia Costa, presidente della Commissione Cultura, ha previsto un incontro informale con i parlamentari dell’intergruppo Povertà e Diritti Umani e una visita guidata alle strutture del Parlamento.

Nel tardo pomeriggio avrà luogo il convegno sul tema “Italiani all’estero e immigrati in Italia: il volto qualificato delle migrazioni attuali”.  In questa circostanza saranno messe a disposizione dei partecipanti  le copie del volume  Le migrazioni qualificate in Italia: ricerche, statistiche, prospettive (Edizioni Idos, giugno 2016) e la scheda riassuntiva del Dossier Statistico Immigrazione 2016 (Edizioni Idos, ottobre 2016).

Dopo le introduzioni dell’on. Silvia Costa e del presidente dell’Istituto di Studi Politici “S. Pio V” Antonio Iodice e le tre relazioni iniziali seguirà, con il coordinamento delle organizzazioni promotrici, un dibattito di cui saranno protagonisti i convegnisti venuti dall’Italia e i rappresentanti delle diverse organizzazioni della comunità italiana in Belgio. A concludere i lavori sarà il presidente di Idos Ugo Melchionda.

 In questa occasione verrà presentata la nuova ricerca, di cui l’Istituto “S. Pio V” ha deciso di farsi carico per commemorare il 60° anniversario del Trattato di Roma, con la previsione di una sua presentazione a Bruxelles nel mese di marzo 2017 nell’ambito di una nuova giornata di studio europea.

 Istruzione, sviluppo, tecnologia, imprenditoria, globalizzazione, emigrazione ed immigrazione: queste le parole chiave dell’incontro del 29 novembre, che si avvarrà della messa a disposizione dei dati più aggiornati sulla situazione italiana a confronto con quella europea. Per i giornalisti sono state predisposte delle schede di sintesi.

Il tema delle migrazioni qualificate evidenzia, ancora una volta, il rischio di dispersione delle ingenti risorse impiegate per la formazione dei lavoratori ma anche le straordinarie opportunità che possono derivare da una loro più ampia valorizzazione.

 

Tirocinio presso il Martens Wilfried Centro di Studi Europei a Bruxelles

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Senza-titolo-15

Roma, 31 Maggio – Il Martens Wilfried Centro di Studi Europei legato all’attività del PPE (Partito Popolare Europeo) offre l’opportunità di svolgere un tirocinio presso la sua sede a Bruxelles per un periodo di 3-6 mesi. Destinatari sono laureati e ricercatori che desiderano approfondire la conoscenza degli affari europei e di conoscere il lavoro quotidiano delle istituzioni europee a Bruxelles. Il tirocinante dovrà svolgere le seguenti attività: organizzazione di incontri e conferenze; preparazione di report e analisi; modifica di pubblicazioni; aggiornamento del sito, blog e basi di dati; comunicazione con il Partito popolare europeo nel campo della ricerca politica e di altre attività; collegamento con funzionari delle istituzioni europee. Requisiti. Laurea e formazione accademica negli affari europei e in campi correlati. Consolidata conoscenza della lingua inglese. Abilità informatiche. Buona conoscenza della politica europea. Ulteriori titoli di studio, esperienza nella ricerca politica e una conoscenza sufficiente di ulteriori una o due lingue sono considerati un vantaggio. Retribuzione prevista secondo i parametri adottati per i tirocini offerti dalle istituzioni europee. La scadenza per le candidature è su base continua. Maggiori informazioni su http://www.martenscentre.eu/join-team

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

Tirocini retribuiti con Eurocontrol a Bruxelles e Lussemburgo

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Senza-titolo-6

Roma, 26 Maggio – Eurocontrol, organizzazione intergovernativa impegnata nella costruzione, insieme ai suoi partner, di un cielo unico europeo che porti ad una gestione moderna e innovativa del traffico aereo, offre tirocini in diversi ambiti nelle sedi di Bruxelles e Lussemburgo: Risorse Umane, Amministrazione, Comunicazione, Analisi del Traffico Aereo e Web Development/Video. La durata dei tirocini varia dai 6 mesi a 1 anno e prevede un salario di 900 euro mensili, più il rimborso del viaggio all’inizio e alla fine del tirocinio. I requisiti variano in base alla posizione, ma per tutti i tirocini è richiesta la conoscenza dell’inglese e del francese. Per candidarsi, è necessario rispondere alle 2 domande disponibili sul modulo online, allegare il proprio CV, possibilmente in formato Europass, e una lettera motivazionale in pdf (entrambi in inglese). Scadenza: non specificata. Sito: https://www.eurocontrol.int/articles/traineeships

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

 

Tirocinio a Bruxelles nel settore comunicazione e marketing

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Senza-titolo-27

Cori, 20 Maggio – La European Biomass Association (AEBIOM), organizzazione internazionale per lo sviluppo del mercato per la bioenergia sostenibile, è alla ricerca di un tirocinante a supporto del dipartimento di comunicazione. Il tirocinio si svolge a Bruxelles e ha durata 6 mesi. Tra le attività previste: Eventi: assistenza nell’organizzazione della conferenza annuale di AEBIOM e di altri workshop ed eventi a livello europeo; creazione di materiali di comunicazione e di database; ricerca e contatto con relatori del settore; acquisizione e follow up di potenziali sponsor. Comunicazione/Marketing: supporto della comunicazione online di AEBIOM; scrittura di comunicati stampa, gestione di siti web e social media, preparazione di newsletter, monitoraggio e report delle attività. Altri compiti di comunicazione aziendali ed interni: dal design di materiali grafici all’editing di contenuti video. Il candidato deve essere in possesso dei seguenti requisiti: Laurea di Marketing, Comunicazione o simili. Previa esperienza in comunicazione/eventi/relazioni pubbliche e conoscenza o interesse personale per l’energia rinnovabile – un plus. Essere un “nativo digitale” in grado di gestire database, monitoraggio, social media e strumenti di gestione siti web. Buona conoscenza di Adobe Creative Suite (Illustrator/Photoshop Premier e/o InDesign in particolare) – Non esitare ad aggiungere al tuo CV alcuni esempi di lavori fatti. Buone doti di scrittura e di editing (comunicati stampa, brochure, volantini, altre attività di comunicazione e marketing). Atteggiamento positivo, socievole e affidabile. Ottima conoscenza dell’inglese. Conoscenza di altre lingue, specialmente tedesco e francese – un plus Il salario previsto è di 700 euro netti al mese. Per inviare la propria candidatura, occorre compilare l’application form online, allegando CV e lettera motivazionale in inglese. Per partecipare c’è tempo fino al 3 Giugno 2016. Maggiori informazioni su http://www.aebiom.org/about-us/vacancies/

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

Tirocinio a Bruxelles in diritto europeo

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Tirocinio-a-Bruxelles-in-diritto-europeoRoma, 29 Aprile – ClientEarth è un’organizzazione no-profit, fondata nel 2008 con sedi a Londra, Bruxelles e Varsavia finalizzata alla ricerca legale e l’advocacy su questioni ambientali. L’organizzazione offre un tirocinio retribuito per laureati in diritto europeo presso la sua sede di Bruxelles. I destinatari sono laureati in diritto europeo, con un ottimo inglese, capacità d’iniziativa e conoscenza degli strumenti informatici di base. E’ desiderabile esperienza in ambiente ONG e interesse alle questioni ambientali. Le attività principali del tirocinante consisteranno in: Ricerca legale; Costruzione di sommari e aggiornamenti di casi legali; Supporto nella redazione di briefing legali e altro materiale; Monitorare precisi sviluppi legali in seno all’UE o in ambiente internazionale o nazionale; Collegamento con partner esterni.

Per le candidature c’è tempo fino al 13 Maggio 2016. Maggiori informazioni su http://www.dev.clientearth.org/opportunities/internship-eu-aarhus-centre/

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

Tirocinio alla Eurideas Linguistic Services a Bruxelles

Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano

Tirocinio alla Eurideas Linguistic Services a BruxellesRoma, 19 Aprile – Eurideas Linguistic Services, specializzato in traduzioni europee e internazionali e in progetti di interpretazione, è alla ricerca di un tirocinante da inserire nell’ufficio di Bruxelles, Belgio. La durata del tirocinio è di 6 mesi. E’ previsto uno stipendio base. Le principali responsabilità dello stagista riguarderanno: assistere l’event manager nei suoi compiti di gestione degli eventi, trovare e valutare nuovi fornitori e venditori, assistere la squadra di Eurideas nel gestire le assegnazioni di interpretazione, la partecipazione agli eventi di Bruxelles e la gestione degli account Twitter e Facebook.

Requisiti richiesti: essere laureato in affari europei, comunicazione o business; conoscere in maniera fluente l’inglese e il francese; avere un background internazionale; avere buone capacità di comunicazione e organizzative.

Per le candidature c’è tempo fino al 30 Aprile 2016. Maggiori informazioni su http://www.eurideastranslation.com/careers/

Fonte: Eurodesk Italy – www.eurodesk.it

 

Difendiamo la Democrazia, lo Stato di Diritto e i Diritti Umani!

La LIDU esprime solidarietà alle vittime degli attentati di Bruxelles e condanna decisamente l’uso della violenza terrorista 

a cura di Ilaria Nespoli

Sorry for BrusselRoma, 23 Marzo – Gli attentati di oggi a Bruxelles, secondo un bilancio provvisorio, son costati la vita a trenta persone e han fatto oltre 100 feriti. La LIDU, mentre rivolge un pensiero profondamente addolorato e solidale alle vittime e ai loro familiari, stigmatizza ancora una volta l’uso della violenza terrorista che in nessun caso può trovare giustificazione alcuna. Gli autori di questi atti efferati vanno identificati e severamente puniti, ma in nessun caso trasgredendo alle nostre tradizioni di legalità e rispetto dei Diritti Umani. Difendere la Democrazia, lo Stato di Diritto e i Diritti Umani è la sola risposta efficace a questi atti barbari. Questa è la differenza tra noi e loro, questa è la nostra identità! Ogni cedimento all’illegalità, all’ingiustizia, alla limitazione della Libertà in nome della sicurezza farebbe il gioco di questi criminali; e non accetteremo che in nome della lotta al terrorismo si adottino indiscriminatamente misure o atteggiamenti razzisti o xenofobi. Tutti i Cittadini amanti della Democrazia e sostenitori dei Diritti Umani si uniscano al di sopra delle differenti opinioni e schieramenti a difendere la nostra Civiltà.

Bruxelles. Pisapia: terroristi non riusciranno a vincere

Pisapia:“Bruxelles è il simbolo dell’Europa, i terroristi continuano a colpirci per spaventarci. La risposta migliore è invece quella di manifestare l’unità di tutti a difesa della democrazia.”

Milano, 22 marzo 2016 – “Bruxelles è stata colpita ancora una volta dopo Parigi, Madrid, Londra e tanti altri luoghi nel mondo, ma i terroristi non vinceranno, non riusciranno a farci cambiare il nostro modo di vivere. A Milano abbiamo operato in questi anni perché la vita cittadina si potesse svolgere regolarmente, questo grazie ad una collaborazione costante tra la magistratura,  le forze dell’ordine e tutte le Istituzioni. Lo abbiamo fatto finora e lo faremo con ancora maggiore impegno nel futuro proprio perché siamo consapevoli del grande pericolo rappresentato dal terrorismo”. Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia dopo gli attentati di oggi a Bruxelles. “Bruxelles è il simbolo dell’Europa, i terroristi –aggiunge Pisapia- continuano a colpirci per spaventarci, per farci avere paura, per rassegnarci a vedere diminuite le nostre libertà. La risposta migliore è invece quella di manifestare l’unità di tutti a difesa della democrazia, della solidarietà, dei valori fondanti del nostro Continente”. “Per questo ho voluto incontrare i rappresentanti dell’Unione Europea a Milano, il Console onorario del Belgio e ho scritto un messaggio al Sindaco di Bruxelles per esprimere la vicinanza mia e di tutta Milano in questo momento drammatico. La nostra città è a loro disposizione per qualunque cosa possa essere utile, ognuno nel proprio ruolo deve fare quanto è possibile per contrastare il terrorismo, senza alcuna divisione. Chi ha colpito Bruxelles voleva colpire tutti noi, le nostre comunità, la nostra libertà”, conclude Pisapia.

Acciaio: ufficio stampa MISE, polemiche pretestuose su assenza Ministro Guidi a Bruxelles

L’ufficio stampa del MISE fa notare che alla Conferenza di ieri non erano nemmeno presenti i ministri di alcuni tra i principali Paesi produttori di acciaio europei: Germania, Spagna, Polonia e Belgio mentre il Regno Unito era presente a livello di un vice ministro.

4e13e65273bacc9935181aa4c26673a2_LRoma,17 febbraio 2016 – Sono pretestuose le polemiche sull’assenza del ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi alla Conferenza sulle industrie energivore organizzata ieri a Bruxelles dalla Commissione europea. E’ quanto sottolinea in una nota l’ufficio stampa del MISE. I contenuti e i partecipanti della Conferenza, aggiunge la nota, sono stati individuati dalla Commissione tra il mondo imprenditoriale e alcuni rappresentanti politici dei governi nazionali e del Parlamento europeo. Tra questi partecipanti non figurava il Governo italiano che, nel frattempo, attraverso un’iniziativa del ministro Guidi e del ministro francese Macron promuoveva, il 5 febbraio scorso, una dura lettera alla Commissione sulle importazioni di acciaio dalla Cina e sulle misure da adottare per tutelare il settore. Sempre il governo italiano, d’intesa con quello francese, ha chiesto e ottenuto che si discutesse di acciaio al prossimo Consiglio dei ministri per la competitività previsto per il 29 febbraio prossimo a Bruxelles, sede istituzionale e decisionale per affrontare questo tipo di tematiche. Dopo diverse sollecitazioni, prosegue la nota del MISE, il ministro Guidi è stata inserita nel panel finale della Conferenza ma soltanto alla vigilia dell’evento. Il ministro è stata quindi costretta a mandare a Bruxelles il Direttore generale della Politica Industriale del ministero, scegliendo di occuparsi di un tema altrettanto importante che aveva in agenda e rinviando al Consiglio competitività del 29 febbraio la discussione sul tema acciaio. Per porre fine alle polemiche sollevate su questa vicenda, l’ufficio stampa del MISE fa notare che alla Conferenza di ieri non erano nemmeno presenti i ministri di alcuni tra i principali Paesi produttori di acciaio europei: Germania, Spagna, Polonia e Belgio mentre il Regno Unito era presente a livello di un vice ministro.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com