A Nemi torna Borgo DiVino, le eccellenze enologiche italiane in festa

Il 7 e 8 maggio la seconda edizione dell’evento organizzato da CastelliExperience e Comune di Nemi. Due giorni tra degustazioni, escursioni e musica

 

BorgoDiVinoRoma, 3 Maggio – A Nemi le eccellenze enologiche italiane di incontrano tra le vie della città con Borgo DiVino! Il 7 e 8 maggio si terrà presso il centro storico del Comune dei Castelli Romani la seconda edizione della manifestazione organizzata da CastelliExperience in collaborazione con il Comune di Nemi. Due giorni dedicati ai migliori vini italiani e alla cultura enologica, parte integrante della tradizione nostrana. La produzione enologica italiana è, infatti, famosa e apprezzata in tutto il mondo (nel 2015 sono stati esportati quasi 20 milioni di ettolitri di vino e spumante), grazie anche ad un’offerta eterogenea e di qualità molto elevata, con un totale di 330 etichette DOC e 74 DOCG. Per dar maggiore risalto ai prodotti proposti, la manifestazione ospiterà “Vini d’Italia: the best of”, una sorta di “evento nell’evento” con degustazioni guidate con gli esperti sommelier della delegazione di Roma e Castelli Romani della FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, a partire dalle 17 di entrambi i giorni, presso Palazzo Ruspoli. Si potranno così degustare i prodotti di punta delle aziende che partecipano alla manifestazione. Moltissimi i vini presenti a Borgo DiVino, tra i quali Barolo, Amarone, Montepulciano, Brunello, Chianti Classico, Franciacorta, Cesanese del Piglio, Frascati Superiore, Prosecco di Valdobbiadene per citarne alcuni. A differenza della prima edizione, focalizzata esclusivamente sui vini laziali, quest’anno la manifestazione “accoglie” cantine da tutta Italia, consentendo ai partecipanti di sperimentare una sorta di viaggio sensoriale attraverso i sapori ed i profumi tipici dei territori di produzione. Dunque, al fianco di cantine laziali come Colle Picchioni e Casale del Giglio, ne troveremo decine provenienti da altre regioni, da nord a sud, come Bertani (Veneto), Ruffino (Toscana), Bersano (Piemonte), Lungarotti (Umbria), Duca Di Salaparuta (Sicilia). Altra novità dell’edizione 2016, sarà la partecipazione del “Gruppo Archeologico Ager Lanuvinus et Nemus Aricinium” (G.A.A.L.N.A.), che proporrà alcune visite guidate alla scoperta del territorio di Nemi, il più piccolo comune dell’area dei Castelli Romani, “Bandiera Arancione” del Touring Club Italiano. Noto per la coltivazione delle fragole sulle sponde dell’omonimo lago, e per la relativa sagra che si tiene ogni anno la prima domenica di giugno, oltre a bellezze naturali ed architettoniche, il territorio vanta importanti siti archeologici, come il tempio di Diana Aricina e la Villa di Cesare. In apertura di Borgo DiVino, sabato 7 maggio alle 11.30, presso la Sala delle Armi si terrà una conferenza dal titolo “Il turismo enogastronomico ai Castelli Romani”, a cura di VisitCastelliRomani.it, con la partecipazione di chef dei Castelli Romani e di esperti del settore. Confermate le presenza del Museo diffuso del Vino di Monte Porzio Catone, con la mostra “Travaso di Cultura”, e dei VinarellI, che porteranno a Nemi un’esposizione delle loro migliori opere dipinte con il vino. Ciliegina sulla torta di una già ricchissima manifestazione sarà la musica del gruppo “Il SaJoe” feat. Davide Carini, presente a Borgo diVino grazie alla collaborazione con il Festival dei Castelli Romani, che suonerà musica jazz per le strade di Nemi, sottofondo perfetto per assaporare vini di alta qualità. Gli appuntamenti musicali saranno alle 16:30 e alle 18:00. L’ingresso alla manifestazione è gratuito; per le degustazioni agli stand delle cantine è necessario acquistare un voucher del valore di 10 euro che dà diritto a 10 degustazioni. La partecipazione a “Vini d’Italia: the best of” con i sommelier FISAR ha un costo aggiuntivo di 5 euro, per un totale di 15 euro. Le degustazione guidate sono a numero chiuso; è consigliata la prenotazione sul sito http://www.castelliexperience.it/eventi/borgo_divino.asp.

Gli stand aprono sabato 7 maggio dalle 11.30 alle 22.00 e domenica 8 maggio dalle 10.30 alle 21.00.

Viaggio tra i migliori vini del Lazio con Borgo DiVino, seconda edizione dell’evento di CastelliExperience e Comune di Nemi

La manifestazione si terrà il 7 e l’8 maggio nel centro storico di Nemi, e vedrà la partecipazione di wineOwine, FISAR e delle migliori cantine della regione.

imagesRoma, 21 Aprile – Dopo il successo della prima edizione, torna anche quest’anno HYPERLINK “http://www.castelliexperience.it/eventi/borgo_divino.asp“Borgo DiVino, l’evento organizzato da CastelliExperience e dal Comune di Nemi, Bandiera Arancione del Touring Club. L’evento si terrà nel centro storico di Nemi nel fine settimana del 7 e 8 maggio e sarà un importante appuntamento turistico per tutti i curiosi, gli appassionati e gli amanti del vino che raggiungeranno il bel borgo dei Castelli. L’idea alla base della manifestazione non è cambiata: proporre a turisti e visitatori una passeggiata nel centro storico di Nemi accompagnata da un buon bicchiere di vino. La principale novità di questa seconda edizione riguarda il fatto che non ci saranno solo le cantine dei Castelli Romani, ma saranno presenti produttori da tutto il Lazio e una selezione di cantine provenienti da fuori regione, grazie alla partnership realizzata con HYPERLINK “https://www.wineowine.com/wineOwine, portale leader nella vendita di vino online. Confermate le degustazioni guidate in compagnia dei sommelier FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori e la partecipazione del Museo Diffuso del Vino di Monte Porzio Catone. Tante le novità: oltre alla già citata partnership con wineOwine, che porterà a Nemi una selezione di cantine provenienti da tutta Italia e organizzerà due degustazioni guidate durante la giornata di sabato 7 maggio, l’edizione 2016 di Borgo DiVino vedrà la partecipazione del “Gruppo Archeologico Ager Lanuvinus et Nemus Aricinium” (G.A.A.L.N.A.), che proporrà alcune visite guidate alla scoperta del territorio di Nemi, e la partnership con il Festival dei Castelli Romani con la doppia esibizione del duo jazz “Il Sajoe”, che allieterà entrambe le serate della manifestazione. Il punto di riferimento dell’evento resta tuttavia il vino, la sua produzione, la sua distribuzione e il suo consumo. Sono già molte le cantine dell’area dei Castelli Romani e dell’intera regione Lazio che hanno confermato la loro presenza. L’obiettivo degli organizzatore è quella di raddoppiare il numero di cantine rispetto alla scorsa edizione e c’è quindi ancora spazio perché altre partecipino e presentino i propri vini nel corso di Borgo DiVino. Borgo DiVino vedrà la partecipazione di numerosi partner ed esperti del settore che daranno il loro contributo alla manifestazione. Come anticipato saranno presenti i sommelier della FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori – delegazione di Roma Castelli Romani, che cureranno le degustazioni guidate che, come lo scorso anno, si terranno all’interno di Palazzo Ruspoli. Confermata anche la presenza del Museo Diffuso del Vino di Monte Porzio Catone che con la mostra multimediale “Travaso di Cultura” farà rivivere nel centro di Nemi le tradizioni legate alla vitivinicoltura dei Castelli Romani. “Borgo DiVino è una manifestazione che vuole raccontare il vino a 360°. – Ha commentato Tiziana Micheli, product manager di Borgo DiVino. – Il vino italiano è tra i più apprezzati al mondo e vede crescere ogni anno il volume delle vendite anche nei paesi esteri. Abbiamo deciso di ampliare il raggio d’azione dell’evento a tutto il Lazio, perché se è vero che la produzione vitivinicola dei Castelli Romani tocca picchi d’eccellenza, non si può dimenticare come in tutta la regione ci siano prodotti ottimi e che meritano di essere conosciuti. La nostra idea è mettere a disposizione delle cantine un’importante vetrina per farsi conoscere e allo stesso tempo regalare ai partecipanti due giornate di allegria e buon vino”. “Siamo orgogliosi di come sta nascendo questa seconda edizione. – ha affermato il sindaco di Nemi, Alberto Bertucci – Il nostro paese, oltre ad essere apprezzato per le fragole e per i fiori, d’ora in avanti lo sarà anche per il vino. Abbiamo, infatti, il piacere e l’onore di ospitare un evento di alto spessore che promuove uno dei prodotti di eccellenza del made in Italy. Si tratta – ha concluso il sindaco Bertucci – di una scommessa alla quale l’amministrazione comunale crede molto. Siamo certi di poter soddisfare al meglio le curiosità, le richieste e le aspettative delle migliaia di visitatori che affolleranno Nemi”.

Il programma completo di Borgo DiVino 2016, in continuo aggiornamento, è disponibile sul sito http://www.castelliexperience.it/eventi/borgo_divino.asp, tramite il quale è anche possibile contattare gli organizzatori della manifestazione.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]