UNICEF: collaborazione con il Governo della Slovenia per i bambini rifugiati e migranti

Marie-Pierre Poirier: “I bambini hanno bisogno di posti e tempi per giocare, riposare e riprendersi dopo viaggi molto difficili, hanno bisogno di cibo adatto alla loro età  di riparo dal freddo inverno e di calore”

UN0770620 gennaio 2016 – Con fino a 3.000 rifugiati e migranti che ogni giorno passano per la Slovenia, l’UNICEF e il governo della Slovenia hanno annunciato una partnership per migliorare la protezione e la cura dei bambini migranti e rifugiati.”Nonostante la stragrande maggioranza dei rifugiati e dei migranti trascorrano un breve periodo di tempo in Slovenia, prima di spostarsi, le esigenze umanitarie continuano a rimanere rilevanti – in particolare per i gruppi vulnerabili, compresi i bambini”, ha detto Boštjan Šefic, Segretario di Stato presso il Ministero dell’Interno e Coordinatore per la Risposta alla questione dei rifugiati in Slovenia. “Ecco perché stiamo collaborando con l’UNICEF per rafforzare i servizi di sostegno ai bambini e alle famiglie che continuano i loro spostamenti attraverso la Slovenia ed altrove”. Nonostante gli interventi del governo per fornire riparo e servizi essenziali alle persone che si spostano, i sistemi di assistenza sono sotto stress a causa dell’ampiezza della crisi. L’UNICEF mira a rafforzare e ad aumentare in proporzione servizi di protezione dell’infanzia in Slovenia, a formare i lavoratori coinvolti in prima linea, a distribuire materiali invernali, portando avanti attività di promozione dell’igiene.”I bambini migranti e rifugiati sono soprattutto e prima di tutto i bambini – hanno bisogno di posti e tempi per giocare, riposare e riprendersi dopo viaggi molto difficili, hanno bisogno di cibo adatto alla loro età  di riparo dal freddo inverno e di calore. L’UNICEF sta collaborando con il governo sloveno e altri partner per dare ai bambini le cure necessarie durante lungo il viaggio verso la loro destinazione”, ha dichiarato Marie-Pierre Poirier, Coordinatore speciale UNICEF sulla crisi dei Rifugiati e dei Migranti in Europa. L’UNICEF e l’ONG partner in Slovenia Slovenska filantropija si concentreranno sui seguenti interventi chiave:

 • Stabilire spazi a misura di bambini e famiglie: in queste aree sicure i bambini potranno riposare, studiare, ricevere un primo sostegno psicosociale, informazioni e altre forme di sostegno sociale se necessario. In questi spazi riscaldati i bambini riceveranno vestiti caldi, scarpe e coperte. Questi Spazi saranno il primo passo verso Hub di supporto a bambini e famiglie, che permetterà all’UNICEF, in collaborazione con l’UNHCR e il Movimento della Croce Rossa, di offrire servizi più integrati e protezione per le famiglie che si spostano.

 • Facilitare la formazione sulla protezione dei bambini e il rafforzamento delle competenze degli operatori sociali, del personale coinvolto in prima linea e dei volontari che lavorano nei centri di transito.

• Stabilire un’area pulita e sicura per madre e bambino, in cui sarà possibile cambiare e allattare i bambini. Le madri riceveranno anche kit igienici per loro e i loro bambini.

• Supportare una campagna di promozione dell’igiene – declinata nelle lingue della popolazione migrante – in tutti i punti di accoglienza, di transito e di trasferimento delle persone che si spostano lungo la rotta migratoria, anche con il supporto di kit igienici.

Nell’ambito della Campagna “Bambini in pericolo-Non è un viaggio. E’ una fuga” l’UNICEF Italia ha lanciato la petizione “Indignamoci!” per i diritti dei bambini migranti e rifugiati. E’ possibile è possibile aderire on-line  www.unicef.it/indigniamoci.

Sostieni la campagna UNICEF “AIUTA I BAMBINI IN PERICOLO” con donazioni su www.unicef.it/bambininpericolo

E’ possibile donare anche tramite:

– bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia,

– telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000

 

–  bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]