Guardia Costiera, 463 i migranti soccorsi nel Canale di Sicilia

La Centrale Operativa della Guardia Costiera ha coordinato 4 distinte operazioni di soccorso

Guardia Costiera servizio di pattugliamento per lo svolgimento dei preparativi e gare dell american cup le loro mansioni sono rendere libero lo specchio di acqua priodo gare,  tenere a dispanza i diportisti e mansioni anche di anti terrorismo

Roma, 8 agosto- Sono complessivamente 463 i migranti tratti in salvo nella giornata di ieri nel corso di 4 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 4 gommoni a largo delle coste libiche. Il primo gommone – con a bordo 113 migranti – è stato recuperato dalla Nave Diciotti CP 941 della Guardia Costiera, che ha poi trasbordato i migranti su nave Bourbon Argos di Medici senza Frontiere, precedentemente impegnata nel soccorso di un altro gommone con 128 migranti a bordo. Sugli altri due gommoni la Centrale Operativa della Guardia Costiera ha dirottato 2 navi mercantili, una di bandiera italiana e l’altra di bandiera delle isole Cook, in navigazione nella zona, che hanno tratto in salvo rispettivamente 112 e 110 migranti. Alle operazioni di soccorso hanno partecipato anche nave Aviere della Marina Militare italiana e nave Dignity One di medici senza frontiere.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com